Liberazione condizionale

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Sistema elettorale
In rilievo

Sistema elettorale

La scheda: Liberazione condizionale

La liberazione condizionale è un istituto giuridico del diritto penale di molti Paesi. Consiste nella sospensione della pena detentiva e vi si può far ricorso allorquando, di massima, ne sia stata scontata una congrua parte.



In Italia essa è regolata dagli articoli 176 e 177 del codice penale. Nel linguaggio comune e giornalistico, la scarcerazione sotto condizione viene chiamata anche libertà controllata, confondendosi con la modalità così definita con cui si può essere ammessi a scontare pene detentitive molto lievi (fino ad un anno di reclusione), ovvero su conversione di pene pecuniarie non pagate.

Per essere ammessi ai benefici di cui al citato art. 176 c.p. è necessario rispettare i seguenti requisiti oggettivi (stabiliti per legge) e soggettivi (da valutarsi in sede giudicante):

L'istanza per essere ammessi al beneficio della liberazione condizionale dev'essere presentata, corredata dalla documentazione necessaria, al direttore dell'istituto di reclusione nel quale il condannato è detenuto, il direttore dell'istituto di reclusione provvede poi a trasmettere l'istanza al Tribunale di sorveglianza competente per giurisdizione territoriale.
Il Tribunale di sorveglianza, rilevato il rispetto dei requisiti oggettivi e valutato il condannato rispondente a quelli soggettivi, emette ordinanza di concessione della liberazione condizionale, dandone comunicazione al Magistrato di sorveglianza e all'ufficio di esecuzione penale esterna nella cui giurisdizione territoriale il detenuto trascorrerà la libertà vigilata.

La liberazione condizionale può essere revocata dal Tribunale di Sorveglianza, a seguito di proposta di revoca da parte del Magistrato di Sorveglianza, nei seguenti casi:
Se la persona liberata commetta un delitto o una contravvenzione della stessa indole,
Se trasgredisca gli obblighi previsti dalla libertà vigilata

La liberazione condizionale si conclude automaticamente una volta decorso tutto il tempo della pena inflitta, oppure dopo 5 anni dalla data del provvedimento di liberazione condizionale, se si tratta di condannato all'ergastolo, sempre che non sia intervenuta alcuna causa di revoca.

nuova guerra liberazione nazionale indipendenza

nuova guerra liberazione nazionale indipendenza

Macron spadroneggia, in casa propria e in casa altrui. Questo e molto altro nella nuova puntata di #LightBlu, le notizie che qualcuno vorrebbe non fossero vere. Fonti e approfondimenti: https://www.byoblu.com/2018/10/18/pad che fine ha fatto in Merkel Macron Ja-Bull-On: e in: demonio allah Turchia ottomana shariah, tutta la vivacità democratica del popolo ucraino Regime Rothschild bilderberg: il governo ombra? you have been banned by United with Israel. [...]

La liberazione di Bruno

La liberazione di Bruno

Marco non ha scelta, deve liberare il suo più grande nemico

Loznitsa, su Sentsov politici sordi

Loznitsa, su Sentsov politici sordi

(ANSA) – VENEZIA, 7 SET – “Mi chiedono spesso se gli artisti possano influenzare il mondo e far cambiare la politica sociale. Nel caso di Oleg Sentsov i politici si stanno rifiutando di dare ascolto alla voce della ragione. Io rinnovo l’appello affinché la sua tragedia umana si concluda e venga liberato al più presto”. Lo ha detto il regista Sergei Loznitsa, in apertura della conferenza stampa del documentario Process, su un grande processo farsa [...]

Liberazione:a Firenze cerimonia per 74/o

Liberazione:a Firenze cerimonia per 74/o

(ANSA) – FIRENZE, 11 AGO – “Cerimonie come quella dell’11 agosto aiutano a capire che la libertà non si conquista una volta per sempre ma la si protegge giorno per giorno. Anche se il fascismo come fatto storico non si ripeterà mai più, è vero altresì che le cause che portarono al fascismo, come la violenza, l’intolleranza, e l’azzeramento delle libertà, possono ripetersi in ogni momento”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Dario [...]

Iran, chiesto rilascio diplomatico

Iran, chiesto rilascio diplomatico

(ANSA) – TEHERAN, 4 LUG – Il ministero degli Esteri iraniano ha convocato gli ambasciatori di Belgio e Francia e l’incaricato d’affari tedesco a Teheran per protestare contro l’arresto di un diplomatico iraniano, Assadollah Assadi, avvenuto in Germania su richiesta della Francia. Il vice ministro degli Interni, Abbas Araghchi, ha duramente criticato, nell’incontro con il rappresentante della Francia, il sostegno dato all’organizzazione dei Mujaheddin [...]

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Era l'ultimo centro dell'est fuori dal suo controllo

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

Libia: Haftar annuncia la 'liberazione' di Derna

 Dopo tre anni di assedio, la “liberazione” di Derna dagli estremisti islamici che la occupavano é stata annunciata la notte scorsa in un discorso televisivo dal generale Khalifa Haftar. Lo riferisce l’Ufficio stampa del comando generale delle Forze armate libiche.     “Annunciamo con grande fierezza la liberazione della città di Derna”, ha detto Haftar riferendosi all’ultimo centro finora fuori dal suo controllo nell’est della Libia.    

