Israele

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Israele

La scheda: Israele

Coordinate: 31°45′N 35°00′E / 31.75°N 35°E31.75, 35
Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico: מדינת ישראל, Medinat Yisra'el, in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania a est e striscia di Gaza a sud-ovest.
Situato in Medio Oriente, occupa approssimativamente un'area che secondo i racconti biblici in epoca antica era compresa nel Regno di Giuda e Israele e nella regione di Canaan, soggetta nel tempo al dominio di numerosi popoli, tra cui egizi, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi e ottomani, nonché a numerose battaglie etnico-religiose. In età contemporanea è stata parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di popolazioni ebraiche, incoraggiate dalla nascita del movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, anche per cercare di porre rimedio agli scontri tra ebrei e arabi, il 29 novembre 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella risoluzione n. 181 approvava il piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di due Stati indipendenti, uno ebraico e l'altro arabo. Alla scadenza del mandato britannico il moderno Stato d'Israele fu quindi proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948.
Tale ripartizione fu però osteggiata da gruppi sionisti e dalla totalità dei rappresentanti palestinesi, nonché dai Paesi arabi. Dopo alcuni scontri già all'indomani del voto della risoluzione, terminato il ritiro delle truppe britanniche, la Lega Araba avviò una guerra contro il neonato Stato ebraico, dando origine a una serie di conflitti arabo-israeliani, accordi di pace sui confini furono in seguito raggiunti solo con Egitto (1979) e Giordania (1994). Rispetto ai territori palestinesi non esistono tuttora confini precisi. Oltre a estendere il territorio dello Stato dopo la prima guerra arabo-israeliana del 1948 (denominata da parte israeliana guerra d'Indipendenza, mentre da parte araba Nakba "catastrofe"), rispetto a quanto previsto dalla risoluzione ONU, Israele ha anche occupato i territori della Cisgiordania e della Striscia di Gaza dopo la guerra dei sei giorni del 1967 e nel corso degli anni vi ha costruito nuovi centri abitati.
Lo Stato palestinese, proclamato nel 1988 e ammesso come osservatore permanente dell'ONU nel 2012, ma ancora non riconosciuto come tale da Israele e da altri Paesi, controlla la striscia di Gaza, dalla quale Israele sì è ritirata unilateralmente nel 2005 (facendone evacuare anche coattamente i ventuno insediamenti) e solo alcune zone della Cisgiordania, che rivendica interamente anche se rimane prevalentemente controllata da Israele, secondo le decisioni degli accordi di Oslo del 1993. La sovranità israeliana non è riconosciuta da molti Stati arabi, mentre rappresentanti palestinesi hanno riconosciuto Israele nel 1993, come parte degli stessi accordi di Oslo. Diversi tentativi di accordi di pace non hanno finora dato i frutti sperati e l'area continua quindi a essere geopoliticamente instabile.
All'aprile 2015 la popolazione israeliana era di 8.345.000 abitanti. È l'unico Stato al mondo a maggioranza ebraica (il 74,9% della popolazione) e con una consistente minoranza di arabi (circa il 20%, in prevalenza di religione musulmana, ma anche cristiana o drusa).
La Legge fondamentale del 1980 (Israele, come il Regno Unito, non ha una Costituzione scritta) afferma che la capitale è Gerusalemme, rivendicata come tale anche dallo Stato di Palestina almeno nella sua parte orientale, ma non riconosciuta dalla maggior parte dei membri dell'ONU. Tuttavia quasi tutti gli Stati che hanno relazioni diplomatiche con Israele mantengono le proprie ambasciate a Tel Aviv, centro finanziario del Paese, o nelle vicinanze, ma mantengono comunque sedi consolari a Gerusalemme.
Israele è governato da un sistema parlamentare a rappresentanza proporzionale. È considerato un Paese sviluppato, è membro dell'OCSE e secondo il Fondo monetario internazionale nel 2013 era al 37º posto nella lista degli Stati per prodotto interno lordo. Ha inoltre il più alto indice di sviluppo umano in Medio Oriente ed è uno dei Paesi con la più alta aspettativa di vita nel mondo.



