Scopri tutto su Matteo Renzi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Matteo Renzi

La scheda: Matteo Renzi

Matteo Renzi (Firenze, 11 gennaio 1975) è un politico italiano, segretario del Partito Democratico eletto per un secondo mandato alle primarie del 30 aprile 2017 e presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016. Quello da lui presieduto è stato il quarto governo più longevo della storia della Repubblica.
È stato presidente della Provincia di Firenze dal 2004 al 2009, sindaco di Firenze dal 2009 al 2014, ministro delle infrastrutture e dei trasporti ad interim dal 20 marzo al 2 aprile 2015 in seguito alle dimissioni di Maurizio Lupi, e ministro dello sviluppo economico ad interim dal 5 aprile al 10 maggio 2016 in seguito alle dimissioni di Federica Guidi.
Divenendo presidente del Consiglio dei ministri a 39 anni e un mese, è stato il capo di governo più giovane nella storia dello Stato italiano, è stato inoltre il primo presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, con l'eccezione dei governi tecnici, a non essere parlamentare al momento della nomina.
Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.
A seguito dell'esito negativo del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, il 7 dicembre Renzi rassegnò le dimissioni proprie e dell'esecutivo da lui presieduto nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.



Matteo Renzi:
Segretario del Partito Democratico:
In carica:
Inizio mandato: 15 dicembre 2013
Presidente: Gianni Cuperlo Matteo Orfini
Predecessore: Guglielmo Epifani
Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana:
Durata mandato: 22 febbraio 2014 – 12 dicembre 2016
Capo di Stato: Giorgio Napolitano Sergio Mattarella
Predecessore: Enrico Letta
Successore: Paolo Gentiloni
Ministro dello sviluppo economico (ad interim):
Durata mandato: 5 aprile 2016 – 10 maggio 2016
Presidente: Matteo Renzi
Predecessore: Federica Guidi
Successore: Carlo Calenda
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (ad interim):
Durata mandato: 20 marzo 2015 – 2 aprile 2015
Presidente: Matteo Renzi
Predecessore: Maurizio Lupi
Successore: Graziano Delrio
Presidente del Consiglio dell'Unione europea:
Durata mandato: 1º luglio 2014 – 31 dicembre 2014
Predecessore: Antōnīs Samaras
Successore: Laimdota Straujuma
Sindaco di Firenze:
Durata mandato: 22 giugno 2009 – 24 marzo 2014
Predecessore: Leonardo Domenici
Successore: Dario Nardella
Presidente della Provincia di Firenze:
Durata mandato: 13 giugno 2004 – 8 giugno 2009
Predecessore: Michele Gesualdi
Successore: Andrea Barducci
Dati generali:
Partito politico: Partito Democratico (dal 2007) Precedenti: PPI (1996-2002) DL (2002-2007)
Tendenza politica: Liberalismo sociale Terza via[1][2]
Titolo di studio: Laurea in Giurisprudenza
Università: Università degli Studi di Firenze
Professione: Politico Dirigente d'azienda
Firma:

Guarda il video del giorno: Matteo Renzi canta Coez

Guarda il video del giorno: Matteo Renzi canta Coez

Sul web non si parla d'altro: il video del giorno è Matteo Renzi che canta "La musica non c'è" di Coez

EVENTI: Matteo Renzi

Nel 2010 è stato, secondo vari sondaggi, il sindaco più amato d'Italia.

Il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi si reca, a pranzo, in visita ad Arcore, presso la villa privata di Silvio Berlusconi, per "discutere di alcuni temi legati all'amministrazione di Firenze".

Il 29 agosto 2010 lancia l'idea della «rottamazione senza incentivi» dei dirigenti di lungo corso del PD, e dal 5 al 7 novembre seguenti organizza con Giuseppe Civati un'assemblea alla Stazione Leopolda di Firenze (Prossima Fermata: Italia).

Il 22 giugno 2009 viene eletto sindaco di Firenze riportando il 59,96% dei voti.

L'8 dicembre 2013 viene eletto segretario del Partito Democratico con il 67,5% dei voti, la sua proclamazione ufficiale è avvenuta la successiva domenica 15 dicembre dalla nuova Assemblea eletta del Partito Democratico.

Nel 2001 il PPI confluisce ne La Margherita e Matteo Renzi viene chiamato a coordinarne la sezione fiorentina e, nel 2003, a ricoprire il ruolo di segretario provinciale.

