Ministri dell'Interno della Repubblica Italiana

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Shakira
In rilievo

Shakira

Napolitano rientra nella sua vecchia casa. Le foto

Napolitano rientra nella sua vecchia casa. Le foto

Giorgio Napolitano, le tappe della presidenza dal 2006 al 2014

Giorgio Napolitano, le tappe della presidenza dal 2006 al 2014

Da De Nicola a Napolitano, tutti i presidenti della Repubblica. Foto

Da De Nicola a Napolitano, tutti i presidenti della Repubblica. Foto

In manette l'ex ministro dell'Interno Scajola. Foto

In manette l'ex ministro dell'Interno Scajola. Foto

Giolitti

Giolitti

Sono tanti i locali che preparano gelati, ma sono pochi quelli che preparano un gelato buono come quello che solo Armando De Silvestro sa preparare in quest'antica gelateria del quartiere Testaccio. Giolitti ha circa un secolo di vita, e qui il gelato è fatto con pochi semplici ingredienti, buono come quello di una volta. Latte, zucchero e tuorli sono le materie di prima qualità alla base della preparazione dei vari gusti, dalla frutta alle creme. Il tocco di [...]

Grillo da Napolitano: "L'Italia salta"

Grillo da Napolitano: "L'Italia salta"

Giorgio Napolitano, dal Pci al Quirinale

Giorgio Napolitano, dal Pci al Quirinale

Elezioni, i candidati al seggio elettorale

Elezioni, i candidati al seggio elettorale

Il monito di Napolitano europeista: «Nessuno Stato può salvarsi da solo»

«La crisi finanziaria sta mettendo a dura prova la coesione dell'intera unione». «Chiusure egoistiche e concezioni anguste degli interessi nazionali sono semplicemente fuorvianti e destinate a fallire»

Giulio Andreotti story

Giulio Andreotti story

Quirinale, chi al posto di Napolitano?

Quirinale, chi al posto di Napolitano?

Oscar Luigi Scalfaro, fotostoria

Oscar Luigi Scalfaro, fotostoria

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Nel 1956 si dichiarò favorevole all’invasione dell’Ungheria da parte dello straniero: i comunisti dell’Unione Sovietica.   Nel 2011 si dichiarò favorevole all’invasione dell’...

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Nel 1956 si dichiarò favorevole all’invasione dell’Ungheria da parte dello straniero: i comunisti dell’Unione Sovietica.   Nel 2011 si dichiarò favorevole all’invasione dell’...

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Giorgio Napolitano, da sempre dalla parte dell’invasore.

Nel 1956 si dichiarò favorevole all’invasione dell’Ungheria da parte dello straniero: i comunisti dell’Unione Sovietica.   Nel 2011 si dichiarò favorevole all’invasione dell’...

La Mussolini bacia Berlusconi (di cartone)

La Mussolini bacia Berlusconi (di cartone)

I 150 anni dell'Unità d'Italia, Napolitano a Reggio Emilia

I 150 anni dell'Unità d'Italia, Napolitano a Reggio Emilia

Discorso di fine anno 2010 del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Discorso di fine anno 2010 del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Roma, 31/12/2010: " Buonasera e buon anno a voi tutti, italiane e italiani di ogni generazione. Non vi stupirete, credo, se dedico questo messaggio soprattutto ai più giovani tra noi, che vedono avvicinarsi il tempo delle scelte e cercano un'occupazione, cercano una strada... " Così l'incip del messaggio di fine anno 2010 del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. Quest'anno il messaggio del capo dello stato è dedicato ai giovani italiani, alla [...]

Discorso Napolitano di Capodanno

Discorso Napolitano di Capodanno

Per vedere il discorso in diretta TV di capodanno del presidente della repubblica Giorgio Napolitano andate sul sito: www.rai.tv

UNIVERSITÀ, NAPOLITANO FIRMA LA LEGGE RIFORMA

UNIVERSITÀ, NAPOLITANO FIRMA LA LEGGE RIFORMA

C'è un comma contradditorio, da sopprimere, sul ruolo di professore aggregato. C'è poca coerenza nel riservare borse di studio su base territoriale. C'è «dubbia ragionevolezza» nel vincolare i contratti di insegnamento in base al reddito degli aspiranti. Ci sono formulazioni equivoche. Giorgio Napolitano ha segnato con la matita rossa e blu queste e altre pecche della legge di riforma universitaria approvata il 23 dicembre. Ma ha deciso di promulgarla. [...]