Lucio Dalla

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Lucio Dalla

La scheda: Lucio Dalla

Lucio Dalla (Bologna, 4 marzo 1943 – Montreux, 1º marzo 2012) è stato un musicista, cantautore e attore italiano.
Musicista di formazione jazz, è stato uno dei più importanti e innovativi cantautori italiani. Alla ricerca costante di nuovi stimoli e orizzonti, si è addentrato con curiosità ed eclettismo nei più svariati generi musicali, collaborando e duettando con molti artisti di fama nazionale e internazionale. Autore inizialmente solo delle musiche, si è scoperto in una fase matura, anche paroliere e autore dei suoi testi. Nell'arco della sua lunghissima carriera, che ha raggiunto i cinquant'anni di attività, ha sempre suonato il pianoforte, il sassofono e il clarinetto, strumenti, questi ultimi due, da lui praticati fin da giovanissimo.
La sua copiosa produzione artistica ha attraversato numerose fasi: dalla stagione beat alla sperimentazione ritmica e musicale, fino alla canzone d'autore, arrivando a varcare i confini dell'opera e della musica lirica. È stato un autore conosciuto anche all'estero ed alcune sue canzoni sono state tradotte e portate al successo in numerose lingue.



Lucio Dalla:
Lucio Dalla al sax
Nazionalità:  Italia
Genere: Soul[1] Jazz[2] Beat[3] Pop[4] Blues Rhythm and blues Musica d'autore Canzone napoletana Crossover classico
Periodo di attività: 1962-2012
Strumento: voce, clarinetto, sassofono, pianoforte, fisarmonica
Etichetta: ARC, RCA Italiana
Album pubblicati: 54
Studio: 23
Live: 9
Raccolte: 22luciodalla.it
In merito alla filmografia si contano diciassette pellicole in cui il musicista figura come attore e altre dodici, delle quali l'artista ha curato le musiche. Vengono riportate, inoltre, alcune pellicole nella cui colonna sonora sono presenti canzoni del cantautore bolognese.

Dicembre 2018: Lucio Dalla - LUCIO DALLA (1979)

Dicembre 2018: Lucio Dalla - LUCIO DALLA (1979)

  Data di pubblicazione: 1979 Registrato a: Stone Castle Studios (Carimate) Produttore: Renzo Cremonini & Alessandro Colombini Formazione: Lucio Dalla (voce, clarinetto, sassofono alto, tastiera, cori), Ron (chitarra acustica, pianoforte, cori), Francesco De Gregori (voce in Cosa sarà), Ricky Portera (chitarra elettrica, chitarra acustica, cori), Marco Nanni (basso), Giovanni Prezzoli (batteria), Aldo Banfi (sintetizzatore), Giovanni Zilioli (fisarmonica), [...]

Noemi: per Lucio nuovo processo,calunnia

Noemi: per Lucio nuovo processo,calunnia

– LECCE, 28 NOV – Lucio Marzo, il 18enne di Montesardo salentino condannato a 18 anni e 8 mesi di carcere per l’omicidio di Noemi Durini, la sua fidanzata sedicenne, dovrà affrontare un nuovo processo per rispondere questa volta dell’accusa di calunnia aggravata nei confronti del meccanico di Patù Fausto Nicolì. Noemi venne uccisa il 3 settembre dello scorso anno e il suo corpo fu rinvenuto dieci giorni dopo la sua uccisione, sotto un cumulo di [...]

EVENTI: Lucio Dalla

Nel 1972 è ancora a Sanremo (per la quarta volta) con la commovente Piazza Grande, dedicata a un senzatetto realmente vissuto, con testo di Gianfranco Baldazzi e Sergio Bardotti, la cui musica è scritta assieme a Ron e pubblicata solo su 45 giri.

L'11 gennaio 2009 partecipa alla puntata speciale di Che tempo che fa, per celebrare i dieci anni della scomparsa di Fabrizio De Andrè.

