Mythic plants

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Albero Sefirotico

La scheda: Albero Sefirotico

Sephirot, Sephiroth, Sefiroth o Sefirot (סְפִירוֹת), singolare: Sephirah, o anche Sefirah (סְפִירָה, "enumerare" in lingua ebraica).
La parola Sefirot è connessa, secondo il Sefer Yetzirah, con sefer (scrittura), sefar (computo) e sippur (discorso), che derivano dalla stessa radice SFR. Il significato basilare viene reso come emanazioni: le Sefirot nella Cabala ebraica sono le dieci modalità o gli "strumenti" di Dio (a cui ci si riferisce con אור אין סוף Or Ein Sof, "Luce Senza Limiti") attraverso cui l'Ein Sof (l'Infinito) si rivela e continuativamente crea sia il reame fisico che la Catena dei Reami metafisici superiori (Seder hishtalshelus).
Nel Pentateuco il termine è anche correlato appunto al "conteggio" per gli ebrei compiuto da Aronne e Mosè, con il supporto del popolo ebraico tutto.
Da un punto di vista teologico tali Sefirot o 'Luci Increate' sono dunque considerate increate ma, in qualità di emanazioni divine, non sono vere e proprie ipostasi e dunque non possiedono la natura di esseri divini o di manifestazioni rivelate. Inoltre esse sono anche associate alle situazioni pratiche ed emotive attraversate da ogni individuo, nella vita quotidiana, le Sefirot sono dieci principi basilari, riconoscibili nella molteplicità disordinata e complessa della vita umana, capaci di unificarla e darle senso e pienezza:
« Tua, Signore, è la grandezza (Ghedullah), la potenza (Ghevurah), la bellezza (Tiferet), la vittoria (Nezakh) e la maestà (Hod), perché tutto (Kol - appellativo di Yessod), nei cieli e sulla terra, è tuo. Signore, tuo è il regno (Mamlachah - altro nome di Malkhut), tu sei colui che ti innalzi come testa (Ro'sh - le tre Sefirot superiori) su ogni cosa. (1Cron, 29,11) »
Attraverso esse, Egli può proiettarsi sul mondo e gli uomini. Le Sefirot non sono da intendersi letteralmente come i gradi di una scala che va dalla Divinità al mondo che ne è influenzato, sono da intendersi più come i gradi della vita divina, all'interno di Dio stesso, però Uno, Immutabile e Perfetto, bisogna poi ricordare che secondo lo Zohar sono correlate alla parola creatrice, ovvero la sapienza dei Nomi di Dio, soprattutto con riferimento ai cinque Mondi. Chaim Luzzatto riconosce che Dio potrebbe influire, stabilire, creare quindi flussi ed influssi, legarsi e realizzare direttamente immediatamente secondo quanto voluto ma Egli desidera farlo poco a poco tramite le opere e gli strumenti secondo la catena delle cause e degli effetti: le Sefirot sono quindi le modalità primarie archetipiche, concernono la "Mente Suprema" divina, ne costituiscono cioè la "struttura".
Configurazioni alternative delle Sefirot sono date da scuole diverse nello sviluppo storico della Cabala, con ognuna che articola differenti aspetti spirituali. La tradizione del numero 10 è indicata nello Sefer Yetzirah: "Dieci Sefirot del nulla, dieci e non nove, dieci e non undici". Poiché nell'insieme sono elencate undici Sefirot nei vari schemi cabalistici, due (Keter e Daat) sono visti come manifestazioni inconsce e consce dello stesso principio, conservando quindi le dieci categorie. Nella Cabala viene descritta la struttura funzionale delle Sefirot nel canalizzare la divina forza vitale creativa, rivelando l'inconoscibile essenza divina alla Creazione.
La prima Sefirah descrive la Volontà Divina sopra all'intelletto. Le successive due Sefirot descrivono l'Intelletto Divino cosciente e quelle dopo descrivono le Emozioni Divine coscienti primarie e secondarie. Due Sefirot (Binah e Malkhut) sono femminine, poiché il principio femminile nella Cabala descrive un "vaso" (kli) che riceve la luce (Ohr) esteriore mascolina, per poi nutrire interiormente e dar vita alle Sefirot inferiori. Corrispondente a ciò è la Presenza Divina Femminile (Shekhinah - ebraico: שכינה). La Cabala vede l'anima umana come lo specchio del Divino (secondo Genesi 1:27 – "Dio creò l'uomo a sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina li creò.") e, più in generale, l'individuo e tutte le creazioni come riflessi: loro fonte di vita, essi stessi "espressioni" di Dio nelle Sefirot. Pertanto, le Sefirot descrivono anche la vita spirituale dell'uomo e costituiscono il paradigma concettuale della Cabala per comprendere ogni cosa. Questo rapporto tra l'anima umana e il Divino, dà alla Cabala una delle sue due metafore centrali nel descrivere la Divinità, a fianco le teorie dell' Ohr (luce) e dello Tzimtzum. Tuttavia, la Cabala ripetutamente sottolinea la necessità di evitare ogni interpretazione corporea. Per questo, le Sefirot vengono relazionate alla struttura del corpo e riformate in Partsufim ("Persone/Configurazioni/Forme"). Alla base dell'obiettivo strutturale di ogni Sefirah è una forza motivazionale nascosta, che è compresa meglio confrontandola ad un corrispondente stato psicologico dell'esperienza spirituale umana.
Nella filosofia chassidica, che cerca di internalizzare l'esperienza del misticismo ebraico nell'ispirazione quotidiana (deveikuth), viene esplorata questa vita interiore delle Sefirot ed il ruolo che giocano nel servizio dell'uomo verso Dio in questo mondo.
Le sei Sefirot, "dopo" Keter, Chokhmah e Binah e "precedenti" Malkhut, vengono "comunemente" definite "delle/sulle emozioni".


