Ilva

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Ilva

La scheda: Ilva

L'Ilva è una società per azioni, in amministrazione straordinaria, che si occupa prevalentemente della produzione e trasformazione dell'acciaio. Con il nome della originaria azienda fondata nel 1905, è nata sulle ceneri della dismessa Italsider. Prende il nome da quello latino dell'isola d'Elba, dalla quale era estratto il minerale di ferro che alimentava i primi altiforni costruiti in Italia a fine Ottocento.
Il più importante stabilimento italiano è situato a Taranto in Puglia, e costituisce il maggior complesso industriale per la lavorazione dell'acciaio in Europa. Altri stabilimenti sono a Genova in Liguria, Novi Ligure e Racconigi in Piemonte, Marghera (Venezia) in Veneto, Patrica nel Lazio.


ILVA:
Stato:  Italia
Forma societaria: Società per azioni
Fondazione: 1905
Sede principale: Milano
Filiali: Taranto (stabilimento principale), Genova, Novi Ligure (AL), Racconigi (CN), Marghera (Venezia), Patrica (FR)
Persone chiave: Piero Gnudi, Enrico Laghi, Corrado Carrubba (Commissari governativi), Massimo Rosini (Direttore generale)
Settore: siderurgia
Prodotti: laminati a caldo, laminati zincati, tondo per cemento armato, barre, tubi, semiprodotti
Dipendenti: Taranto (12.000), Genova (1.600), Novi Ligure (800), Marghera (120), Patrica (90), Racconigi (80)www.gruppoilva.com
Modifica dati su Wikidata · Manuale
Lo stabilimento Ilva di Taranto è localizzato nel quartiere Tamburi e, precisamente, nell'area compresa tra la Strada statale 7 Via Appia, la Superstrada Porto-Grottaglie, la Strada Provinciale 49 Taranto-Statte e la Strada provinciale 47, per una superficie complessiva di circa 15.450.000 metri quadrati.
In alternativa alla città di Taranto, per il IV Centro Siderurgico si pensò anche alle città di Vado Ligure e di Piombino (ampliamento dello stabilimento già esistente), ma si scelse Taranto grazie alle sue aree pianeggianti e vicine al mare, la disponibilità di calcare, di manodopera qualificata nonché alla sua ubicazione nel Mezzogiorno d'Italia, con annessa possibilità di creare posti di lavoro (43.000 tra diretti e indotto nel 1981) e di usufruire di contributi statali per tale obiettivo.
Nel 2005 sono 188 le imprese pugliesi dell'indotto ILVA, che fatturano in totale 310 milioni di euro.
Il IV Centro Siderurgico di Taranto sfornava nel 1970 il 41% della produzione totale di Italsider, percentuale che nel 1980 raggiunse il 79% del totale.
L'impianto fu costruito nelle immediate vicinanze del quartiere Tamburi, che attualmente può contare circa 18.000 abitanti. Il quartiere, già esistente, si sviluppò ulteriormente negli anni a seguire grazie anche agli interventi di edilizia popolare destinati proprio agli operai dello stabilimento. Nel 2012 sono state depositate presso la Procura della Repubblica di Taranto due perizie, una chimica e l'altra epidemiologica, nell'ambito dell'incidente probatorio che vede indagati Emilio Riva, suo figlio Nicola, Luigi Capogrosso, direttore dello stabilimento siderurgico, e Angelo Cavallo, responsabile dell'area agglomerato. A loro carico sono ipotizzate le accuse di disastro colposo e doloso, avvelenamento di sostanze alimentari, omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, danneggiamento aggravato di beni pubblici, getto e sversamento di sostanze pericolose e inquinamento atmosferico. Sarebbero particolarmente inquinanti i 70 ettari di parchi minerali per via delle polveri, che fungono da veicolanti dei gas nocivi, le cokerie che emettono soprattutto benzo(a)pirene, ed il camino E312 dell'impianto di agglomerazione per quanto riguarda la diossina.


