Una Merkel

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Una Merkel. Cerca invece Merkel.

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

Una Merkel

La scheda: Una Merkel

Una Merkel (Covington, 10 dicembre 1903 – Los Angeles, 2 gennaio 1986) è stata un'attrice cinematografica e attrice televisiva statunitense.
Ebbe una nomination all'Oscar alla miglior attrice non protagonista nel 1962 per la sua interpretazione in Estate e fumo (1961)



Agonia sui ghiacci (Way Down East), regia di D.W. Griffith (controfigura, non accreditata, di Lillian Gish) (1920)
La rosa bianca (The White Rose), regia di D.W. Griffith (controfigura) (1923)
Love's Old Sweet Song, regia di J. Searle Dawley (1923)
The Fifth Horseman, regia di E.M. McMahon (Dorothy) (1924)
Il vento (The Wind), regia di Victor Sjöström (controfigura: Lillian Gish) (non accreditata) (1928)
Il cavaliere della libertà (Abraham Lincoln), regia di David W. Griffith (1930)
The Eyes of the World, regia di Henry King (1930)
The Bat Whispers, regia di Roland West (1930)
Command Performance, regia di Walter Lang (1931)
Don't Bet on Women, regia di William K. Howard (Tallulah Hope) (1931)
Six Cylinder Love, regia di Thornton Freeland (1931)
Papà gambalunga (Daddy Long Legs), regia di Alfred Santell (1931)
The Maltese Falcon, regia di Roy Del Ruth (1931)
The Bargain, regia di Robert Milton (1931)
Condannata (Wicked), regia di Allan Dwan (June) (1931)
Private Lives, regia di Sidney Franklin (Sibyl Chase) (1931)
The Secret Witness, regia di Thornton Freeland (1931)
She Wanted a Millionaire, regia di John G. Blystone (1932)
The Impatient Maiden, regia di James Whale (1932)
Man Wanted, regia di William Dieterle (1932)
Huddle, regia di (non accreditato) Sam Wood (1932)
Red-Headed Woman, regia di Jack Conway (1932)
They Call It Sin, regia di Thornton Freeland (1932)
Men Are Such Fools, regia di William Nigh (1932)
Whistling in the Dark, regia di Elliott Nugent e (non accreditato) Charles Reisner (1933)
Il figlio dell'amore (The Secret of Madame Blanche), regia di Charles Brabin (1933)
Clear All Wires!, regia di (non accreditato) George W. Hill (1933)
Quarantaduesima strada (42nd Street), regia di Lloyd Bacon (1933)
Notturno viennese (Reunion in Vienna), regia di Sidney Franklin (1933)
Midnight Mary, regia di William A. Wellman (1933)
Beauty for Sale, regia di Richard Boleslawski (1933)
Il suo ufficiale di marina (Her First Mate), regia di William Wyler (1933)
Broadway to Hollywood, regia di Willard Mack e (non accreditato) Jules White (1933)
Menu, regia di Nick Grinde (1933)
Argento vivo (Bombshell), regia di Victor Fleming (1933)
Day of Reckoning, regia di Charles Brabin (1933)
The Women in His Life, regia di George B. Seitz (1933)
This Side of Heaven, regia di William K. Howard (1934)
Il mistero del vagone letto (Murder in the Private Car), regia di Harry Beaumont (1934)
Paris Interlude, regia di Edwin L. Marin (1934)
Zampa di gatto (The Cat's-Paw), regia di Sam Taylor (1934)
Un'ombra nella nebbia (Bulldog Drummond Strikes Back), regia di Roy Del Ruth (1934)
Have a Heart, regia di David Butler (1934)
La vedova allegra (The Merry Widow), regia di Ernst Lubitsch (1934)
L'amante sconosciuta (Evelyn Prentice), regia di William K. Howard (1934)
Biography of a Bachelor Girl, regia di Edward H. Griffith (1935)
La notte è per amare (The Night Is Young), regia di Dudley Murphy (1935)