Il 10 ottobre 2009 viene trasmesso dalle radio il singolo Puoi sentirmi?, che anticipa l'uscita dell'ultimo album di inediti Angoli nel cielo, pubblicato il 6 novembre successivo.

Nel 1973 Dalla cessa il proprio rapporto professionale con i parolieri Sergio Bardotti e Gianfranco Baldazzi (autori di quasi tutte le canzoni incise fino ad allora), e si rivolge al poeta bolognese Roberto Roversi.

Nel 1971 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo presentando la canzone 4/3/1943, su parole dell'autrice di testi (in seguito storica dell'arte) Paola Pallottino, che gli vale il terzo posto assoluto.

Nel 2008 Lucio Dalla mette in scena L'opera del mendicante di John Gay, significativo esempio di ballad opera, un genere di teatro musicale sviluppatosi nell'Inghilterra del diciottesimo secolo, come reazione al melodramma di corte di stampo italiano.

Nel febbraio del 2007 inizia a collaborare con Marco Tutino, sovrintendente e direttore artistico del Teatro Comunale di Bologna e con il produttore discografico Gianni Salvioni per un progetto sul Pulcinella di Igor Stravinskij, del 1920.

Nel 1996 esce Canzoni che decreta la definitiva svolta pop dell'autore.

Nel 2006 pubblica 12000 lune, raccolta di tutti i suoi grandi successi in un triplo cofanetto con in copertina un disegno del cantante creato da Milo Manara.

Nel 1977 la carriera di Lucio Dalla subisce un nuovo "strappo".

Nel giugno del 1988 arriva una nuova esperienza ovvero Dalla/Morandi, disco da 15 tracce (ancora una volta un milione di copie vendute), contenente vecchi successi dei due amici, con in più vari inediti scritti dallo stesso Dalla, Mogol, Mario Lavezzi, Battiato, Stadio e Ron.

Nel 1964, a 21 anni, incide il suo primo 45 giri contenente Lei (non è per me), tradotta da Paoli e Sergio Bardotti, a cui segue Ma questa sera (cover di Hey Little Girl di Curtis Mayfield), entrambe pubblicate dalla ARC, casa discografica distribuita dalla RCA Italiana, per cui usciranno i successivi 45 giri di Dalla, nonché il suo primo LP.

Nel 1960 partecipa con la Rheno al Primo festival europeo del Jazz, ad Antibes, classificandosi, tra le varie "band tradizionali", al primo posto.

Nel 1969 ottiene un discreto successo con la canzone Fumetto, scelta dalla Rai come sigla del programma per bambini Gli eroi di cartone.

Nel 1982 l'attore e regista Carlo Verdone decide di dedicare al cantautore bolognese il proprio film Borotalco, dove una ragazza, interpretata da Eleonora Giorgi, cerca in tutti i modi di conoscere Lucio Dalla, suo idolo musicale.

Nel 1981 Lucio Dalla pubblica Q disc, non un vero album, bensì un nuovo formato discografico, già lanciato nel mercato dalla RCA, per promuovere nuovi artisti e ospitare cantanti già affermati, come Dalla.

Nel 1984, Dalla cambia rotta musicale.

Il 27 febbraio 2012 da Lucerna, Svizzera, parte la sua nuova tournée europea, che fa tappa la sera seguente a Zurigo e il 29 febbraio a Montreux, con l'esibizione nell'Auditorium Stravinski Concert Hall, teatro del suo ultimo e definitivo concerto.

Nel marzo del 1986 parte in tournée con gli Stadio per una serie di concerti all'estero culminati con le esibizioni negli Usa.

Nel 1985 torna a lavorare con gli Stadio e nel dicembre dello stesso anno esce Bugie (dove partecipano come batterista e autore Giovanni Pezzoli e come corista Gaetano Curreri).

Nel 1968 partecipa in qualità di narratore e cantante al film Franco, Ciccio e le vedove allegre.