Il 13 settembre 2012 si candida ufficialmente, durante un comizio a Verona, alle primarie del centrosinistra.

Tra il 2004 e il 2009 è presidente della Provincia di Firenze, alle elezioni del 12 e 13 giugno 2004 ottiene il 58,8% dei voti, in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra.

Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.

Il 19 febbraio 2017 Renzi ha rassegnato le dimissioni anche da segretario del Partito Democratico aprendo così la fase congressuale.

Il 29 settembre 2008 si candida alle elezioni primarie del Centrosinistra per la candidatura a sindaco di Firenze riuscendo a vincerle con il 40,52% battendo il deputato e responsabile nazionale Esteri del PD Lapo Pistelli (26,91%), l'assessore comunale all'Istruzione e ai giovani del PD Daniela Lastri al 14,59%, il ministro ombra per l'attuazione del programma di governo e vicecapogruppo vicario PD alla Camera Michele Ventura al 12,48% e il presidente del Consiglio comunale per la Sinistra Eros Cruccolini al 5,49%, su 37 468 votanti totali.

Nel 1996 contribuisce alla nascita dei Comitati Prodi in Toscana e si iscrive al Partito Popolare Italiano, di cui diventa, nel 1999, segretario provinciale.

Come ha reagito Renzi al "no" di Mdp

Come ha reagito Renzi al "no" di Mdp

Frosinone, 22 nov. (askanews) – “L’importante è che il Pd stia in mezzo alla gente”. Matteo Renzi, durante tutta la giornata in treno tra Lazio, Molise e Campania, ostenta distacco rispetto alle questioni “politiche”, cioè il no di Mdp e Sinistra italiana all’ipotesi di coalizione con i Dem. Il leader Dem ha seguito attraverso i lanci delle agenzie l’andamento dell’incontro tra il suo “inviato” Piero Fassino, il vice segretario Maurizio [...]

Vaccini: Renzi, grande passo per scienza

Vaccini: Renzi, grande passo per scienza

(ANSA) – ROMA, 22 NOV – “La Regione Veneto ha perso il ricorso contro lo Stato sulla obbligatorietà dei vaccini. Un piccolo passo per il diritto, un grande passo per la scienza. Oggi è una buona giornata: sulla salute dei bambini non si scherza”. Lo scrive Matteo Renzi su facebook commentando la decisione della Consulta di dichiarare non fondate tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini.

Renzi: 'Se Berlusconi è candidabile lo sfido in collegio'

Renzi: 'Se Berlusconi è candidabile lo sfido in collegio'

 “Sarei contento che Berlusconi potesse candidarsi perché vorrei proporgli di candidarsi contro di me, visto che leggo che c’è l’accordo segreto o chissà cosa. Vorrei che i cittadini vedessero candidarsi me contro Berlusconi”. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi a Porta a Porta. “Chi conosce questa legge elettorale sappia che, numeri alla mano, il Pd sarà il baricentro della prossima legislatura. Perché la sommatoria dei collegi e del [...]

Renzi: se Berlusconi candidabile pronto a sfidarlo nel collegio

Renzi: se Berlusconi candidabile pronto a sfidarlo nel collegio

Roma, 21 nov. (askanews) – “Io sarei contento se Berlusconi potesse candidarsi perchè vorrei proporgli di candidarsi contro di me. Perchè leggo sempre che c’è un accordo segreto e vorrei che i cittadini potessero votare nel collegio Renzi contro Berlusconi”. Lo ha detto il segretario Pd Matteo Renzi, nella registrazione della puntata di ‘Porta a porta’. “Chi conosce questa legge elettorale – aggiunto Renzi – sa che numeri alla mano il Pd sarà [...]

Salvini,  Renzi-Macron sono ridicoli

Salvini, Renzi-Macron sono ridicoli

(ANSA) – ROMA, 21 NOV – “Invece di preoccuparsi di Salvini e Le Pen, sarebbe utile che Renzi e Macron si preoccupassero del terrorismo islamico, la disoccupazione alle stelle e l’Europa che estrae a sorte i posti di lavoro. Socialisti e democratici? No, solo ridicoli” Così il segretario della Lega Matteo Salvini sulle dichiarazioni di Matteo Renzi al termine dell’incontro con il presidente francese Emmanuel Macron.

COMUNQUE CARA SETTA ROSICONA E STATO:Un incontro in agenda da tempo, richiesto dal segretario Pd Matteo Renzi.

COMUNQUE CARA SETTA ROSICONA E STATO:Un incontro in agenda da tempo, richiesto dal segretario Pd Matteo Renzi.

