Matteo Renzi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

Crisi europea dei migranti

La scheda: Crisi europea dei migranti

La crisi europea dei migranti, o crisi europea dei rifugiati, ha avuto inizio nel 2015, quando un numero sempre crescente di rifugiati e di migranti ha cominciato a spostarsi verso l'Unione europea per richiedere asilo, viaggiando attraverso il Mar Mediterraneo, oppure attraverso la Turchia e l'Europa sudorientale. La maggior parte di questi migranti proviene da aree del mondo quali il Medio Oriente, l'Asia meridionale, l'Africa ed i Balcani occidentali.
Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, dei circa un milione di arrivati in Grecia e Italia dal Mar Mediterraneo nell'anno 2015 il 49% erano siriani, il 21% afghani e l'8% iracheni. Il 58% erano uomini, il 17% donne e il 25% bambini. Le espressioni "crisi europea dei migranti" e "crisi europea dei rifugiati" hanno cominciato ad essere diffusamente utilizzate dal mese di aprile del 2015, quando affondarono nel Mediterraneo cinque imbarcazioni che trasportavano quasi 2 000 migranti, con un numero di morti stimato a più di 1 200 persone.
I naufragi hanno avuto luogo nel contesto di conflitti e crisi dei rifugiati in numerosi paesi dell'Asia e dell'Africa, che hanno portato nel 2014 a quasi 60 milioni il numero di rifugiati e sfollati interni, il più alto dalla Seconda guerra mondiale.
Nonostante l'aumento del numero degli arrivi via mare dalla Libia in Italia nel 2014, diversi governi dell'Unione europea si sono rifiutati di finanziare l'operazione di salvataggio a conduzione italiana Mare Nostrum, sostituita poi nel novembre del 2014 dalla Operazione Triton di Frontex. Nei primi sei mesi del 2015, la Grecia ha superato l'Italia come primo paese di sbarco nell'Unione Europea, diventando nell'estate 2015 il punto di partenza di un flusso di rifugiati e migranti che attraversavano i Balcani per raggiungere i paesi del nord Europa, tra i quali soprattutto la Germania.
Dal mese di aprile 2015 l'Unione europea ha lottato per far fronte alla crisi aumentando i finanziamenti per operazioni di pattugliamento delle frontiere nel Mediterraneo, elaborando piani per combattere il traffico di migranti come l'Operazione Sofia, e proponendo un nuovo sistema di quote per redistribuire i richiedenti asilo tra gli Stati membri dell'UE ed alleviare il peso sui paesi ai confini esterni dell'Unione. I singoli paesi hanno a volte reintrodotto i controlli alle frontiere all'interno dello spazio Schengen, e profonde spaccature sono emerse all'interno dell'UE tra i paesi disposti ad accettare i richiedenti asilo e quelli che invece cercano di scoraggiare il loro arrivo.


Renzi,vediamo se vincitori sono in grado

Renzi,vediamo se vincitori sono in grado

(ANSA) – ROMA, 19 APR – “Adesso, come abbiamo detto dal primo giorno, tocca ai vincitori delle elezioni. E vediamo se saranno in grado di farcela. Tocca a loro, come diciamo da sempre”. Lo scrive Matteo Renzi, ex segretario del Pd, nella sua newsletter Enews.

EVENTI: Crisi europea dei migranti

Tra il 2000 e il 2014 in tutto sono morti ventiduemila migranti.

Nel 2010 è stato, secondo vari sondaggi, il sindaco più amato d'Italia.

Il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi si reca, a pranzo, in visita ad Arcore, presso la villa privata di Silvio Berlusconi, per "discutere di alcuni temi legati all'amministrazione di Firenze".

Il 29 agosto 2010 lancia l'idea della «rottamazione senza incentivi» dei dirigenti di lungo corso del PD, e dal 5 al 7 novembre seguenti organizza con Giuseppe Civati un'assemblea alla Stazione Leopolda di Firenze (Prossima Fermata: Italia).

Il 22 giugno 2009 viene eletto sindaco di Firenze riportando il 59,96% dei voti.

