Organizzazione terroristica

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Guerra al Terrorismo

La scheda: Guerra al Terrorismo

     NATO
     Trans-Saharan Counterterrorism Initiative
     Operazioni militari principali (Afghanistan • Pakistan • Iraq • Somalia • Yemen)
     Altri alleati degli Stati Uniti coinvolti in operazioni militari
L'espressione guerra al terrore o guerra globale al terrorismo (in inglese, war on terror o global war on terrorism) è uno slogan politico usato dall'amministrazione statunitense Bush e dai media occidentali per riferirsi a una serie di operazioni militari internazionali iniziate dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti. Gli Stati Uniti guidarono una coalizione di Paesi NATO e non-NATO in una operazione militare diretta contro "le nazioni, organizzazioni o persone" accusate di aver "pianificato, autorizzato, commesso o aiutato" gli attentati dell'11 settembre.
Il presidente degli USA George W. Bush usò l'espressione "guerra al terrore" per la prima volta il 20 settembre 2001. Da allora, l'amministrazione Bush e i media occidentali hanno usato il termine per identificare una lotta globale di natura militare, politica, legale ed ideologica nei confronti sia di organizzazioni classificate come terroriste, sia di alcuni Stati accusati di sostenerle o percepiti come una minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti e dei loro alleati, in particolare con riferimento al contrasto dei terroristi islamisti di al-Qāʿida e dei governi talebano in Afghanistan e baathista in Iraq.
L'espressione è stata abbandonata nel 2009 dall'amministrazione Obama, che ha preferito riferirsi all'insieme delle operazioni, anche militari, di antiterrorismo con espressioni come "operazioni d'oltremare" (in inglese, overseas contingency operations) e "contrasto all'estremismo violento" (in inglese, countering violent extremism).


Chiude il mercato del pesce di Tokyo

Chiude il mercato del pesce di Tokyo

(ANSA) – ROMA, 6 OTT – Il mercato del pesce di Tsukiji di Tokyo, una delle principali attrattive turistiche della capitale, chiude definitivamente le porte dopo 83 anni di attività. Come di consueto, alle 6 del mattino di sabato la campanella è suonata per l’ultima asta dei tonni, con i leggendari battitori e i numerosi venditori uniti in un applauso finale. Una chiusura, quella di Tsukiji, assieme al trasferimento, decisi dal governo metropolitano per [...]

MANOVRA DEL POPOLO - Terrorismo mediatico e psicologico: l’avevamo previsto, ed infatti hanno già incominciato.

MANOVRA DEL POPOLO - Terrorismo mediatico e psicologico: l’avevamo previsto, ed infatti hanno già incominciato.

GOVERNO DEL CAMBIAMENTO: giornata storica! 27 settembre 2018 – Giornata storica Oggi si cambia! È la manovra del vero cambiamento! È la manovra del popolo! “Accordo raggiunto con tutto il Governo sul deficit al 2,4%. Adesso le ALTE ISTITUZIONI ITALIANE, I MASS MEDIA PENNIVENDOLI e la cosiddetta TROIKA EUROPEA (Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale), non facciano terrorismo mediatico e psicologico, ma [...]

EVENTI: Guerra al Terrorismo

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 2018 il governo degli USA ha accusato l'Iran di essere "il principale Stato sponsor del terrorismo a livello globale" a seguito del suo coinvolgimento nel conflitto siriano, mentre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha accusato il governo USA di sostenere le organizzazioni terroristiche attive in Iran.

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

Terrorismo: arrestati 6 neonazi tedeschi

Terrorismo: arrestati 6 neonazi tedeschi

(ANSA) – BERLINO, 1 OTT – Sei neonazisti sono stati arrestati in Germania, con l’accusa di aver fondato un gruppo terroristico. Secondo la polizia, pianificavano attentati contro stranieri. Gli arresti sono avvenuti in Sassonia e in Baviera. I terroristi si erano dati il nome di “Rivoluzione Chemnitz”.

Di Maio, da Pd-Fi terrorismo mediatico

Di Maio, da Pd-Fi terrorismo mediatico

(ANSA) – ROMA, 30 SET – “Pd e Forza Italia non riescono a fare un’opposizione politica e quindi con i loro giornali creano terrorismo mediatico per far schizzare lo spread sperando in un altro colpo di stato finanziario:ßsono degli irresponsabili nemici dell’Italia. Ma nonostante il loro cinico impegno lo spread non è schizzato perché gli investitori tutto questo lo sanno”. Così Luigi Di Maio sul blog delle stelle facendo riferimento anche alla [...]

