Indie Orientali Olandesi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Vereenigde Oostindische Compagnie

La scheda: Vereenigde Oostindische Compagnie

Amsterdam
La Compagnia olandese delle Indie orientali (in olandese Vereenigde Geoctroyeerde Oostindische Compagnie, abbreviato in VOC) è stata una compagnia commerciale olandese attiva nei territori coloniali olandesi in Asia dal 1602 al 1800.


Disastro aereo in Indonesia

Disastro aereo in Indonesia

Terribile schianto in mare del Boeing 737 con 189 persone a bordo, tra loro anche un giovane imprenditore italiano.

Morto italiano dal 26/10 a Giacarta

Morto italiano dal 26/10 a Giacarta

(ANSA) – MASSA (MASSA CARRARA), 29 OTT – Viveva a Marina di Massa con i genitori, Andrea Manfredi, il 26enne italiano morto nell’incidente aereo a Giacarta. Il suo passato da ciclista professionista (nel 2013 ha gareggiato con la Ceramica Flaminia, poi con la Bardiani CSF) è sfociato nella passione per la commercializzazione di biciclette e articoli sportivi. Andrea era arrivato a Giacarta lo scorso 26 ottobre, una tappa prevista all’interno di un viaggio [...]

EVENTI: Vereenigde Oostindische Compagnie

Nel 1998, dopo grandi proteste popolari ed a causa di una crisi finanziaria, fu costretto alle dimissioni.

Nel 1998, dopo grandi proteste popolari ed a causa di una crisi finanziaria, fu costretto alle dimissioni.

Nel 1998, dopo grandi proteste popolari ed a causa di una crisi finanziaria, fu costretto alle dimissioni.

Nel 1619 le forze della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, guidate da Jan Pieterszoon Coen, conquistarono la città e la ribattezzarono da Jayakarta a Batavia, il nome latino di una tribù che visse nei Paesi Bassi in epoca romana.

Nel 1619 le forze della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, guidate da Jan Pieterszoon Coen, conquistarono la città e la ribattezzarono da Jayakarta a Batavia, il nome latino di una tribù che visse nei Paesi Bassi in epoca romana.

Nel 1619 le forze della Compagnia Olandese delle Indie Orientali, guidate da Jan Pieterszoon Coen, conquistarono la città e la ribattezzarono da Jayakarta a Batavia, il nome latino di una tribù che visse nei Paesi Bassi in epoca romana.

Nel 2002, dopo 24 anni di occupazione indonesiana e tre di amministrazione ONU, Timor Est diventa indipendente.

Nel 2002, dopo 24 anni di occupazione indonesiana e tre di amministrazione ONU, Timor Est diventa indipendente.

Nel 2002, dopo 24 anni di occupazione indonesiana e tre di amministrazione ONU, Timor Est diventa indipendente.

Nel 2004 le elezioni furono vinte da Susilo Bambang Yudhoyono.

Dal 2004 il presidente viene eletto dal popolo, il mandato dura 5 anni.

Nel 2004 le elezioni furono vinte da Susilo Bambang Yudhoyono.

Dal 2004 il presidente viene eletto dal popolo, il mandato dura 5 anni.

Nel 2004 le elezioni furono vinte da Susilo Bambang Yudhoyono.

Dal 2004 il presidente viene eletto dal popolo, il mandato dura 5 anni.

Nel 2004, il governo ha varato un sistema di autobus, denominato TransJakarta, esso fornisce il servizio per The Initial 1st Corridor Route che va da Jakarta Kota al Blok La linea bus impiega meno di mezz'ora per compiere lo stesso tragitto che durante le ore di traffico, richiederebbe più di un'ora.

Nel 2004, il governo ha varato un sistema di autobus, denominato TransJakarta, esso fornisce il servizio per The Initial 1st Corridor Route che va da Jakarta Kota al Blok La linea bus impiega meno di mezz'ora per compiere lo stesso tragitto che durante le ore di traffico, richiederebbe più di un'ora.

Nel 2004, il governo ha varato un sistema di autobus, denominato TransJakarta, esso fornisce il servizio per The Initial 1st Corridor Route che va da Jakarta Kota al Blok La linea bus impiega meno di mezz'ora per compiere lo stesso tragitto che durante le ore di traffico, richiederebbe più di un'ora.

