Le societ segrete legate alla criminalit organizzata

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Le societ segrete legate alla criminalit organizzata. Cerca invece Le societ�� segrete legate alla criminalit�� organizzata.

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

In questa categoria: Rosario Crocetta

Rosario Crocetta nel 2012.
Vicepresidente Commiss...

P2

La Propaganda due (meglio nota come P2) era una logg...

Gioia Tauro

Gioia Tauro è un comune italiano di 19 798 abitant...

Locale ('Ndrangheta)

Il locale (locali in calabrese) o Società nella ter...

Giuseppe Diana

Giuseppe Diana, chiamato anche Peppe Diana o Peppino...

Nola

Nola è un comune italiano di 34390 abitanti della c...

"Non si può credere ed essere mafiosi"

"Non si può credere ed essere mafiosi"

Papa Francesco nella sua visita in Sicilia per commemorare Don Pino Puglisi.

Papa Francesco e la Mafia

Papa Francesco e la Mafia

Dure parole del Vicario di Cristo, in occasione dell'anniversario dell'uccisione di Padre Puglisi.

Il monito di Papa Francesco ai mafiosi: "Convertitevi"

Il monito di Papa Francesco ai mafiosi: "Convertitevi"

Palermo, (askanews) - Prima di atterrare a Palermo, l'elicottero di Papa Francesco ha sorvolato il grande prato per salutare i circa 80.000 fedeli che lo attendevano. Poi a bordo della Papa mobile ha raggiunto il Foro Italico per celebrare la messa. Nel suo percorso ha accarezzato Vito, un bimbo di pochi mesi nato prematuro, con addosso la maglia di calcio della nazionale Argentina. Nella sua omelia Bergoglio, arrivato in Sicilia nel giorno del 25esimo anniversario [...]

Il Papa a Palermo: "Non si può credere in Dio ed essere mafiosi"

Il Papa a Palermo: "Non si può credere in Dio ed essere mafiosi"

Palermo, (askanews) - "Non si può credere in Dio ed essere mafiosi. Chi è mafioso non vive da cristiano, perché bestemmia con la vita in nome di Dio amore. Oggi abbiamo bisogno di uomini e donne di amore, non di uomini e donne di onore; di servizio, non di sopraffazione; di camminare insieme, non di rincorrere il potere. Se la litania mafiosa è: Tu non sai chi sono io, quella cristiana è: Io bisogno di te. Se la minaccia mafiosa è: Tu me la pagherai, la [...]

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Sonia Bruganelli «deve lasciar stare i social, ha un lavoro soddisfacente e un tenore di vita altissimo, che bisogno ha di raccontare come viaggia? Perché vuole far parlare di sé?». Il giudizio tranchant è di Maurizio Costanzo, che intervistato dal settimanale Nuovo Tv non ha usato mezzi termini per parlare della moglie di Paolo Bonolis, spesso finita nel mirino degli haters per il suo modo un po’ provocatorio di gestire la sua immagine sui social [...]

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Sonia Bruganelli «deve lasciar stare i social, ha un lavoro soddisfacente e un tenore di vita altissimo, che bisogno ha di raccontare come viaggia? Perché vuole far parlare di sé?». Il giudizio tranchant è di Maurizio Costanzo, che intervistato dal settimanale Nuovo Tv non ha usato mezzi termini per parlare della moglie di Paolo Bonolis, spesso finita nel mirino degli haters per il suo modo un po’ provocatorio di gestire la sua immagine sui social [...]

Conte: mafia cambia sembianze ma Stato non abbassa mai guardia

Conte: mafia cambia sembianze ma Stato non abbassa mai guardia

Palermo (askanews) - "La mafia ogni volta cambia sembianze, adattandosi alle strutture economiche. Oggi la mafia cerca il denaro, rincorre il guadagno, penetra le strutture economiche. Lo Stato avrà sempre difficoltà, ma non abbasserà mai la guardia". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in visita istituzionale a Palermo, dove ha inaugurato l'anno scolastico all'istituto don Puglisi di Brancaccio.

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Maurizio Costanzo contro Sonia Bruganelli: «Lasci stare i social, perché vuole far parlare di sé?»

Sonia Bruganelli «deve lasciar stare i social, ha un lavoro soddisfacente e un tenore di vita altissimo, che bisogno ha di raccontare come viaggia? Perché vuole far parlare di sé?». Il giudizio tranchant è di Maurizio Costanzo, che intervistato dal settimanale Nuovo Tv non ha usato mezzi termini per parlare della moglie di Paolo Bonolis, spesso finita nel mirino degli haters per il suo modo un po’ provocatorio di gestire la sua immagine sui social [...]

25 anni fa la mafia uccideva Don Pino Puglisi

25 anni fa la mafia uccideva Don Pino Puglisi

Palermo, un prete di borgata la cui voce si fa sentire ancora forte.

