Organizzazione terroristica

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

Guerra al Terrorismo

La scheda: Guerra al Terrorismo

     NATO
     Trans-Saharan Counterterrorism Initiative
     Operazioni militari principali (Afghanistan • Pakistan • Iraq • Somalia • Yemen)
     Altri alleati degli Stati Uniti coinvolti in operazioni militari
L'espressione guerra al terrore o guerra globale al terrorismo (in inglese, war on terror o global war on terrorism) è uno slogan politico usato dall'amministrazione statunitense Bush e dai media occidentali per riferirsi a una serie di operazioni militari internazionali iniziate dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti. Gli Stati Uniti guidarono una coalizione di Paesi NATO e non-NATO in una operazione militare diretta contro "le nazioni, organizzazioni o persone" accusate di aver "pianificato, autorizzato, commesso o aiutato" gli attentati dell'11 settembre.
Il presidente degli USA George W. Bush usò l'espressione "guerra al terrore" per la prima volta il 20 settembre 2001. Da allora, l'amministrazione Bush e i media occidentali hanno usato il termine per identificare una lotta globale di natura militare, politica, legale ed ideologica nei confronti sia di organizzazioni classificate come terroriste, sia di alcuni Stati accusati di sostenerle o percepiti come una minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti e dei loro alleati, in particolare con riferimento al contrasto dei terroristi islamisti di al-Qāʿida e dei governi talebano in Afghanistan e baathista in Iraq.
L'espressione è stata abbandonata nel 2009 dall'amministrazione Obama, che ha preferito riferirsi all'insieme delle operazioni, anche militari, di antiterrorismo con espressioni come "operazioni d'oltremare" (in inglese, overseas contingency operations) e "contrasto all'estremismo violento" (in inglese, countering violent extremism).


Terrorismo: 9 anni a prima foreign fighter italiana

Terrorismo: 9 anni a prima foreign fighter italiana

Confermata la pena in appello a Fatima, 10 anni al marito

Terrorismo, paura su volo Roma-Chicago per allarme bomba

Terrorismo, paura su volo Roma-Chicago per allarme bomba

Messaggio di minaccia in bagno, fatto atterrare in Irlanda

EVENTI: Guerra al Terrorismo

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Nel 2000 venne tentato un attacco all'aeroporto internazionale di Los Angeles, me nell'ottobre dello stesso anno avvenne l'attentato allo USS Cole, un cacciatorpediniere in servizio nello Yemen.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Il 7 febbraio 2002 il Presidente Bush dichiara che Al Qaeda e i telebani saranno da ora ritenuti con lo status di Combattenti nemici illegali , una formula nuova non contemplata nel lessico del diritto internazionale umanitario .

Nel 2002 e nel 2005 l'isola Indonesiana di Bali venne colpita da attentati suicidi e autobombe che uccisero più di 200 persone e ne ferirono più di 300.

Il 22 novembre 2002 gli stati membro dell'EAPC decise un piano di azione contro il terrorismo dove si affermava che "l'EAPC afferma di impegnarsi alla protezione e alla promozione delle libertà fondamentali e dei diritti umani, assieme al rispetto della legge, nel combattimento del terrorismo".

Nel 2002 nel Regno Unito, in Francia, Germania, Giappone, India e Russia erano presenti forti maggioranze a supporto della guerra al terrorismo guidata dagli Stati Uniti.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2013, Obama ha criticato l'espressione, affermando:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 l'Unione europea ha emanato la posizione comune 2001/931/PESC che ha definito gli atti terroristici come atti intenzionali, previsti dalle legislazioni nazionali come reato, che data la loro natura o il contesto possono seriamente danneggiare uno Stato o un'organizzazione internazionale, e sono commessi con il proposito di:.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2001 il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite adottò la risoluzione 1373, che obbligava tutti gli stati a criminalizzare l'assistenza alle attività terroristiche, negare il supporto finanziario e la protezione ai terroristi.

Il 7 ottobre 2001 iniziò ufficialmente l'invasione delle forze statunitensi e britanniche, che condussero bombardamenti aerei prima di iniziare la campagna terrestre.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Nel 2004 l'esercito pakistano lanciò una campagna nelle Aree tribali di Amministrazione Federale della regione del Waziristan, inviando 80 000 truppe.

Il 9 settembre 2004 un'autobomba esplose nei pressi dell'ambasciata australiana a Giacarta, uccidendo 10 indonesiani e ferendone altri 140.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Dal 2014 una nuova offensiva di matrice islamica, sotto l'egida di una pericolosissima organizzazione jihadista, l'ISIS (conosciuto anche come Stato Islamico o Daesh), proveniente dalla zona tra Siria ed Iraq, nella quale ha istituito uno pseudo-califfato, compie attacchi in varie zone del mondo, come in Tunisia, Turchia e in Europa a Parigi (7-9 gennaio 2015 e 13 novembre 2015) e Bruxelles (22 marzo 2016) scatenando un intervento militare da parte di una coalizione internazionale contro l'organizzazione terroristica.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 20 marzo 2003 venne lanciata l'invasione dell'Iraq.