Nel 1971 i risciò vennero banditi dalla circolazione sulle vie principali e poco più tardi si cercò di bandirli completamente, col risultato di aver provocato una riduzione sostanziale del loro numero ma non la totale eliminazione.

Nel 1971 i risciò vennero banditi dalla circolazione sulle vie principali e poco più tardi si cercò di bandirli completamente, col risultato di aver provocato una riduzione sostanziale del loro numero ma non la totale eliminazione.

Nel 1971 i risciò vennero banditi dalla circolazione sulle vie principali e poco più tardi si cercò di bandirli completamente, col risultato di aver provocato una riduzione sostanziale del loro numero ma non la totale eliminazione.

Nel 2006 si stimava che il 17,8% della popolazione vivesse al di sotto della soglia di povertà, che il 49,0% della popolazione vivesse con meno di 2 dollari al giorno, e il tasso di disoccupazione fosse al 9,75%.

Nel 2006 si stimava che il 17,8% della popolazione vivesse al di sotto della soglia di povertà, che il 49,0% della popolazione vivesse con meno di 2 dollari al giorno, e il tasso di disoccupazione fosse al 9,75%.

Nel 2006 si stimava che il 17,8% della popolazione vivesse al di sotto della soglia di povertà, che il 49,0% della popolazione vivesse con meno di 2 dollari al giorno, e il tasso di disoccupazione fosse al 9,75%.

Nel 2005 l'Indonesia ha registrato un surplus commerciale (saldo tra esportazioni e importazioni) con esportazioni per 83,64 miliardi di $ e importazione per 62,02 miliardi di miliardi di Il paese ha grandi ricchezze naturali, che vanno dal petrolio greggio, gas naturale, stagno, rame e oro.

Nel 2005 l'Indonesia ha registrato un surplus commerciale (saldo tra esportazioni e importazioni) con esportazioni per 83,64 miliardi di $ e importazione per 62,02 miliardi di miliardi di Il paese ha grandi ricchezze naturali, che vanno dal petrolio greggio, gas naturale, stagno, rame e oro.

Nel 2005 l'Indonesia ha registrato un surplus commerciale (saldo tra esportazioni e importazioni) con esportazioni per 83,64 miliardi di $ e importazione per 62,02 miliardi di miliardi di Il paese ha grandi ricchezze naturali, che vanno dal petrolio greggio, gas naturale, stagno, rame e oro.

Nel 2005, questo provvedimento è stato esteso anche alle aree di Sudirman e Gatot Subroto.

Nel 2005 le tariffe vennero bloccate, facendo sì che le concessionarie private riducessero i loro investimenti.

Nel 2005, questo provvedimento è stato esteso anche alle aree di Sudirman e Gatot Subroto.

Nel 2005 le tariffe vennero bloccate, facendo sì che le concessionarie private riducessero i loro investimenti.

Nel 2005, questo provvedimento è stato esteso anche alle aree di Sudirman e Gatot Subroto.

Nel 2005 le tariffe vennero bloccate, facendo sì che le concessionarie private riducessero i loro investimenti.

Nel 1930 gli olandesi e altri gruppi etnici dell'Europa (Totok), comprese le popolazioni di origine mista euroasiatica come gli Indo, erano 240.

Nel 1930 gli olandesi e altri gruppi etnici dell'Europa (Totok), comprese le popolazioni di origine mista euroasiatica come gli Indo, erano 240.

Nel 1930 gli olandesi e altri gruppi etnici dell'Europa (Totok), comprese le popolazioni di origine mista euroasiatica come gli Indo, erano 240.

Nel 2007 il [[Prodotto interno lordo[[ locale fu di 566 trilioni di rupie (circa 56 miliardi di dollari USA).

Nel 2007 l'incremento del Prodotto interno lordo locale pro capite è stato dell'11.

Nel 2007 il [[Prodotto interno lordo[[ locale fu di 566 trilioni di rupie (circa 56 miliardi di dollari USA).

Nel 2007 l'incremento del Prodotto interno lordo locale pro capite è stato dell'11.