Germania: Erdogan, visita positiva

Germania: Erdogan, visita positiva

(ANSA) – BERLINO, 29 SET – “E’ stata una visita positiva” che ha rafforzato l’amicizia tra i due paesi: lo ha detto il presidente turco Recep Tayyp Erdogan nel discorso inaugurale alla moschea Ditib di Colonia, in Germania. Con la cancelliera Angela Merkel e il presidente della repubblica Frank-Walter Steinmeier sono stati affrontati “temi importanti” tra cui gli investimenti economici e le strategie per combattere l’islamofobia e il razzismo. [...]

Terrorismo,chiesti 8 anni per marocchino

Terrorismo,chiesti 8 anni per marocchino

(ANSA) – GENOVA, 28 SET – Il pm genovese Federico Manotti ha chiesto la condanna a otto anni e otto mesi per Nabil Benhamir, marocchino di 29 anni, arrestato lo scorso anno dagli agenti della Digos, con l’accusa di appartenere all’organizzazione terroristica dello Stato Islamico. Benhamir, secondo l’accusa, istruiva gli altri ‘fratelli’ su come costruire una bomba usando un vecchio telefonino come detonatore o come fare un attentato usando tir e auto [...]

Terrorismo: scritta che inneggia a Lioce

Terrorismo: scritta che inneggia a Lioce

(ANSA) – MILANO, 26 SET – Una scritta inneggiante a Nadia Lioce – ex componente dell’organizzazione armata di sinistra Nuove Brigate Rosse-Nuclei Comunisti Combattenti che partecipò agli omicidi di Massimo D’Antona nel 1999 e di Marco Biagi nel 2002 – è apparsa sul muro di una casa alla periferia di Milano, in piazza Pompeo Castelli all’angolo con via dei Frassini. Ieri volantini di solidarietà con le Brigate Rosse erano stati affissi a Sesto [...]

Terrorismo:volantini pro Br nel Milanese

Terrorismo:volantini pro Br nel Milanese

(ANSA) – MILANO, 25 SET – Volantini di solidarietà con le Brigate Rosse sono stati affissi a Sesto San Giovanni (Milano), la ex Stalingrado d’Italia. Lo rende noto il sindaco, Roberto Di Stefano, di Forza Italia, che esprime una “condanna totale”. “Sono spuntati numerosi volantini in cui si esprime solidarietà ad assassini delle Brigate Rosse, in particolare a Nadia Lioce, Roberto Morandi e Marco Mezzasalma, protagonisti degli omicidi dei [...]

Terrorismo: arrestato richiedente asilo

Terrorismo: arrestato richiedente asilo

(ANSA) – BRESCIA, 13 SET – Un ventenne del Bangladesh, in Italia come richiedente asilo, è stato arrestato su ordinanza di custodia cautelare a Montichiari, nel Bresciano, da Polizia e Guardia di Finanza con l’accusa di apologia di terrorismo. Era in un una struttura d’accoglienza. Attraverso il suo profilo Facebook avrebbe manifestato vicinanza all’Isis. Secondo l’accusa, il 20enne ha pubblicato sul proprio profilo frasi propagandistiche quali “I [...]

Terrorismo: morta vedova ing. Taliercio

Terrorismo: morta vedova ing. Taliercio

(ANSA) – VENEZIA, 12 SET – Si svolgeranno sabato prossimo, 15 settembre, nella chiesa del Sacro Cuore a Mestre, i funerali di Gabriella Magnani, vedova di Giuseppe Taliercio, il direttore dello stabilimento Petrolchimico di Marghera rapito e ucciso dalle Br nel 1981, morta l’8 settembre scorso a 89 anni. Gabriella Taliercio fu profondamente segnata dalla tragica vicenda del marito, e dopo la morte si è ritirata nel riserbo e nel silenzio, lasciando ai [...]

FOTO: Guerra al Terrorismo

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Auto su folla a Mosca, non è terrorismo

Auto su folla a Mosca, non è terrorismo

(ANSA) – MOSCA, 9 SET – L’uomo che ha travolto oggi un gruppo di persone a Mosca ha agito “in modo intenzionale” ma alla base del gesto vi sarebbe stata “una lite” in un caffè e dunque non si tratterebbe di terrorismo. Lo fa sapere la Tass che cita una portavoce del dipartimento del Traffico della città di Mosca. L’uomo, ha detto la polizia, non ha abbandonato la scena del crimine ed è stato fermato. Dopo la lite è uscito dal locale, è [...]