L'unità produttiva a ciclo integrale di Taranto dispone dei seguenti impianti:
12 batterie di forni per coke (6 in funzione)
5 altiforni (tre in funzione: Afo 1/2/4, Afo 5 in attesa di interventi di ambientalizzazione e manutenzione straordinaria, Afo 3 in dismissione completa)
2 impianti di agglomerazione minerale (1 in funzione linee D ed E)
2 acciaierie LD: 1 LD con 3 convertitori da 330 t 1 LD con 3 convertitori da 350 t.
1 LD con 3 convertitori da 330 t
1 LD con 3 convertitori da 350 t.
5 colate continue a due linee per bramme
2 treni di laminazione a caldo per nastri
2 decapaggi ad acido cloridrico
1 decatreno (decapaggio di acido cloridrico + treno di laminazione a freddo)
1 Impianto di Rigenerazione di acido cloridrico con Tre forni ad arrostimento
1 linea di elettrozincatura
2 linee di zincatura a caldo
1 impianto di ricottura statica con 54 forni e 125 basi
1 treno tandem Temper
1 treno lamiere quarto a due gabbie
1 tubificio a saldatura longitudinale ERW
2 tubifici a saldatura longitudinale SAW
1 tubificio a saldatura elicoidale SAW da nastri / lamiere (dismesso)
4 impianti per rivestimento interno ed esterno di tubi in polietilene, resine epossidiche, FBE
linee di finitura e taglio
Inoltre, una centrale termoelettrica di circa 800 MW gestita dalla società in house Taranto Energia, che utilizza i gas siderurgici ivi prodotti.
L'impianto di Taranto fu inaugurato il 10 aprile 1965 dall'allora presidente della Repubblica Italiana Giuseppe Saragat. Pietro Porcinai, uno dei maggiori paesaggisti italiani, si è occupato fra il 1972 e il 1973 delle opere di ristrutturazione del IV Centro siderurgico di Taranto. Alla formazione armata di estrema sinistra Primi fuochi di guerriglia sono stati attribuite azioni di disturbo allo stabilimento di Taranto durante gli anni settanta.

L'unità produttiva di Genova dispone dei seguenti impianti:
1 linea di decapaggio ad acido cloridrico
1 decatreno (decapaggio ad acido cloridrico + treno di laminazione a freddo in linea)
1 treno di laminazione a freddo
1 linee di ricottura continua
1 treno temper
2 linee di stagnatura / cromatura elettrolitica
3 linee di zincatura a caldo
1 linea di rifilatura coils
linee di finitura e taglio decapati e stagnati

L'unità produttiva di Novi Ligure dispone dei seguenti impianti:
1 decatreno (decapaggio ad acido cloridrico + treno di laminazione a freddo in linea)
1 linea di ricottura continua
1 linea di ricottura statica a idrogeno, 24 basi 12 forni
1 linea di zincatura a caldo
1 linea di zincatura a caldo / alluminiatura
1 linea di elettrozincatura
linee di finitura e taglio
Dal 1933 l'ILVA entrò in società con la Provincia di Alessandria costituendo la Società Ferroviaria Val d'Orba (FVO), per l'esercizio della ferrovia Frugarolo - Basaluzzo che rappresentava un'infrastruttura strategica per il trasporto delle merci a servizio dello stabilimento. L'impianto fu soppresso nel 1948.

L'unità produttiva di Racconigi dispone dei seguenti impianti:
7 Linee per tubi profilati cavi saldati longitudinalmente
3 linee di taglio

L'unità produttiva di Marghera, disponeva dei seguenti impianti:
1 Linea di elettrozincatura
1 Linea di preverniciatura
Linee di finitura e taglio
Il sito è un polo logistico per lo scarico e carico di materiale siderurgico proveniente dallo Stabilimento di Taranto via mare.

L'unità produttiva di Patrica dispone dei seguenti impianti:
1 linea di zincatura a caldo / alluminiatura
2 linee di finitura e taglio
Nel 2015 lo stabilimento di Patrica non era in esercizio.