TROPPA INFORMAZIONE, POCA LIBERTA'

TROPPA INFORMAZIONE, POCA LIBERTA'

Oggi abbiamo a disposizione un numero enorme di dati, ma abbiamo perso la libertà di scegliere. Le informazioni che consumiamo sono quasi sempre decise da algoritmi, che scelgono in base a ciò che si ritiene possa interessarci. In questo modo perdiamo gran parte della capacità critica di discernere. Leggi articolo 

 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

  ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI  D'ITALIA GRUPPO DI PALERMO Cap. (CP) Mario ZANASI e M.O.V.M. Ten.Vasc. Giuseppe DI BARTOLO   Home Chi siamo Sede del Gruppo Attività e Comunicati ai Soci Eventi e ricorrenze Galleria foto visite navi e escursioni Come iscriversi all'A.N.M.I. Storie di Marinai Palermitani Scrivi al Gruppo di Palermo Archivio locandine e avvenimenti Stella Maris Link e Preferiti Ai 9000 Martiri della gloriosa Divisione Acqui  caduti a Cefalonia [...]

Riscatto

Riscatto

Il turpe piano di beatrice sembra essere andato in porto.

Ci vuole una nuova liberazione, bisogna ritornare ad essere partigiani e comunisti

Ci vuole una nuova liberazione, bisogna ritornare ad essere partigiani e comunisti

Sezioni comuniste Gramsci-Berlinguer per la ricostruzione del P.C.I. di Domenico Marino Berlusconi è davvero un personaggio spettrale, Come un fantasma si aggira impenitente e impunito sul palcoscenico di questa politica degli orrori. Per più di un ventennio ha dominato il teatrino politico-mediatico, dal palco numero 5 scriverebbe Goston Leroux (Fantasma dell'opera), trasformando di fatto la politica nel più rozzo avanspettacolo interpretato da zombie [...]

Decaro, orgogliosi del ruolo di Bari

Decaro, orgogliosi del ruolo di Bari

(ANSA) – BARI, 25 APR – “Oggi, a Bari come in tante altre città italiane, ricordiamo il sacrificio di decine di migliaia di italiani animati dal fervore delle idee e da una passione civile che li ha portati a mettere a repentaglio la propria stessa vita per affermare i valori di libertà, di giustizia e di democrazia. E nel farlo, ricordiamo orgogliosi il ruolo che questa città ha svolto nella storia di liberazione nazionale”. Lo ha detto stamattina il [...]

La liberazione secondo i Mellow Mood: la playlist per Supereva

La liberazione secondo i Mellow Mood: la playlist per Supereva

Mancano ormai poche ore alla festa della Liberazione e i Mellow Mood ci hanno regalato una playlist per svincolarci di qualsiasi peso e sentirci finalmente liberi. “È una lista di canzoni che ruotano attorno al concetto di liberazione, fisica, politica, sociale o spirituale”, ci hanno spiegato. “La forza liberatrice della musica – hanno rivelato i Mellow Mood – è ovviamente celebrata (Trench Town, Redemption Song, Pata Pata) senza dimenticare che la [...]

L'anniversario della Liberazione

L'anniversario della Liberazione

Ripercorriamo la lotta di liberazione contro il nazismo e il fascismo insieme ad uno degli ultimi testimoni.

Catalogna, in 315 mila al corteo indipendentista

Sono almeno 315 mila le persone che hanno sfilato a Barcellona per chiedere la liberazione dei leader indipendentisti catalani in carcere a Madrid. Lo riferisce la Guardia Urbana in un tweet. Secondo gli organizzatori, i partecipanti al corteo sono stati 750 mila, riferisce il sito del quotidiano locale La Vanguardia.

Merkel, felice liberazione reporter Welt

Merkel, felice liberazione reporter Welt

(ANSA) – BERLINO, 16 FEB – “Sono contenta che Denis Yucel, e lo dico con cautela, sia a piede libero”. Lo ha detto Angela Merkel che, commentando in conferenza stampa a Berlino col premier polacco l’annuncio del rilascio del reporter della Welt, ha affermato che il giornalista abbia lasciato la prigione. “Voglio ringraziare tutti quelli che si sono impegnati per questo. Si vede che i colloqui non sono privi di utilità”, ha detto citando poi anche la [...]

Giornalisti chiedono rilascio colleghi 'anti Erdogan'

Giornalisti chiedono rilascio colleghi 'anti Erdogan'

In corso udienze a Istanbul. Accusati di terrorismo noti reporter turchi

Migliaia a Palazzo Giustizia Barcellona

Migliaia a Palazzo Giustizia Barcellona

(ANSA) – BARCELLONA, 21 SET – Migliaia di persone si sono riunite davanti al Palazzo di Giustizia di Barcellona per protestare contro il blitz della Guardia Civil di ieri e l’arresto di 14 dirigenti dell’amministrazione catalana impegnati nell’organizzazione del referendum di indipendenza. La folla grida “Vutarem!” e chiede la liberazione dei detenuti.

Le ali della libertà

Le ali della libertà

Ivana raccoglie da terra una falena e cerca di portarla in salvo

Morto fuori discoteca a Roma, tre buttafuori restano in cella

Morto fuori discoteca a Roma, tre buttafuori restano in cella

(ANSA) – ROMA, 07 SET – Due scarcerazioni e tre convalide del fermo con emissione di provvedimento cautelare in carcere. E’ quanto ha deciso il gip Maddalena Cipriani per i cinque buttafuori coinvolti nella morte di Giuseppe Galvagno, picchiato fuori ad una discoteca di Roma sabato scorso. Restano in carcere per omicidio volontario Fabio Bellotazzi, Emiliano Dettori e Davide Farninacci. Il giudice ha messo in libertà Mirko Marano e Riccardo Stronati.   [...]