Matteo Renzi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Guendalina Tavassi
In rilievo

Guendalina Tavassi

Crisi europea dei migranti

La scheda: Crisi europea dei migranti

La crisi europea dei migranti, o crisi europea dei rifugiati, ha avuto inizio nel 2015, quando un numero sempre crescente di rifugiati e di migranti ha cominciato a spostarsi verso l'Unione europea per richiedere asilo, viaggiando attraverso il Mar Mediterraneo, oppure attraverso la Turchia e l'Europa sudorientale. La maggior parte di questi migranti proviene da aree del mondo quali il Medio Oriente, l'Asia meridionale, l'Africa ed i Balcani occidentali.
Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, dei circa un milione di arrivati in Grecia e Italia dal Mar Mediterraneo nell'anno 2015 il 49% erano siriani, il 21% afghani e l'8% iracheni. Il 58% erano uomini, il 17% donne e il 25% bambini. Le espressioni "crisi europea dei migranti" e "crisi europea dei rifugiati" hanno cominciato ad essere diffusamente utilizzate dal mese di aprile del 2015, quando affondarono nel Mediterraneo cinque imbarcazioni che trasportavano quasi 2 000 migranti, con un numero di morti stimato a più di 1 200 persone.
I naufragi hanno avuto luogo nel contesto di conflitti e crisi dei rifugiati in numerosi paesi dell'Asia e dell'Africa, che hanno portato nel 2014 a quasi 60 milioni il numero di rifugiati e sfollati interni, il più alto dalla Seconda guerra mondiale.
Nonostante l'aumento del numero degli arrivi via mare dalla Libia in Italia nel 2014, diversi governi dell'Unione europea si sono rifiutati di finanziare l'operazione di salvataggio a conduzione italiana Mare Nostrum, sostituita poi nel novembre del 2014 dalla Operazione Triton di Frontex. Nei primi sei mesi del 2015, la Grecia ha superato l'Italia come primo paese di sbarco nell'Unione Europea, diventando nell'estate 2015 il punto di partenza di un flusso di rifugiati e migranti che attraversavano i Balcani per raggiungere i paesi del nord Europa, tra i quali soprattutto la Germania.
Dal mese di aprile 2015 l'Unione europea ha lottato per far fronte alla crisi aumentando i finanziamenti per operazioni di pattugliamento delle frontiere nel Mediterraneo, elaborando piani per combattere il traffico di migranti come l'Operazione Sofia, e proponendo un nuovo sistema di quote per redistribuire i richiedenti asilo tra gli Stati membri dell'UE ed alleviare il peso sui paesi ai confini esterni dell'Unione. I singoli paesi hanno a volte reintrodotto i controlli alle frontiere all'interno dello spazio Schengen, e profonde spaccature sono emerse all'interno dell'UE tra i paesi disposti ad accettare i richiedenti asilo e quelli che invece cercano di scoraggiare il loro arrivo.


Migranti: Salvini, farò interessi Italia

Migranti: Salvini, farò interessi Italia

(ANSA) – ROMA, 11 LUG – “Ho già chiaro in mente cosa andare a chiedere e cose ottenere. Disponibile a parlare col collega tedesco, collega austriaco, collega francese, ma nell’esclusivo interesse nazionale. Quindi il mio obiettivo è che entri in Italia una persona in meno rispetto a quelle che devono uscire”. Così il ministro e vicepremier Matteo Salvini al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio prima del vertice di Innsbruck. “Il [...]

EVENTI: Crisi europea dei migranti

Tra il 2000 e il 2014 in tutto sono morti ventiduemila migranti.

Nel 2010 è stato, secondo vari sondaggi, il sindaco più amato d'Italia.

Il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi si reca, a pranzo, in visita ad Arcore, presso la villa privata di Silvio Berlusconi, per "discutere di alcuni temi legati all'amministrazione di Firenze".

Il 29 agosto 2010 lancia l'idea della «rottamazione senza incentivi» dei dirigenti di lungo corso del PD, e dal 5 al 7 novembre seguenti organizza con Giuseppe Civati un'assemblea alla Stazione Leopolda di Firenze (Prossima Fermata: Italia).

Il 22 giugno 2009 viene eletto sindaco di Firenze riportando il 59,96% dei voti.