Israele:
Dati amministrativi:
Nome completo: Stato d'Israele
Nome ufficiale: מדינת ישראל (Medinat Yisra'el) دولة اسرائيل (Dawlat Isrā'īl)
Lingue ufficiali: ebraico, arabo
Capitale: Gerusalemme (contestata)[1][2]  (791 000 ab. / 2011)
Politica:
Forma di governo: Repubblica parlamentare
Presidente: Reuven Rivlin
Primo ministro: Benjamin Netanyahu
Indipendenza: 14 maggio 1948
Ingresso nell'ONU: 11 maggio 1949
Superficie:
Totale: 20.770 / 22.072[3] km² (151º)
 % delle acque: ~2%
Popolazione:
Totale: 8 345 000 [4][5] ab. (2015) (96º)
Densità: 402 ab./km²
Tasso di crescita: 2% (2015)[4][5]
Nome degli abitanti: Israeliani
Geografia:
Continente: Asia
Confini: Egitto, Stato palestinese, Giordania, Libano, Siria
Fuso orario: UTC+2
Economia:
Valuta: Nuovo siclo (₪)
PIL (nominale): 257 480[6] milioni di $ (2012) (40º)
PIL pro capite (nominale): 33 433 $ (2012) (26º)
PIL (PPA): 260 909 milioni di $ (2012) (49º)
PIL pro capite (PPA): 33 878 $ (2012) (25º)
ISU (2011): 0,900 (molto alto) (16º)
Fecondità: 3,0 (2010)[7]
Varie:
Codici ISO 3166: IL, ISR, 376
TLD: .il
Prefisso tel.: +972
Sigla autom.: IL
Inno nazionale: Hatikvah
Festa nazionale: Yom HaAtzmaut (5 Iyar)
Evoluzione storica:
Stato precedente: Mandato britannico della Palestina
 

Raid Israele su lanciatori aquiloni

Raid Israele su lanciatori aquiloni

(ANSAmed) – TEL AVIV, 21 GIU – Un velivolo dell’aviazione israeliana ha colpito oggi nel sud della striscia di Gaza una non meglio precisata “infrastruttura” dopo che da quella zona un gruppo di palestinesi tentava di lanciare verso Israele aquiloni incendiari. Lo ha reso noto il portavoce militare israeliano. Non si ha notizia di vittime. Anche oggi, come nei giorni passati, diversi incendi sono stati attizzati nel Neghev occidentale da aquiloni [...]

Schiaffo all'Onu, Usa lasciano Consiglio diritti umani

Schiaffo all'Onu, Usa lasciano Consiglio diritti umani

'E' ipocrita e fazioso'. Israele plaude, Mosca attacca

Israele: Sarah Netanyahu incriminata

Israele: Sarah Netanyahu incriminata

(ANSAmed) – TEL AVIV, 21 GIU – Sarah Netanyahu, moglie del premier Benyamin Netanyahu, e’ stata incriminata oggi dal consigliere legale del governo Avichay Mandelblit, per una vicenda legata alla gestione della residenza ufficiale del primo ministro a Gerusalemme negli anni 2010-13. Secondo l’accusa, riferita dai media, Sarah Netanyahu e’ sospettata di aver ordinato “pasti privati del valore di 350 mila shekel (circa 70 mila euro, ndr), addebitando il [...]

Gaza: domani cortei a confine Israele

Gaza: domani cortei a confine Israele

(ANSAmed) – GAZA, 21 GIU – Nuove manifestazioni di massa sono state indette da Hamas per domani lungo il confine fra la striscia di Gaza ed il territorio israeliano. Dopo le preghiere del venerdì nelle moschee, i dimostranti raggiungeranno con appositi torpedoni i punti di attrito con l’esercito israeliano, che resta in stato di massima allerta dopo una nuova fiammata di violenze avvenuta nella notte di martedì. Gli organizzatori delle proteste hanno [...]