Nel 2007 il [[Prodotto interno lordo[[ locale fu di 566 trilioni di rupie (circa 56 miliardi di dollari USA).

Nel 2007 l'incremento del Prodotto interno lordo locale pro capite è stato dell'11.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1900 gli olandesi completarono la conquista dell'Indonesia, nella prima guerra mondiale la colonia non fu toccata dagli scontri nonostante tedeschi e britannici combatterono vicino al confine della Nuova Guinea olandese.

Nel 1966 si stimò che fossero 160 000 i risciò su bicicletta operanti in città, cosicché il 15% della forza-lavoro totale di Giacarta era impiegata nella guida di questi mezzi.

Nel 1966 si stimò che fossero 160 000 i risciò su bicicletta operanti in città, cosicché il 15% della forza-lavoro totale di Giacarta era impiegata nella guida di questi mezzi.

Nel 1966 si stimò che fossero 160 000 i risciò su bicicletta operanti in città, cosicché il 15% della forza-lavoro totale di Giacarta era impiegata nella guida di questi mezzi.

Nel 1965, col sostegno degli Stati Uniti, salì al potere il generale Suharto, che purgò le forze armate e il parlamento di tutti gli elementi filo-Sukarno e i membri del Partito comunista indonesiano, sciolse i sindacati e ridusse la libertà di stampa, uccidendo nel processo tra 500 000 e più di un milione di persone, per la maggioranza contadini poveri, comunisti e loro simpatizzanti.

Nel 1965, col sostegno degli Stati Uniti, salì al potere il generale Suharto, che purgò le forze armate e il parlamento di tutti gli elementi filo-Sukarno e i membri del Partito comunista indonesiano, sciolse i sindacati e ridusse la libertà di stampa, uccidendo nel processo tra 500 000 e più di un milione di persone, per la maggioranza contadini poveri, comunisti e loro simpatizzanti.

Nel 1965, col sostegno degli Stati Uniti, salì al potere il generale Suharto, che purgò le forze armate e il parlamento di tutti gli elementi filo-Sukarno e i membri del Partito comunista indonesiano, sciolse i sindacati e ridusse la libertà di stampa, uccidendo nel processo tra 500 000 e più di un milione di persone, per la maggioranza contadini poveri, comunisti e loro simpatizzanti.

Nel 1869 con il libro, L'Arcipelago Malese, Wallace descrisse numerose specie uniche dell'area che ora portano il suffisso Wallacea.

Nel 1869 con il libro, L'Arcipelago Malese, Wallace descrisse numerose specie uniche dell'area che ora portano il suffisso Wallacea.

Nel 1869 con il libro, L'Arcipelago Malese, Wallace descrisse numerose specie uniche dell'area che ora portano il suffisso Wallacea.

Nel 1824 il trattato anglo-olandese sancì la separazione tra i territori indonesiani e la Malesia britannica.

Nel 1824 il trattato anglo-olandese sancì la separazione tra i territori indonesiani e la Malesia britannica.

Nel 1824 il trattato anglo-olandese sancì la separazione tra i territori indonesiani e la Malesia britannica.

Dal 1989 al 1997 l'economia indonesiana crebbe ad un ritmo medio di oltre il 7% annuo.

Dal 1989 al 1997 l'economia indonesiana crebbe ad un ritmo medio di oltre il 7% annuo.

Dal 1989 al 1997 l'economia indonesiana crebbe ad un ritmo medio di oltre il 7% annuo.

Nel 1527, la città venne conquistata da Fatahillah (o Faletehan), un giovane capo di un vicino regno settentrionale.

Nel 1527, la città venne conquistata da Fatahillah (o Faletehan), un giovane capo di un vicino regno settentrionale.

Nel 1527, la città venne conquistata da Fatahillah (o Faletehan), un giovane capo di un vicino regno settentrionale.

Il 6 marzo 1980 venne istituito il Parco nazionale di Komodo, in origine creato per proteggere il varano di Komodo: oggi inserito nelle nuove sette meraviglie del mondo naturali.

Il 6 marzo 1980 venne istituito il Parco nazionale di Komodo, in origine creato per proteggere il varano di Komodo: oggi inserito nelle nuove sette meraviglie del mondo naturali.

