Scopri tutto su Marcegaglia (azienda)

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

In rilievo

Freddo

La scheda: Marcegaglia (azienda)

Palmira Bazzani, Antonio Marcegaglia, Emma Marcegaglia (amministratori)
Marcegaglia S.p.A. è un'azienda italiana fondata nel 1959 da Steno Marcegaglia ed attiva nella lavorazione dell'acciaio. Ha diversificazioni nel settore turistico (villaggi) ed immobiliare.



Marcegaglia:
Stato:  Italia
Tipo: Società per azioni
Fondazione: 1959 a Gazoldo degli Ippoliti
Fondata da: Steno Marcegaglia
Sede principale: Gazoldo degli Ippoliti (MN)
Persone chiave: Palmira Bazzani, Antonio Marcegaglia, Emma Marcegaglia (amministratori)
Settore: Metallurgico
Prodotti: Tubi saldati, nastri, lamiere, acciaio inox, manici, spazzole, condensatori ed evaporatori per elettrodomestici, serpentine per refrigerazione, ponteggi, pannelli coibentati, guardrails, scaffalature
Fatturato: 6,0 miliardi di euro
Dipendenti: 7.000www.marcegaglia.com
Modifica dati su Wikidata · Manuale
La storia del Gruppo Marcegaglia ha inizio nel 1959, quando Steno Marcegaglia, poco meno che trentenne, rileva in compagnia di un socio, attraverso la Marcegaglia-Caraffini di Gazoldo degli Ippoliti (Mantova), un'azienda artigianale per la produzione di tubi da irrigazione e di guide metalliche per tapparelle.
Quattro anni più tardi, a Contino di Volta Mantovana, viene costituita la Ipas, che produce trafilati da tondo e da piatto con una decina di dipendenti. Mentre a Gazoldo degli Ippoliti, dove già lavorano circa 30 addetti alla produzione di profilati aperti, si cominciano a fabbricare i primi tubi da nastro a freddo.
Dal 1963 in poi le attività produttive di queste piccole aziende vengono potenziate e ampliate con investimenti puntuali e costanti. E nel 1969 viene acquistato un nuovo laminatoio per la fabbricazione di nastro a freddo.
Nel 1974 lo stabilimento di Gazoldo degli Ippoliti si dota di altri 250 000 metri quadrati di capannoni. La gamma produttiva si diversifica e si completa con l'aggiunta dei tubi da nastro a caldo.
Nel 1978, dopo aver rilevato la Laminatoi Meridionali di Arzano (Napoli), il Gruppo Marcegaglia dà nuovo impulso alle sue attività industriali attraverso un programma di acquisizioni di aziende produttive in difficoltà, che vengono risanate e rese competitive nei loro diversi settori di appartenenza.
Nel 1982, quando il numero complessivo degli occupati ha già raggiunto le 640 unità, a Casalmaggiore sorge il secondo più importante stabilimento del gruppo, che viene dotato di impianti tecnologicamente all'avanguardia realizzati dalla "Oto Mills" di Boretto (Reggio Emilia). Un'azienda, questa, acquisita in partnership con altri soci nel 1979, che rivestirà un ruolo chiave per l'innovazione tecnica di tutti i suoi insediamenti produttivi.
Nel 1983 vengono rilevate tre nuove società: la Lombarda Tubi di Lomagna (Lecco), la Saom di Boltiere (Bergamo) e la Trisider di Tezze (Vicenza).
Il fatturato complessivo del "made in Marcegaglia" è ormai salito nel 1983 all'equivalente di 175 milioni di euro e l'occupazione supera gli 860 dipendenti. Il gruppo di aziende continua ad essere seguito in prima persona da Steno Marcegaglia, coadiuvato dalla moglie Palmira Bazzani, a cui si affiancheranno successivamente i figli Antonio ed Emma.
Nel 1984 un piano di ristrutturazione interna ridelinea la fisionomia al gruppo. Nella neocostituita Marcegaglia Spa vengono incorporate per fusione la ex-Metallurgica Marcegaglia, la ex-Ipas e la ex-Tubi Acciaio. La Lombarda Tubi incorpora la ex-Saom, mentre Trisider e Oto Mills mantengono la loro autonomia societaria nel settore distributivo ed ingegneristico.
Nel 1985 il Gruppo Marcegaglia prosegue nello sviluppo delle sue attività industriali con l'acquisizione di tre importanti società del gruppo Maraldi: la Maraldi di Ravenna, la Forlisider di Forlimpopoli (Forlì) e la Salpa di Cervignano del Friuli (Udine), specializzate nella produzione di tubi per condotte di acqua, gas e metano, che saranno poi riconvertite e trasformate nei nuovi stabilimenti Marcegaglia di Forlì, di Cervignano e di Ravenna.
Nel 1985, dopo aver rilevato la Cct di Santo Stefano Ticino (Milano), viene acquisita anche la Profilnastro di Dusino San Michele (Asti), allora in amministrazione controllata, operante nel settore della produzione di tubolari da nastro a caldo.
La gestione delle società operative sorte dalla riconversione, il controllo delle partecipazioni del gruppo in società industriali non metallurgiche e la gestione di un notevole portafoglio azionario ed obbligazionario, impongono nel 1987 la costituzione di una nuova società, la Fingem Spa, che diviene uno dei maggiori operatori finanziari sui mercati nazionali ed europei.