L'8 dicembre 2013 viene eletto segretario del Partito Democratico con il 67,5% dei voti, la sua proclamazione ufficiale è avvenuta la successiva domenica 15 dicembre dalla nuova Assemblea eletta del Partito Democratico.

Nel 2001 il PPI confluisce ne La Margherita e Matteo Renzi viene chiamato a coordinarne la sezione fiorentina e, nel 2003, a ricoprire il ruolo di segretario provinciale.

Il 13 settembre 2012 si candida ufficialmente, durante un comizio a Verona, alle primarie del centrosinistra.

Tra il 2004 e il 2009 è presidente della Provincia di Firenze, alle elezioni del 12 e 13 giugno 2004 ottiene il 58,8% dei voti, in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra.

Nel 2015, gli stati dell'UE hanno ricevuto255.

Nel 2015 la Germania ha preso una decisione su 282.

Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.

Nel 2014, 283 532 migranti irregolari sono entrati nell'Unione Europea, principalmente attraverso le rotte del Mediterraneo centrale o orientale e dei Balcani.

Il 19 febbraio 2017 Renzi ha rassegnato le dimissioni anche da segretario del Partito Democratico aprendo così la fase congressuale.

Nel 1994 contribuisce nei Comitati per l'Italia che vogliamo in Toscana a sostegno di Romano Prodi.

Il 29 settembre 2008 si candida alle elezioni primarie del centro-sinistra per la candidatura a sindaco di Firenze riuscendo a vincerle con il 40,52% battendo il deputato e responsabile nazionale Esteri del PD Lapo Pistelli (26,91%), l'assessore comunale all'Istruzione e ai giovani del PD Daniela Lastri al 14,59%, il ministro ombra per l'attuazione del programma di governo e vicecapogruppo vicario PD alla Camera Michele Ventura al 12,48% e il presidente del Consiglio comunale per la Sinistra Eros Cruccolini al 5,49%, su 37 468 votanti totali.

A genitori Renzi avviso fine indagini

A genitori Renzi avviso fine indagini

(ANSA) – FIRENZE, 18 APR – Sono stati notificati questa mattina gli avvisi di conclusione indagini a Tiziano Renzi, a sua moglie Laura Bovoli e all’imprenditore Luigi Dagostino. E’ quanto si apprende in ambienti vicini all’inchiesta. I genitori dell’ex premier e l’imprenditore erano stati indagati dalla procura di Firenze nell’ambito di un’inchiesta condotta dai pm Luca Turco e Christine von Borries sull’emissione di alcune fatture false.

Renzi e il Pd respingono le aperture di Di Maio e preparano lo scongelamento su una proposta del presidente

Renzi e il Pd respingono le aperture di Di Maio e preparano lo scongelamento su una proposta del presidente

UNICO "FORNO" È MATTARELLA - Il Pd dirà no a un governo con Lega o M5S anche nelle consultazioni con Casellati . Se il pd fosse intelligente lascerebbe il proprio Gentiloni a governare mentre giggino o ripetente litiga col cdx.Infatti il PD non è opposizione, visto che è ancora al governo, ma minoranza. Mattarella potrebbe tentare un governo di larghe intese con Gentiloni. Non e' possibile fare un governo con un partito ..seguace di uno squilibrato malato [...]

LA BREVE FELICE CARRIERA DI GIGGINO Litiga con Salvini, ma non sa che Renzi lo aspetta dietro la porta.

LA BREVE FELICE CARRIERA DI GIGGINO Litiga con Salvini, ma non sa che Renzi lo aspetta dietro la porta.

La breve felice carriera del guappo napoletano. Ho sempre sostenuto che gli strateghi della Casaleggio (inutile parlare di Di Maio) capiscano poco o niente di politica (ma molto di marketing). Adesso hanno fatto dire al loro candidato che si appresta a chiudere un forno (quello del Centrodestra) e che quindi rimarrà aperto solo il forno del Pd (che Di Maio e i 5 stelle non li vogliono vedere nemmeno in fotografia). Però la politica è bizzarra e quindi non si [...]