Il 6 marzo 1980 venne istituito il Parco nazionale di Komodo, in origine creato per proteggere il varano di Komodo: oggi inserito nelle nuove sette meraviglie del mondo naturali.

Nel 2012 secondo le stime nominali il PIL pro capite è stato di 3 594 $, e il PIL pro capite(PPA) è stato di 4 923 Il settore dei servizi garantisce la percentuale più elevata della ricchezza del paese, contribuendo al 45,3% del PIL (2005).

Nel 2012 secondo le stime nominali il PIL pro capite è stato di 3 594 $, e il PIL pro capite(PPA) è stato di 4 923 Il settore dei servizi garantisce la percentuale più elevata della ricchezza del paese, contribuendo al 45,3% del PIL (2005).

Nel 2012 secondo le stime nominali il PIL pro capite è stato di 3 594 $, e il PIL pro capite(PPA) è stato di 4 923 Il settore dei servizi garantisce la percentuale più elevata della ricchezza del paese, contribuendo al 45,3% del PIL (2005).

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1740, semplici voci sulla deportazione della popolazione di etnia cinesi dall'area di Batavia portarono a disordini diffusi.

Nel 1962 all'Indonesia venne annessa la Nuova Guinea occidentale, che era rimasta sino ad allora colonia olandese, assegnandole il nome di Irian Jaya.

Nel 1962 all'Indonesia venne annessa la Nuova Guinea occidentale, che era rimasta sino ad allora colonia olandese, assegnandole il nome di Irian Jaya.

Nel 1962 all'Indonesia venne annessa la Nuova Guinea occidentale, che era rimasta sino ad allora colonia olandese, assegnandole il nome di Irian Jaya.

Il 4 marzo 1621 venne formato il governo della città, chiamato Stad Batavia.

Il 4 marzo 1621 venne formato il governo della città, chiamato Stad Batavia.

Il 4 marzo 1621 venne formato il governo della città, chiamato Stad Batavia.

Nel 2016 inoltre vi erano presenti 477 Congregazioni di Testimoni di Geova per un totale di 26 741 proclamatori.

Nel 2016 inoltre vi erano presenti 477 Congregazioni di Testimoni di Geova per un totale di 26 741 proclamatori.

Nel 2016 inoltre vi erano presenti 477 Congregazioni di Testimoni di Geova per un totale di 26 741 proclamatori.

Andrea Manfredi, chi è l'italiano morto sull'aereo precipitato in Indonesia: 26 anni, di Massa

Andrea Manfredi, chi è l'italiano morto sull'aereo precipitato in Indonesia: 26 anni, di Massa

Si chiamava Andrea Manfredi il ragazzo di 26 anni a bordo dell'aereo della Air Lion precipitato in mare. Il sito web indonesiano Kamparan ha pubblicato la lista con i nomi dei passeggeri e, fra di loro, c'è un italiano, notizia confermata anche dal presidente della compagnia aerea e poi dalla Farnesina. Si tratterebbe di Andrea Manfredi, 26enne di Massa con un passato da ciclista. Nel 2013 ha gareggiato con la Ceramica Flaminia mentre nel biennio seguente ha [...]

Indonesia, Boeing nuovo cade in mare: 189 morti

Indonesia, Boeing nuovo cade in mare: 189 morti

In Indonesia cade in mare un aereo con 189 persone a bordo, nessun superstite.

Giacarta, aereo in mare

Giacarta, aereo in mare

"Morti i 189 a bordo"

Indonesia: pilota ha chiesto rientro

Indonesia: pilota ha chiesto rientro

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – Il pilota del volo Lion Air caduto in mare questa mattina con 189 persone a bordo poco dopo il decollo da Giacarta ha chiesto alla torre di controllo di poter tornare indietro dopo aver segnalato un problema tecnico: i controllori di volo hanno autorizzato il rientro, ma l’aereo è poi scomparso dai radar. Lo ha detto Sindu Rahayu, capo delle relazioni pubbliche della Direzione generale dell’aviazione civile indonesiana, secondo [...]