Onu: Israele, da Usa decisione coraggiosa su Unhcr

Onu: Israele, da Usa decisione coraggiosa su Unhcr

Premier ringrazia Trump per scelta

Onu: Israele, Usa coraggiosi su Unhrc

Onu: Israele, Usa coraggiosi su Unhrc

(ANSAmed) – TEL AVIV, 20 GIU – Israele ringrazia il presidente Trump “per la coraggiosa decisione contro l’ipocrisia e le bugie del cosiddetto Consiglio dei diritti umani dell’Onu”, l’Unhrc. Lo ha detto il ministero degli Esteri, retto dal premier Benyamin Netanyahu, dopo la decisione Usa della scorsa notte di lasciare l’organismo. “Invece che occuparsi dei regimi che sistematicamente violano i diritti umani – ha proseguito – quel Consiglio si [...]

Israele, Usa escono da Consiglio diritti umani Onu

Israele, Usa escono da Consiglio diritti umani Onu

Nella notte ancora razzi da Gaza e raid su obiettivi Hamasi

Gli Usa si ritirano dal Consiglio per i diritti umani dell'Onu

Gli Usa si ritirano dal Consiglio per i diritti umani dell'Onu

New York, (askanews) - Gli Stati Uniti si sono ritirati dallo Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Lo ha annunciato l'ambasciatrice americana alle Nazioni Unite, Nikki Haley, sostenendo che l'organo delle Nazioni Unite "non ha più nulla a che vedere con il suo nome". Da giorni si parlava di una imminente uscita da parte di Washington: "Facciamo questo passo perché il nostro impegno non ci permette di essere parte di una ipocrita ed egocentrica [...]

Trump difende Israele Usa via da Agenzia Onu

Trump difende Israele Usa via da Agenzia Onu

Gli Usa si ritirano dal Consiglio dei diritti umani dell'Onu. Sdegno negli Stati Uniti contro il pugno duro di Trump sull'immigrazione.

Israele, scelta Usa coraggiosa su Unhcr

Israele, scelta Usa coraggiosa su Unhcr

(ANSAmed) – TEL AVIV, 20 GIU – Israele ringrazia il presidente Trump “per la coraggiosa decisione contro l’ipocrisia e le bugie del cosiddetto Consiglio dei diritti umani dell’Onu”. Lo ha detto il ministero degli Esteri, retto dal premier Benyamin Netanyahu, dopo la decisione Usa della scorsa notte di lasciare l’organismo. “Invece che occuparsi dei regimi che sistematicamente violano i diritti umani – ha proseguito – quel Consiglio si è [...]

FOTO: Israele

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Territori riconosciuti a Israele dall'ONU e conquiste del 48-49

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Mappa della distribuzione della popolazione nel 1946

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Yitzhak Rabin e Yasser Arafat si stringono la mano e firmano gli Accordi di Oslo, con Bill Clinton dietro di loro, 1993

Saline nel Mar Morto

Saline nel Mar Morto

Visione del monte Tabor

Visione del monte Tabor

Deserto del Negev

Deserto del Negev

Quaranta razzi da Gaza su Israele, raid aerei sulla Striscia

Quaranta razzi da Gaza su Israele, raid aerei sulla Striscia

Circa 40 razzi sono stati lanciati nella notte dalla Striscia di Gaza verso il Neghev occidentale e verso la citta’ di Ashqelon, costringendo decine di migliaia di israeliani ad entrare nei rifugi. In parallelo, l’aviazione israeliana ha colpito nella Striscia oltre 25 obiettivi di Hamas, fra cui un ”impianto sotterraneo”. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano secondo cui finora in Israele non si ha notizia di vittime. La radio militare ha [...]

Razzi su Israele, raid contro Hamas

Razzi su Israele, raid contro Hamas

(ANSA) – TEL AVIV, 20 GIU – Circa 40 razzi sono stati lanciati nella notte dalla Striscia di Gaza verso il Neghev occidentale e verso la citta’ di Ashqelon, costringendo decine di migliaia di israeliani ad entrare nei rifugi. In parallelo, l’aviazione israeliana ha colpito nella Striscia oltre 25 obiettivi di Hamas, fra cui un ”impianto sotterraneo”. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano secondo cui finora in Israele non si ha notizia di [...]

