Israele

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

Israele

La scheda: Israele

Coordinate: 31°45′N 35°00′E / 31.75°N 35°E31.75, 35
Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico: מדינת ישראל, Medinat Yisra'el, in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania a est e striscia di Gaza a sud-ovest.
Situato in Medio Oriente, occupa approssimativamente un'area che secondo i racconti biblici in epoca antica era compresa nel Regno di Giuda e Israele e nella regione di Canaan, soggetta nel tempo al dominio di numerosi popoli, tra cui egizi, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi e ottomani, nonché a numerose battaglie etnico-religiose. In età contemporanea è stata parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di popolazioni ebraiche, incoraggiate dalla nascita del movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, anche per cercare di porre rimedio agli scontri tra ebrei e arabi, il 29 novembre 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella risoluzione n. 181 approvava il piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di due Stati indipendenti, uno ebraico e l'altro arabo. Alla scadenza del mandato britannico il moderno Stato d'Israele fu quindi proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948.
Tale ripartizione fu però osteggiata da gruppi sionisti e dalla totalità dei rappresentanti palestinesi, nonché dai Paesi arabi. Dopo alcuni scontri già all'indomani del voto della risoluzione, terminato il ritiro delle truppe britanniche, la Lega Araba avviò una guerra contro il neonato Stato ebraico, dando origine a una serie di conflitti arabo-israeliani, accordi di pace sui confini furono in seguito raggiunti solo con Egitto (1979) e Giordania (1994). Rispetto ai territori palestinesi non esistono tuttora confini precisi. Oltre a estendere il territorio dello Stato dopo la prima guerra arabo-israeliana del 1948 (denominata da parte israeliana guerra d'Indipendenza, mentre da parte araba Nakba "catastrofe"), rispetto a quanto previsto dalla risoluzione ONU, Israele ha anche occupato i territori della Cisgiordania e della Striscia di Gaza dopo la guerra dei sei giorni del 1967 e nel corso degli anni vi ha costruito nuovi centri abitati.
Lo Stato palestinese, proclamato nel 1988 e ammesso come osservatore permanente dell'ONU nel 2012, ma ancora non riconosciuto come tale da Israele e da altri Paesi, controlla la striscia di Gaza, dalla quale Israele sì è ritirata unilateralmente nel 2005 (facendone evacuare anche coattamente i ventuno insediamenti) e solo alcune zone della Cisgiordania, che rivendica interamente anche se rimane prevalentemente controllata da Israele, secondo le decisioni degli accordi di Oslo del 1993. La sovranità israeliana non è riconosciuta da molti Stati arabi, mentre rappresentanti palestinesi hanno riconosciuto Israele nel 1993, come parte degli stessi accordi di Oslo. Diversi tentativi di accordi di pace non hanno finora dato i frutti sperati e l'area continua quindi a essere geopoliticamente instabile.
All'aprile 2015 la popolazione israeliana era di 8.345.000 abitanti. È l'unico Stato al mondo a maggioranza ebraica (il 74,9% della popolazione) e con una consistente minoranza di arabi (circa il 20%, in prevalenza di religione musulmana, ma anche cristiana o drusa).
La Legge fondamentale del 1980 (Israele, come il Regno Unito, non ha una Costituzione scritta) afferma che la capitale è Gerusalemme, rivendicata come tale anche dallo Stato di Palestina almeno nella sua parte orientale, ma non riconosciuta dalla maggior parte dei membri dell'ONU. Tuttavia quasi tutti gli Stati che hanno relazioni diplomatiche con Israele mantengono le proprie ambasciate a Tel Aviv, centro finanziario del Paese, o nelle vicinanze, ma mantengono comunque sedi consolari a Gerusalemme.
Israele è governato da un sistema parlamentare a rappresentanza proporzionale. È considerato un Paese sviluppato, è membro dell'OCSE e secondo il Fondo monetario internazionale nel 2013 era al 37º posto nella lista degli Stati per prodotto interno lordo. Ha inoltre il più alto indice di sviluppo umano in Medio Oriente ed è uno dei Paesi con la più alta aspettativa di vita nel mondo.



