Scopri tutto su Matteo Renzi

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Matteo Renzi

La scheda: Matteo Renzi

Matteo Renzi (Firenze, 11 gennaio 1975) è un politico italiano, segretario del Partito Democratico eletto per un secondo mandato alle primarie del 30 aprile 2017 e presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana dal 22 febbraio 2014 al 12 dicembre 2016. Quello da lui presieduto è stato il quarto governo più longevo della storia della Repubblica.
È stato presidente della Provincia di Firenze dal 2004 al 2009, sindaco di Firenze dal 2009 al 2014, ministro delle infrastrutture e dei trasporti ad interim dal 20 marzo al 2 aprile 2015 in seguito alle dimissioni di Maurizio Lupi, e ministro dello sviluppo economico ad interim dal 5 aprile al 10 maggio 2016 in seguito alle dimissioni di Federica Guidi.
Divenendo presidente del Consiglio dei ministri a 39 anni e un mese, è stato il capo di governo più giovane nella storia dello Stato italiano, è stato inoltre il primo presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, con l'eccezione dei governi tecnici, a non essere parlamentare al momento della nomina.
Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.
A seguito dell'esito negativo del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, il 7 dicembre Renzi rassegnò le dimissioni proprie e dell'esecutivo da lui presieduto nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.



Matteo Renzi:
Segretario del Partito Democratico:
In carica:
Inizio mandato: 15 dicembre 2013
Presidente: Gianni Cuperlo Matteo Orfini
Predecessore: Guglielmo Epifani
Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana:
Durata mandato: 22 febbraio 2014 – 12 dicembre 2016
Capo di Stato: Giorgio Napolitano Sergio Mattarella
Predecessore: Enrico Letta
Successore: Paolo Gentiloni
Ministro dello sviluppo economico (ad interim):
Durata mandato: 5 aprile 2016 – 10 maggio 2016
Presidente: Matteo Renzi
Predecessore: Federica Guidi
Successore: Carlo Calenda
Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (ad interim):
Durata mandato: 20 marzo 2015 – 2 aprile 2015
Presidente: Matteo Renzi
Predecessore: Maurizio Lupi
Successore: Graziano Delrio
Presidente del Consiglio dell'Unione europea:
Durata mandato: 1º luglio 2014 – 31 dicembre 2014
Predecessore: Antōnīs Samaras
Successore: Laimdota Straujuma
Sindaco di Firenze:
Durata mandato: 22 giugno 2009 – 24 marzo 2014
Predecessore: Leonardo Domenici
Successore: Dario Nardella
Presidente della Provincia di Firenze:
Durata mandato: 13 giugno 2004 – 8 giugno 2009
Predecessore: Michele Gesualdi
Successore: Andrea Barducci
Dati generali:
Partito politico: Partito Democratico (dal 2007) Precedenti: PPI (1996-2002) DL (2002-2007)
Tendenza politica: Liberalismo sociale Terza via[1][2]
Titolo di studio: Laurea in Giurisprudenza
Università: Università degli Studi di Firenze
Professione: Politico Dirigente d'azienda
Firma:

Renzi, alleanza larga senza personalismi

Renzi, alleanza larga senza personalismi

(ANSA) – ROMA, 14 NOV – “Siamo pronti a fare un’alleanza larga senza mettere veti, senza personalismi. Ma parliamo dell’Italia, vi prego. Mettiamo al centro i bisogni della gente, senza tatticismi politici. Noi lo faremo”. Lo ribadisce il segretario Pd Matteo Renzi all’indomani della direzione.

Bonino, Renzi? Lontani, nessun accordo

Bonino, Renzi? Lontani, nessun accordo

(ANSA) – ROMA, 20 NOV – “Con il Pd siamo lontani sui temi della giustizia, sul tema migratorio”, “non ho preclusioni, ma non ho accordi. Se ne parliamo dopo il voto? Tutti ne parleranno dopo il voto. Coalizione di centrodestra? Spero che la posizione di Salvini non sia quella di Berlusconi, soprattutto sull’Europa. Noi con il centrodestra? Questo mi sembra precluso. Anche se sulla questione giustizia mi sento a disagio anche con il centrosinistra, molto [...]

EVENTI: Matteo Renzi

Nel 2010 è stato, secondo vari sondaggi, il sindaco più amato d'Italia.

Il 6 dicembre 2010 Matteo Renzi si reca, a pranzo, in visita ad Arcore, presso la villa privata di Silvio Berlusconi, per "discutere di alcuni temi legati all'amministrazione di Firenze".

