Scopri tutto su Libia

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Libia

La scheda: Libia

Coordinate: 27°N 17°E / 27°N 17°E27, 17
La Libia (AFI: /ˈlibja/, in arabo: ليبيا‎, Lībiyā), ufficialmente Stato della Libia, è uno Stato del Nordafrica.
La Libia occupa la parte centrale del Nordafrica, affacciandosi sul Mar Mediterraneo intorno al Golfo della Sirte, tra il 10º e il 25º meridiano est, la Libia è il quarto paese dell'Africa per superficie, il diciassettesimo del mondo. Confina a nord-ovest con la Tunisia, a ovest con l'Algeria, a sud con il Niger e il Ciad, a sud-est col Sudan, a est con l'Egitto.



Libia:
Dati amministrativi:
Nome completo: Stato della Libia
Nome ufficiale: دولة ليبيا
Lingue ufficiali: arabo
Altre lingue: berbero, italiano
Capitale: Tripoli  (1.126.000 ab. / 2014)
Politica:
Forma di governo: Repubblica parlamentare (governo conteso)
Capo dello Stato: Fayez al-Sarraj (presidente del Consiglio presidenziale, a Tripoli, riconosciuto dall'ONU) Aguila Saleh Issa (presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk)
Primo ministro: Fayez al-Sarraj (Governo di accordo nazionale di Tripoli, riconosciuto dall'ONU) Abdullah al-Thani (a Tobruk) Khalifa Ghwell (a Homs) Omar al-Hasi (presidente del Consiglio Supremo della Rivoluzione di Tripoli)
Indipendenza: 24 dicembre 1951 da Regno Unito e Francia
Ingresso nell'ONU: 14 dicembre 1955
Superficie:
Totale: 1 759 840  km² (17º)
 % delle acque: 0,5%
Popolazione:
Totale: 6 120 585 ab. (2008) (103º)
Densità: 3,9 ab./km²
Tasso di crescita: 2,007% (2012)[1]
Geografia:
Continente: Africa
Confini: Tunisia, Algeria, Niger, Ciad, Sudan, Egitto
Fuso orario: UTC+1
Economia:
Valuta: Dinaro libico
PIL (nominale): 81 915[2] milioni di $ (2012) (65º)
PIL pro capite (nominale): 12 778 $ (2012) (56º)
PIL (PPA): 76 522 milioni di $ (2012) (81º)
PIL pro capite (PPA): 11 936 $ (2012) (79º)
ISU (2011): 0,760 (alto) (64º)
Fecondità: 2,5 (2011)[3]
Varie:
Codici ISO 3166: LY, LBY, 434
TLD: .ly
Prefisso tel.: +218
Sigla autom.: LAR
Inno nazionale: Libia, Libia, Libia
Festa nazionale: 17 febbraio
Evoluzione storica:
Stato precedente: Gran Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista
 

Incredibile l'enfatizzazione del MODELLO Minniti per l'accordo con la Libia

Tutti a complimentarsi col Ministro Minniti, addirittura osannato quale "eroe" dell'estate del mediterraneo, per la "linea comportamentale" nei confronti dei migranti e l'accordo raggiunto nei rapporti con la Libia.Tutto questo con il "preventivo" beneplacito della Chiesa (stranamente rinunciataria a consueta, decisiva, ingerenza) e, addirittura, all'"IMPRIMATUR" di Papa Francesco.Di fatto la diminuzione degli sbarchi sulle coste italiane viene considerato un [...]

È lo scirocco che scopre er gioco

È lo scirocco che scopre er giocoMa pe dimme che more, 'sta buciardade l'estate,nun c'è bisogno che cambi faccia.Ammalappena lo scirocco azzardale prime soffiatepiù brusche, è lui che scopre er gioco,pure se stenta a smòve la callaccia.E io me n'accorgo da come se stracciauna nuvola, o pija focoun tramonto; lo vedo ner griccioreche sveja parate de fronnestufe de sole, impietratenell' aria stagna,sotto un celo senza colore.E lo sento nell' eco che risponneda [...]