Israele:
Dati amministrativi:
Nome completo: Stato d'Israele
Nome ufficiale: מדינת ישראל (Medinat Yisra'el) دولة اسرائيل (Dawlat Isrā'īl)
Lingue ufficiali: ebraico, arabo
Capitale: Gerusalemme (contestata)[1][2]  (791 000 ab. / 2011)
Politica:
Forma di governo: Repubblica parlamentare
Presidente: Reuven Rivlin
Primo ministro: Benjamin Netanyahu
Indipendenza: 14 maggio 1948
Ingresso nell'ONU: 11 maggio 1949
Superficie:
Totale: 20.770 / 22.072[3] km² (151º)
 % delle acque: ~2%
Popolazione:
Totale: 8 345 000 [4][5] ab. (2015) (96º)
Densità: 402 ab./km²
Tasso di crescita: 2% (2015)[4][5]
Nome degli abitanti: Israeliani
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Egitto, Stato palestinese, Giordania, Libano, Siria
Fuso orario: UTC+2
Economia:
Valuta: Nuovo siclo (₪)
PIL (nominale): 257 480[6] milioni di $ (2012) (40º)
PIL pro capite (nominale): 33 433 $ (2012) (26º)
PIL (PPA): 260 909 milioni di $ (2012) (49º)
PIL pro capite (PPA): 33 878 $ (2012) (25º)
ISU (2011): 0,900 (molto alto) (16º)
Fecondità: 3,0 (2010)[7]
Varie:
Codici ISO 3166: IL, ISR, 376
TLD: .il
Prefisso tel.: +972
Sigla autom.: IL
Inno nazionale: Hatikvah
Festa nazionale: Yom HaAtzmaut (5 Iyar)
Evoluzione storica:
Stato precedente: Mandato britannico della Palestina
 

Jet russo, per Assad e' colpa di Israele

Jet russo, per Assad e' colpa di Israele

Per Mosca aereo abbattuto dalla difesa siriana

Siria: Ong, Israele ha colpito arsenale

Siria: Ong, Israele ha colpito arsenale

(ANSAmed) – BEIRUT, 19 SET – Un deposito di armi è stato distrutto nel raid aereo israeliano compiuto nella Siria nord-occidentale nella notte tra lunedì e martedì e a seguito del quale è stato accidentalmente abbattuto un aereo militare russo che si trovava nella zona. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), i jet israeliani hanno colpito e distrutto un intero edificio nella zona industriale di Latakia, principale porto [...]

Abbattuto un aereo russo in Siria, Mosca accusa Israele

Abbattuto un aereo russo in Siria, Mosca accusa Israele

Colpito dai razzi di Assad, F-16 ebraici lo hanno usato da scudo

Jet russo: Israele esprime dolore

Jet russo: Israele esprime dolore

(ANSAmed) – TEL AVIV, 18 SET – ”Israele esprime dolore per la morte dei membri dell’equipaggio dell’aereo russo abbattuto la scorsa notte dal fuoco dell’antiarea siriana”. Lo afferma un comunicato del portavoce militare israeliano. ”Israele considera il regime di Assad, le cui forze armate hanno abbattuto l’aereo, pienamente responsabili dell’incidente. Israele considera inoltre coinvolti nello sfortunato incidente anche l’Iran e [...]

Aereo russo scomparso in Siria, Mosca: Israele responsabile

Aereo russo scomparso in Siria, Mosca: Israele responsabile

Milano, (askanews) - Un aereo russo è scomparso dai cieli siriani. Mosca ha riferito che il velivolo con 14 militari a bordo è scomparso dai radar proprio mentre quattro F-16 israeliani stavano attaccando alcune infrastrutture a Latakia, una roccaforte del regime siriano. Attacco a cui la Siria ha risposto con la contraerea. Inizialmente la Russia ha ipotizzato anche un coinvolgimento di Parigi, tramite la fregata L'Auvergne, ma è stata smentita dal governo [...]

Mosca,F16 Israele fatti scudo nostro jet

Mosca,F16 Israele fatti scudo nostro jet

(ANSA) – MOSCA, 18 SET – L’aereo Il-20 dell’aeronautica russa è stato abbattuto dalla contraerea siriana. Lo ha confermato il ministero della Difesa russo. Che però ha anche precisato che gli F-16 israeliani si sono fatti scudo con il velivolo russo ed è per questo che è stato centrato dai missili di Damasco. Una condotta che Mosca ha definito “ostile”. “Le azioni militari di Israele hanno portato alla morte di 15 soldati russi”, ha [...]