Il 29 agosto 2010 lancia l'idea della «rottamazione senza incentivi» dei dirigenti di lungo corso del PD, e dal 5 al 7 novembre seguenti organizza con Giuseppe Civati un'assemblea alla Stazione Leopolda di Firenze (Prossima Fermata: Italia).

Il 22 giugno 2009 viene eletto sindaco di Firenze riportando il 59,96% dei voti.

L'8 dicembre 2013 viene eletto segretario del Partito Democratico con il 67,5% dei voti, la sua proclamazione ufficiale è avvenuta la successiva domenica 15 dicembre dalla nuova Assemblea eletta del Partito Democratico.

Nel 2001 il PPI confluisce ne La Margherita e Matteo Renzi viene chiamato a coordinarne la sezione fiorentina e, nel 2003, a ricoprire il ruolo di segretario provinciale.

Il 13 settembre 2012 si candida ufficialmente, durante un comizio a Verona, alle primarie del centrosinistra.

Tra il 2004 e il 2009 è presidente della Provincia di Firenze, alle elezioni del 12 e 13 giugno 2004 ottiene il 58,8% dei voti, in rappresentanza di una coalizione di centro-sinistra.

Nel 2014 è stato classificato dalla rivista americana Fortune come la terza persona con meno di quarant'anni più influente al mondo e indicato come uno dei cento più importanti pensatori globali di politica estera.

Il 19 febbraio 2017 Renzi ha rassegnato le dimissioni anche da segretario del Partito Democratico aprendo così la fase congressuale.

Il 29 settembre 2008 si candida alle elezioni primarie del Centrosinistra per la candidatura a sindaco di Firenze riuscendo a vincerle con il 40,52% battendo il deputato e responsabile nazionale Esteri del PD Lapo Pistelli (26,91%), l'assessore comunale all'Istruzione e ai giovani del PD Daniela Lastri al 14,59%, il ministro ombra per l'attuazione del programma di governo e vicecapogruppo vicario PD alla Camera Michele Ventura al 12,48% e il presidente del Consiglio comunale per la Sinistra Eros Cruccolini al 5,49%, su 37 468 votanti totali.

Nel 1996 contribuisce alla nascita dei Comitati Prodi in Toscana e si iscrive al Partito Popolare Italiano, di cui diventa, nel 1999, segretario provinciale.

Matteo stanco copione: adesso rimette sui binari pure l’intercity di Rutelli

Matteo stanco copione: adesso rimette sui binari pure l’intercity di Rutelli

Angelo Amante Il segretario del Pd parte con il suo tour in treno. Come fece l’allora candidato dell’Ulivo In principio fu Francesco Rutelli. Adesso, in barba alla scaramanzia, ci riprova Matteo Renzi.

Lettera aperta a Renzi e Grillo sul futuro di tutti

  Nereo Villa Lettera aperta a Renzi e a Grillo Le misure da prendere sono quelle della triarticolazione   Signor Renzi e signor Grillo, l’esigenza imprescindibile per l’autogovernabilità dell’Italia continua a consistere nel superamento della corruzione, effetto della secolare incomprensione della questione sociale. La scuola, da sempre pensata come scuola dell’obbligo, continua ad essere usata per per creare “posti di lavoro”. Lo Stato continua a [...]

Tra Prodi e Renzi un "lungo e cordiale" colloquio sul centrosinistra

Tra Prodi e Renzi un "lungo e cordiale" colloquio sul centrosinistra

Roma, 18 nov. (askanews) – “Prima di partire per gli Stati Uniti, il Presidente ha avuto un lungo e cordiale colloquio con Matteo Renzi”. È quanto si legge in un comunicato dell’ufficio stampa di Romano Prodi, che in una nota successiva precisa: “Non vi sarà nessuna lista intestata a Romano Prodi o all’Ulivo”. “La preoccupazione del Presidente Prodi è allargare e tenere insieme un campo largo di centrosinistra – si spiega -. Questa è stata la [...]

A fuoco il portone del circolo Pd Ostia. Renzi: 'Non ci intimidite'

A fuoco il portone del circolo Pd Ostia. Renzi: 'Non ci intimidite'

Il portone del circolo Pd di Ostia è andato a fuoco la notte scorsa. A darne notizia è il senatore dem Stefano Esposito, già commissario del partito sul litorale romano. “Ieri la bella manifestazione antimafia – scrive su Twitter – Stanotte hanno dato fuoco al portone del circolo Pd di Ostia”.  Domenica è in programma il ballottaggio per l’elezione del nuovo presidente del Municipio. “E’ una cosa gravissima – commenta il segretario del Pd di [...]