Matteo Renzi un'ora a colloquio con Emmanuel Macron all'Eliseo: "Insieme contro i populismi, da Le Pen a Salvini. Preoccupati per Angela.Visita in forma privata a Parigi, presenti anche Sandro Gozi e Giuliano Da Empoli: "È andato molto bene" Un'ora di colloquio fra il segretario del Pd Matteo Renzi e il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. All'Eliseo erano presenti anche il sottosegretario agli Affari europei Sandro Gozi e il consigliere [...]

Renzi: "Se perde il Pd salta il sistema. Coalizione ma senza primarie. Il candidato premier sono io"

Renzi: "Se perde il Pd salta il sistema. Coalizione ma senza primarie. Il candidato premier sono io"

I 10 anni del partito festeggiati senza Prodi. “Tenda o no, questa è casa sua. Mdp non vuole ricucire”.

A sinistra il Re è nudo: al voto da soli, addio a Renzi

A sinistra il Re è nudo: al voto da soli, addio a Renzi

A sinistra il Re è nudo: al voto da soli, addio a Renzi e anche a Pisapia Prevale la voglia di contarsi e di avere seggi sicuri in Parlamento Speranza e Fratoianni chiudono la porta in faccia all'ambasciatore Fassino, "ci dispiace ma il tempo è scaduto". Dopo il voto "ci vedremo in Parlamento tanto con questa legge non vince nessuno" chiosa Bersani. "Pisapia? Ci ha fatto perdere una sacco di tempo". Ma l'ex sindaco di Milano tira dritto e insiste: "Continuiamo [...]

FOTO: Matteo Renzi

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi all'inaugurazione dell'incubatore per le Imprese di Sesto Fiorentino nel 2009.

Matteo Renzi all'inaugurazione dell'incubatore per le Imprese di Sesto Fiorentino nel 2009.

Matteo Renzi con il parlamentare del PD Matteo Richetti nel 2012.

Matteo Renzi con il parlamentare del PD Matteo Richetti nel 2012.

Matteo Renzi allo European University Institute nel 2012.

Matteo Renzi allo European University Institute nel 2012.

Matteo Renzi durante la campagna elettorale per le Primarie del PD del 2012.

Matteo Renzi durante la campagna elettorale per le Primarie del PD del 2012.

Renzi durante un comizio alla Festa dell'Unità di Bosco Albergati il 7 agosto 2013, poco dopo aver annunciato la sua candidatura come segretario del Partito Democratico.

Renzi durante un comizio alla Festa dell'Unità di Bosco Albergati il 7 agosto 2013, poco dopo aver annunciato la sua candidatura come segretario del Partito Democratico.

Renzi annuncia lo scioglimento della riserva e la lista dei ministri del suo governo il 21 febbraio 2014.

Renzi annuncia lo scioglimento della riserva e la lista dei ministri del suo governo il 21 febbraio 2014.

E statene certi che Bersani e Renzi non si incontreranno nè prima nè dopo.

La mancata intesa tra Renzi e Bersani è l'unica scelta elettorale possibile. PRENDETENE ATTO. Il mio ragionamento sulla base elettorale non pienamente convergente, anche se in realtà sta gente sarebbe nel Pd se 1) non ci fosse Renzi, 2) le proprie posizioni fossero dominanti, 3) avessero un senso computo della democrazia. Quello per cui se vince l'altro nella dinamica democratica non lavoro per abbattersi, giudiziariamente o con trame politiche ma convincendo [...]

Matteo stanco copione: adesso rimette sui binari pure l’intercity di Rutelli

Matteo stanco copione: adesso rimette sui binari pure l’intercity di Rutelli

Angelo Amante Il segretario del Pd parte con il suo tour in treno. Come fece l’allora candidato dell’Ulivo In principio fu Francesco Rutelli. Adesso, in barba alla scaramanzia, ci riprova Matteo Renzi.

Renzi: lavoriamo a una coalizione di qualità e pari dignità

Renzi: lavoriamo a una coalizione di qualità e pari dignità

Roma, 18 nov. (askanews) – “La coalizione di centrosinistra alla quale stiamo lavorando – con il generoso contributo di tutti – dovrà garantire eguale dignità a tutti i componenti. Penso di poter dire che avremo una coalizione di qualità, con presenze significative sia alla nostra sinistra che al centro e che saremo competitivi praticamente in tutti i collegi”. E’ quanto scrive il segretario del Pd Matteo Renzi nella sua Enews. “Metteremo in campo [...]