Nel 1988 viene acquistata dal Credit Suisse l'Isola di Albarella, un complesso turistico divenuto oggi uno fra più rinomati centri di vacanza, salute e relax del Mare Adriatico.
Il 1988 vede anche la costituzione di Bioindustrie Mantovane, mentre nell'anno successivo si registrano le acquisizioni delle aziende Oskar di Osteria Grande (BO), Nuova Omec, Ennepi di Lugo di Romagna (RA), Imat di Fontanafredda (PN), CCT di Gallarate (VA) ed Elet.Ca di Capalle (FI), oltre all'ingresso nel capitale di Elletre di Montebello Vicentino (VI), Fergallo di Motteggiana (MN) e SIM di Sant'Atto (TE).
Sempre del 1989 sono la costituzione di Marcegaglia Deutschland a Düsseldorf (Germania) e di Marcegaglia Impianti a Saronno (VA), mentre nei pressi di Londra nasce la United Stainless Steel, poi dal 1997 denominata Marcegaglia UK con sede a Dudley, West Midlands. Sono del 1991 le acquisizioni delle italiane Resco Tubi di Cusago (MI) e OMF di Fiume Veneto (PN), oltre che dell'americana New Bishop Tube di Philadelphia. A quest'ultima segue, l'anno successivo, l'acquisizione della vicina Damascus di Greenville (PA), che sarà ad essa accorpata dando vita alla Damascus-Bishop Tube Company.
Nel 1993 viene costituita la trading company Central Bright Steel per la commercializzazione di tubi saldati nel Regno Unito. Viene inoltre acquisito il gruppo belga Cotubel.
Nel 1994 viene acquisita la milanese Brollo Profilati con sede a Desio, mentre il 1995 vede l'acquisizione di ETA (Euro Tubi Acciaio) di Milano e la partecipazione in Allu's di Sesto al Reghena (PN).
Il 1996 si apre con l'acquisizione dell'area "ex Breda" Milano e il trasferimento nella stessa della ex-Brollo Profilati, quindi prosegue con la costituzione di Euro Energy Group a Gallarate (VA) e la rilevazione di Nuova Forsidera Spa, stabilimenti di Corsico (MI) e di Albignasego (PD).
Dopo la costituzione nel 1997 di Green Power, nel 1998 vengono costituite le americane Oskar USA a Birmingham, AL e Oto Mills USA a Wheaton, IL e viene acquisita una nuova area industriale a Munhall nei pressi di Pittsburgh, sede della nuova Marcegaglia USA che incorpora la Damascus-Bishop Tube Company.
Sempre nel 1998 nasce la società di engineering Boiler Expertise e vengono acquisite la produttiva Astra di Mezzolara di Budrio (BO) e lo stabilimento ex-Siderplating con la denominazione Marcegaglia San Giorgio di Nogaro (UD).
L'anno successivo è caratterizzato dalla costituzione delle sedi estere Marcegaglia Iberica, Marcegaglia Ireland, Marcegaglia do Brasil, Marcegaglia France e Marcegaglia Austria, dall'acquistizione delle società Morteo Nord di Pozzolo Formigaro (AL), quest'ultima grazie all'apporto di Antonio Marcegaglia, e Ponteggi Dalmine di Milano, Graffignana (LO) e Potenza e dalla stipula della joint-venture con il Gruppo Arbed a Brema (Germania).
Nel 2000 si perfezionano le partecipazioni in Comart e NE-CCT, oltre all'acquisizione di Earcanal (Leioa, Spagna) a cui segue, nel 2001, quella del complesso turistico di Pugnochiuso (FG). Sempre nel 2001 viene costituita Oto Mills do Brasil a San Paolo e viene inaugurato a Ravenna il primo grande ampliamento dello stabilimento produttivo Marcegaglia.
Nel 2002 diviene operativo lo stabilimento Marcegaglia di Taranto nell'area ex Belleli (Boiler Expertise) e nel 2003 BVB di San Lorenzo in Campo (PU) entra a far parte del gruppo.
Nel 2004 con Banca Intesa ed il gruppo IFIL, viene perfezionata l'acquisizione del 49% di Sviluppo Italia Turismo, e viene avviato l'accordo di cogestione decennale degli impianti dell'acciaieria inglese di Teesside.
Nel 2005 si avviano i lavori di ampliamento dello stabilimento di Garuva in Brasile, e viene inaugurato quello polacco di Praszka. A questo segue l'acquisizione, nel 2006, dell'area per la vicina nuova sede produttiva di Kluczbork.
Il 2007 è caratterizzato dagli interventi di potenziamento degli stabilimenti italiani di Ravenna e Boltiere (BG), dalla costituzione di Marcegaglia Gulf a Doha, Qatar, dall'acquisizione in Sardegna del complesso alberghiero di Forte Village a Santa Margherita di Pula e del villaggio turistico "Le Tonnare" a Stintino, dall'attività di espansione nel settore energetico con Arendi e dall'ingresso di Marcegaglia nel capitale di Gabetti Property Solutions.
Sono del 2008 infine la costituzione del nuovo stabilimento di Yangzhou in Cina e della sede Marcegaglia Romania a Cluj, l'avvio dei lavori per il nuovo stabilimento di Vladimir, Russia e l'acquisizione della struttura turistica Castel Monastero di Castelnuovo Berardenga (SI) e del complesso immobiliare "Ex Arsenale" a La Maddalena (SS).
Al 2009 detiene lo 0,88% di Alitalia.