Noemi Durini: le dichiarazioni dei genitori di Lucio

Noemi Durini: le dichiarazioni dei genitori di Lucio

Anche i genitori di Lucio, davanti gli inquirenti, immaginano che sulla scena del delitto oltre al figlio fossero presenti altri soggetti.

La reazione dei genitori di Lucio

La reazione dei genitori di Lucio

Ecco come i genitori di Lucio, il ragazzo accusato di aver ucciso Noemi, hanno insultato la giornalista di Quarto Grado.

coroncina in suffragio di Lucio Battisti

coroncina in suffragio di Lucio Battisti

coroncina Divina Misericordia in suffragio diper suffragare i tuoi cari fai una piccola donazione per il madagascar  scrivi nome,cognom,città e data decesso.

Un inedito di Lucio Dalla

Un inedito di Lucio Dalla

Ecco "Starter", l'inedito di Lucio Dalla nel cofanetto che ne ripercorre la straordinaria carriera.

Lucio Dalla, la storia in 70 canzoni

Lucio Dalla, la storia in 70 canzoni

(ANSA) – MILANO, 26 OTT – La storia di Lucio Dalla condensata in settanta canzoni, tra successi immortali, rarità e un inedito. Questo è ‘Duvudubà’, raccolta in uscita il 26 ottobre che presenta il repertorio del cantautore e musicista rimasterizzato a 192 KHz/24 bit dai nastri originali. Con un titolo preso dall’iconico canto scat nella sigla ‘Lunedìfilm’, in omaggio al suo amore per l’improvvisazione, il progetto si segnala per l’inedito [...]

Lucio Dalla, via il vincolo alla casa

Lucio Dalla, via il vincolo alla casa

(ANSA) – BOLOGNA, 20 OTT – Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso degli eredi di Lucio Dalla contro il vincolo posto dalla Soprintendenza alla casa-museo del cantautore e sui mobili in essa contenuti. Ne danno notizia i quotidiani locali bolognesi. I parenti di Dalla si opponevano nel giudizio amministrativo al ministero dei Beni Culturali, che nel 2014 annunciò, con l’allora ministro Dario Franceschini, l’avvio delle procedure per vincolare la [...]

Lucio Dalla, via il vincolo alla casa

Lucio Dalla, via il vincolo alla casa

(ANSA) – BOLOGNA, 20 OTT – Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso degli eredi di Lucio Dalla contro il vincolo posto dalla Soprintendenza alla casa-museo del cantautore e sui mobili in essa contenuti. Ne danno notizia i quotidiani locali bolognesi. I parenti di Dalla si opponevano nel giudizio amministrativo al ministero dei Beni Culturali, che nel 2014 annunciò, con l’allora ministro Dario Franceschini, l’avvio delle procedure per vincolare la [...]

Omicidio Noemi - Lucio ancora a processo

Omicidio Noemi - Lucio ancora a processo

Intervista esclusiva a Fausto Nicolì

FOTO: Lucio Dalla

Firma di Lucio Dalla

Firma di Lucio Dalla

Lucio Dalla nel 1949 all'età di 6 anni, durante una recita scolastica

Lucio Dalla nel 1949 all'età di 6 anni, durante una recita scolastica

Il celebre jazzista Chet Baker

Il celebre jazzista Chet Baker

Lucio Dalla con Gino Paoli, negli anni sessanta

Lucio Dalla con Gino Paoli, negli anni sessanta

Gli Idoli accompagnano Lucio Dalla nel 1967, sono visibili da sinistra a destra Emanuele Ardemagni al basso, Giorgio Lecardi alla batteria e Bruno Cabassi alle tastiere

Gli Idoli accompagnano Lucio Dalla nel 1967, sono visibili da sinistra a destra Emanuele Ardemagni al basso, Giorgio Lecardi alla batteria e Bruno Cabassi alle tastiere