Ilva: operaio scrive a Mattarella

Ilva: operaio scrive a Mattarella

(ANSA) – TARANTO, 24 MAG – “Si è aspettato che fosse la magistratura a dire al mondo intero che l’Ilva inquinava. Noi non siamo e non ci sentiamo assassini. Abbiamo fatto del nostro meglio, in base a ciò che la legge ci permetteva. Non siamo più disposti ad accettare ricatti e un’Ilva a prescindere”. E’ lo sfogo di un operaio dello stabilimento siderurgico di Taranto, Piero Vernile, Rsu della Uilm, contenuto in una lettera aperta rivolta al [...]

Ilva: funerali operaio, chiesa gremita

Ilva: funerali operaio, chiesa gremita

(ANSA) – TARANTO, 23 MAG – Il tempio di San Domenico Maggiore, nella città vecchia di Taranto, conteneva a stento le centinaia di persone, tra parenti, amici e colleghi, che questo pomeriggio, hanno preso parte al funerale di Angelo Raffaele Fuggiano, il 28enne operaio della ditta Ferplast dell’appalto Ilva, morto giovedì scorso in un incidente sul lavoro nel reparto Ima (Impianti marittimi), colpito alla schiena dalla carrucola di una fune d’acciaio. [...]

Ilva, trattativa interrotta. Sindacati e azienda restano distanti

Ilva, trattativa interrotta. Sindacati e azienda restano distanti

(Teleborsa) - Trattativa interrotta tra Arcelormitta e sindacati sul futuro dell'Ilva. "Dopo 14 ore di confronto serrato con il management di Am-Investco abbiamo verificato che non vi è, allo stato, alcuna condizione per riprendere la trattativa. Il nodo principale, sebbene non sia l'unico, resta la garanzia occupazionale per tutti i dipendenti Ilva al momento della cessione". E' questo il resoconto dell'Unione Sindacale di Base (USB) sul tavolo che si è [...]

Ilva: Calenda, pronti ad altre risorse

Ilva: Calenda, pronti ad altre risorse

(ANSA) – ROMA, 23 MAG – Sull’Ilva “il Governo tramite l’amministrazione straordinaria è disponibile a mettere sul piatto ulteriori risorse per chiudere nelle prossime ore”. Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo Carlo Calenda. Sull’Ilva, ha aggiunto, “negoziare si può e si deve”, ma occorre fare “presto”, perché l’azienda “finirà la cassa nel mese di luglio e ricominciare tutto da capo o per seguire chi propone soluzioni [...]

Ilva: trattativa fino a tarda notte, ma accordo lontano

Ilva: trattativa fino a tarda notte, ma accordo lontano

Si è protratto fino ad oltre l’una di notte la trattativa fra i sindacati e i vertici di ArcelorMittal. Ma alla fine le parti si sono lasciate senza un accordo nemmeno di massima. ”Le proposte di Mittal” su occupazione e retribuzione ”sono ancora insufficienti per poterle considerare presupposto di un accordo” ha detto il segretario della Uilm Rocco Palombella. Ora i sindacati convocheranno le assemblee di fabbrica per riferire.

Ilva: incontro Arcelor-sindacati

Ilva: incontro Arcelor-sindacati

(ANSA) – ROMA, 22 MAG – Incontro nella sede dei sindacati metalmeccanici confederali a Roma con Arcelor Mittal e i segretari generali di Fim, Uilm, Fiom e Usb. L’incontro ha lo scopo di individuare, se ci sono, le condizioni per far ripartire la trattativa ministeriale sul futuro dell’Ilva.

Ilva: Fioramonti, chiusura programmata

Ilva: Fioramonti, chiusura programmata

(ANSA) – TARANTO, 21 MAG – “In questo momento ci muoviamo in una direzione chiara, cioè chiusura programmata e riconversione economica dell’Ilva”. Lo ha detto Lorenzo Fioramonti, consulente economico di Luigi Di Maio, indicato quale ministro dell’Economia nella squadra di governo presentata dai 5S in campagna elettorale, parlando con i giornalisti dopo il Tavolo sull’Ilva convocato a Taranto dal M5S con i sindacati. “La chiusura programmata – ha [...]