Da De Benedetti a Marcegaglia: Mps prestava soldi ai ricchi che non li restituivano

Da De Benedetti a Marcegaglia: Mps prestava soldi ai ricchi che non li restituivano

sono i piccoli imprenditori e gli artigiani ad aver "rubato" al sistema bancario vero, (lo disse il Bomba)? Siamo certi che la Ue, le banche, il fisco, il governo andranno a bussare alle porte di questi signori amici del PD (compreso l'"antagonista" Silvio) Ricapitoliamo, loro si tengono i soldi, non rischiano certo né Equitalia né il suicidio, E NOI CON LE STANGATE VARIE E TASSE RIPIANIAMO IL LORO DEBITO "Viene fuori che il 70% delle insolvenze è concentrato [...]

Ilva: Marcegaglia-Arcelor,sì a j.venture

Ilva: Marcegaglia-Arcelor,sì a j.venture

(ANSA) - ROMA, 17 MAG - Il gruppo Marcegaglia e il gruppo Arcelor-Mittal hanno comunicato ufficialmente la volontà di presentare un'offerta insieme per l'acquisizione dell'Ilva. Secondo fonti vicine all'operazione, i due concorrenti hanno formalmente manifestato ai commissari la volontà di costituire una joint venture per presentare un'offerta. La cordata che avrebbe come capofila Arcelor potrebbe accogliere anche altri soci e nel contempo, secondo quanto si [...]

Ilva, 19 vanno a data room. Fonti: ci sono Marcegaglia, Cdp, Arcelor

ROMA (Reuters) - Dei 29 soggetti che hanno manifestato interesse per l'intero gruppo Ilva o per singole società, 19 sono stati ammessi alla fase di due diligence mentre agli altri 6 è stato chiesto un supplemento di documentazione. Lo dice un comunicato dell'amministrazione straordinaria del gruppo dell'acciaio aggiungendo che 17 soggetti sono italiani e 12 stranieri. Secondo fonti vicine all'operazione, i soggetti ammessi alla data room sono: DHI Di Nardi [...]