L'8 dicembre 2013 viene eletto segretario del Partito Democratico con il 67,5% dei voti, la sua proclamazione ufficiale è avvenuta la successiva domenica 15 dicembre dalla nuova Assemblea eletta del Partito Democratico.

Nel 2001 il PPI confluisce ne La Margherita e Matteo Renzi viene chiamato a coordinarne la sezione fiorentina e, nel 2003, a ricoprire il ruolo di segretario provinciale.

Il 13 settembre 2012 si candida ufficialmente, durante un comizio a Verona, alle primarie del centro-sinistra.

Tra il 2004 e il 2009 è presidente della Provincia di Firenze, alle elezioni del 12 e 13 giugno 2004 ottiene il 58,8% dei voti, in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra.

Nel 2015, gli stati dell'UE hanno ricevuto255.

Nel 2015 la Germania ha preso una decisione su 282.

Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.

Nel 2014, 283 532 migranti irregolari sono entrati nell'Unione Europea, principalmente attraverso le rotte del Mediterraneo centrale o orientale e dei Balcani.

Il 19 febbraio 2017 Renzi ha rassegnato le dimissioni anche da segretario del Partito Democratico aprendo così la fase congressuale.

Nel 1994 contribuisce nei Comitati per l'Italia che vogliamo in Toscana a sostegno di Romano Prodi.

Il 29 settembre 2008 si candida alle elezioni primarie del centro-sinistra per la candidatura a sindaco di Firenze riuscendo a vincerle con il 40,52% battendo il deputato e responsabile nazionale Esteri del PD Lapo Pistelli (26,91%), l'assessore comunale all'Istruzione e ai giovani del PD Daniela Lastri al 14,59%, il ministro ombra per l'attuazione del programma di governo e vicecapogruppo vicario PD alla Camera Michele Ventura al 12,48% e il presidente del Consiglio comunale per la Sinistra Eros Cruccolini al 5,49%, su 37 468 votanti totali.

Nel 2007 ha sostenuto il Family Day e sulle unioni civili ha dichiarato che sono "un controsenso rispetto alle vere urgenze del Paese" e che "non c’è bisogno di essere cattolici per difendere la famiglia".

Pd: Delrio, Renzi non si ricandidi

Pd: Delrio, Renzi non si ricandidi

(ANSA) – ROMA, 11 LUG – “No, secondo me deve continuare a fare quello che sta facendo: dare un contributo ma non influenzare, determinare, essere protagonista in prima persona. Sta scegliendo un profilo che è utile al Pd, il suo contributo, la sua analisi, anche le sue critiche, ma non un suo protagonismo diretto. Si è dimesso, ha detto che adesso farà il senatore e io so che è sincero”. Così, ad Agorà su Rai 3, il capogruppo del Pd alla Camera, [...]

Orlando: superare linea politica Renzi

Orlando: superare linea politica Renzi

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – “Io credo che più che sfidare Renzi occorre superare una impostazione politica che Renzi ha riproposto”. Lo ha detto Andrea Orlando, intervistato da Rai Radio1. Il leader della sinistra interna del Pd ha spiegato che occorre “lavorare per costruire un partito che guarda più esplicitamente all’eguaglianza sociale”, un partito “che renda meno grandi le distanze che ci sono nella società, economiche, culturali di [...]

Renzi, dopo voto non sparare a vincitore

Renzi, dopo voto non sparare a vincitore

(ANSA) – ROMA, 9 LUG – “La politica continua come negli ultimi 4 mesi. Il Governo fa annunci roboanti senza costrutto. Il PD purtroppo continua con le divisioni interne che per me sono state una delle cause della sconfitta elettorale. Abbiamo deciso di fare un nuovo congresso, con nuove primarie: speriamo che almeno stavolta chi vincerà le primarie possa guidare il partito senza il fuoco amico dei propri compagni di strada. Speriamo cioè che i [...]

Martina e Sala contro Renzi:  'E' stato ingiusto su Gentiloni'

Martina e Sala contro Renzi: 'E' stato ingiusto su Gentiloni'

Affondo del segretario del Pd, Maurizio Martina, e del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, contro Matteo Renzi.  L’ex leader e neo senatore sabato all’assemblea del Pd ha attaccato a testa bassa la minoranza senza risparmiare fendenti all’ex premier, Paolo Gentiloni. Ha elencato dieci ragioni della sconfitta e in mezzo ci ha infilato le scelte ‘gentiloniane’ come il mancato ius soli, lo stop a voucher e vitalizi. Le critiche di Renzi a  Gentiloni? [...]