Una notte a New York (One New York Night), regia di Jack Conway (1935)
Harrington faccia-di-bambino (Baby Face Harrington), regia di Raoul Walsh (1935)
L'incrociatore misterioso (Murder in the Fleet), regia di Edward Sedgwick (1935)
Follie di Broadway 1936 (Broadway Melody of 1936), regia di Roy Del Ruth e (non accreditato) W.S. Van Dyke (1935)
It's in the Air, regia di Charles Reisner (1935)
Riffraff, regia di J. Walter Ruben (1936)
Speed, regia di Edwin L. Marin (1936)
We Went to College, regia di Joseph Santley (1936)
Nata per danzare (Born to Dance), regia di Roy Del Ruth (1936)
Don't Tell the Wife, regia di Christy Cabanne (1937)
La rivincita di Clem (The Good Old Soak), regia di J. Walter Ruben (1937)
Saratoga, regia di Jack Conway (1937)
Checkers, regia di H. Bruce Humberstone (1937)
La moglie bugiarda (True Confession), regia di Wesley Ruggles (1937)
Four Girls in White, regia di S. Sylvan Simon (Gertie Robbins) (1939)
Some Like It Hot, regia di George Archainbaud (1939)
On Borrowed Time, regia di Harold S. Bucquet (Marcia Giles) (1939)
Partita d'azzardo (Destry Rides Again), regia di George Marshall (1939)
Comin' Round the Mountain, regia di George Archainbaud (1940)
Sandy Gets Her Man, regia di Otis Garrett, Paul Girard Smith (1940)
Un comodo posto in banca (The Bank Dick), regia di Edward F. Cline (1940)
Double Date, regia di Glenn Tryon (1941)
Avventura a Zanzibar (Road to Zanzibar), regia di Victor Schertzinger (1941)
Cracked Nuts, regia di Edward F. Cline (1941)
The Mad Doctor of Market Street, regia di Joseph H. Lewis (1942)
Letti gemelli (Twin Beds), regia di Tim Whelan (1942)
This Is the Army, regia di Michael Curtiz (1943)
Quack Service, regia di Harry Edwards (1943)
To Heir Is Human, regia di Harold Godsoe (1944)
Sweethearts of the U.S.A., regia di Lewis D. Collins (1944)
It's a Joke, Son!, regia di Benjamin Stoloff (1947)
La sposa ribelle (The Bride Goes Wild), regia di Norman Taurog (1948)
Man from Texas, regia di Leigh Jason (1950)
Kill the Umpire, regia di Lloyd Bacon (1950)
Per noi due il paradiso (My Blue Heaven), regia di Henry Koster (1950)
I clienti di mia moglie (Emergency Wedding), regia di Edward Buzzell (1950)
Ricca giovane e bella (Rich, Young and Pretty), regia di Norman Taurog (1951)
Gli amori di Cristina (A Millionaire for Christy), regia di George Marshall (1951)
Un'avventura meravigliosa (Golden Girl), regia di Lloyd Bacon (1951)
La dominatrice del destino (With a Song in My Heart), regia di Walter Lang (1952)
La vedova allegra (The Merry Widow), regia) di Curtis Bernhardt (1952)
I Love Melvin, regia di Don Weis (1953)
Il kentuckiano (The Kentuckian), regia di Burt Lancaster (1955)
The Kettles in the Ozarks, regia di Charles Lamont (1956)
Un turbine di gioia (Bundle of Joy), regia di Norman Taurog (1956)
Vietato rubare le stelle (The Fuzzy Pink Nightgown), regia di Norman Taurog (1957)
Siete tutte adorabili (The Girl Most Likely), regia di Mitchell Leisen (1958)
Il gioco dell'amore (The Mating Game), regia di George Marshall (1959)
Il cowboy con il velo da sposa (The Parent Trap), regia di David Swift (1961)
Estate e fumo (Summer and Smoke), regia di Peter Glenville (1961)
Magia d'estate (Summer Magic), regia di James Neilson (1963)
Tigre in agguato (A Tiger Walks), regia di Norman Tokar (1964)
Voglio sposarle tutte (Spinout), regia di Norman Taurog (1966)