Onu, accordi con Libia rispettino diritti migranti

Onu, accordi con Libia rispettino diritti migranti

Frontex conferma: 'Dimezzati gli arrivi dal Paese africano'

Luigi Manconi: "Il rapporto di Medici Senza Frontiere su stupri e torture in Libia è la brutale risposta alle domande che avevamo posto al Governo" - "Non ha risolto il problema sbarchi, lo ha solo tolto dalla nostra vista"

Luigi Manconi: "Il rapporto di Medici Senza Frontiere su stupri e torture in Libia è la brutale risposta alle domande che avevamo posto al Governo" - "Non ha risolto il problema sbarchi, lo ha solo tolto dalla nostra vista"

  . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . Luigi Manconi: "Il rapporto di Medici Senza Frontiere su stupri e torture in Libia è la brutale risposta alle domande che avevamo posto al Governo" - "Non ha risolto il problema sbarchi, lo ha solo tolto dalla nostra vista" "Se gli sbarchi si sono dimezzati nel mese di agosto, dove sono finiti quei tanti che non si sono affidati agli scafisti per attraversare il Mediterraneo?". La domanda di Luigi Manconi [...]

Medici Senza Frontiere, ancora uno schiaffo al governo - "Fondi per i campi profughi in Libia? No, grazie. Facciamo da soli già da un anno. Non accettiamo fondi da chi crea il problema".

Medici Senza Frontiere, ancora uno schiaffo al governo - "Fondi per i campi profughi in Libia? No, grazie. Facciamo da soli già da un anno. Non accettiamo fondi da chi crea il problema".

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . Medici Senza Frontiere, ancora uno schiaffo al governo - "Fondi per i campi profughi in Libia? No, grazie. Facciamo da soli già da un anno. Non accettiamo fondi da chi crea il problema". Msf al governo: "Bandi per gestire i campi profughi in Libia? No, grazie: facciamo da soli già da un anno" Parla Marco Bertotto, responsabile Advocacy di Medici Senza Frontiere: "Non accettiamo fondi da chi crea il [...]

Governo italiano e Ong per gestione campi in Libia

Governo italiano e Ong per gestione campi in Libia

Stanziati 6 milioni di euro, si parte da Tripoli

Stupri e torture nei centri di detenzione in Libia. I leader Ue complici dello sfruttamento

Li abbiamo respinti, non arrivano più. Il pericolo dell'invasione islamica dell'Italia è scongiurato e poco importa che i musulmani fossero ben piccola parte dell'orda che assaliva le nostre coste. Abbiamo punito e messo a tacere le pericolose organizzazioni umanitarie che li soccorrevano in mare. Il Mediterraneo è tornato sicuro. Per noi. Ululano di gioia i vari Salvini, Di Maio e Minniti. La Mussolini inneggia a Minniti. " Uno dei nostri". E lui, il [...]

Libia, ecco le prigioni-inferno

Libia, ecco le prigioni-inferno

Tratta dei migranti, in esclusiva il reportage dell'inviato nell'inferno della Libia.

Libia, Bonino: stiamo rimandando i migranti all'inferno

Libia, Bonino: stiamo rimandando i migranti all'inferno

Roma, (askanews) - "Sono meno che entusiasta del tappo che abbiamo messo, perché non ci vuole molto ed è già ampiamente provato che stiamo rimandando della gente all'inferno. Ed è per me, da laica, impressionante, vedere che l'unico organo di stampa che segue con qualche attenzione è l'Avvenire. Se qualcuno vuole informarsi su che cosa sono i lager libici faccia il favore, che non è che deve andare esoticamente a cercare la Bbc, può trovarlo nell'edicola [...]

Alfano: Ue dia pacco di soldi a Libia, chiacchiere sono inutili

Alfano: Ue dia pacco di soldi a Libia, chiacchiere sono inutili

Cernobbio (askanews) - Per il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, "abbiamo azzeccato la strategia sulla Libia, adesso l'Europa deve prendere un pacco di soldi e investirli in accordi bilaterali con la Libia". Lo ha detto a margine del workshop Ambrosetti. "Come abbiamo fatto con la Turchia dobbiamo fare con la Libia. È inutile fare tante chiacchiere, questa è la polpa" ha aggiunto il ministro. "Il controllo delle frontiere meridionali della Libia - ha [...]

FOTO: Libia

Arco di Settimio Severo a Leptis Magna.

Arco di Settimio Severo a Leptis Magna.

L'impiccagione di libici che avevano attentato contro soldati italiani.

L'impiccagione di libici che avevano attentato contro soldati italiani.

Bandiera del Regno Unito di Libia (1951-1969, 2012-in uso).

Bandiera del Regno Unito di Libia (1951-1969, 2012-in uso).

Re Idris el-Senussi.