Kushner incontra il re di Giordania

Kushner incontra il re di Giordania

(ANSA) – WASHINGTON, 19 GIU – Jared Kushner, genero-consigliere del presidente Donald Trump, si e’ incontrato oggi con il re di Giordania Abdullah II per parlare della situazione umanitaria a Gaza e degli sforzi dell’amministrazione Usa per riavviare il processo di pace israelo-palestinese. Lo rende noto la Casa Bianca. L’incontro, con la partecipazione del rappresentante speciale per i negoziati internazionali Jason Greenblatt, arriva un giorno dopo il [...]

The Village, recensione di biagio Giordano

The Village, recensione di biagio Giordano

The Village è un film del 2004, diretto e sceneggiato dal regista indiano americano M. Night Shyamalan. America del nord. Una piccola comunità, per lo più drammaticamente delusa dalle esperienze fatte in città, vive isolata dal mondo in un piccolo villaggio, circondata da un bosco popolato da misteriose creature dalle apparenze orripilanti. Non si può tornare indietro, la comunità ha giurato che per nessun motivo i loro componenti rimetteranno piede in [...]

La Gerusalemme futura

LA GERUSALEMME FUTURA   Gerusalemme Est dopo che l’ONU da New York andrà nella Spianata delle Moschee.   Le Nazioni Unite calpesteranno la Città Santa (Gerusalemme Est) per quarantadue mesi. Apocalisse 11:2 ma il cortile esterno del tempio, lascialo da parte, e non lo misurare, perché è stato dato alle nazioni, le quali calpesteranno la città santa per quarantadue mesi.   I quarantadue mesi inizieranno dal giorno dell’inizio dei lavori per la [...]

L'APOCALISSE È ALLE PORTE

L’Anticristo.              a) Il pastore stolto di Zaccaria.        b) La bestia che sale dalla terra.        c) Il falso profeta.        d) Il re di Daniele (Dan.11.36).        e) l’uomo del peccato.        f) Il devastatore.   Si presenterà con il suo proprio nome.   Gesù lo ha preannunciato: Giovanni 5:43 Io sono venuto nel nome del Padre mio, e voi non mi ricevete; se un altro verrà nel suo proprio nome, quello [...]

L'APOCALISSE È ALLE PORTE

Ipotesi sugli avvenimenti della fine:     Daniele 9:27 L'invasore stabilirà un patto con molti, per una settimana; in mezzo alla settimana farà cessare sacrificio e offerta; sulle ali delle abominazioni verrà un devastatore. Il devastatore commetterà le cose più abominevoli, finché la completa distruzione, che è decretata, non piombi sul devastatore».     L’invasore chi sarà?   Gli Usa = Il re del Nord = Gog del paese di Magog, hanno fatto un Patto [...]

Israele, i richiedenti asilo vengono trasferiti in Uganda con l’inganno

Siria: Cnn, Israele ha compiuto il raid

Siria: Cnn, Israele ha compiuto il raid

(ANSA) – NEW YORK, 18 GIU – Il raid aereo nell’area vicino ad Abu Kamal, al confine tra Iraq e Siria, non e’ opera della coalizione anti-Isis guidata dagli Usa ma di Israele. Lo afferma una fonte dell’amministrazione Usa alla Cnn. Nel raid sono rimasti uccisi diversi tra soldati governativi siriani e miliziani filo-Iran. Israele non ha commentato l’episodio. Fonti ufficiali di Damasco e l’Osservatorio siriano per i diritti umani avevano puntato [...]

Mo: incontro ad Amman Netanyahu-Abdallah

Mo: incontro ad Amman Netanyahu-Abdallah

(ANSAmed) – TEL AVIV, 18 GIU – Il premier Benyamin Netanyahu ha incontrato oggi ad Amman il re di Giordania Abdallah. Lo ha annunciato l’ufficio del primo ministro spiegando che l’incontro è servito a discutere “gli sviluppi regionali, l’avanzamento del processo di pace e le relazioni bilaterali”. Netanyahu ha ribadito il suo impegno “a mantenere lo status quo nei luoghi santi di Gerusalemme”.