Renzi, servono idee, non tatticismi

Renzi, servono idee, non tatticismi

(ANSA) – CERNUSCO LOMBARDONE (LECCO), 16 NOV – “Penso che il Pd debba parlare con le persone e ragionare di contenuti e concreti e non continuare con i tatticismi politici”. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, rispondendo a una domanda prima di visitare l’azienda Technoprobe a Cernusco Lombardone. “Le persone – ha aggiunto – sceglieranno sulla base dei candidati migliori nei collegi e delle proposte migliori. Se mettiamo in campo [...]

Fassino sente D'Alema, niet ad alleanza Mdp con il Pd

Fassino sente D'Alema, niet ad alleanza Mdp con il Pd

Nuovi passi in chiave alleanze da parte del Pd. Piero Fassino ha incontrato in Senato il presidente Pietro Grasso mentre a Bologna, a margine di una manifestazione organizzata da Oscar Farinetti, c’è stato un pranzo tra il vice segretario del Pd Maurizio Martina, il ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini e l’ex premier Romano Prodi. Ma intanto, secondo quanto si apprende, da Mdp sarebbe arrivato un nuovo niet all’allenza. Pier Fassino ha sentito [...]

Regione Lombardia, Renzi: per Gori sfida difficile ma può farcela

Regione Lombardia, Renzi: per Gori sfida difficile ma può farcela

Ponte San Pietro, Bergamo (askanews) - La sfida è difficile, ma Giorgio Gori con una coalizione la più larga possibile può farcela. Matteo Renzi arriva con il treno del Pd a Bergamo e ha le idee chiare per lanciare la candidatura del sindaco di Bergamo alla guida della Regione Lombardia. "Giorgio è un punto di riferimento per tanti, sta facendo il sindaco molto bene, arriva da un'esperienza manageriale e imprenditoriale e poi ha scelto di farsi coinvolgere da [...]

Racconto le ultime democratiche baruffe tra Bersani e Renzi

Racconto le ultime democratiche baruffe tra Bersani e Renzi

Al netto dell’esclusione dell’Italia dai campionati mondiali di calcio, si stenta a individuare la notizia della giornata, almeno di quella politica. È l’apertura del segretario del Pd Matteo Renzi anche agli scissionisti per un’alleanza elettorale che non lasci solo a Silvio Berlusconi e a Beppe Grillo la corsa allo scudetto di governo nella prossima primavera, com’è appena accaduto in Sicilia per la guida della regione? O è la porta chiusagli [...]

FOTO: Matteo Renzi

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi con la moglie Agnese Landini e i coniugi Obama nel 2016.

Matteo Renzi all'inaugurazione dell'incubatore per le Imprese di Sesto Fiorentino nel 2009.

Matteo Renzi all'inaugurazione dell'incubatore per le Imprese di Sesto Fiorentino nel 2009.

Matteo Renzi con il parlamentare del PD Matteo Richetti nel 2012.

Matteo Renzi con il parlamentare del PD Matteo Richetti nel 2012.

Matteo Renzi allo European University Institute nel 2012.

Matteo Renzi allo European University Institute nel 2012.

Matteo Renzi durante la campagna elettorale per le Primarie del PD del 2012.

Matteo Renzi durante la campagna elettorale per le Primarie del PD del 2012.

Renzi durante un comizio alla Festa dell'Unità di Bosco Albergati il 7 agosto 2013, poco dopo aver annunciato la sua candidatura come segretario del Partito Democratico.

Renzi durante un comizio alla Festa dell'Unità di Bosco Albergati il 7 agosto 2013, poco dopo aver annunciato la sua candidatura come segretario del Partito Democratico.

Renzi annuncia lo scioglimento della riserva e la lista dei ministri del suo governo il 21 febbraio 2014.

Renzi annuncia lo scioglimento della riserva e la lista dei ministri del suo governo il 21 febbraio 2014.

Renzi, Fassino è una garanzia

Renzi, Fassino è una garanzia

(ANSA) – PONTE SAN PIETRO (BERGAMO), 15 NOV – “Noi abbiamo messo una garanzia, Fassino è una garanzia, se non ci riesce lui….”. Così il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha risposto a una sostenitrice che, all’arrivo del treno dem a Ponte San Pietro, nella Bergamasca, gli aveva chiesto del tentativo di ricostruzione di una alleanza di centrosinistra.

ORLANDO:Senza provocare.Lei approva il cambio di casacca(da sua!ccubi a rivoluzionari). Come tutti oggi, lei segue la corrente: le colpe sono tutte di Renzi : sia più realista!

  Orlando loda il cambio di passo di Renzi e critica Grasso e Boldrini. Ma fa "arrabbiare" Mdp.Il ministro: "Boldrini e Grasso in campo? Rischio distorsione istituzionale". Poi in serata corregge il tiro.         Altro loffio ondivago. In effetti l'attivismo politico dei due presidenti che dovrebbero essere al di sopra delle parti lascia sconcertati. Il fatto che i loro ultimi predecessori si siano comportati allo stesso modo ovviamente non li [...]