Merkel a Conte: fiducia reciproca per il dialogo

Merkel a Conte: fiducia reciproca per il dialogo

Il premier: riforme in un quadro di sostenibilita' dei conti

Merkel: C'e' chance per accordo soddisfacente su Brexit

Merkel: C'e' chance per accordo soddisfacente su Brexit

May: Intesa rispetti il referendum

Merkel, Stati euro tenuti a stabilità

Merkel, Stati euro tenuti a stabilità

(ANSA) – BERLINO, 17 OTT – “Ogni Stato è responsabile della sua situazione economica” e “ha il dovere di preoccuparsi della stabilità dell’economia, soprattutto in tempi positivi per l’economia”. Lo ha detto Angela Merkel, parlando oggi al Bundestag, in vista del vertice europeo. Merkel ha sottolineato che nell’eurozona “siamo così strettamente connessi gli uni agli altri, che decisioni nazionali possono incidere su tutti gli altri”. [...]

Dopo la batosta in Baviera, Merkel richiama il governo all'ordine

Dopo la batosta in Baviera, Merkel richiama il governo all'ordine

Berlino, 15 ott. (askanews) - La cancelliera tedesca Angela Merkel ha richiamato all'ordine gli esponenti del suo governo, dopo la batosta elettorale della Csu (Unione cristiano sociale), alleata della sua Cdu (Unione cristiano democratica), alle elezioni regionali in Baviera domenica 14 ottobre. Le elezioni "hanno mostrato che i migliori risultati economici, la quasi piena occupazione in quasi tutta la Baviera, non è sufficiente per le persone, quando qualcosa [...]

Brexit: Merkel, prepararsi a tutto

Brexit: Merkel, prepararsi a tutto

(ANSA) – BERLINO, 15 OTT – Il negoziato della Brexit è in una fase difficile e bisogna prepararsi a tutti gli scenari. Lo ha detto Angela Merkel, parlando oggi a Berlino alla Bga (associazione Commercio estero). Secondo la cancelliera sarà prioritario tutelare l’integrità del mercato interno europeo.

Giù anche il partito della Merkel

Giù anche il partito della Merkel

Nuovo scossone in Germania, in Baviera boom dei Verdi

Baviera: bene i verdi crollo alleati Merkel

Baviera: bene i verdi crollo alleati Merkel

Sconfitta per gli alleati di Angela Merkel, trionfo dei verdi con quasi il 18%

Brexit ecco l'accordo, Merkel trema in Baveria

Brexit ecco l'accordo, Merkel trema in Baveria

Brexit: l'annuncio che i negoziatori avvrebbero raggiunto un accordo. Elezioni in Baviera: Merkel trema.

Merkel, Roma-Bruxelles? non mi immischio

Merkel, Roma-Bruxelles? non mi immischio

(ANSA) – BERLINO, 12 OTT – “Oggi si è espresso Jean Claude Juncker. I colloqui sono in corso, io non voglio immischiarmi dalla Germania in questo confronto”. Lo ha detto Angela Merkel, a Berlino, rispondendo a una domanda sulla manovra italiana, nel corso di una conferenza stampa bilaterale col premier sloveno.

Crozza a Fazio: Salvini ti odia, come Juncker, Merkel, Macron...

Crozza a Fazio: Salvini ti odia, come Juncker, Merkel, Macron...

Roma, (askanews) - "Sta facendo di tutto per farci uscire dall'Europa, ma vorrei fare un appello da genovese: scusa Matteo, ma se dobbiamo proprio uscire non potresti aspettare due o tre anni? Prima facciamo il ponte, poi ovviamente crolliamo come Paese, ma almeno abbiamo il ponte". Così Maurizio Crozza nella copertina di "Che Fuori tempo che fa" di Fabio Fazio su Rai1, dedicata a Matteo Salvini. E rivolgendosi poi a Fabio Fazio, in merito alle recenti [...]

Ex ministro ambiente Cdu attacca Merkel

Ex ministro ambiente Cdu attacca Merkel

(ANSA) – BERLINO, 5 OTT – E’ uno dei primi esponenti di spicco della Cdu a parlare a chiare lettere contro le scelte della cancelliera Merkel e contro il governo della Grosse Koalition, Norbert Roettgen, ministro dell’ambiente della Cdu nel secondo governo Merkel fino al 2012, in un’intervista al settimanale Der Spiegel. Roettgen ritiene che un ritiro della cancelliera prima della fine del mandato possa essere “sensato” e afferma di essere convinto [...]

Merkel in Israele: Fare tutto per evitare armamento nucleare Iran

Merkel in Israele: Fare tutto per evitare armamento nucleare Iran

Roma, (askanews) - Angela Merkel è stata ricevuta dal presidente israeliano Reuven Rivlin a Gerusalemme. Una visita durante la quale la cancelliera tedesca ha parlato del conflitto con l'Iran, garantendo che la Germania "farà tutto il possibile per evitare l'armamento nucleare iraniano" e ha ribadito il sostegno tedesco per la soluzione dei due Stati. "Per la parte tedesca desidero sottolinare che siamo uniti dallo stesso obiettivo. Dobbiamo fare tutto il [...]