Gb: voleva decapitare May, ergastolo

Gb: voleva decapitare May, ergastolo

(ANSA) – ROMA, 31 AGO – E’ stato condannato all’ergastolo con un termine minimo di 30 anni il ventenne londinese di fede islamica accusato d’aver pianificato di uccidere la premier Theresa May. Lo riferisce la Bbc. L’uomo era stato riconosciuto colpevole di terrorismo di fronte alla corte di Old Bailey lo scorso 18 luglio. Il giovane Naaimur Zakariyah Rahman, residente nella zona Nord di Londra, simpatizzante dell’Isis radicalizzatosi di recente, [...]

Ue:via propaganda terrorismo,multe a web

Ue:via propaganda terrorismo,multe a web

(ANSA) – BRUXELLES, 21 AGO – Il web, dai grandi social ai siti più piccoli, dovrà rimuovere entro un’ora dalla notifica delle autorità i contenuti di propaganda terroristica o potrà incorrere in una multa. E’ la proposta a cui sta lavorando la Commissione Ue e che sarà presentata a settembre, segnando così un cambio di rotta rispetto all’autoregolamentazione che Bruxelles ha finora seguito nei confronti dei giganti del web, da Facebook a [...]

Soagna, 'attacco a polizia è terrorismo'

Soagna, 'attacco a polizia è terrorismo'

(ANSA) – ROMA, 20 AGO – L’attacco di stamani in una stazione di polizia catalana è un atto di terrorismo: lo ha dichiarato in una conferenza stampa il numero 2 della polizia di Barcellona, Rafel Comes, confermando che l’aggressore è stato ucciso. Comes ha confermato che l’uomo armato di coltello, identificato dai media nella persona di Abdelouahab Taib, un 29enne algerino residente in Spagna, ha gridato “Allahu Akbar” (Allah è grande) e altre [...]

Attentato sede Lega:Procura,è terrorismo

Attentato sede Lega:Procura,è terrorismo

(ANSA) – VENEZIA, 17 AGO – “E’ terrorismo e gli atti sono arrivati senza esitazione alla Procura distrettuale di Venezia”. Lo ha spiegato oggi il Procuratore della Repubblica di Treviso, Michele Dalla Costa, a proposito del fallito attentato alla sede provinciale della Lega di Treviso, a Villorba (Treviso), dove ieri sono stati ritrovati due oggetti esplosivi.

"Bomba a sede Lega è atto terrorismo"

"Bomba a sede Lega è atto terrorismo"

Bombe a sede della Lega a Treviso, la procura indaga per terrorismo.

Attentato alla sede della Lega, per Procura è terrorismo

Attentato alla sede della Lega, per Procura è terrorismo

“E’ terrorismo e gli atti sono arrivati senza esitazione alla Procura distrettuale di Venezia”. Lo ha spiegato oggi il Procuratore della Repubblica di Treviso, Michele Dalla Costa, a proposito del fallito attentato alla sede provinciale della Lega di Treviso, a Villorba (Treviso), dove ieri sono stati ritrovati due oggetti esplosivi. Treviso 16 agosto – Un ordigno è esploso la scorsa notte all’esterno della sede storica della Lega a Treviso, il K3, [...]

May: terrorismo vuole dividerci, fallirà

May: terrorismo vuole dividerci, fallirà

(ANSA) – LONDRA, 14 AGO – “L’obiettivo contorto degli estremisti è usare la violenza e il terrore per dividerci: non ci riusciranno”. Così la premier britannica Theresa May in una dichiarazione su quanto accaduto stamattina a Westminster. “Per la seconda volta in due anni la casa della nostra democrazia, simbolo potente dei nostri valori di tolleranza e di libertà, ha sperimentato scene terribili a pochi metri dalla sua porta”, aggiunge May, [...]

Auto contro Westminster, arrestato sospettato di terrorismo

Auto contro Westminster, arrestato sospettato di terrorismo

Nell'urto feriti diversi passanti, nessuno e' in pericolo di vita

Londra: uomo alla guida auto è indagato per terrorismo

Londra: uomo alla guida auto è indagato per terrorismo

Londra (askanews) - L'uomo di colore alla guida della Ford Fiesta color argento che ha travolto le barriere di sicurezza all'esterno del parlamento di Londra e provocato diversi feriti è stato arrestato e indagato per reati connessi al terrorismo. Lo ha annunciato la Polizia metropolitana di Londra, che ha indicato di considerare terroristica la matrice dell'incidente all'esterno di Westminster. L'uomo - vicino ai 30 anni - è stato bloccato, arrestato e [...]