Indonesia:aereo caduto,nessun superstite

Indonesia:aereo caduto,nessun superstite

(ANSA) – KARAWANG (INDONESIA), 29 OTT – Circa 300 persone tra soldati, agenti di polizia e pescatori sono impegnati nelle ricerche delle vittime, o di eventuali sopravvissuti, del volo Lion Air caduto in mare oggi dopo il decollo da Giacarta: finora non è stato recuperato alcun corpo, ne’ sono stati trovati superstiti. Le autorità hanno reso noto che le acque in cui è caduto l’aereo – a ovest di Java – sono profonde 30-35 metri e che i [...]

Indonesia, boeing precipita nelle acque

Indonesia, boeing precipita nelle acque

Disastro aereo, il velivolo precipitato apparteneva ad una compagnia low-cost ed aveva solo 2 mesi di vita.

Era nuovo l'aereo caduto in Indonesia

Era nuovo l'aereo caduto in Indonesia

(ANSA) – GIACARTA, 29 OTT – Era nuovo ed era stato utilizzato solo per un paio di mesi il Boeing 737 Max 8 della compagnia indonesiana Lion Air schiantatosi oggi in mare poco dopo il decollo da Giacarta con 188 persone a bordo. Lo rende noto il sito di monitoraggio aereo Flightradar24. Il velivolo era stato registrato come PK-LQP e consegnato ad agosto. Il portavoce del Boeing, Paul Lewis, afferma che la società sta “monitorando attentamente la [...]

Indonesia, caduto aereo con 188 a bordo

Indonesia, caduto aereo con 188 a bordo

(ANSA) – GIACARTA, 29 OTT – E’ caduto in mare con 188 persone a bordo l’aereo passeggeri della compagnia indonesiana Lion Air di cui si erano persi i contatti poco dopo il decollo stamani da Giacarta. Lo confermano fonti ufficiali. L’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri Bnpb ha pubblicato su Twitter foto di detriti tra cui smartphone, libri, borse e parti della fusoliera dell’aereo raccolti dalle navi di ricerca e soccorso che si sono [...]

FOTO: Vereenigde Oostindische Compagnie

Indie_orientali_Olandesi

Indie_orientali_Olandesi

Indie_orientali_olandesi

Indie_orientali_olandesi

Indie_Orientali_Olandesi

Indie_Orientali_Olandesi

Indie_olandesi

Indie_olandesi

Indie_Olandesi

Indie_Olandesi

Indonesia

Indonesia

Indonesiana

Indonesiana

Persi contatti con aereo da Giacarta

Persi contatti con aereo da Giacarta

(ANSA) – GIACARTA, 29 OTT – La compagnia indonesiana Lion Air ha detto oggi di aver perso i contatti con un aereo passeggeri partito da Giacarta verso un’isola al largo di Sumatra. Il Boeing 737-800 era decollato alle 6:20 circa ora locale (00:20 in Italia). Abbiamo “perso i contatti” e “la posizione” del velivolo “non può essere accertata”, ha fatto sapere Danang Mandala Prihantoro, portavoce di Lion Air. Nel 2013 uno dei Boeing della compagnia [...]

Indonesia: emergenza per 375.000 bambini

Indonesia: emergenza per 375.000 bambini

(ANSA) – ROMA, 26 OTT – Circa 375.000 bambini in Indonesia hanno ancora bisogno di servizi e aiuti salva vita circa un mese dopo il terremoto e lo tsunami che hanno colpito Palu e le aree circostanti nella parte nordorientale di Sulawesi uccidendo oltre 2.000 persone: lo rende noto l’Unicef in un comunicato. L’Unicef continua a lavorare con il governo dell’Indonesia e altri partner per garantire assistenza urgente ai bambini più vulnerabili, rispondendo [...]

Indonesia, vietato corteo Islam moderato

Indonesia, vietato corteo Islam moderato

(ANSA) – BANGKOK, 26 OTT – Un grande corteo per promuovere l’Islam moderato è stato cancellato oggi a Yogyakarta, in Indonesia, per il timore che potesse provocare reazioni violente da parte di un gruppo islamico fuorilegge. Lo ha annunciato Yahya Cholil Staquf, segretario generale di Nahdlatul Ulama, la più grande organizzazione islamica nel Paese. Al corteo era prevista la partecipazione di circa 100mila persone. Nei giorni scorsi, sui social media era [...]

