Israele

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Israele

La scheda: Israele

Coordinate: 31°45′N 35°00′E / 31.75°N 35°E31.75, 35
Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico: מדינת ישראל, Medinat Yisra'el, in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania a est e striscia di Gaza a sud-ovest.
Situato in Medio Oriente, occupa approssimativamente un'area che secondo i racconti biblici in epoca antica era compresa nel Regno di Giuda e Israele e nella regione di Canaan, soggetta nel tempo al dominio di numerosi popoli, tra cui egizi, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi e ottomani, nonché a numerose battaglie etnico-religiose. In età contemporanea è stata parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di popolazioni ebraiche, incoraggiate dalla nascita del movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, anche per cercare di porre rimedio agli scontri tra ebrei e arabi, il 29 novembre 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella risoluzione n. 181 approvava il piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di due Stati indipendenti, uno ebraico e l'altro arabo. Alla scadenza del mandato britannico il moderno Stato d'Israele fu quindi proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948.
Tale ripartizione fu però osteggiata da gruppi sionisti e dalla totalità dei rappresentanti palestinesi, nonché dai Paesi arabi. Dopo alcuni scontri già all'indomani del voto della risoluzione, terminato il ritiro delle truppe britanniche, la Lega Araba avviò una guerra contro il neonato Stato ebraico, dando origine a una serie di conflitti arabo-israeliani, accordi di pace sui confini furono in seguito raggiunti solo con Egitto (1979) e Giordania (1994). Rispetto ai territori palestinesi non esistono tuttora confini precisi. Oltre a estendere il territorio dello Stato dopo la prima guerra arabo-israeliana del 1948 (denominata da parte israeliana guerra d'Indipendenza, mentre da parte araba Nakba "catastrofe"), rispetto a quanto previsto dalla risoluzione ONU, Israele ha anche occupato i territori della Cisgiordania e della Striscia di Gaza dopo la guerra dei sei giorni del 1967 e nel corso degli anni vi ha costruito nuovi centri abitati.
Lo Stato palestinese, proclamato nel 1988 e ammesso come osservatore permanente dell'ONU nel 2012, ma ancora non riconosciuto come tale da Israele e da altri Paesi, controlla la striscia di Gaza, dalla quale Israele sì è ritirata unilateralmente nel 2005 (facendone evacuare anche coattamente i ventuno insediamenti) e solo alcune zone della Cisgiordania, che rivendica interamente anche se rimane prevalentemente controllata da Israele, secondo le decisioni degli accordi di Oslo del 1993. La sovranità israeliana non è riconosciuta da molti Stati arabi, mentre rappresentanti palestinesi hanno riconosciuto Israele nel 1993, come parte degli stessi accordi di Oslo. Diversi tentativi di accordi di pace non hanno finora dato i frutti sperati e l'area continua quindi a essere geopoliticamente instabile.
All'aprile 2015 la popolazione israeliana era di 8.345.000 abitanti. È l'unico Stato al mondo a maggioranza ebraica (il 74,9% della popolazione) e con una consistente minoranza di arabi (circa il 20%, in prevalenza di religione musulmana, ma anche cristiana o drusa).
La Legge fondamentale del 1980 (Israele, come il Regno Unito, non ha una Costituzione scritta) afferma che la capitale è Gerusalemme, rivendicata come tale anche dallo Stato di Palestina almeno nella sua parte orientale, ma non riconosciuta dalla maggior parte dei membri dell'ONU. Tuttavia quasi tutti gli Stati che hanno relazioni diplomatiche con Israele mantengono le proprie ambasciate a Tel Aviv, centro finanziario del Paese, o nelle vicinanze, ma mantengono comunque sedi consolari a Gerusalemme.
Israele è governato da un sistema parlamentare a rappresentanza proporzionale. È considerato un Paese sviluppato, è membro dell'OCSE e secondo il Fondo monetario internazionale nel 2013 era al 37º posto nella lista degli Stati per prodotto interno lordo. Ha inoltre il più alto indice di sviluppo umano in Medio Oriente ed è uno dei Paesi con la più alta aspettativa di vita nel mondo.