Re Idris el-Senussi.

Bandiera della Repubblica Araba di Libia (1969-1977)

Bandiera della Repubblica Araba di Libia (1969-1977)

Gheddafi parla in qualità di Presidente dell'Unione Africana nel palazzo ONU di Addis Abeba alla sua elezione nel febbraio 2009.

Gheddafi parla in qualità di Presidente dell'Unione Africana nel palazzo ONU di Addis Abeba alla sua elezione nel febbraio 2009.

Bandiera della Grande Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista (1977-2011).

Bandiera della Grande Giamahiria Araba Libica Popolare Socialista (1977-2011).

Simone di Cirene

La famiglia di Paolo ed i suo legami con Roma Il documento fondamentale per ricostruire la storia della famiglia di Paolo ed individuarne i componenti � la lettera ai Romani. Da essa sappiamo che la madre di Paolo Rm16,3 Signore. Salutate la carissima P�rside che ha lavorato per il Signore. [13]Salutate Rufo, questo eletto nel Signore, e la madre sua che � anche mia. era presente a Roma accompagnata da Rufo, fratello di Paolo. Tra gli obiettivi della lettera [...]

160

160 VIA DOLOROSA E CROCIFISSIONE DI GESU’   1 Allora Pilato lo consegnò loro perché fosse crocifisso. (Gv. 19,16)   2 Rilasciò colui che era stato messo in carcere per sommossa e omicidio e che essi richiedevano, e abbandonò Gesù alla loro volontà. (Lc. 23,25)   3 Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. (Mc. 15,20)   4 Allora costrinsero un tale che passava, un certo [...]

5^ Stazione: Gesù viene aiutato dal Cireneo

Torna alla scelta stazioni Via Crucis                 Noi ti adoriamo, Gesù, e ti benediciamo, con la tua Santa Croce hai redento il mondo.     Dal Vangelo secondo Luca “Lungo la strada, fermarono un certo Simone, nativo di Cirene, che tornava dai campi. Gli caricarono sulle spalle la croce e lo costrinsero a portarla dietro a Gesù”. (Lc. 23,26)     INDICAZIONI BIBLICHE “Con violenza e ingiustizia fu tolto di mezzo; chi si affliggerà per la sua [...]

Migranti, 135 nigeriani rimandati in patria dalla Libia

Migranti, 135 nigeriani rimandati in patria dalla Libia

Roma, (askanews) - Queste immagini mostrano un gruppo di 135 migranti, fra cui moltissime donne e bambini, rimpatriati il 17 agosto da Tripoli in Libia verso il paese di provenienza, la Nigeria. I migranti erano stati soccorsi in mare mentre tentavano di raggiungere l'Europa e riportati in Libia. Husni Abou-Ayanah è il capo della comunicazione dell'organo libico per la lotta all'immigrazione clandestina: "Si tratta del rimpatrio volontario di 135 migranti [...]

La Libia difende la sovranita' e blinda il suo mare

La Libia difende la sovranita' e blinda il suo mare

Dalla Sar agli spari contro le navi, la tensione con le Ong

Libia: 3 Ong ferme "troppi pericoli"

Libia: 3 Ong ferme "troppi pericoli"

Salgono a tre le Ong che hanno deciso di sospendere i soccorsi davanti alla Libia.

Libia, sintonia Italia-Germania

Libia, sintonia Italia-Germania

Nell'Ora per ora anche l'allarme per le uova infette

Haftar all'Italia: "Non siamo nemici"

Haftar all'Italia: "Non siamo nemici"

Appoggio della Merkel sul problema dei migranti e sulla stabilizzazione del regime politico in Libia.

Libia, la prima missione degli italiani

A bordo della nave Tremiti pronta a salpare da Tripoli con i libici che ci ringraziano %image%

La Libia blocca le Ong a 100 km dalla costa. Salvati e internati 105 migranti

La Libia blocca le Ong a 100 km dalla costa. Salvati e internati 105 migranti

in Libia ora c'è la democrazia approvata dalla Ue ed esercita una cosa che si chiama sovranità, termine che inorridisce gli europeisti. Se i "migranti" vengono fermati ecco che si usano i termini "internati" e "deportati". Solo se fanno guadagnare scafisti/ong/coop italiane allora sono considerati veramente  "in salvo". Questa notizia è riportata solo dal Secolo XIX, poi nascosta all'interno del giornale. SSHHHH....regime politically correct al lavoro La [...]