'Missili Israele contro scalo Damasco'

'Missili Israele contro scalo Damasco'

(ANSA-AP) – DAMASCO, 15 SET – La Tv di stato siriana accusa Israele di aver lanciato un attacco missilistico vicino all’aeroporto internazionale di Damasco, aggiungendo che alcuni missili sono stati distrutti dalla difesa aerea. Nella capitale sarebbero state udite forti esplosioni. I media statali hanno citato un ufficiale militare senza dirne il nome né fornire altri dettagli. Secondo Rami Abdurrahman, capo dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, [...]

Egitto a Israele,coste Sinai sono sicure

Egitto a Israele,coste Sinai sono sicure

(ANSAmed) – TEL AVIV, 14 SET – L’Egitto ha chiesto ad Israele di annullare gli avvertimenti ai suoi cittadini di astenersi dal visitare il Sinai e ha assicurato che le sue località turistiche situate lungo le coste sono protette da ingenti reparti di sicurezza. Lo scrive il quotidiano Yediot Ahronot. Eppure il Consiglio per la sicurezza nazionale israeliano conferma anche oggi che nella penisola del Sinai resta grave la minaccia di attentati contro turisti, [...]

Paura fine del Mondo: in Israele nato vitello rosso

Paura fine del Mondo: in Israele nato vitello rosso

La fine del Mondo è stata annunciata tantissime volte. La prima volta fu nell’anno Mille, quando zecondo una teoria ottocentesca, riassunta nel detto “mille e non più mille”, ma oggi caduta in discredito, l’approssimarsi dell’anno mille sarebbe stato caratterizzato da diffusi terrori per l’imminente fine del mondo e il sollievo per lo scampato pericolo sarebbe una delle cause della rinascita dell’anno Mille. I timori sarebbero stati basati su un [...]

'Israele non demolisca Khan al Ahmar'

'Israele non demolisca Khan al Ahmar'

(ANSA) – ROMA, 11 SET – Israele desista dal proposito di demolire il villaggio di Khan al Ahmar, dove ha sede la “scuola delle gomme”: è l’appello di Francia, Germania, Italia, Spagna e Gran Bretagna, in una nota congiunta. “Le conseguenze che una demolizione e uno spostamento avrebbero sui residenti della comunità, inclusi i suoi bambini, così come sulla prospettiva della soluzione a due Stati – aggiunge la nota – sarebbero molto serie”.

FOTO: Israele

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Saline nel Mar Morto

Saline nel Mar Morto

Visione del monte Tabor

Visione del monte Tabor

Deserto del Negev

Deserto del Negev

La profezia: ad Israele è nato il vitello rosso, per i testi sacri preannuncia la fine del mondo

La profezia: ad Israele è nato il vitello rosso, per i testi sacri preannuncia la fine del mondo

Il vitello rosso che «porta la promessa di ripristinare la purezza biblica nel mondo» è nato. A rivelarlo è il "The Temple Institute", che ha pubblicato un video su youtube del piccolo appena nato. https://youtu.be/mOMH2qY6RCY Nei testi sacri specialmente quelli ebraici la nascita di un vitello rosso preannuncia la fine del mondo, il sacrificio di questo animale precederebbe la construzione del terzo tempio e la venuta del nuovo messia. Secondo Breaking [...]

Capodanno ebraico, chiusi valichi Gaza

Capodanno ebraico, chiusi valichi Gaza

(ANSAmed) – TEL AVIV, 9 SET – I valichi con i Territori Palestinesi, Gaza compresa, saranno chiusi fino alle 24 di martedì sera 11 settembre in occasione del Capodanno ebraico che si festeggia da questa sera. Lo ha annunciato l’esercito israeliano spiegando che l’accesso in Israele dai territori sarà ammesso soltanto per i casi umanitari. La polizia ha rafforzato le misure di sicurezza a Gerusalemme dispiegando altre unità di agenti in tutta la [...]

Gaza: adolescenti uccisi, Israele indaga

Gaza: adolescenti uccisi, Israele indaga

(ANSAmed) – TEL AVIV, 9 SET – Le autorità militari israeliane hanno aperto un’inchiesta per verificare le circostanze della morte di due adolescenti palestinesi – Ahmed Masbah Abi Tyur (16) e Billal Hafaja (17) – colpiti venerdì dal fuoco di tiratori scelti dell’esercito durante dimostrazioni avvenute a ridosso della linea di demarcazione fra Gaza ed Israele. Ieri nelle reti sociali è stato diffuso un breve filmato che mostra Abu Tyur mentre [...]