Israele:
Dati amministrativi:
Nome completo: Stato d'Israele
Nome ufficiale: מדינת ישראל (Medinat Yisra'el) دولة اسرائيل (Dawlat Isrā'īl)
Lingue ufficiali: ebraico, arabo
Capitale: Gerusalemme (contestata)[1][2]  (791 000 ab. / 2011)
Politica:
Forma di governo: Repubblica parlamentare
Presidente: Reuven Rivlin
Primo ministro: Benjamin Netanyahu
Indipendenza: 14 maggio 1948
Ingresso nell'ONU: 11 maggio 1949
Superficie:
Totale: 20.770 / 22.072[3] km² (151º)
 % delle acque: ~2%
Popolazione:
Totale: 8 345 000 [4][5] ab. (2015) (96º)
Densità: 402 ab./km²
Tasso di crescita: 2% (2015)[4][5]
Nome degli abitanti: Israeliani
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Egitto, Stato palestinese, Giordania, Libano, Siria
Fuso orario: UTC+2
Economia:
Valuta: Nuovo siclo (₪)
PIL (nominale): 257 480[6] milioni di $ (2012) (40º)
PIL pro capite (nominale): 33 433 $ (2012) (26º)
PIL (PPA): 260 909 milioni di $ (2012) (49º)
PIL pro capite (PPA): 33 878 $ (2012) (25º)
ISU (2011): 0,900 (molto alto) (16º)
Fecondità: 3,0 (2010)[7]
Varie:
Codici ISO 3166: IL, ISR, 376
TLD: .il
Prefisso tel.: +972
Sigla autom.: IL
Inno nazionale: Hatikvah
Festa nazionale: Yom HaAtzmaut (5 Iyar)
Evoluzione storica:
Stato precedente: Mandato britannico della Palestina
 

Libano, se Israele attacca ci difendiamo

Libano, se Israele attacca ci difendiamo

(ANSA) – MONACO DI BAVIERA, 18 FEB – Se Israele dovesse provare ad attaccare o colpire il Libano, il Libano è pronto a difendersi: questo il messaggio lanciato dalla tribuna della Conferenza sulla Sicurezza di Monaco di Baviera dal ministro della difesa libanese, Yaacoub Sarraf. Il messaggio di Sarraf segue il discorso del premier israeliano, Benyamin Netanyahu, che ha detto che il suo Paese aveva abbattuto un drone iraniano, e che avrebbe colpito, se [...]

Monaco: Israele attacca Iran con ironia

Monaco: Israele attacca Iran con ironia

(ANSAmed) – TEL AVIV, 18 FEB – Il premier israeliano, Benyamin Netanyahu, ha mostrato oggi, durante la Conferenza sulla sicurezza a Monaco, il frammento di un drone iraniano abbattuto giorni fa dall’aviazione israeliana dopo che era penetrato nel territorio di Israele. Ironizzando sulle smentite ufficiali giunte in merito da Teheran, Netanyahu ha lanciato verso il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif una domanda ironica: “Signor Zarif, lo riconosce? [...]

Israele: sventato attentato a Lieberman

Israele: sventato attentato a Lieberman

(ANSAmed) – TEL AVIV, 18 FEB – Lo Shin Bet, il servizio di sicurezza interno di Israele, ha annunciato di aver sventato un attentato della Jihad islamica contro il ministro della difesa Avigdor Lieberman. Il progetto era di detonare una carica esplosiva in Cisgiordania al passaggio del convoglio del ministro che risiede nell’insediamento di Tekoa, presso Betlemme. Lo Shin Bet, precisa la radio militare, ha arrestato sei militanti della Jihad islamica dopo che [...]

Alberto Negri - Medio Oriente, Israele, Rai e non solo: una falsa versione della storia da antiiplomatico

Alberto Negri - Medio Oriente, Israele, Rai e non solo: una falsa versione della storia da antiiplomatico

 di Alberto Negri*Per capire con che tipo di media si ha a che fare in Italia basta toccare l’argomento Israele e Medio Oriente. Oggi la Rai è riuscita a parlare dei raid israeliani ma anche dell’operazione della Turchia contro i curdi siriani senza mai accennare una volta, una volta sola, alle vittime di questo conflitto, i siriani, 500mila morti 7-8 milioni di rifugiati interni ed esterni. Non una parola sullo scontro Usa-Turchia, poi.Di Israele che occupa [...]