Pd: Renzi, non polemica, solo politica

Pd: Renzi, non polemica, solo politica

(ANSA) – ROMA, 8 LUG – “Ecco il video dell’intervento di ieri in assemblea Pd. Immigrazione, economia, Europa e molto altro. Se qualcuno vuole confrontarsi su tutto (anche vitalizi o voucher) ci siamo. Da noi nessuna polemica, solo politica: basta ascoltare”. Lo scrive su Twitter il senatore Pd Matteo Renzi, pubblicando il suo discorso in assemblea, che conteneva critiche a Gentiloni definite “ingiuste” da Martina.

Martina, Renzi ingiusto su Gentiloni

Martina, Renzi ingiusto su Gentiloni

(ANSA) – ROMA, 7 LUG – Le critiche di ieri di Renzi a Gentiloni? “Sono sbagliate e ingiuste, non le ho condivise”. Lo dice il segretario del Partito democratico Maurizio Martina, interpellato al telefono dall’ANSA. “Basta dividersi così tra noi, io voglio un Pd diverso”, aggiunge. “Va attaccata la destra pericolosa ora al governo, non chi di noi ha servito bene il Paese”.

Pd, Martina segretario ma Renzi ruba la scena

Pd, Martina segretario ma Renzi ruba la scena

Assemblea del Pd: Renzi attacca i 5 Stelle e gli avversari interni.

Martina eletto segretario Pd Duello Zingaretti-Renzi

Martina eletto segretario Pd Duello Zingaretti-Renzi

L’assemblea del Partito democratico ha eletto segretario Maurizio Martina, attuale reggente, con voti sette voti contrari e tredici astenuti. “A me quello che più mi ha colpito dell’intervento di Matteo e un po’ anche mi è dispiaciuto è che alla fine non si predispone mai all’ascolto degli altri, delle ragioni degli altri. Per un leader è un grandissimo limite”. Così Nicola Zingaretti ha commentato con i giornalisti il discorso di Matteo [...]

FOTO: Crisi europea dei migranti

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Richiedenti asilo nei Paesi UE ed EFTA, gennaio–giugno 2015. Le frecce indicano i principali punti d'ingresso degli arrivi irregolari, l'altezza delle colonne indica il numero di richiedenti asilo per Paese, i colori indicano la percentuale di richiedenti asilo in relazione alla popolazione.

Richiedenti asilo nei Paesi UE ed EFTA, gennaio–giugno 2015. Le frecce indicano i principali punti d'ingresso degli arrivi irregolari, l'altezza delle colonne indica il numero di richiedenti asilo per Paese, i colori indicano la percentuale di richiedenti asilo in relazione alla popolazione.

Renzi attacca, Martina segretario

Renzi attacca, Martina segretario

Assemblea del Pd rovente: Martina eletto segretario del partito, deciso il congresso a ottobre.

"M5S nuova destra" Renzi non fa sconti

"M5S nuova destra" Renzi non fa sconti

Le parole di Matteo Renzi all'Assemblea Nazionale del Pd.

Renzi: M5s è la vecchia destra, sono una corrente della Lega

Renzi: M5s è la vecchia destra, sono una corrente della Lega

Roma, (askanews) - Altro che "nuova sinistra", M5s è la "vecchia destra" che "manganella" gli avversari sul web, ha detto Matteo Renzi parlando all'assemblea Pd. "Rispetto - ha spiegato - chi pensa che M5s sia la nuova sinistra, ma io penso che M5s sia la vecchia destra e non ho dubbi su questo. Non potremo mai perdonarvi di avere trasformato lo scontro politico in Italia in una zuffa personale che incita all'odio ed educa i giovani a parlare male degli altri. [...]

Renzi: è superficiale chi dice che il Pd le ha perse tutte

Renzi: è superficiale chi dice che il Pd le ha perse tutte

Roma, (askanews) - Altro che "le abbiamo perse tutte", il Pd è stato il partito che ha avuto più potere nella storia della Repubblica. Lo ha detto Matteo Renzi parlando all'assemblea Pd. "Nessun partito - ha detto - ha mai avuto il potere che abbiamo avuto noi in questi anni in Italia e nessuno ha fatto mai quello che abbiamo fatto noi su alcuni temi, nel bene e nel male. Il primo governo con la parità di genere, con l'età media più bassa, abbiamo fatto [...]