Stop fondi Usa ad ospedali palestinesi

Stop fondi Usa ad ospedali palestinesi

(ANSAmed) – TEL AVIV, 9 SET – Le autorità statunitensi hanno annunciato la sospensione a tempo indefinito di aiuti finanziari per oltre 20 milioni di dollari annuali destinati ad ospedali palestinesi di Gerusalemme est. Quei fondi – ha precisato una portavoce del dipartimento di Stato – saranno adesso destinati ad attivita’ ”di maggiore priorità ” per gli Stati Uniti. Immediata la reazione dell’Olp secondo cui il nuovo provvedimento [...]

Israele: oltre 14 mln ebrei nel mondo

Israele: oltre 14 mln ebrei nel mondo

(ANSA) – TEL AVIV, 9 SET – La popolazione ebraica nel mondo assomma a 14,7 milioni di persone con un incremento rispetto alla stessa data dell’anno scorso. Il dato – reso noto alla vigilia del Capodanno ebraico che si festeggia da questa sera – è stato calcolato dal demografo italo-israeliano Sergio Della Pergola, secondo cui il 45% del totale degli ebrei (6,6 milioni) vive in Israele mentre sono oltre 8 milioni quelli che vivono fuori dal Paese. Di [...]

Gaza: un palestinese ucciso, 94 feriti

Gaza: un palestinese ucciso, 94 feriti

(ANSAmed) – TEL AVIV, 7 SET – Un manifestante palestinese è stato ucciso a Rafah, nel sud di Gaza, durante gli scontri con l’esercito israeliano in corso alla barriera difensiva tra Gaza e lo stato ebraico in occasione della ‘Marcia del ritorno’ di oggi. Lo dicono fonti mediche della Striscia riferite dai media plaestinesi secondo cui il dimostrante, Bilal Mustafa Khafajah (17 anni), è stato colpito al colpito al petto da colpi di arma da fuoco. [...]

Israele chiude l'ambasciata in Paraguay

Israele chiude l'ambasciata in Paraguay

(ANSA) – TEL AVIV, 5 SET – Il premier e ministro degli Esteri Benyamin Netanyahu ha deciso di chiudere l’ambasciata in Paraguay dopo la decisione di Asuncion di riportare la propria missione diplomatica da Gerusalemme a Tel Aviv. “Israele – ha detto l’ufficio del premier – guarda con grande severità all’inusuale decisione del Paraguay che renderà tesi i legami tra i due paesi”.

Paraguay, ambasciata resta a Tel Aviv

Paraguay, ambasciata resta a Tel Aviv

(ANSA) – ASUNCION, 5 SET – Con una iniziativa a sorpresa, il Paraguay ha annunciato di aver annullato il trasferimento della propria ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme. Lo riferisce Radio Nandutí di Asunción. Il trasferimento della rappresentanza diplomatica paraguaiana era stato formalizzato il 21 maggio scorso, dopo quelli delle ambasciate degli Usa e del Guatemala. Il ministro degli Esteri paraguaiano ha spiegato che la decisione dell’ex [...]

Gaza: esercito, chiuso valico di Erez

Gaza: esercito, chiuso valico di Erez

(ANSA) – TEL AVIV, 5 SET – L’esercito israeliano ha annunciato di aver chiuso questa mattina il valico pedonale di Erez con la Striscia di Gaza. La decisione – ha spiegato il portavoce militare – è stata presa dopo “i violenti tumulti che si sono svolti nell’area del valico con la partecipazione di centinaia di manifestanti palestinesi”. Ieri “i dimostranti – ha aggiunto il portavoce – hanno lanciato pietre e danneggiato l’infrastruttura [...]

A Venezia un 'doppio' Amos Gitai

A Venezia un 'doppio' Amos Gitai

(ANSA) – VENEZIA, 3 SET – Il regista israeliano Amos Gitai ‘raddoppia’ a Venezia raccontando Gerusalemme tra poesia e fiction con due opere stridenti, entrambe fuori concorso: il film breve ‘A Letter To a Friend in Gaza’, ispirato alla poesia ‘Pensa agli altri’ dello scrittore palestinese Mahmoud Darwish, e il film lungo ‘A Tramway in Jerusalem’. Nel primo caso si tratta di una lettera-poesia che inizia così: “Mentre prepari la colazione, [...]