Massimo Carminati

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Località
In rilievo

Località

Massimo Carminati

La scheda: Massimo Carminati

Massimo Carminati (Milano, 31 maggio 1958) è un criminale italiano, esponente del gruppo eversivo d'ispirazione neofascista Nuclei Armati Rivoluzionari e affiliato all'organizzazione malavitosa romana denominata Banda della Magliana.
Dopo la militanza politica giovanile, verso la metà degli anni settanta inizia a frequentare gli ambienti dell'eversione politica e del crimine organizzato. Carminati viene arrestato in dicembre 2014 nell'ambito dell'inchiesta Mafia Capitale e condannato il 20 luglio 2017 a 20 anni di reclusione per associazione a delinquere.



Mondo di mezzo, confisca beni per milioni a Carminati e Buzzi

Mondo di mezzo, confisca beni per milioni a Carminati e Buzzi

Il tribunale per le misure di prevenzione di Roma ha proceduto alla confisca di beni (fino ad ora sotto sequestro) per decine di milioni di euro nell’ambito del procedimento sul Mondo di mezzo. I giudici, così come sollecitato dalla procura nel febbraio scorso, hanno confiscato, tra l’altro, opere d’arte, conti correnti, libretti di deposito, immobili, quote societarie, auto e motoveicoli, fabbricati, terreni, magazzini e depositi. Per il tribunale [...]

Roma, Mafia Capitale, scarcerato il braccio destro di Carminati

Roma, Mafia Capitale, scarcerato il braccio destro di Carminati

Cronaca 01 marzo 2018 Roma, Mafia Capitale, scarcerato il braccio destro di Carminati Condannato a 11 anni per associazione a delinquere nel maxi processo, Riccardo Brugia, a 5 giorni dall'inizio del processo d'Appello viene messo ai domiciliari di FEDERICA ANGELI Riccardo Brugia, braccio destro di Massimo Carminati, condannato a 11 anni di carcere in primo grado, nel maxi processo Mafia capitale, è stato scarcerato dal tribunale del riesame e messo agli [...]

EVENTI: Massimo Carminati

Nel maggio del 2010 il procuratore generale di Perugia dispone la sospensione dell'esecuzione della pena.

Nel 1988, a Milano, Massimo Carminati fu condannato dalla corte d'appello, per ricettazione, reato avvenuto il 20 aprile 1981.

Il 20 luglio 2017 è stato condannato a 20 anni di reclusione dal tribunale ordinario di Roma per associazione a delinquere.

Tra il 1980 e i primi mesi del 1981 Carminati si trova in Libano insieme ad altri componenti dei NAR a sostenere i falangisti cristiano-maroniti di Kataeb nella guerra civile contro i filo-palestinesi.

Nel 1991, a Roma, Massimo Carminati fu condannato con sentenza definitiva, a un anno, sei mesi e venti giorni di carcere, per rapina, detenzione illegale di armi e munizioni, porto illegale di armi.

Il 28 maggio 1982 viene rinviato a giudizio insieme ad altri cinquantacinque neofascisti del gruppo dei NAR: il giudice istruttore contesta diversi capi di imputazione che vanno dalla strage alla rapina, all'omicidio, alla violazione della legge sulle armi, al danneggiamento doloso.

Il 6 marzo 1978 nella rapina all'armeria Centofanti muore Anselmi, ucciso dal proprietario.

Il 27 novembre 1979 a 21 anni, partecipa, assieme a esponenti dei NAR e di Avanguardia Nazionale come Valerio Fioravanti, Domenico Magnetta, Peppe Dimitri e Alessandro Alibrandi, alla rapina di autofinanziamento del gruppo ai danni della filiale della Chase Manhattan Bank di piazzale Marconi all'EUR.

Il 12 gennaio 2015 i PM della Procura di Roma chiedono per lui e altri 10 indagati la sorveglianza speciale, l'obbligo di soggiorno e la confisca dei beni.

Il 2 dicembre 2014 viene arrestato dai Carabinieri del ROS (Raggruppamento Operativo Speciale) insieme ad altre trentasei persone, tra cui Salvatore Buzzi, ritenuto suo braccio destro, con l'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di valori, corruzione, turbativa d'asta, false fatturazioni nell'ambito dell'inchiesta Mondo di Mezzo della procura di Roma riguardante le infiltrazioni mafiose, chiamata dagli inquirenti Mafia Capitale, nel tessuto imprenditoriale, politico ed istituzionale della città, attraverso un sistema corruttivo finalizzato ad ottenere l'assegnazione di appalti e finanziamenti pubblici dal Comune di Roma e dalle aziende municipalizzate, con interessi anche nella gestione dei centri di accoglienza degli immigrati e nel finanziamento di cene e campagne elettorali (tra cui quella dell'ex sindaco Gianni Alemanno, che figura tra gli indagati, posizione poi archiviata).

