Scopri tutto su Jacques Brel

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Jacques Brel

La scheda: Jacques Brel

Jacques Romain Georges Brel (Schaerbeek, 8 aprile 1929 – Bobigny, 9 ottobre 1978) è stato un cantautore, compositore, attore e regista belga di lingua francese.
In assoluto uno dei più grandi ed influenti cantautori del novecento, è spesso considerato come un grandissimo poeta per l'espressività e la profondità dei suoi testi, nonché per l'ironia sottile e il gusto della metafora. Ricordato nelle nazioni francofone come attore e regista teatrale. Partecipò nel 1969 al film Mon oncle Benjamin nel ruolo principale. Scrisse, diresse ed apparve nel film Le Far West candidato nel 1973 per la Palma d'oro al Festival di Cannes.



Jacques Brel:
Jacques Brel nel 1962
Nazionalità:  Belgio
Genere: Musica d'autore Folk Chanson Cabaret
Periodo di attività: 1953-1977Fondazione Brel
1968: Les Risques du métier di André Cayatte
1968: La banda Bonnot (La Bande à Bonnot) di Philippe Fourastié
1969: Mio zio Beniamino (Mon oncle Benjamin) di Édouard Molinaro
1970: Mont-Dragon di Jean Valère
1971: Inchiesta su un delitto della polizia (Les Assassins de l'ordre) di Marcel Carné
1971: Franz
1972: L'avventura è l'avventura (L'aventure c'est l'aventure) di Claude Lelouch
1972: Le Bar de la Fourche di Alain Levent
1972: Le Far-West
1973: Il rompiballe (L'Emmerdeur) di Édouard Molinaro

Traduzioni testi di Jacques Brel

  I testi in lingua originale delle canzoni di Brel sono sul sito: http://www.paroles.net/artis/1006

"Voir un ami pleurer" Mr Jacques Brel - 1977

  Bien sûr il y a les guerres d'Irlande Et les peuplades sans musique Bien sûr tout ce manque de tendre Et il n'y a plus d'Amérique Bien sûr l'argent n'a pas d'odeur Mais pas d'odeur vous monte au nez Bien sûr on marche sur les fleurs Mais mais voir un ami pleurer Bien sûr il y a nos défaites Et puis la mort qui est tout au bout Le corps incline déjà la tête Étonné d'être encore debout Bien sûr les femmes infidèles Et les oiseaux assassinés Bien [...]

EVENTI: Jacques Brel

Nel 1974 ne venne tratto un film.

Nel 1999 Rossana Casale ha dedicato un intero album di cover a Brel, dal titolo Jacques Brel in Me.

Nel 1972 Brel apparve nel suo settimo film, L'avventura è l'avventura (titolo originale L'aventure, c'est l'aventure), diretto da Claude Lelouch.

Nel 1973 sì ritirò nella Polinesia francese, rimanendovi fino al 1977 quando tornò a Parigi e registrò il suo ultimo album.

Nel 1973 Brel apparve nel suo nono film, Le Far West, il secondo lungometraggio da lui diretto.

Nel 1970 apparve nel suo quarto film, Mont-Dragon, diretto da Jean Valère con François Prévost, Paul le Person e Catherine Rouvel, con la sceneggiatura di Robert Margerit.

Nel 1952, Brel cominciò a scrivere canzoni e a cantarle nei cabaret di Brussels.

Nel 1971 apparve nel suo quinto film, Franz, il primo film diretto da lui stesso.

Nel 1956, mentre stava girando l'Europa, registrò la canzone Quand on n'a que l'amour che gli permise di ricevere il primo importante riconoscimento.

Nel 1957, il secondo album, Quand on n'a que l'amour , contiene l'omonimo brano che lo lancerà al successo internazionale.

Nel 1941, i genitori iscrissero Jacques al Saint-Louis College, a rue du Mais, vicino al Giardino Botanico di Brussels.

Nel 1969 apparve nel suo terzo film, Mon oncle Benjamin, diretto da Édouard Molinaro, con Claude Jade e Bernard Blier.

Nel 1944, all'età di 15 anni, Jacques cominciò a suonare la chitarra.

Nel 1948, cominciò a prestare servizio part time nei militari.

Nel 1967, Brel iniziò la sua carriera d'attore cinematografico, apparendo nel film Les risques du métier di André Cayatte, con Emmanuelle Riva, Jacques Harden e Nadine Alari.

Nel 1949, divenne presidente de La Franche Cordée.

Nel 1968 apparve nel suo secondo film, La Bande à Bonnot, diretto da Philippe Fourastié, con Annie Girardot e Bruno Cremer.