A Renzi ed al PD, per ritornare ad avere il 40% dei consensi, basta aspettare, stando rigorosamente all'opposizione, che finisca il Q.E. di Draghi, a fine anno, o al massimo, l'arrivo di Weidman alla BCE.

A Renzi ed al PD, per ritornare ad avere il 40% dei consensi, basta aspettare, stando rigorosamente all'opposizione, che finisca il Q.E. di Draghi, a fine anno, o al massimo, l'arrivo di Weidman alla BCE.

I misteri dolorosi del Pd. Le cosiddette minoranze interne balbettano millimetrici distinguo sulla sterile linea aventiniana e si acconciano a comportamenti corrivi francamente inspiegabili: un voto unanime in direzione, il consenso (senza discussione e voto) a capigruppo ultrarenziani, la timida reazione al rinvio dell'Assemblea nazionale, la sede deputata a inaugurare un confronto all'altezza della disfatta e dunque alla ridefinizione (rifondazione?) del Pd e [...]

Con chi vuoi che parli il premier DiMaio? PARLA CON RENZI attraverso Martina. LA tua è una domanda retorica seppur maligna.Questioni di lana caprina visto che Martina non ha nessuna intenzione di parlare con l'avatar di Grillo/Casaleggio.

Con chi vuoi che parli il premier DiMaio? PARLA CON RENZI attraverso Martina. LA tua è una domanda retorica seppur maligna.Questioni di lana caprina visto che Martina non ha nessuna intenzione di parlare con l'avatar di Grillo/Casaleggio.

Con chi parla Di Maio quando parla con Martina? Fabio Luppino FrontPage editor Un altro che non capisce niente.Sarà che io non ci arrivo , ma perché uno dovrebbe tradire valori, ideali e credenze, fresche fresche di stampa, per saltare sul carro dei vincitori ? Il PD oggi è l'unico partito in Italia che con Renzi ha cominciato a rappresentare una SX moderna che si prende in carico non solo della ridistribuzione del benessere, ma anche della sua creazione con [...]

Consip: 'Renzi sentito in Procura come testimone'

Consip: 'Renzi sentito in Procura come testimone'

Dopo il confronto tra il ministro Luca Lotti e l’ex ad di Consip Luigi Marroni, l’ex premier Matteo Renzi è stato sentito dai pm di Roma come persona informata sui fatti nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti. Lo scrivono oggi Il Corriere della Sera, Repubblica e il Fatto Quotidiano. Al centro dell’audizione, tenuta dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, dal sostituto Mario Palazzi, e dal procuratore capo Giuseppe Pignatone, ricostruiscono i quotidiani, [...]

Martina, Renzi? Tema non è andare oltre

Martina, Renzi? Tema non è andare oltre

(ANSA) – ROMA, 10 APR – “Non credo che il tema sia quello di andare oltre il Pd. Di tutto abbiamo bisogno tranne che di formule divisive e di ennesimi contenitori. Il tema è il rilancio del nostro progetto, non è una questione di andare indietro o di andare oltre. Renzi è un’energia per questo partito e per il Paese. Abbiamo lavorato insieme, quando si governa è chiaro che si facciano anche errori ma questo non ci far venire meno alla consapevolezza [...]

DI MAIO DICE A RENZI DEL PD CON VOI ABBIAMO INTENZIONI SERIE,PREMIER RIMAREBBE GENTILONI. RENZI SI CONVICERA' CON MARTINA DI ANDARE A VEDERE LE CARTE DEL M5S?

DI MAIO DICE A RENZI DEL PD CON VOI ABBIAMO INTENZIONI SERIE,PREMIER RIMAREBBE GENTILONI. RENZI SI CONVICERA' CON MARTINA DI ANDARE A VEDERE LE CARTE DEL M5S?

LEADER SENZA DIGNITA' Cari grullini, non voglio infilare il dito nella piaga, perchè so che avete creduto in un sogno che si è frantumato alla prima occasione di caccia alle poltrone ed è difficile ammettere il fallimento delle proprie idee, però vi ricordo che il M5S ha sbandierato in tutte le piazze, radio, tv, conferenze, che mai avrebbe avuto rapporti con la vecchia politica per governare. Ora, dopo aver già ridimensionato alcune promesse elettorali, si [...]

