Nati nel 1997

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Theresa May
In rilievo

Theresa May

Tra le favelas il murales di Gabriel Jesus

Tra le favelas il murales di Gabriel Jesus

Calciatore del Manchester City celebrato a San Paolo

Spoglie di Giovanni XXIII nel carcere, Bossetti in adorazione

Spoglie di Giovanni XXIII nel carcere, Bossetti in adorazione

C’era anche Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere di Mapello condannato all’ergastolo in Appello per l’omicidio di Yara Gambirasio, ieri pomeriggio nel carcere di Bergamo, dov’è detenuto dal giugno 2014, tra i duecento detenuti che hanno accolto l’urna con la salma del Santo Papa Giovanni XXIII. Bossetti era presente nel cortile interno dove la salma, giunta questa mattina a Bergamo dalla Città del Vaticano, è rimasta per circa un’ora. [...]

Urna Giovanni XXIII, c'è anche Bossetti

Urna Giovanni XXIII, c'è anche Bossetti

(ANSA) – BERGAMO, 24 MAG – C’era anche Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere di Mapello condannato all’ergastolo in Appello per l’omicidio di Yara Gambirasio, oggi pomeriggio nel carcere di Bergamo, dov’è detenuto dal giugno 2014, tra i duecento detenuti che hanno accolto l’urna con la salma del Santo Papa Giovanni XXIII. Bossetti era presente nel cortile interno dove la salma, giunta questa mattina a Bergamo dalla Città del Vaticano, è [...]

Inter, Lautaro Martinez arrivato a Milano

Inter, Lautaro Martinez arrivato a Milano

Il nuovo attaccante nerazzurro è sbarcato a Malpensa

Bebe Vio, io ministro?Battuta del giorno

Bebe Vio, io ministro?Battuta del giorno

(ANSA) – ROMA, 9 MAG – “Mi hanno appena mandato questo articolo. Ragazzi, hanno fatto la battuta del giorno ma non diciamo follie!”. Direttamente sul suo profilo Instagram la campionessa paralimpica della scherma Bebe Vio derubrica a semplice battuta l’ipotesi fatta dai media di un suo possibile impegno come ministro dello sport in un ipotetico governo ‘neutro’.

Il caso Yara Gambirasio

Il caso Yara Gambirasio

Quarto Grado Files, un fatto di cronaca in un minuto

Yara, Bossetti unico colpevole

Yara, Bossetti unico colpevole

L'avvocato Salvagni: "Sentenza completamente fuori strada" e ha presentato il ricorso in Cassazione contro la sentenza all'ergastolo.

Yara Gambirasio, condannare un uomo fa sempre comodo

Yara Gambirasio, condannare un uomo fa sempre comodo

Forse non tutti sanno che sulla giacca di Yara Gambirasio, la ragazza violentata e uccisa nel bergamasco nel 2010, è stato trovato il dna anche della sua allenatrice, Silvia Brena. Stranamente però nessuno ne ha parlato e nessuno lo ha mai preso in considerazione. Giornali, telegiornali, programmi di approfondimento giornalistico si sono accaniti contro un uomo, Massimo Bossetti, condannato all'ergastolo per l'omicidio della ragazza, e mai, nemmeno una volta, [...]

Yara, solo parenti al funerale della mamma di Bossetti

Yara, solo parenti al funerale della mamma di Bossetti

Niente telecamere, niente giornalisti. Don Giulio Albani, il parroco della chiesa di Mozzo (Bergamo), dove si celebrano i funerali di Ester Arzuffi ha spiegato, prima della celebrazione, che sarebbero stati ammessi ad assistere solo i parenti. Per il funerale della mamma è arrivato dal carcere di Bergamo anche Massimo Bossetti, condannato in appello per l’omicidio di Yara Gambirasio, che ha avuto un permesso dalla corte d’appello di Brescia. Bossetti è [...]

Bebe Vio diventa Bebe Pio su Topolino

Bebe Vio diventa Bebe Pio su Topolino

Bebe Vio supera un altro traguardo importante e diventa Bebe Pio, conquistando la copertina di “Topolino”. Un vero e proprio omaggio nei confronti di una sportiva che ha conquistato il cuore di tantissime persone. La campionessa di scherma paralimpica è stata scelta come protagonista del numero 3255 del fumetto edito da Panini Comics. All’interno di “Topolino” non solo la giovane atleta si trasformerà in Bebe Pio, ma risponderà anche alle domande [...]