Organizzazione: Ilva

Location: Milano.

Industria: Siderurgia.

Ilva: morte operaio, lunedì autopsia

Ilva: morte operaio, lunedì autopsia

(ANSA) – TARANTO, 19 MAG – E’ previsto per lunedì, a mezzogiorno, l’affidamento dell’incarico al medico legale Marcello Chironi per effettuare l’autopsia sul corpo di Angelo Raffaele Fuggiano, il 28enne dipendente della Ferplast, azienda dell’appalto Ilva, morto giovedì mattina mentre stava eseguendo un intervento di manutenzione – la sostituzione di una fune – alla gru Dm6 di proprietà dell’Ilva. Per la vicenda vi sarebbero sei persone (4 [...]

Ilva: Calenda, pronti a convocare tavolo

Ilva: Calenda, pronti a convocare tavolo

(ANSA) – ROMA, 19 MAG – “La decisione di chiudere l’Ilva, il più grande impiAnto industriale del Sud Italia, confermata e ufficializzata oggi dal M5S, rende evidente perché il Governo aveva presentato alle parti sociali una proposta di accordo per consentire di completare il trasferimento a AmInvestco, mettere in sicurezza i posti di lavoro e i 2,4 mld di euro di investimenti privati per tecnologie e ambientalizzazione”. Lo dichiarano in una nota il [...]

FOTO: Ilva

Targa metallica posta sul ponte ferroviario della ferrovia Padova-Bologna che attraversa il fiume Adige tra Granzette, frazione di Rovigo, e Boara Pisani.

Targa metallica posta sul ponte ferroviario della ferrovia Padova-Bologna che attraversa il fiume Adige tra Granzette, frazione di Rovigo, e Boara Pisani.

Laminatoio Italsider a Taranto nel 1964

Laminatoio Italsider a Taranto nel 1964

Altoforno in dismissione a Cornigliano (Genova)

Altoforno in dismissione a Cornigliano (Genova)

Stabilimento di Taranto nel 1964, foto di Paolo Monti

Stabilimento di Taranto nel 1964, foto di Paolo Monti

Lo stabilimento ILVA di Novi Ligure

Lo stabilimento ILVA di Novi Ligure

Ilva: adesione massiccia a sciopero

Ilva: adesione massiccia a sciopero

(ANSA) – TARANTO, 18 MAG – E’ stata massiccia l’adesione allo sciopero, che terminerà alle 15 di oggi, dei dipendenti diretti dello stabilimento Ilva di Taranto e dell’indotto a seguito dell’incidente avvenuto al quarto sporgente del porto costato la vita ad Angelo Raffaele Fuggiano, di 28 anni, dipendente della ditta Ferplast, che si occupa di carpenterie metalliche. Il lavoratore stava sostituendo una fune ad una delle gru che scaricano i minerali, [...]

Ilva, operaio muore travolto da una fune: sciopero immediato

Ilva, operaio muore travolto da una fune: sciopero immediato

Un operaio della ditta di carpenterie metalliche Ferplast dell’appalto Ilva, Angelo Fuggiano, di 28 anni, è morto in seguito a un incidente avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal Siderurgico. Durante il cambio funi per la macchina scaricatrice DM 6, un cavo sarebbe saltato durante la fase di ancoraggio della parte finale travolgendo il lavoratore. Vani sono risultati i tentativi di rianimazione da parte degli operatori [...]

Morte operaio, 24 ore sciopero all'Ilva

Morte operaio, 24 ore sciopero all'Ilva

(ANSA) – GENOVA, 17 MAG – Sciopero di 24 ore domani anche all’Ilva di Cornigliano dopo la morte questa mattina nello stabilimento di Taranto dell’operaio 28enne Angelo Fuggiano. Il lavoratore, impiegato in una ditta di appalto, è morto in cima a una gru colpito da un cavo che ha ceduto e lo ha ucciso sul colpo. A Taranto i lavoratori, che erano in assemblea, sono scesi immediatamente in sciopero. A Genova lo stop sarà domani, così come in tutti gli [...]