FOTO: Crisi europea dei migranti

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Richiedenti asilo nei Paesi UE ed EFTA, gennaio–giugno 2015. Le frecce indicano i principali punti d'ingresso degli arrivi irregolari, l'altezza delle colonne indica il numero di richiedenti asilo per Paese, i colori indicano la percentuale di richiedenti asilo in relazione alla popolazione.

Richiedenti asilo nei Paesi UE ed EFTA, gennaio–giugno 2015. Le frecce indicano i principali punti d'ingresso degli arrivi irregolari, l'altezza delle colonne indica il numero di richiedenti asilo per Paese, i colori indicano la percentuale di richiedenti asilo in relazione alla popolazione.

Celentano a Renzi: 'Vai da  Di Maio e guarite l'Italia'

Celentano a Renzi: 'Vai da Di Maio e guarite l'Italia'

“Ciao Matteo…L’Italia, oggi, per colpa del Pd o tua, è senza un governo mentre il Paese sprofonda. Il 4 marzo, sia tu che il Pd siete stati sbaragliati dalla vittoria schiacciante dei Cinque stelle. Con al secondo posto la sorpresa Salvini all’interno di una coalizione che, solo ‘grazie’ a Berlusconi, l’uomo che da anni danno per spacciato, ha potuto realizzare il più alto numero di voti, anche sopra i Cinque stelle. Per cui cosa si fa?…”. Se [...]

Attenzione !-Attenzione !  Il pd ora è affidabile . Ripeto il pd è affidabile e pure Renzi lo è  Parola di Di Maio . "Non ho mai posto veti", dice riferendosi a quello che gli si imputa sull'ex segretario dem Matteo Renzi, "

Attenzione !-Attenzione ! Il pd ora è affidabile . Ripeto il pd è affidabile e pure Renzi lo è Parola di Di Maio . "Non ho mai posto veti", dice riferendosi a quello che gli si imputa sull'ex segretario dem Matteo Renzi, "

PRIMA "Buoni a nulla capaci di tutto" ORA "La guerra è finita, diamo un governo al Paese” ADESSO PER ANDARE A PALAZZO CHIGI DI MAIO CAMBIA REGISTRO PRIMA: Di Maio 1: «Il Movimento è nato in reazione al Pd, al loro modo di fare politica. E oggi offre uno stile nuovo». Di Maio 2: «Il Pd ha un’idea perversa del concetto di democrazia». Di Maio 3: «Il Pd è un partito di miserabili che vogliono soltanto la poltrona». Di Maio 4: «Il Pd si fa pagare [...]

Renzi riunisce fedelissimi da Marcucci

Renzi riunisce fedelissimi da Marcucci

(ANSA) – ROMA, 5 APR – Una riunione tra Matteo Renzi, i fedelissimi e i capigruppo di Camera e Senato si è svolta oggi pomeriggio, a quanto apprende l’ANSA, nello studio della società della famiglia Marcucci nei pressi di via Veneto. All’incontro hanno partecipato Maria Elena Boschi, Luca Lotti, Francesco Bonifazi, Andrea Marcucci e Graziano Delrio.

PER UNA VOLTA RENZI HA RAGIONE

Molti commentatori politici, fra cui Massimo Cacciari, Gianfranco Pasquino, Piero Ignazi e tanti altri rimproverano a Matteo Renzi un bel po’ di cose. Vere. Ha portato il suo partito alla sconfitta più sonora della sua storia. Ha presentato le più che doverose dimissioni ma soltanto per finta. Infatti, da dietro le quinte, intende ancora determinare la linea del partito. E per di più ci riesce: non tanto perché abbia il libero consenso dei suoi colleghi, [...]

Petrolieri francesi e irlandesi “bombardano” il mare di Puglia: grazie a Renzi hanno ottenuto concessioni su 14 miglia che interessa anche aree protette -  Tanto qui, grazie al vecchio Governo, ormai possono fare come gli pare...!!