Jacques Brel - Le bon dieu

Sono stato invitato a far parte di un seminario (almeno, io lo intendo così) di psicologia, una riunione in cui ci si studia, ci si apre, ci si mette in gioco... Soggiogato dalla mia curiosità viscerale, che mi spinge a cercare di capire e dare sistemazione razionale a tutto, ho accettato...ma le domande. me le pongo... Ha senso cercare di capire, penetrare ed attraversare i meandri della psiche - nostra o altrui - per dare un senso logico a qualcosa che spesso [...]

jacques Brel _ La Chanson des Vieux Amants

  Son tornato stamane da Roma... Si, in effetti mi sto muovendo alquanto: tre notti di viaggio in una settimana credo siano un bel record...specie se, ad ogni notte corrisponde una giornata di attività... ma sia quel che sia, per il momento il fisico risponde bene... Il problema è un altro... è, cioè, il perchè lo faccio... Certo, le motivazioni occasionali ci sono: andare a trovare un'amica o una figlia sono motivazioni validissime, ma mi son chiesto se ci [...]

Poesia di Jacques Brel

Stavolta il testo che vi consiglio è dell'autore Jacques Brel.Cosa ne pensate? Conosco delle barche che restano nel porto per paura che le correnti le trascinino via con troppa violenza. Conosco delle barche che arrugginiscono in porto per non aver mai rischiato una vela fuori. Conosco delle barche che si dimenticano di partire hanno paura del mare a furia di invecchiare e le onde non le hanno mai portate altrove, il loro viaggio è finito ancora prima di [...]

Frase di Jacques Brel

Stavolta il testo che vi consiglio è dell'autore Jacques Brel.Cosa ne pensate? La tenerezza svanisce poco a poco, e il dramma è che non viene rimpiazzata da niente. Le donne, in particolare, non sono più tenere come una volta. L'amore è un'espressione della passione. La tenerezza è un'altra cosa. La passione sparisce da un giorno all'altro, mentre la tenerezza è immutabile. È un dato di fatto. Io ho l'impressione di essere nato tenero.di Jacques Brel [...]

Jacques Brel - Ne Me Quitte Pas

Jacques Brel - Ne Me Quitte Pas

Ne me quitte pas. Je t'inventerai des mots insensés que tu comprendras. Je te parlerai de ces amants-la qui ont vu deux fois leurs coeurs s'embraser. Je te raconterai l'histoire de ce roi mort de n'avoir pas pu te rencontrer. Ne me quitte pas.DisclaimerMiMusica non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7 marzo 2001 e nella fattispecie [...]

I Borghesi - Giorgio Gaber  (omaggio a Jacques Brel)

I Borghesi - Giorgio Gaber (omaggio a Jacques Brel)

I Borghesi - Giorgio GaberI borghesiParole e Musica di Jacques Brel, nell'interpretazione di Giorgio Gaber Quand’ero piccolo non stavo mica bene,ero anche magrolino, avevo qualche allucinazionee quando andavo a cena, nel tinello con il tavolo di noceci sedevamo tutti e facevamo il segno della croce.Parlato: Dopo un po’ che li guardavo mi si trasformavano:i gesti preparati, degli attori, attori consumati che diconola battuta e ascoltano l’effetto.Ed io ero lì [...]

JACQUES BREL

JACQUES BREL

JACQUES BREL   (Per me , una delle piu belle canzone d'amore  mai scritta... )      Non mi lasciare, bisogna dimenticare, tutto si può dimenticare che già fugge via, dimenticare il tempo dei malintesi e il tempo perso a chiedersi come, dimenticare queste ore che uccidevano a volte a colpi di perchè il cuore della felicità, non mi lasciare, non mi lasciare non mi lasciare... Io ti offrirò perle di pioggia venute da (quei) paesi dove non piove (mai), Io [...]

Jacques Brel - Biografia / 7

La biografia / 7 la passione per il viaggio Nel 1972, Brel firma un contratto eccezionale di 30 anni con Barclay, ma non ha nuovi titoli da proporre, e decide con la sua casa discografica di riproporre le vecchie canzoni con dei nuovi arrangiamenti. L'arrangiatore di Brel, Fran�ois Rauber, non � affatto convinto dell'interesse reale per un tale progetto, che rimane, a parer suo, una pura iniziativa commerciale. Per perder meglio la testa per bruciar meglio la [...]

FOTO: Jacques Brel

Targa sulla casa dove è nato

Targa sulla casa dove è nato

Busto di bronzo realizzato in occasione del 30º dalla sua morte

Busto di bronzo realizzato in occasione del 30º dalla sua morte

Jacques Brel - La biografia / 6

La biografia / 6 il teatro e il cinema Il 16 maggio 1967, Brel da il suo ultimo recital in Francia a Roubaix. Questa volta lascia veramente la scena della music-hall per la scenda dei teatri e per le platee del cinema. Durante l'estate del 1967, gira il film di Andr� Cayatte, �Les Risques du m�tier�, film che esce nell'autunno sugli schermi francesi. Il suo talento di attore, che apparir� gi� sulla scena, � subito riconosciuto anche se lui si [...]