Maraini, laurea ad honorem all'Orientale

Maraini, laurea ad honorem all'Orientale

(ANSA) – NAPOLI, 13 OTT – “Questa laurea per me ha un sapore speciale perché mi ricorda mio padre Fosco, che negli anni Trenta studiò all’Orientale con Giuseppe Tucci. Dunque l’Orientale mi è cara anche come memoria di famiglia. In un tempo di autarchie pericolose e inquietanti, la laurea in ‘Letterature e culture comparate’ ha oggi un valore di esemplarità. In una situazione che vede gli Stati tornare a chiudere le frontiere, a mettere dazi e [...]

Indonesia: 27 morti in alluvioni

Indonesia: 27 morti in alluvioni

(ANSA) – GIAKARTA, 13 OTT – Almeno 27 persone, tra cui 12 bambini, sono morte a causa delle piogge torrenziali che hanno causato alluvioni e frane sull’isola indonesiana di Sumatra. Lo riferiscono i funzionari locali. Un’inondazione improvvisa di fango e detriti ha colpito il distretto di Natail Mandailing, a nord, travolgendo una scuola islamica nel villaggio di Muara Saladi, dove 29 bambini sono stati spazzati via, ha detto il capo della polizia locale, [...]

Indonesia, sospesa ricerca dispersi Palu

Indonesia, sospesa ricerca dispersi Palu

(ANSA) – BALI (INDONESIA), 11 OTT – Le ricerche di dispersi e vittime del sisma/tsunami che lo scorso mese ha colpito l’isola di Sulawesi e la città di Palu, in particolare, sono state sospese: lo annunciano le autorità indonesiane, spiegando che la fine delle operazioni sarebbe stata onorata con una preghiera di massa in aree come le città di Balaroa e Petobo, dove la forza del sisma ha portato il suolo a liquefarsi. I volontari potranno però [...]

Terremoto in Indonesia, scossa 6.0 al largo di Bali, 3 morti

Terremoto in Indonesia, scossa 6.0 al largo di Bali, 3 morti

Una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 si è verificata al largo dell’isola di Bali, in Indonesia. Lo riferisce l’Usgs, istituto di geofisica americano. L’epicentro è stato individuato a 40 km a nordest di Sumberanyar, a una profondità di 10,4 km. Solo due settimane fa, un’altra isola indonesiana, Sulawesi, è stata colpita da un terremoto e un successivo tsunami che ha causato oltre 2000 morti e 5 mila dispersi.    

Indonesia, scossa 6.0 al largo di Bali

Indonesia, scossa 6.0 al largo di Bali

(ANSA) – ROMA, 10 OTT – Una scossa di terremoto di magnitudo 6.0 si è verificata al largo dell’isola di Bali, in Indonesia. Lo riferisce l’Usgs, istituto di geofisica americano. L’epicentro è stato individuato a 40 km a nordest di Sumberanyar, a una profondità di 10,4 km. Solo due settimane fa, un’altra isola indonesiana, Sulawesi, è stata colpita da un terremoto e un successivo tsunami che ha causato oltre 2000 morti e 5 mila dispersi. (ANSA).

Indonesia, quasi duemila le vittime

Indonesia, quasi duemila le vittime

(ANSA) – BANGKOK, 8 OTT – E’ salito a 1.948 morti il bilancio delle vittime accertate del terremoto e dello tsunami che hanno colpito l’isola indonesiana di Sulawesi lo scorso 28 settembre. Ma è un bilancio che, secondo le autorità, potrebbe aggravarsi di molto, dato che si sospetta che i dispersi siano fino a cinquemila.La maggior parte dei corpi senza vita è stata rinvenuta nella capitale provinciale di Palu. Secondo Willem Rampangilei, responsabile [...]

Quasi duemila vittime e 5 mila dispersi in Indonesia

Quasi duemila vittime e 5 mila dispersi in Indonesia

E’ salito a 1.948 morti il bilancio delle vittime accertate del terremoto e dello tsunami che hanno colpito l’isola indonesiana di Sulawesi lo scorso 28 settembre. Ma è un bilancio che, secondo le autorità, potrebbe peggiorare di molto, dato che si sospetta che i dispersi siano fino a cinquemila.