Petrolieri francesi e irlandesi “bombardano” il mare di Puglia: grazie a Renzi hanno ottenuto concessioni su 14 miglia che interessa anche aree protette - Tanto qui, grazie al vecchio Governo, ormai possono fare come gli pare...!!

    . seguiteci sulla pagina Facebook: Zapping .   Petrolieri francesi e irlandesi “bombardano” il mare di Puglia: grazie a Renzi hanno ottenuto concessioni su 14 miglia che interessa anche aree protette -  Tanto qui, grazie al vecchio Governo, ormai possono fare come gli pare...!!   NO ALL'ITALIA PETROLIZZATA L'ENI, LA VERA GRANDE AZIENDA CORROTTA ITALIANA - J ASSANGE MATTEO RENZI: LEI PARLA MAI DI CAMBIAMENTI CLIMATICI AI SUOI FIGLI? MARK [...]

Renzi conferma: 'Il Pd starà all'opposizione, e ci farà bene'

Renzi conferma: 'Il Pd starà all'opposizione, e ci farà bene'

   “La situazione politica è chiara: il Pd starà all’opposizione. E stando all’opposizione potrà dare un aiuto al Paese portando un clima di civiltà e rispetto del Governo che nei nostri confronti purtroppo non c’è stato.     L’opposizione si può fare bene, come spiega splendidamente Pierluigi Castagnetti qui, e può farci bene, molto bene.Chi ha vinto le elezioni si metterà d’accordo, prima o poi: del resto Cinque Stelle e [...]

Renzi, prima erano inciuci ora "accordi"

Renzi, prima erano inciuci ora "accordi"

(ANSA) – ROMA, 29 MAR – “Quando eravamo al Governo noi, questa fase delicata della democrazia parlamentare si chiamava ‘accaparramento di poltrone’. Ora che c’è un accordo che va da Berlusconi a Di Maio, passando per Salvini, per i centristi, per la Meloni (cinque forze, un nuovo pentapartito) si chiama ‘rappresentanza istituzionale’. Quelli che quando c’eravamo noi gridavano nei talk contro gli inciuci, oggi vanno in tv a spiegare la [...]

Renzi, stiamo all'opposizione

Renzi, stiamo all'opposizione

(ANSA) – ROMA, 29 MAR – “La situazione politica è chiara: il Pd starà all’opposizione. E stando all’opposizione potrà dare un aiuto al Paese portando un clima di civiltà e rispetto del Governo che nei nostri confronti purtroppo non c’è stato. L’opposizione si può fare bene, come spiega splendidamente Pierluigi Castagnetti qui, e può farci bene, molto bene.Chi ha vinto le elezioni si metterà d’accordo, prima o poi: del resto Cinque [...]

Di Maio, a Lega bastano voti Pd? Auguri

Di Maio, a Lega bastano voti Pd? Auguri

(ANSA) – ROMA, 28 MAR – “Salvini dice che gli bastano 50 voti. Vuole fare il governo con i 50 voti del Pd di Renzi in accordo con Berlusconi? Auguri!”. Così il candidato premier M5s Luigi Di Maio su twitter.

Il grullo dice preferirei che il Renzi fosse "down and out" invece che down soltanto.Questa e fifa paura di un ritorno non molto lontano.

Il grullo dice preferirei che il Renzi fosse "down and out" invece che down soltanto.Questa e fifa paura di un ritorno non molto lontano.

"Per Di Maio e Salvini ora c'è da sporcarsi le mani" Denis Verdini a Circo Massimo su Radio Capital: "Non c'è da fare drammi, non sono arrivati i barbari" ... Renzi? "È un momento di down" Tutti al capezzale di Renzi e  sperano che il renzismo sia morto. tranquilli e solo un  "È un momento di down" "Non farei drammi" dopo il risultato delle elezioni, "nessuno ha vinto" a causa delle legge elettorale e ora "c'è da sporcarsi le mani, abbandonare l'idealità [...]