Jacques Brel - La biografia / 4

La biografia / 4 la consacrazione Ma � soprattutto il recital che va in scena nel mese di ottobre del 1961 a consacrare la carriera professionale di Brel: il successo sulla scena del music-hall parigino � clamoroso, Brel viene annoverato tra i mostri sacri della canzone francese (accanto a L�o Ferr� e Georges Brassens, per esempio) e riceve la meritata approvazione sia dal pubblico che dalla critica. In seguito a questo successo, Brel riprende le tourn�e [...]

Jacques Brel - La biografia / 5

La biografia / 5 l'interminabile 1966 Nel 1964, Brel ottiene il Grand Prix national du Disque in Francia. All'inizio del 1965, Brel festeggia i suoi 12 anni di canzone al cabaret �Les Trois Baudets�. La fine dell'anno � caratterizzata da una tourn�e di cinque settimane in U.R.S.S., ma soprattutto dal suo passaggio alla prestigiosa scena del Carnegie Hall di New York. La stampa americana parler� di un �uragano magnetico�. Il 1966 � un anno [...]

Jacques Brel - Libretto introduttivo

Duilio Del Prete canta Brel di Gianni Mura ed Enrico de Angelis "Per Jacques Brel, perch� lui non c'� pi� ma io s�." Adesso che non c'� pi� nemmeno Duilio Del Prete, questa sua dedica, che apre il libro delle traduzioni da Brel (Arcana, 1994), ha la stessa carica d'effetto, ma ci consegna un doppio rimpianto (Brel � morto nel '78, Del Prete nel '98) e un nuovo impegno: quello di riascoltare queste canzoni di Brel come fossero anche (lo sono in [...]

Jacques Brel - Saggi: l'anarchia di Ferr�

L'anarchia di L�o Ferr� L'anarchia � la formulazione politica della disperazione. L'anarchia non � un fatto di solitari: la disperazione neanche. Sono gli altri a informarci sul nostro destino. Sono gli altri a farci, a distruggerci. Con gli altri si � un altro. Allora, distruggendo gli altri, distruggiamo noi stessi. � stato gi� detto; � importante che sia ripetuto. Il Cristo, il peccato, l'infelicit�, il ricco, il povero... viviamo [...]

Jacques Brel - Interviste

Le interviste Alcune famose interviste tradotte in italiano Trois hommes dans un salon : Brassens, Brel, Ferr�. Il 6 gennaio 1969, a Parigi, in uno straordinario incontro, i tre mostri sacri della canzone francese Georges Brassens, Jacques Brel e L�o Ferr� risposero alle domande poste da Fran�ois-R�ne Cristiani e Jean-Pierre Leloir. Quelques questions pos�es a Jacques Brel par Jean Clouzet. L'intervista che il giornalista Jean Clouzet fece a Jacques [...]

Jacques Brel - Saggi

Saggi e Scritti In questa pagina, divisi in due sezioni, potete trovare alcuni saggi, su Jacques Brel o sul rapporto tra poesia e musica, di esperti e di chiunque abbia voglia di contribuire! Su Jacques Brel In Italia Brel � stato tradotto da molti grandi autori, da Battiato a Gaber, da Lauzi alla Casale Da Rivista Anarchica: "L'urlo e il furore di Jacques Brel" di Alessio Lega Dal libretto introduttivo dell'album Duilio Del Prete canta Brel di Gianni Mura e [...]

Jacques Brel - Intervista

interviste a JACQUES BREL La canzone non � n� un'arte maggiore n� un'arte minore. Non � un'arte. � un campo molto povero perch� imbrigliato da tutta una serie di discipline. lo vi sfido a esprimere chiaramente un'idea bench� minima in tre strofe e tre ritornelli... Fare una poesia vuol dire sedersi, prendere una penna e lasciarsi guidare dalla propria immaginazione. II verso libero offre una grandissima libert�. Anche l'alessandrino pone meno [...]

Jacques Brel - Biografia/2

La biografia / 2 un duro esordio Nel 1953 canta alla Rose Noire� a Bruxelles e in febbraio esce il suo primo 78 giri. Jacques Canetti, responsabile artistico presso la casa discografica Philips e scopritore di talenti, chiama Brel a Parigi; quest'ultimo accetter� l'offerta contro il parere della famiglia d'origine, con la quale i rapporti diverranno tesi e, a tratti, insostenibili, e si precipita nella capitale francese. In luglio nasce la sua seconda figlia, [...]

Jacques Brel - La biografia

La biografia Ventun anni fa, il 9 ottobre 1978, moriva Jacques Brel. Con Vian, Brassens e Ferr�, rimarr� sempre un punto di riferimento fondamentale per la canzone d'autore francese ed europea. Quando Brel arriva a Parigi, nel 1953, Vian � in procinto di affrontare un durissimo esordio, mentre Brassens e Ferr� sono gi� avviati verso il successo. Nato a Bruxelles nel 1929, Jacques decide di lasciare una famiglia alto borghese e una carriera direttiva nel [...]