Yara: Bossetti scrive ai giudici della Cassazione

Yara: Bossetti scrive ai giudici della Cassazione

Spera in nuova perizia dna, prima udienza il 12 ottobre

Malala: ha lasciato il Pakistan dopo storica visita

Malala: ha lasciato il Pakistan dopo storica visita

Giovane Nobel Pace torna in Gb dopo 4 giorni e tappa a casa

Malala arriva nella sua citta' natale in Pakistan

Malala arriva nella sua citta' natale in Pakistan

Malala ha lasciato il Pakistan dopo una storica visita

Malala ha lasciato il Pakistan dopo una storica visita

Al termine di una visita di quattro giorni al natìo Pakistan, la prima dopo l’attentato dei talebani che nel 2012 quasi la uccise, la premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai ha lasciato Islamabad in aereo, diretta in Gran Bretagna. Durante la sua permanenza la ventenne attivista per l’emancipazione delle bambine pachistane ha visitato la casa di Mingora, nella Valle dello Swat, dove abitava e dove un militante del Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP) le sparò [...]

Malala termina storica visita a Pakistan

Malala termina storica visita a Pakistan

(ANSA) – ISLAMABAD, 2 APR – Al termine di una visita di quattro giorni al natìo Pakistan, la prima dopo l’attentato dei talebani che nel 2012 quasi la uccise, la premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai ha lasciato Islamabad in aereo, diretta in Gran Bretagna. Durante la sua permanenza la ventenne attivista per l’emancipazione delle bambine pachistane ha visitato la casa di Mingora, nella Valle dello Swat, dove abitava e dove un militante del [...]

Malala arriva nella sua citta' natale in Pakistan

Malala arriva nella sua citta' natale in Pakistan

Festa sobria con familiari e amici nella casa di Mingora

Malala: tweet gioia per ritorno a casa

Malala: tweet gioia per ritorno a casa

(ANSA) ISLAMABAD, 31 MAR – Tornata dopo quasi sei anni nella città e nella casa che l’ha vista bambina, la premio Nobel per la Pace pachistana, Malala Yousafzai, ha manifestato la sua gioia via twitter definendo Mingora e la Valle dello Swat “il posto più bello per me sulla terra”. Nel suo profilo Twitter la ventenne leader pachistana ha anche pubblicato una foto insieme ai suoi genitori e fratelli davanti alla casa da lei abitata fino all’attentato [...]

Pakistan, Malala visita sua città natale sei anni dopo attentato

Pakistan, Malala visita sua città natale sei anni dopo attentato

Mingora (askanews) - Sorridente ed emozionata, Malala Yousafzai è arrivata a Mingora, nella valle dello Swat, per la sua prima visita nella regione Nord-occidentale del Pakistan, dove nel 2012 fu colpita alla testa da un proiettile sparato da esponenti dei talebani che volevano punirla. La visita della ventenne premio Nobel per la Pace alla città in cui è nata è stata tenuta strettamente riservata per ragioni di sicurezza. Malala, dal giorno del suo arrivo [...]

Malala, non voglio diventare premier

Malala, non voglio diventare premier

(ANSA) – ISLAMABAD, 30 MAR – La giovane Premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai, tornata in Pakistan dopo sei anni dall’attentato dei talebani che le ha quasi tolto la vita, ha dichiarato di “non voler diventare primo ministro” perché “la politica è un tema molto complicato”. La ventenne giovane leader dell’emancipazione femminile ha detto durante una intervista alla Bbc in lingua urdu ha spiegato di aver sognato di diventare primo ministro [...]

Malala visita città natale in Pakistan

Malala visita città natale in Pakistan

(ANSA) – ISLAMABAD, 31 MAR – la giovane premio Nobel per la Pace pachistana Malala Yousafzai è giunta oggi a Mingora, nella Valle dello Swat, insieme ai suoi famigliari per visitare la scuola che frequentava quando quasi sei anni fa i talebani la ferirono gravemente rimproverandole la sua attività di blogger in difesa dell’emancipazione educativa delle bambine pachistane. La visita, rimasta in dubbio fino all’ultimo momento, avviene in un quadro di [...]