Israele: al via processo a Ahed Tamimi

Israele: al via processo a Ahed Tamimi

(ANSAmed) – TEL AVIV, 13 FEB – E’ iniziato stamane nella base di Ofer (Cisgiordania) il processo nei confronti di Ahed Tamimi (17 anni), la cosiddetta ‘pasionaria palestinese’ in prigione per aver colpito più volte, lo scorso dicembre, due soldati israeliani che però non reagirono. Le immagini della vicenda, avvenuta nel villaggio di Nabi Saleh in Cisgiordania, furono mostrate in un video divenuto virale in rete. All’apertura del dibattito i giudici [...]

Migliora pilota del F16 Israele colpito

Migliora pilota del F16 Israele colpito

(ANSAmed) – TEL AVIV, 11 FEB – Migliorano le condizioni del pilota israeliano ferito ieri nello schianto del suo F16 in Galilea dopo essere stato colpito, secondo fonti di Damasco, dalla contraerea al ritorno da una missione in Siria. Lo riferiscono fonti, citate dai media, dell’ospedale di Haifa dove il militare è stato ricoverato. L’altro pilota dell’F16, ferito in maniera più leggera, secondo le stesse fonti, potrebbe essere dimesso dall’ospedale [...]

Lungimiranza di Benedetto XVI: no alla Turchia in Europa, sì ad Israele.

Lungimiranza di Benedetto XVI: no alla Turchia in Europa, sì ad Israele.

Cinque anni ormai separano dalla fine del pontificato di Benedetto XVI, 28 febbraio 2013, ma gl'anni ne hanno confermato le valutazioni, specie riguardo il Medio Oriente e la rivoluzionarietà delle concezioni rispetto all'ebraismo. “La Turchia moderna è stata sì fondata da Ataturk come Stato laico ma le sue radici affondano profondamente nell'Islam...” è una delle considerazioni fatte a suo tempo già dal Card. Joseph Ratzinger. L'ascesa di Tayp Erdogan e [...]

Tv Siria, aereo Israele abbattuto

Tv Siria, aereo Israele abbattuto

(ANSAmed) – BEIRUT, 10 FEB – I media siriani affermano che l’aereo israeliano è “stato abbattuto” dopo esser stato colpito dalla contraerea siriana. La tv di Stato di Damasco afferma che l’F-16 israeliano è caduto “in Galilea, nella Palestina occupata”, secondo la terminologia ufficiale siriana. (ANSAmed).

Mo: Israele,attaccati 12 obiettivi Siria

Mo: Israele,attaccati 12 obiettivi Siria

(ANSAmed) – TEL AVIV, 10 FEB – L’aviazione israeliana ha colpito questa mattina “12 obiettivi siriani e iraniani in territorio della Siria”. Lo ha detto il portavoce militare israeliano, secondo cui “sono state centrate batterie del’antiaerea siriana e 4 obiettivi iraniani che fanno parte della rete militare di Teheran approntata in Siria. Durante l’attacco, ha aggiunto il portavoce, missili antiaerei siriani sono stati lanciati verso Israele: cosa [...]

Migranti, manifestazioni in Israele

Migranti, manifestazioni in Israele

(ANSAmed) – TEL AVIV, 7 FEB – Cresce in Israele la protesta dei migranti eritrei e sudanesi contro l’imminente espulsione verso un ”Paese terzo”, che secondo la stampa e’ il Ruanda. Migliaia di loro hanno partecipato oggi ad una manifestazione presso l’ambasciata del Ruanda a Herzlya, a nord di Tel Aviv. In parallelo picchetti di solidarieta’ sono stati organizzati di fronte alle ambasciate del Ruanda in diversi Paesi, fra cui Germania, Svizzera e [...]

FOTO: Israele

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Saline nel Mar Morto

Saline nel Mar Morto

Visione del monte Tabor

Visione del monte Tabor

Deserto del Negev

Deserto del Negev

Siria: Damasco, Israele attacca ricerca

Siria: Damasco, Israele attacca ricerca

(ANSA) – TEL AVIV, 7 FEB – Israele ha attaccato un “Centro di ricerca e studi scientifici” a Jamraya, a nord di Damasco. Lo sostengono fonti siriane, riprese dai media israeliani. Le stesse fonti riferiscono che sul posto “sono state sentite tre esplosioni” e che il sistema di difesa aerea siriano ha risposto a quella che è stata definita “una nuova aggressione da parte di Israele”. Il Centro in passato, secondo fonti di Damasco, era stato già [...]