Merkel visita lo Yad Vashem: eterna responsabilità Germania

Merkel visita lo Yad Vashem: eterna responsabilità Germania

Roma, (askanews) - La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha visitato il memoriale dell'Olocausto a Gerusalemme, Yad Vashem, e ha ricordato "l'eterna responsabilità" della Germania a ricordare questa tragedia e contrastare l'antisemitismo. "Quasi ottant'anni fa, nella notte del 9 novembre, il popolo ebraico in Germania ha fronteggiato un odio e una violenza senza precedenti", ha dichiarato dopo la sua visita, leggendo il messaggio scritto sul libro degli ospiti [...]

Merkel a Yad Vashem, 'ricordare Shoah'

Merkel a Yad Vashem, 'ricordare Shoah'

(ANSAmed) – TEL AVIV, 4 OTT – La Germania “ha la responsabilità di ricordare i crimini della Shoah e di combattere l’antisemitismo, la xenofobia, la violenza e l’odio”. Lo ha scritto il cancelliere tedesco Angela Merkel sul libro di onore di Yad Vashem, il Memoriale della Shoah a Gerusalemme che ha visitato oggi. Subito dopo Merkel – arrivata ieri sera in Israele – incontrerà il presidente Reuven Rivlin e quindi il premier Benyamin Netanyahu.

Merkel, riunificazione non è finita

Merkel, riunificazione non è finita

(ANSA) – BERLINO, 3 OTT – “La Riunificazione tedesca non è finita”. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel, parlando oggi a Berlino per la giornata della Riunificazione tedesca, di cui oggi ricorre il 28/mo anniversario. “Ricordo personalmente sempre con molta emozione il giorno della Riunificazione”, ha detto la cancelliera, incitando a non dimenticare il “coraggio” delle persone che scesero per le strade dell’est a dimostrare, e l’opera di [...]

Tensione Merkel-Erdogan sui diritti, scoppia caso Dundar

Tensione Merkel-Erdogan sui diritti, scoppia caso Dundar

Sultano minaccia, reporter rinuncia a conferenza. Dialogo riparte

Erdogan da Merkel: timido riavvicinamento tra Germania e Turchia

Erdogan da Merkel: timido riavvicinamento tra Germania e Turchia

Roma, (askanews) - Timido riavvicinamento tra Angela Merkel e Recep Tayyip Erdogan. Nell'incontro a Berlino, in occasione del viaggio del presidente turco in Germania, i due Paesi si sono impegnati a cercare di ricucire i rapporti, dopo due anni di relazioni tese, nonostante la Cancelliera tedesca abbia sottolineato che restano "profonde differenze", in particolare sui diritti umani e sulla libertà di stampa in Turchia. L'unico annuncio concreto al termine [...]

Merkel-Erdogan,estromesso reporter turco

Merkel-Erdogan,estromesso reporter turco

(ANSA) – BERLINO, 28 SET – Era un giornalista turco l’uomo portato via durante la conferenza stampa di Erdogan e Merkel in cancelleria. L’uomo indossava una t-shirt con la scritta “Gazetecilere Özgürlük”, che significa “libertà per i giornalisti in Turchia”. Il reporter Ertgrul Yigit, che era regolarmente accreditato, ha reagito dicendo: “Non ho fatto nulla”.

Merkel, profonde differenza con Turchia

Merkel, profonde differenza con Turchia

(ANSA) – BERLINO, 28 SET – “Ci sono profonde differenze con la Turchia”. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel in conferenza stampa a Berlino con il leader turco Erdogan.

Merkel si ricandiderà a presidenza Cdu

Merkel si ricandiderà a presidenza Cdu

(ANSA) – BERLINO, 27 SET – Angela Merkel si candiderà di nuovo come presidente della Cdu a dicembre, nonostante la sconfitta subita nel gruppo parlamentare dal suo fidato Volker Kauder, silurato dopo 13 anni. Merkel lo ha detto ad Augusta, in serata. La cancelliera ha ribadito di essere a disposizione per l’intero mandato in cancelleria e non ha cambiato idea sul fatto che il ruolo di cancelliere e di leader del partito debbano andare insieme, ha spiegato.