Renzi: "Dobbiamo vincere i mondiali in Russia nel 2018" ...E infatti. E se ancora credete che il buon Matteo non porti sfiga, leggete un po' questo. Resterete allibiti!

Renzi: "Dobbiamo vincere i mondiali in Russia nel 2018" ...E infatti. E se ancora credete che il buon Matteo non porti sfiga, leggete un po' questo. Resterete allibiti!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Renzi: "Dobbiamo vincere i mondiali in Russia nel 2018" ...E infatti. E se ancora credete che il buon Matteo non porti sfiga, leggete un po' questo. Resterete allibiti! Erano i tempi di Expo a Milano e l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi di fronte al presidente Putin, in una delle sue performance si lascia scappare questo gustosissimo pronostico: “Non parlo più dei mondiali sennò [...]

Banche: Renzi, io ci ho messo faccia

Banche: Renzi, io ci ho messo faccia

(ANSA) – VICENZA, 14 NOV – “Sulle banche non ho nessuna difficoltà a parlare, perché ci ho messo la faccia sulla riforma delle popolari, che ha permesso di far emerge tutte le schifezze fatte su questo territorio dai vostri banchieri e manager aiutati da Bankitalia e Consob, che non hanno vigilato, e in parte anche dalla politica”. Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, parlando con i risparmiatori di Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che lo [...]

Renzi in Veneto, risponde al risparmiatore che gli dice "buffone"

Renzi in Veneto, risponde al risparmiatore che gli dice "buffone"

Thiene (askanews) - "I disastri non li ho fatti io, li hanno fatti i vostri dirigenti sul territorio, aiutati da Banca d'Italia e da Consob che non hanno vigilato, e in parte anche dalla politica". Prima tappa di Destinazione Italia nel Nord-est, e primo confronto per Matteo Renzi con i risparmiatori incappati nei dissesti di Veneto Banca e Popolare di Vicenza. Il segretario del Pd è arrivato a Thiene, in provincia di Vicenza, per la visita allo stabilimento della [...]

Azzurri: Renzi, vertice calcio rifletta

Azzurri: Renzi, vertice calcio rifletta

(ANSA) – ROMA, 14 NOV – “La serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo “storica” impone a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al Presidente Tavecchio e al CT Ventura. Il calcio in Italia mai come in questo momento ha la necessità di essere totalmente rifondato, a cominciare da come stiamo in tribuna nelle partite giovanili noi genitori fino ai diritti televisivi e alla promozione del calcio italiano all’estero. Non partecipare al [...]

A ciascuno il suo: a Renzi il PD, ai cittadini l'ITALIA !!!

Matteo Renzi si riprende ancora il Pd: rilancia la coalizione (contro Berlusconi) e incassa il sì di Emiliano, l'astensione di Orlando A Fassino il mandato per trattare ma il vero obiettivo del leader Dem è ottenere una lista di Pisapia alleata del Pd e spaccare così Mdp Le divisioni della vigilia si sciolgono in nemmeno quattro ore di direzione nazionale al Nazareno: Matteo Renzi si riprende ancora una volta il Pd. Quando la sua relazione che rilancia la [...]

Renzi: 'Sforzo unitario da parte del Pd, ma no abiure'

Renzi: 'Sforzo unitario da parte del Pd, ma no abiure'

Una coalizione dai centristi alla sinistra comprendendo Campo Progressista, i Radicali, i Verdi, i Socialisti e l’Idv. E’ lo schema della coalizione “larga” che Matteo Renzi mette sul piatto della direzione, dicendosi pronto a non porre “veti e paletti” e a scrivere “una pagina bianca” sia nel programma sia nel metodo di una leadership non più “solitaria”. Ma senza “abiure” dei Mille Giorni, anzi rivendicando quanto fatto pur [...]

Pd: ok a documento Renzi, no voti contro

Pd: ok a documento Renzi, no voti contro

(ANSA) – ROMA, 13 NOV – E’ stato votato al termine della direzione un documento di alcuni punti. Non c’è stato alcun voto contrario.

Pd: Renzi, no leadership solitaria

Pd: Renzi, no leadership solitaria

(ANSA) – ROMA, 13 NOV – “Non c’è una leadership solitaria anche su questo vale il principio della pagina bianca. Chi vuole dare una mano è benvenuto, se qualcuno si tira indietro ora da questo invito unitario se ne assume la responsabilità”. E’ l’apertura al gioco di squadra che, a quanto si apprende, Matteo Renzi fa in replica in direzione.