Marcegaglia, Bracco, Marina B. La mappa italiana del potere 'rosa'

Eni: Marcegaglia, no dimissioni Descalzi

Eni: Marcegaglia, no dimissioni Descalzi

(ANSA) - ROMA, 15 OTT - L'idea che l'a.d di Eni Claudio Descalzi si dimetta e' un'ipotesi che "non esiste e non è mai esistita". Lo ha detto il presidente della società Emma Marcegaglia interpellata al riguardo a margine dell'Asia-Europe Business Forum. "Assolutamente no, non sono mai state offerte", ha aggiunto sull'ipotesi di dimissioni. "Il consiglio di amministrazione all'unanimità ha ribadito la fiducia a Descalzi'', ha concluso.

Grave artigiano caduto alla Marcegaglia

Grave artigiano caduto alla Marcegaglia

(ANSA) - RAVENNA, 26 GIU - Grave infortunio sul lavoro allo stabilimento ravennate della Marcegaglia. Un dipendente di 30 anni di una ditta esterna - azienda artigiana ravennate in subappalto al reparto 'zincatura' - è caduto da circa metri dopo essere presumibilmente scivolato da una piattaforma sopraelevata sulla quale era salito per riparare un macchinario. Subito soccorso da alcuni colleghi, è ora in prognosi riservata all'ospedale Bufalini di Cesena. La [...]

Marcegaglia:il 28/4 assemblea Buildtech

Marcegaglia:il 28/4 assemblea Buildtech

(ANSA) - MILANO, 24 APR - E' in programma per lunedì prossimo un'assemblea dei lavoratori della Buildtech, l'azienda che produce pannelli per l'edilizia, che il gruppo Marcegaglia intende trasferire da Sesto San Giovanni (Milano) nell'impianto di Pozzolo Formigaro (Alessandria), con un totale di 75 esuberi tra i due siti, secondo i sindacati, che ieri hanno incontrato la direzione aziendale. Critico Mirco Rota della Fiom sul 'piano sociale' presentato dal Gruppo, [...]

Marcegaglia:il 28/4 assemblea Buildtech

Marcegaglia:il 28/4 assemblea Buildtech

(ANSA) - MILANO, 24 APR - E' in programma per lunedì prossimo un'assemblea dei lavoratori della Buildtech, l'azienda che produce pannelli per l'edilizia, che il gruppo Marcegaglia intende trasferire da Sesto San Giovanni (Milano) nell'impianto di Pozzolo Formigaro (Alessandria), con un totale di 75 esuberi tra i due siti, secondo i sindacati, che ieri hanno incontrato la direzione aziendale. Critico Mirco Rota della Fiom sul 'piano sociale' presentato dal Gruppo, [...]

Marcegaglia chiude a Milano: a rischio 169 dipendenti. Foto

Marcegaglia chiude a Milano: a rischio 169 dipendenti. Foto

INCENERITORI DI RIFIUTI: LE ILLEGALITA' DI FITTO, VENDOLA & MARCEGAGLIA

INCENERITORI DI RIFIUTI: LE ILLEGALITA' DI FITTO, VENDOLA & MARCEGAGLIA

Manfredonia: inceneritore di rifiuti Marcegaglia (1 luglio 2011) - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati) di Gianni Lannes  Illegalità, abusi di potere, ma soprattutto una serie di gravi reali penali, compresa l'associazione a delinquere e la truffa ai danni dello Stato, commessi dal Gruppo Marcegaglia, dalle amministrazioni comunali di Manfredonia (i sindaci Campo e Riccardi), dalla Regione Puglia e da tanti altri soggetti istituzionali (il [...]

FOTO: Marcegaglia (azienda)

Veduta dello stabilimento Marcegaglia di Milano

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

Emma "La Dolce" Marcegaglia parla, e lo fa in modo veemente scagliandosi tacco 18 alla mano contro i sindacati. L’oggetto del contendere è, tanto per cambiare, la riforma del lavoro e...