Israele, preso nota rinvio legge Shoah

Israele, preso nota rinvio legge Shoah

(ANSAmed) – TEL AVIV, 6 FEB – Israele “ha preso nota che il presidente polacco ha sottoposto la legge alla Corte costituzionale per chiarimenti e emendamenti”. Lo dice il ministero degli affari esteri israeliano dopo la decisione di oggi di Andrzej Duda. “Speriamo che in un tempo determinato fino a che la Corte concluda le sue deliberazioni, riusciremo a trovare un’intesa – ha aggiunto – sui cambi e sulle correzioni”. Israele e Polonia “hanno [...]

Israele: al via espulsione migranti

Israele: al via espulsione migranti

(ANSAmed) – TEL AVIV, 4 FEB – L’Autorità per l’immigrazione ha iniziato oggi a consegnare ordini di espulsione a migranti africani, per lo più originari dell’Eritrea, che hanno adesso due mesi di tempo per lasciare Israele oppure rischiare il carcere a tempo indeterminato. Nel primo caso riceveranno 3500 dollari a testa per affrontare le prime necessita’ nel Paese di accoglienza. Si tratta, secondo la stampa, del Ruanda, anche se formalmente il [...]

'Raid Israele in Egitto con l'ok Cairo'

'Raid Israele in Egitto con l'ok Cairo'

(ANSA) – ROMA, 3 FEB – Negli ultimi due anni Israele ha compiuto oltre 100 raid aerei in Egitto, in media uno alla settimana, con il beneplacito del presidente egiziano Al Sisi. Lo sostengono sette funzionari americani e britannici citati dal New York Times che parla di una “alleanza segreta” tra Israele ed Egitto per combattere i jihadisti affiliati all’Isis che hanno messo a ferro e fuoco il nord del Sinai. L’intervento militare israeliano, scrive il [...]

Razzo da Gaza su Israele, esercito colpisce Hamas

Razzo da Gaza su Israele, esercito colpisce Hamas

Un razzo è stato lanciato da Gaza la notte scorsa verso il sud di Israele. Lo ha fatto sapere l’esercito israeliano aggiungendo che, in risposta al lancio, un aereo dell’aviazione ha colpito una postazione di osservazione Hamas nel sud della Striscia. Non si hanno al momento notizie di vittime. L’esercito israeliano ha ribadito di “ritenere Hamas responsabile per ogni violenza che origina da Gaza”. 

Senato polacco vota legge sull'Olocausto

Senato polacco vota legge sull'Olocausto

Israele protesta, USA chiedono un ripensamento

Sì del Senato polacco a legge Olocausto. Protesta di Israele

Sì del Senato polacco a legge Olocausto. Protesta di Israele

Il Senato polacco dominato dal partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) del leader Jaroslaw Kaczynski, nonostante le proteste di opposizione, ha accolto nel voto la controversa legge con la quale si puo’ condannare fino a tre anni di prigione coloro che attribuiscono alla nazione o lo stato polacco la corresponsabilita’ per l’Olocausto oppure nega i crimini compiuti durante la guerra sui polacchi da parte degli nazionalisti ucraini. Nella votazione, [...]

Israele, legge polacca 'negazione Shoah'

Israele, legge polacca 'negazione Shoah'

(ANSAmed) – TEL AVIV, 1 FEB – Forti reazioni si sono levate in Israele all’approvazione da parte di un ramo del parlamento di Varsavia della cosiddetta legge sulla Shoah, che ora deve andare al vaglio del presidente polacco. Il ministro israeliano Yoav Gallant l’ha definita “un caso di negazione della Shoah”. “La memoria dei sei milioni di ebrei uccisi – ha detto su twitter, ripreso dai media – è più forte di qualsiasi legge. Proteggeremo la [...]

Israele, il governo polacco cambi la legge sulla Shoah

Israele, il governo polacco cambi la legge sulla Shoah

Il testo della legge sulla Shoah approvata da un ramo del parlamento polacco “va cambiata”. La richiesta arriva dal premier Benyamin Netanyahu che avvisa: “non abbiamo alcuna tolleranza per la falsificazione della verità, per la riscrittura della storia o per la negazione dell’Olocausto”. Ma la Polonia ha risposto picche: “non cambieremo nulla nella legge sull’Istituto per la memoria nazionale – ha scritto su twitter la portavoce del partito al [...]

Tensione tra Polonia e Israele sui lager

Tensione tra Polonia e Israele sui lager

Il parlamento di Varsavia vuole smarcarsi dalla parola lager, polemiche con Israele