Mafia Capitale, Orlando revoca il 41bis a Carminati

Mafia Capitale, Orlando revoca il 41bis a Carminati

Prendendo atto della sentenza che non ha riconosciuto l’associazione mafiosa il ministro ha revocato l’articolo 41bis a Massimo Carminati, su conforme parere della Direzione Nazionale Antimafia e della Direzione distrettuale antimafia di Roma. Sarà presentato nel giro di qualche giorno il ricorso al Tribunale del Riesame per la richiesta di arresti domiciliari per Salvatore Buzzi, il ras delle cooperative romane condannato, in primo grado, a 19 anni di [...]

Roma: esclusa mafia, 20 anni a Carminati

Roma: esclusa mafia, 20 anni a Carminati

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – Il tribunale di Roma ha condannato Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, presunti capi di ‘Mafia capitale’ rispettivamente a 20 e 19 anni di reclusione. Cade l’accusa di associazione mafiosa e per questo motivo le pene sono state inferiori alle richieste del pm. L’ex capogruppo del Pdl in Comune, Luca Gramazio, è stato condannato a 11 anni. Per l’ex capo dell’assemblea capitolina Mirko Coratti (Pd) la corte ha deciso una [...]

Mafia Capitale, 20 anni a Carminati e 19 per Buzzi

Mafia Capitale, 20 anni a Carminati e 19 per Buzzi

I giudici della X sezione del Tribunale di Roma hanno condannato il ras delle coop Salvatore Buzzi a 19 anni di reclusione nel maxiprocesso di 'Mafia capitale' e 20 a Massimo Carminati

Mafia Capitale, il pm chiede 28 anni per Carminati e 26 per Buzzi

Mafia Capitale, il pm chiede 28 anni per Carminati e 26 per Buzzi

Roma, 27 apr. (askanews) – Per Massimo Carminati 28 anni di carcere e 26 per Salvatore Buzzi. Queste le richieste di pena fatte dai pubblici ministeri nell’ambito del processo ‘Mafia Capitale’. Secondo l’accusa, che ha fatto la sua requisitoria nell’aula bunker di Rebibbia, il processo riguarda “fatti gravi” ed “è stata riscontrata una spiccata capacità di delinquere” negli imputati. Ancora, i pm hanno chiesto una condanna a 19 anni e 6 mesi [...]

Mafia capitale, pm: Buzzi inattendibile e Carminati non credibile

Mafia capitale, pm: Buzzi inattendibile e Carminati non credibile

Roma, 11 apr. (askanews) – “Salvatore Buzzi è un caso di scuola di inattendibilità assoluta e radicale. E sotto il profilo della coerenza si rivela la sua totale inattendibilità. Nel diritto l’imputato ha diritto alla menzogna e proprio per questo – prosegue – quando lo si valuta bisogna farlo con filtro critico”. Lo ha detto il procuratore aggiunto Paolo Ielo soffermandosi sulla posizione di uno dei principali imputati del processo ‘mafia [...]

Mafia Capitale, Boccacci e i camerati in aula: Carminati parla e torna il clima di piombo anni ’70: “Io ancora in guerra” – Il Fatto Quotidiano

Ha un’odore stantio di una vecchia cantina quel mondo che Massimo Carminati ricrea attorno a sé. Sembra di rivedere i volti dei “pischelli” della banda della Magliana (“Bravi ragazzi alcuni, presidente, e lei lo sa che io non sono una mammola”) e i titoli dei giornali con le foto dei morti rimasti sull’asfalto, in una […]

Carminati: "Sono un vecchio fascista degli anni '70"

Carminati: "Sono un vecchio fascista degli anni '70"

Roma, 29 mar. (askanews) – “Sono un vecchio fascista degli anni ’70, sono contento di essere così, di essere quello che sono”. Lo ha detto Massimo Carminati, in video conferenza dal carcere di Parma, all’inizio del suo intervento nel processo Mafia capitale. Piena in ogni ordine di posto l’aula bunker di Rebibbia, dove l’esame dell’ex Nar è iniziato in ritardo per problemi di audio con il collegamento con Parma. Riguardo ai pedinamenti e alle [...]

Chiesta sorveglianza per Carminati

Chiesta sorveglianza per Carminati

(ANSA) - ROMA, 12 GEN - Sorveglianza speciale, obbligo di soggiorno per tre anni e confisca dei beni sequestrati per circa 300 milioni di euro. E' quanto chiesto dalla procura di Roma alla sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Sorveglianza per i principali indagati, una decina, nell'inchiesta su Mafia Capitale. Tra loro Massimo Carminati e Salvatore Buzzi e Riccardo Mancini. Le richieste sono state fatte nella prospettiva che gli indagati tornino liberi [...]

Mafia: affari Carminati con 'ndrangheta

Mafia: affari Carminati con 'ndrangheta

(ANSA) - ROMA, 9 GEN - "Il clan di Massimo Carminati è da anni in affari con il clan 'ndranghetista dei Mancuso di Limbadi". E' quanto scrivono i giudici del Riesame nelle motivazioni con cui hanno respinto le istanze di scarcerazione di Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero, ritenuti dalla Procura l'anello di congiunzione tra la ndrangheta calabrese e Mafia Capitale.