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

Emma "La Dolce" Marcegaglia parla, e lo fa in modo veemente scagliandosi tacco 18 alla mano contro i sindacati. L’oggetto del contendere è, tanto per cambiare, la riforma del lavoro e...

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

La Marcegaglia le suona e le canta al rottweiler Camusso & Co.

Emma "La Dolce" Marcegaglia parla, e lo fa in modo veemente scagliandosi tacco 18 alla mano contro i sindacati. L’oggetto del contendere è, tanto per cambiare, la riforma del lavoro e in particolare...

Marcegaglia: «Il sindacato non protegga i ladri». Reazione infuriata:«Parole offensive». Bersani contro Monti sulla riforma del lavoro. Alfano: «Premier vada avanti, non sia timido»

Bufera dopo le dichiarazioni del presidente di confindustria. La leader degli industriali: no all'abolizione dell'art 18, ma invita i sindacati a non proteggere i «fannulloni». Il segretario del Pd: «In dubbio il nostro sì se non c'è accordo». Il ministro Fornero: «Intesa possibile»

Marcegaglia: la flessibilità non aumenti costi. Camusso: governo più morbido? Ora negozia

LA RIFORMA DEL LAVORO. Ma c'è ancora distanza sull' Articolo 18. Fornero tende la mano: «Affrontiamolo per ultimo». La leader Cgil «Non è un tema»Flash RequiredFlash is required to view this media.Download Here.ROMA - «Nessun aut aut del governo sulla riforma del mercato del lavoro. Non è un prendere o lasciare. Ma deve essere chiaro - dice il ministro Elsa Fornero in apertura del tavolo con la parti sociali a palazzo Chigi - che il tema del riordino dei [...]

Posto fisso monotono. Bufera su Monti, la Marcegaglia lo difende

Posto fisso monotono. Bufera su Monti, la Marcegaglia lo difende

Roma, 2 feb. (TMNews) - Piovono critiche sul premier Monti dopo la sua stroncatura dell'idea del posto fisso: una "monotonia" alla quale i giovani devono rinunciare. E, mentre la Marcegaglia lo difende spiegando che si tratta di una condizione superata, sul web esplode la rabbia dei giovani vero il presidente del Consiglio. Critiche arrivano anche dal Pd, che attraverso il parlamentare Nicola Latorre bolla l'uscita del premier come una "sciocchezza" e dal Pdl che [...]

G.Cremaschi - No a Giavazzi e no a Marcegaglia

Su “Il Corriere della Sera”, l’economista Francesco Giavazzi ha esaltato il dannunzianesimo padronale di Marchionne e ha dichiarato la Confindustria ente inutile. Gli ha risposto ovviamente la Presidente dell’organizzazione, elencando tutti i suoi meriti. E’ interessante seguire questo scontro tra destra ed estrema destra nel capitalismo...

La Signora Marcegaglia.....

La Signora Marcegaglia.....

Anche Pigna lascia la Ledy ,il Gruppo Cartario e 4 Aziende Tessili annunciano l'uscita da Viale dell'Astronomia,forse per la "Sora" Emma..Dimmi  con  chi stai e ti dirò chi sei:le 3 Italie di Sergio,Emma e Diego.Il cinismo costruttivo dell'ad del Lingotto,la nostalgia di lady Industria per la "guerra fredda" e l'abilità di Mr Tod's  nel spararle grosse....La Confindustria è allo sbaraglio per la Lay Mozzarella ,è riuscita a spaccare tutto,voleva fare come [...]

Marcegaglia

Continua a parlare imperterrita. Noncurante del fatto che qualunque cosa abbia a dire noi la sappiamo già. Del resto per lei occuparsi dell’impresa di famiglia sarebbe una fatica immane. Ma al di là di questo, ossia al di là del disco rotto, che ripete sempre le stesse cose, vi è il sospetto che ci sia dell’altro quando la Sciùra (pardon, la “tusa”) insiste sulla riduzione della spesa pubblica. Per quale motivo dovrebbe interessare in modo particolare [...]

il cattivo esempio della marcegaglia

fattoquotidiano Il Fatto Quotidiano    Marcegaglia, giudice del lavoro condanna gruppo per comportamento antisindacale http://bit.ly/j32PlI    grazie