Giustizia sociale e giustizia divina

Il Cuore, albero della vita

Il Cuore, albero della vita

- Sai Renè, questa stagione non mi rende particolarmente felice. Gli alberi sono spogli, i colori non sono quelli che porta la primavera, le giornate sono molto corte e con poca luce e poi questa fitta nebbia non mi permette di vedere il resto del mondo. A me piacerebbe viaggiare, vedere posti nuovi, esplorare e provare nuove emozioni. Ma non è questa la stagione adatta. - Sai Luigi... nessun viaggio della tua vita potrà mai darti emozioni quanto quello [...]

Dafne, una vera patita di shopping

Dafne, una vera patita di shopping

La fashion blogger Dafne Patruno è sempre alla ricerca di nuovi trend.

L'ALBERO DELLA VITA E L'ALBERO DELLA CONOSCENZA DEL BENE E DEL MALE

   Adamo ed Eva caddero quando mangiarono il frutto dell'albero della co-noscenza del bene e del male. Molti Cristiani finora hanno pensato che si tratti del frutto d'un albero reale. Ma è mai possibile che Dio, l'amorevole Genitore dell'u-manità, faccia apparire così attraente un frutto capace di causare la Caduta (Gn. 3:6) e lo metta così facilmente alla portata dei Suoi figli? D'altra parte, Gesù dis-se: Non è quel che entra nella bocca che contamina [...]

L'Albero della Vita

L'Albero della Vita

Maestoso l'essere umano, proteso verso il cielo, verso Dio, sempre in cerca di soluzioni alla sua primordiale domanda: perché viviamo questa vita e perché su questa Terra? Quale è lo scopo? Emancipazione e sprono hanno fatto dell'uomo, una macchina quasi perfetta. Ci sono voluti molti secoli di formule, teoremi e scoperte per arrivare a prendere coscienza e razionalità. Un' evoluzione senza regole, calpestando ogni principio di vita, sostituendosi addirittura a [...]

L'Albero della Vita

Maestoso l'essere umano, proteso verso il cielo, verso Dio, sempre in cerca di soluzioni alla sua primordiale domanda: perché viviamo questa vita e perché su questa Terra? Quale è lo scopo? Emancipazione e sprono hanno fatto dell'uomo, una macchina quasi perfetta. Ci sono voluti molti secoli di formule, teoremi e scoperte per arrivare a prendere coscienza e razionalità. Un' evoluzione senza regole, calpestando ogni principio di vita, sostituendosi addirittura a [...]

JUVECASERTA, IL COMMENTO DI DELL'AGNELLO DOPO IL MATCH VINTO CON REGGIO EMILIA.

Al termine del match vinto con Reggio Emilia, queste le parole di coach Dell'Agnello: "Contento della prova della squadra davanti al pubblico amico. Siamo ancora indietro atleticamente e con qualche giocatore ancora non ben inserito, ma abbiamo sicuramente disputato una buona gara, tutto cuore e grinta e vinto contro una signora squadra. Czyz e' un giocatore fondamentale per noi, ma merito a tutta la squadra."