Mafia Roma: Carminati, sto bene

Mafia Roma: Carminati, sto bene

(ANSA) - ROMA, 30 DIC - "Sto bene, non mi manca nulla. Grazie per la visita". Queste le parole che l'ex Nar Massimo Carminati, insieme ad una stretta di mano, ha scambiato con il deputato Pd Davide Mattiello, componente delle Commissioni Giustizia e Antimafia, andato a trovarlo in carcere a Parma, dove è detenuto in regime di 41 bis, il carcere duro. Mattiello sottolinea come sia a rischio il sistema di video sorveglianza del carcere di Parma.

Mafia Roma: Carminati trasferito in carcere a Parma

Mafia Roma: Carminati trasferito in carcere a Parma

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - Massimo Carminati è stato trasferito dal carcere di Tolmezzo (Udine) a quello di Parma, sempre in regime di 41 bis previsto per i mafiosi, applicato da alcuni giorni al presunto capo di Mafia Capitale. La notizia è stata confermata dal legale di Carminati, Giosuè Naso, secondo il quale il trasferimento è avvenuto il giorno di Natale. E' detenuto anche Totò Riina nel carcere di Parma nel quale è stato trasferito Massimo Carminati, ex [...]

Carminati trasferito da Tolmezzo a Parma

Carminati trasferito da Tolmezzo a Parma

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - Massimo Carminati è stato trasferito dal carcere di Tolmezzo (Udine) a quello di Parma, sempre in regime duro di 41 bis previsto per i mafiosi, applicato da alcuni giorni al presunto capo di Mafia Capitale. La notizia è stata confermata dal legale di Carminati, Giosuè Naso, secondo il quale il trasferimento è avvenuto il giorno di Natale. L'avvocato dice di non conoscerne i motivi. "Parma è un carcere più duro, c'è anche Riina - dice [...]

Mafia Roma, Carminati in carcere a Parma

Mafia Roma, Carminati in carcere a Parma

(ANSA) - ROMA, 28 DIC - Massimo Carminati è stato trasferito dal carcere di Tolmezzo (Udine) a quello di Parma, sempre in regime di 41 bis previsto per i mafiosi, applicato da alcuni giorni al presunto capo di Mafia Capitale. La notizia è stata confermata dal legale di Carminati, Giosuè Naso, secondo il quale il trasferimento è avvenuto il giorno di Natale.

Mafia Roma: disposto 41bis per Carminati

Mafia Roma: disposto 41bis per Carminati

(ANSA) - ROMA, 23 DIC - Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha disposto il regime di 41 bis per Massimo Carminati, personaggio considerato al vertice di "Mafia Capitale". A chiedere al ministero della Giustizia l'applicazione del carcere duro per l'ex esponente dei Nar era stata la Procura di Roma che sta coordinando le indagini. Carminati è detenuto nel carcere di Tolmezzo in provincia di Udine dove è stato trasferito nei giorni scorsi per motivi di [...]

Mafia Roma: procura chiede carcere duro per Carminati

Mafia Roma: procura chiede carcere duro per Carminati

(ANSA) - ROMA, 22 DIC - La procura di Roma vuole il carcere duro per Massimo Carminati, accusato di essere il capo della cupola mafiosa della capitale. A breve la richiesta di applicazione del cosiddetto 41 bis da parte di piazzale Clodio arriverà al dicastero della Giustizia. Carminati è attualmente detenuto nel carcere di Tolmezzo (Udine).

Carminati in isolamento chiede libri

Carminati in isolamento chiede libri

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Ha chiesto di poter leggere dei libri: nel carcere di Tolmezzo Massimo Carminati viene descritto come tranquillo, un detenuto come tutti gli altri, con le stesse richieste. Trasferito sabato nel carcere di massima sicurezza è ristretto in regime di alta sicurezza, in isolamento giudiziario. E' in cella da solo e non può incontrare altri detenuti. I medici del penitenziario lo visitano ogni giorno per certificare l'idoneità a sopportare lo [...]

Mafia Roma: Carminati a Tolmezzo, chiede libri da leggere

Mafia Roma: Carminati a Tolmezzo, chiede libri da leggere

(ANSA) - TOLMEZZO (UDINE), 17 DIC - Ha chiesto di poter leggere dei libri: nel carcere di Tolmezzo Massimo Carminati viene descritto come tranquillo, un detenuto come tutti gli altri, con le stesse richieste. Trasferito sabato nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo, che può ospitare oltre ai detenuti comuni fino a venti persone in regime di 41 bis, è ristretto in regime di alta sicurezza, in isolamento giudiziario. E' in cella da solo e non può incontrare [...]

Carminati trasferito in carcere Tolmezzo

Carminati trasferito in carcere Tolmezzo

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Massimo Carminati è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo. Assieme a lui stamani sono stati trasferirti gran parte degli arrestati nell'inchiesta Mafia Capitale che si trovavano a Rebibbia. Il trasferimento si è reso necessario per una questione di "incompatibilità ambientale". Ieri l'altro arrestato eccellente dell'inchiesta, ovvero il dominus delle coop sociali di Roma Salvatore Buzzi, era stato trasferito nel [...]