Tra Prodi e Renzi un "lungo e cordiale" colloquio sul centrosinistra

Tra Prodi e Renzi un "lungo e cordiale" colloquio sul centrosinistra

Roma, 18 nov. (askanews) – “Prima di partire per gli Stati Uniti, il Presidente ha avuto un lungo e cordiale colloquio con Matteo Renzi”. È quanto si legge in un comunicato dell’ufficio stampa di Romano Prodi, che in una nota successiva precisa: “Non vi sarà nessuna lista intestata a Romano Prodi o all’Ulivo”. “La preoccupazione del Presidente Prodi è allargare e tenere insieme un campo largo di centrosinistra – si spiega -. Questa è stata la [...]

A fuoco il portone del circolo Pd Ostia. Renzi: 'Non ci intimidite'

A fuoco il portone del circolo Pd Ostia. Renzi: 'Non ci intimidite'

Il portone del circolo Pd di Ostia è andato a fuoco la notte scorsa. A darne notizia è il senatore dem Stefano Esposito, già commissario del partito sul litorale romano. “Ieri la bella manifestazione antimafia – scrive su Twitter – Stanotte hanno dato fuoco al portone del circolo Pd di Ostia”.  Domenica è in programma il ballottaggio per l’elezione del nuovo presidente del Municipio. “E’ una cosa gravissima – commenta il segretario del Pd di [...]

Renzi, servono idee, non tatticismi

Renzi, servono idee, non tatticismi

(ANSA) – CERNUSCO LOMBARDONE (LECCO), 16 NOV – “Penso che il Pd debba parlare con le persone e ragionare di contenuti e concreti e non continuare con i tatticismi politici”. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, rispondendo a una domanda prima di visitare l’azienda Technoprobe a Cernusco Lombardone. “Le persone – ha aggiunto – sceglieranno sulla base dei candidati migliori nei collegi e delle proposte migliori. Se mettiamo in campo [...]

Fassino sente D'Alema, niet ad alleanza Mdp con il Pd

Fassino sente D'Alema, niet ad alleanza Mdp con il Pd

Nuovi passi in chiave alleanze da parte del Pd. Piero Fassino ha incontrato in Senato il presidente Pietro Grasso mentre a Bologna, a margine di una manifestazione organizzata da Oscar Farinetti, c’è stato un pranzo tra il vice segretario del Pd Maurizio Martina, il ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini e l’ex premier Romano Prodi. Ma intanto, secondo quanto si apprende, da Mdp sarebbe arrivato un nuovo niet all’allenza. Pier Fassino ha sentito [...]

Racconto le ultime democratiche baruffe tra Bersani e Renzi

Racconto le ultime democratiche baruffe tra Bersani e Renzi

Al netto dell’esclusione dell’Italia dai campionati mondiali di calcio, si stenta a individuare la notizia della giornata, almeno di quella politica. È l’apertura del segretario del Pd Matteo Renzi anche agli scissionisti per un’alleanza elettorale che non lasci solo a Silvio Berlusconi e a Beppe Grillo la corsa allo scudetto di governo nella prossima primavera, com’è appena accaduto in Sicilia per la guida della regione? O è la porta chiusagli [...]

Renzi, Fassino è una garanzia

Renzi, Fassino è una garanzia

(ANSA) – PONTE SAN PIETRO (BERGAMO), 15 NOV – “Noi abbiamo messo una garanzia, Fassino è una garanzia, se non ci riesce lui….”. Così il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha risposto a una sostenitrice che, all’arrivo del treno dem a Ponte San Pietro, nella Bergamasca, gli aveva chiesto del tentativo di ricostruzione di una alleanza di centrosinistra.

ORLANDO:Senza provocare.Lei approva il cambio di casacca(da sua!ccubi a rivoluzionari). Come tutti oggi, lei segue la corrente: le colpe sono tutte di Renzi : sia più realista!

  Orlando loda il cambio di passo di Renzi e critica Grasso e Boldrini. Ma fa "arrabbiare" Mdp.Il ministro: "Boldrini e Grasso in campo? Rischio distorsione istituzionale". Poi in serata corregge il tiro.         Altro loffio ondivago. In effetti l'attivismo politico dei due presidenti che dovrebbero essere al di sopra delle parti lascia sconcertati. Il fatto che i loro ultimi predecessori si siano comportati allo stesso modo ovviamente non li [...]