Stufato di agnello e zucca

Stufato di agnello e zucca

Una gustosa ricetta africana per cucinare l'agnello che si sposa bene con le verdure dolci.

Albero della vita

Albero della vita

Albero della vita 2016 ceramica cm. 50x50

Albero della vita

Albero della vita

    Albero della vita 2016 bronzo altezza cm. 200

FOTO: Albero Sefirotico

L'agnello vegetale della Tartaria

L'agnello vegetale della Tartaria

Rappresentazione grafica delle Sephirot

Rappresentazione grafica delle Sephirot

biancospino magico

La pianta vibra sul cuore ,per chi ha fortuna di avere olio essenziale puro e odorare il suo profumo ,si sentirà come avvolto  di un onda di felicita ,PORTA VIA LA DEPRESSIONE è rende felice------posso dire che nel 2021-22-è consigliabile aver le sue foglie ,per fare le tisane ,chi avra la sfortuna di assorbire --LA POLVERE GIALLA --arma batteri-il biancospino aiutera ha guarire ,la tisana deve non evaporare ,ne prima e dopo non bere latte di qualsiasi tipo e [...]

Lo show notturno dell'Albero della Vita a Expo 2015

Lo show notturno dell'Albero della Vita a Expo 2015

L'albero della vita...

L'albero della vita...

Era l'autunno del 12 novembre 19......, seduto ai piedi di un platano rimembravo la mia lunga e bellissima storia d'amore, nell'albero erano incisi due cuori con scritto Lella e Lillo... Come non ricordare quei dolci momenti ? In un attimo mi ritrovo giovane, mano nella mano con Lella mia compagna di scuola, passeggiavamo spensierati sereni e felici, i nostri occhi erano umidi di lacrime per la gioia,nessuna parola usciva dalle nostre bocche, eravamo felici così, [...]

L’albero della vita

L’albero della vita

Concetta vuol chiedere perdono alla figlia perché, nei momenti importanti, non le è stata vicina come avrebbe voluto.

L'albero della vita

L'albero della vita

Dalla terrazza Italia vediamo questo stupendo spettacolo che ci offre L'albero della vita.

Albero della vita rimarrà a Expo

Albero della vita rimarrà a Expo

(ANSA) - RHO-PERO (MILANO), 21 OTT - L'Albero della Vita "rimarrà qui". Lo ha detto il commissario di Expo, Giuseppe Sala nella conferenza stampa a Palazzo Italia dedicata al successo del simbolo di Expo. Sala ha spiegato che "è molto più complesso smontarlo e rimontarlo da un'altra parte. L'idea non tiene. Inoltre è una tecnologia molto delicata e l'idea di spostarlo è molto ardita. Nei mesi di cantiere e di smantellamento del sito espositivo staremo attenti [...]

L'albero della vita di EXPO2015

L'albero della vita di EXPO2015

Lo spettacolo di luci e musica del padiglione Italia

Villani Day apre i festeggiamenti per i 130 anni di attività con il suggestivo scatto ispirato all'albero della vita

Villani Day apre i festeggiamenti per i 130 anni di attività con il suggestivo scatto ispirato all'albero della vita

Villani Day apre i festeggiamenti per i 130 anni dia ttività con il suggestivo scatto ispirato all'albero della vita I protagonisti saranno oltre 220 dipendenti di oggi e di ieri che rappresentano ben tre generazioni: passato presente e futuro si incontrano a Castelnuovo Rangone per raccontare un sogno Un sogno che inizia nel 1886 e che oggi, alla soglia dei 130 anni di attività, si racconta non solo attraverso i successi commerciali che da piccola produzione ha [...]

L'ITALIA ALBERO DELLA VITA...giù

                                                                                        Foto di G.Morelli BUONA DOMENICA A VOI, qualunque tempo sia, fate sorgere il sole dentro e fuori la vita vostra, anche se nubi nere oscurano il vostro cielo, siate il vento che ripulisce il vostro orizzonte. Giuseppe Morelli.   L'Italia, albero della vita, su questa amata terra.   Vecchia [...]

TEMPO DI GIUSTIZIA DIVINA

TEMPO DI GIUSTIZIA DIVINA

C'è Sempre una Canzone per un Grazie....       ... a volte anche 2