Lucio Dalla assieme a Patty Pravo e Luigi Tenco

Lucio Dalla assieme a Patty Pravo e Luigi Tenco

Lino Patruno, Lucio Dalla, Nanni Svampa e Lucia Mannucci nel 1970

Lino Patruno, Lucio Dalla, Nanni Svampa e Lucia Mannucci nel 1970

Marian Trapassi, un "Futuro" pensando a Lennon e Lucio Dalla

Marian Trapassi, un "Futuro" pensando a Lennon e Lucio Dalla

In anteprima la clip del brano che anticipa l'album di inediti di prossima uscita

Brunori, vorrei live su Dalla a Riace

Brunori, vorrei live su Dalla a Riace

(ANSA) – PALERMO, 12 OTT – Pensato e scritto per lo Sky Arte Festival che si tiene il 12 e 13 ottobre a Palermo, il concerto di Brunori Sas dedicato a Come è profondo il mare di Lucio Dalla potrebbe avere anche una replica a Riace, in onore della battaglia del sindaco Mimmo Lucano, oggi agli arresti domiciliari. Lo anticipa alla presentazione del festival a Palermo lo stesso Dario Brunori: “Non ne voglio certo fare un tour – spiega l’artista rispondendo [...]

Noemi: mamma,dare 30 anni galera a Lucio

Noemi: mamma,dare 30 anni galera a Lucio

(ANSA) – BARI, 6 OTT – Insoddisfatta per la condanna di 18 anni e otto mesi inflitta al 18enne Lucio Marzo, l’assassino di sua figlia Noemi Durini, Imma Rizzo lancia un appello ai ministri dell’Interno, Matteo Salvini, e della Giustizia, Alfonso Bonafede, chiedendo giustizia: “C’è questa condanna ma non mi fermerò qui”, ha detto la mamma di Noemi nel corso della trasmissione ‘Quarto grado’. “Diamogli 30 anni”, chiede la donna. “Siamo [...]

Caso Durini: le parole del papà di Lucio

Caso Durini: le parole del papà di Lucio

L'uomo spiega cosa successe la mattina dopo che Noemi fu uccisa, lui non ha aiutato il figlio ad occultare il cadavere della giovane.

Omicidio Durini: I genitori di Lucio sapevano?

Omicidio Durini: I genitori di Lucio sapevano?

La mamma di Noemi, dice che non si fermerà, vuole che Lucio abbia 30 anni di carcere, dubbi grandi anche sui genitori.

La condanna per Lucio Marzo

La condanna per Lucio Marzo

L'assassino, reo confesso per l'uccisione di Noemi Durini, ha avuto 18 anni di condanna.

Omicidio Noemi: Lucio condannato

Omicidio Noemi: Lucio condannato

Il commento del padre di Noemi

Omicidio Noemi: Lucio condannato

Omicidio Noemi: Lucio condannato

Interviste esclusive ai familiari della ragazza uccisa e al padre del reo!

Lucio condannato a 18 anni e 8 mesi per l'omicidio di Noemi

Lucio condannato a 18 anni e 8 mesi per l'omicidio di Noemi

E’ stato condannato a 18 anni e 8 mesi di reclusione Lucio Marzo, il 18enne di Montesardo Salentino reo confesso dell’omicidio della sua fidanzata sedicenne Noemi, uccisa il 3 settembre del 2017. Lo ha deciso il Tribunale dei Minorenni di Lecce dove il processo si è celebrato con rito abbreviato. “Non potrò mai perdonarlo, bisogna dargli l’ergastolo”, ha detto Imma Rizzo, la madre di Noemi. Con Lucio, ha spiegato la donna, “ci siamo guardati negli [...]

Noemi: condanna 18 anni e 8 mesi a Lucio

Noemi: condanna 18 anni e 8 mesi a Lucio

(ANSA) – LECCE, 4 OTT – E’ stato condannato a 18 anni e 8 mesi di reclusione Lucio Marzo, il 18enne di Montesardo Salentino reo confesso dell’omicidio della sua fidanzata sedicenne Noemi, uccisa il 3 settembre del 2017. Lo ha deciso il Tribunale dei Minorenni di Lecce dove il processo si è celebrato con rito abbreviato.