Arrestato richiedente asilo, inneggiava all'Isis

Arrestato richiedente asilo, inneggiava all'Isis

Fermato 20enne del Bangladesh, era in centro accoglienza nel Bresciano

Le mani della mafia sul mercato di Fondi

Le mani della mafia sul mercato di Fondi

In manette 8 persone per i traffici nel mercato in provincia di Latina

Roma Capitale era mafia, ma le pene sono ridotte

Roma Capitale era mafia, ma le pene sono ridotte

Si è concluso il processo d'appello a Buzzi e Carminati: riconosciuta l'aggravante ma tagliate le pene.

Pene ridotte ma "erano mafiosi"

Pene ridotte ma "erano mafiosi"

La Corte d'appello di Roma ribalta la sentenza di primo grado e riconosce l'aggravante mafiosa

Mafia Capitale, Corte Appello riconosce l'aggravante di mafia

Mafia Capitale, Corte Appello riconosce l'aggravante di mafia

Roma, (askanews) - I giudici del Tribunale di Roma hanno riconosciuto l'accusa di mafia, (articolo 416 bis del codice di procedura penale), per i principali imputati del processo Mafia Capitale-Mondo di Mezzo. La sentenza emessa dalla Corte d'appello riduce in parte le condanne complessive nei confronti dei 43 imputati, ma riporta indietro l'orologio ribadendo l'accusa di 416 bis. Salvatore Buzzi, il cosiddetto "Ras delle cooperative", è stato condannato a 18 [...]

Sentenza ribaltata, era "mafia"

Sentenza ribaltata, era "mafia"

"Mafia capitale" giudici d'appello riconoscono l'aggravante mafiosa

Mondo mezzo, Appello: riconosciuta mafia

Mondo mezzo, Appello: riconosciuta mafia

(ANSA) – ROMA, 11 SET – La terza corte di appello di Roma ha riconosciuto l’associazione mafiosa nell’ambito del processo al Mondo di Mezzo. Ribaltato così quanto deciso in primo grado. In appello sono state ridotte le condanne per Massimo Carminati e Salvatore Buzzi nell’ambito del processo al Mondo di Mezzo. Per l’ex Nar ridotta la pena da 20 anni del primo grado ai 14 anni e sei mesi inflitti oggi. Per Buzzi dai 19 anni, ai 18 e 4 mesi di oggi.

Mafia: disposto il 41bis per il capo dei Casamonica, Giuseppe

Mafia: disposto il 41bis per il capo dei Casamonica, Giuseppe

Su richiesta della Dda di Roma, confermata dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, è stato disposto il regime speciale previsto dall’articolo 41 bis ordinamento penitenziario, il cosiddetto “carcere duro”, nei confronti di Giuseppe Casamonica, ritenuto il capo dell’omonimo clan operante a Roma.  Giuseppe Casamonica era tornato in carcere lo scorso 17 luglio, quando i carabinieri del Comando provinciale di Roma, su mandato della Procura [...]

Mafie, la Dia: “Dopo morte Riina rischio atti di forza".

Mafie, la Dia: “Dopo morte Riina rischio atti di forza".

Mafie, la Dia: “Dopo morte Riina rischio atti di forza. A Roma gruppi criminali come in Sicilia, Calabria e Campania” Nell’ultimo rapporto semestrale della Direzione Investigativa Antimafia si legge che in alcune aree della Capitale ci sono formazioni criminali che, "basate su stretti vincoli di parentela, evidenziano sempre di più modus operandi assimilabili alla fattispecie prevista dall’articolo 416 bis". Il successore del capo dei capi? "Improbabile [...]

Mafia: un arresto 25 anni dopo delitto

Mafia: un arresto 25 anni dopo delitto

(ANSA) – AGRIGENTO, 7 SET – I carabinieri del reparto Operativo di Agrigento hanno arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal Gip e richiesta dalla Dda di Palermo, il presunto esecutore materiale dell’omicidio, commesso 25 anni fa a Cianciana (Ag), di Diego Passafiume, 41 anni imprenditore nel settore del movimento terra. E’ Filippo Sciara, 54 anni, ritenuto affiliato alla famiglia mafiosa di Siculiana (Ag), [...]

Libia: milizia ribelle, 'violata tregua'

Libia: milizia ribelle, 'violata tregua'

(ANSA) – IL CAIRO, 6 SET – Una violazione del cessate il fuoco in corso a Tripoli dall’altro ieri é stato denunciato dalla milizia ribelle “Settima Brigata” secondo quanto riporta il sito di un’emittente libica, Libya 24. La formazione ha sostenuto di essere stata attaccata da una milizia, “al-Daman”, e di aver subito di il ferimento di due suoi uomini. La Settima di fanteria ha annunciato “che é stata vittima dell’inganno di milizie che [...]