Ilva:muore operaio. Sindacati, sciopero

Ilva:muore operaio. Sindacati, sciopero

(ANSA) – TARANTO, 17 MAG – Le segreterie territoriali Fim, Fiom, Uilm e Usb di Taranto hanno proclamato lo sciopero dei dipendenti diretti e dell’appalto dalle 11 di oggi fino a tutto il primo turno di domani dopo l’incidente sul lavoro avvenuto questa mattina nel reparto Ima in cui ha perso la vita Angelo Fuggiano, 28enne operaio della ditta Ferplast, travolto da una fune durante attività di manutenzione alla gru Dm6. Nel corso degli ultimi mesi, [...]

Ilva: muore operaio ditta appalto

Ilva: muore operaio ditta appalto

(ANSA) – TARANTO, 17 MAG – Un operaio della ditta di carpenterie metalliche Ferplast dell’appalto Ilva, Angelo Fuggiano, di 28 anni, è morto in seguito a un incidente avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal Siderurgico. Secondo fonti sindacali, durante il cambio funi per la macchina scaricatrice DM 6, un cavo sarebbe saltato durante la fase di ancoraggio della parte finale travolgendo il lavoratore. Vani sono risultati [...]

Ilva, MISE: confronto riprenda al più presto

Ilva, MISE: confronto riprenda al più presto

(Teleborsa) - "Si auspica che le parti possano incontrarsi al più presto per individuare una base comune da ripresentare al tavolo del Ministero". Così il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) in una nota precisando che "l'accordo sindacale" su Ilva "viene negoziato e firmato da azienda e parti sociali". L'auspicio del MISE arriva dopo lo stop alla trattativa della scorsa settimana. Dopo 6 mesi di negoziato e più di 32 incontrieffettuati - spiega il [...]

Confermato dalla Cassazione il mobbing di massa dell'Ilva di Taranto - Cass. pen. n. 31413 del 2006

Confermati  dalla Cassazione i reati per il "mobbing di massa" della Palazzina Laf dell'Ilva di Taranto   Cassazione – Sezione sesta penale (up) – sentenza 8 marzo-21 settembre 2006, n. 31413 – Pres. Legnasi – Rel. Rotundo  – Ricorrente Riva ed altri.   Mobbing di massa della Palazzina Laf di Taranto – Reati di tentata violenza privata e di frode processuale – Sussistenza.   La singolare vicenda oggetto del processo “si innestava [...]

Palazzina Laf, condannato presidente dell'Ilva (da un articolo di “La repubblic” dell’8 dicembre 2001)

Mobbing della Palazzina Laf, condannato presidente dell'Ilva e collaboratori (in attesa della pubblicazione della sentenza, riferiamo questa notizia di stampa)   Undici imputati condannati (tra cui il presidente dell'Ilva, Emilio Riva) per tentativo di violenza privata; non c'è stata invece frode processuale: questa la sentenza, dopo otto ore di camera di consiglio, emessa stasera dal giudice unico del tribunale di Taranto Genantonio Chiarelli. Oggetto del [...]

Ilva: assemblee per 10 giorni

Ilva: assemblee per 10 giorni

(ANSA) – TARANTO, 14 MAG – Dureranno 10 giorni, fino al 24 maggio, le assemblee programmate all’Ilva dai sindacati per fare il punto sulla vertenza. E circola già una data ipotetica, quella del 26 maggio, per uno sciopero con possibile manifestazione cittadina nel caso in cui non dovessero giungere segnali positivi per la ripresa del negoziato con l’obiettivo di trovare un’intesa sui livelli occupazionali. E’ quanto si apprende da fonti sindacali. [...]

Iva, Ilva, povertà spine del governo

Iva, Ilva, povertà spine del governo

L'aumento dell'iva costerebbe 242 euro a famiglia, all'Ilva operai ancora in agitazione