Renzi, Macron è chiave contro populisti

Renzi, Macron è chiave contro populisti

(ANSA) – ROMA, 7 LUG – “Di Maio dice che il nemico numero uno é Macron. Capisco che attaccare i francesi ti dà like su Fb, specie durante i Mondiali, ma Emmanuel Macron è uno dei punti di riferimento contro i populisti, per impedire che diventino con la Lega delle leghe la prima forza del Parlamento Ue”. Così Matteo Renzi all’assemblea del Pd.

Renzi, ripartenza no rifare Pds o Unione

Renzi, ripartenza no rifare Pds o Unione

(ANSA) – ROMA, 7 LUG – “Ripartenza non può essere ricostruire un simil Pds o una simil Unione”. Lo ha detto Matteo Renzi all’Assemblea Pd. “Se qualcuno pensa che sia la nostalgia la chiave non coglie la novità”, aggiunge. “Noi – prosegue – l’egemonia l’abbiamo avuta per tre o quattro anni. L’abbiamo persa e l’atto delle dimissioni ha questo significato” di riconoscere la sconfitta. E una parte della platea applaude a sottolineare [...]

L'ex giudice Giuseppe Mineo arrestato per corruzione: Un “professionista della corruzione” ... è quello che Renzi voleva al Consiglio di Stato ...perchè se sono onesto gli fanno un po' schifo!

L'ex giudice Giuseppe Mineo arrestato per corruzione: Un “professionista della corruzione” ... è quello che Renzi voleva al Consiglio di Stato ...perchè se sono onesto gli fanno un po' schifo!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   L'ex giudice Giuseppe Mineo arrestato per corruzione: Un “professionista della corruzione” ... è quello che Renzi voleva al Consiglio di Stato ...perchè se sono onesto gli fanno un po' schifo!     Messina, arrestato l’ex giudice Mineo che Renzi voleva al Consiglio di Stato: a lui 115mila euro per “sovvertire sentenze” In manette l’ex membro del Consiglio di giustizia amministrativa [...]

Renzi: Lega deve 48 mln, Salvini spieghi

Renzi: Lega deve 48 mln, Salvini spieghi

(ANSA) – ROMA, 4 LUG – “La Lega Nord deve 48 milioni di euro ai cittadini italiani. Lo dice una sentenza, lo dicono i giudici non lo dice un senatore del partito democratico”. Così Matteo Renzi in una diretta Facebook. “Questo grande richiamo all’onestà – incalza l’ex premier – sembra venire meno. Avevano promesso che sarebbero venuti in parlamento a riferire. Stiamo aspettando che il ministro Salvini venga a raccontare che fine hanno fatto i [...]

Come al solito, quando si parla di Renzi, si solleva lo schiamazzo delle oche nutrite dal becchime politico fornito dal Fatto o dalla Casaleggio.

Come al solito, quando si parla di Renzi, si solleva lo schiamazzo delle oche nutrite dal becchime politico fornito dal Fatto o dalla Casaleggio.

"ANCORA COLPA MIA?" Renzi prepara l'Assemblea Pd, "nei prossimi giorni farò chiarezza". Precisa che cambierà casa "con lo stipendio da senatore" e farà lo speciale tv. E sul Governo dice: "Solo spot, fermo a zero" Matteo Renzi promette di fare chiarezza sul Pd in vista dell'Assemblea nazionale del 7 luglio. "Il Pd ha perso la maggior parte dei ballottaggi - scrive nella sua e-news -. E qualcuno ha dato a me la responsabilità. Ancora? Mi fa piacere essere [...]

Renzi: colpevole ko Pd? Una barzelletta

Renzi: colpevole ko Pd? Una barzelletta

(ANSA) – ROMA, 2 LUG – “Il PD ha perso la maggior parte dei ballottaggi. E qualcuno ha dato a me la responsabilità. Ancora? – così l’ex segretario dem Matteo Renzi nella sua e-news – Mi fa piacere essere considerato l’alibi per tutto, ma questa lettura del voto è poco più che una barzelletta. Credo necessario fare chiarezza: scriverò sul PD con calma nei prossimi giorni in vista dell’Assemblea Nazionale del 7 luglio”.