Il 30 luglio 2003 l'ACLU iniziò la prima battaglia legale contro la sezione 215 del Patriot Act, affermando che permetteva all'FBI di violare i diritti del primo e del quarto emendamento e il diritto ad un processo, permettendo di compiere investigazioni senza avvertire il sospettato dell'investigazione stessa.

Nel 2003 vennero spesi 98 milioni di dollari per l'addestramento e l'equipaggiamento dell'esercito colombiano.

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Il 4 dicembre 2006 l'assistente al Segretario di Stato statunitense Jendayi Frazer affermò che operativi appartenenti a cellule di al-Quaeda stavano controllando l'Unione delle Corti Islamiche.

Nel 2006 il Pakistan venne accusato dai comandanti della NATO di aiutare e supportare i Talebani in Afghanistan, ma successivamente la stessa NATO ammise di non possedere prove certe contro il governo pakistano.

Nel 2006, durante un rafforzamento dell'insurrezione dei Talebani, è stato annunciato che l'ISAF avrebbe sostituito le truppe statunitensi come parte dell'Operazione Enduring Freedom.

Nel 2006 il supporto alla guerra era in minoranza nel Regno Unito (49%), in Francia (43%), Germania (47%), Giappone (26%).

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2017 viene compiuto un attentato dell'ISIS al concerto di Ariana Grande a Manchester.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Nel 2005 il Consiglio di Sicurezza approvò la risoluzione 1624, che riguardava l'istigazione al terrorismo e l'obbligo di aderire alle leggi internazionali sui diritti umani.

Il 7 luglio 2005 diversi terroristi giunsero a Londra e fecero esplodere diversi ordigni nel sistema della Metropolitana londinese uccidendo 57 persone.

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Il 21 maggio 2008 venne raggiunto un accordo per terminare la faida politica che rischiò di trascinare il paese in una nuova guerra civile.

Il 19 settembre 2008 la RAND Corporation ha presentato i risultati di uno studio per "Sconfiggere i gruppi terroristici".

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

Nel 1996 fu accusato dagli Stati Uniti anche per un suo collegamento ad Oplan Bojinka, un piano per compiere attentati su una serie di aerei civili statunitensi.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

L'8 gennaio 2007 gli Stati Uniti combatterono contro i militanti nella Battaglia di Ras Kamboni, impiegando AC-130.

Il 20 maggio 2007 iniziò un conflitto nella parte settentrionale del libano tra Fatah al-Islam, una organizzazione militante islamista e le forze armate libanesi a Nahr al-Bared, un campo profughi palestinese nei pressi di Tripoli.

Nel 2007 emerse tuttavia degli indizi dell'esistenza di taglie fino a 1 900 CDN$ per ogni membro della NATO ucciso.

CoranoIslam

Il viaggio nella Jihad Corporation e nelle casseforti del terrore pu� cominciare semplicemente dalla soglia di una moschea o di una scuola coranica Il terrorismo islamico, come molti suoi predecessori in Occidente, � un'attivit� borghese. La monarchia saudita Con i fondi sauditi sorgono nuove moschee e scuole coraniche

Sisi giura, 'impegno contro terrorismo'

Sisi giura, 'impegno contro terrorismo'

(ANSA) – ROMA, 2 GIU – Abdel Fattah el Sisi ha prestato giuramento per il suo secondo mandato presidenziale impegnandosi a lottare contro “coloro che scelgono la violenza, il terrorismo e l’estremismo”, riferisce la Bbc online. Nel suo discorso, Sisi ha detto che vuole creare uno “spazio comune” per gli egiziani dal quale saranno esclusi solo coloro che “hanno scelto la violenza, il terrorismo e il pensiero estremista come modo per imporre la loro [...]

Liegi: si indaga per terrorismo

Liegi: si indaga per terrorismo

(ANSA) – BRUXELLES, 29 MAG – Sulla sparatoria di Liegi indaga la procura federale che ha classificato il dossier come ‘terrorismo’. Per la tv belga Rtbf, il killer sarebbe Benjamin Herman, nato nel 1982, un passato da criminale comune entrato e uscito varie volte di prigione. L’ultima ieri, per un congedo. Violento e solitario, non era conosciuto per radicalismo ma la polizia indaga ora se possa essersi radicalizzato in carcere. L’uomo “ha preso di [...]

Papa, equazione terrorismo-Islam sciocca

Papa, equazione terrorismo-Islam sciocca

(ANSA) – MILANO, 24 GAG – L’equazione fra terrorismo e islamismo? “sarà anche sulla bocca di tanti, ma quell’equazione è una menzogna e una sciocchezza”: papa Francesco lo ha sottolineato in una intervista rilasciata all’Eco di Bergamo nel giorno in cui arriva in città il feretro di Giovanni XXIII, il ‘papa Buono’ che nel Bergamasco, a Sotto il Monte nacque. “Il ruolo delle religioni? Credo che il loro ruolo più importante sia quello [...]

Amb.Israele, bene Usa a lasciare accordo

Amb.Israele, bene Usa a lasciare accordo

(ANSA) – ROMA, 22 MAG – L’Iran “sostiene e finanzia il terrorismo, manovra l’intera regione creando instabilità, continua a investire sui missili balistici, alcuni in grado di portare una testata nucleare. Gli Usa hanno fatto bene a uscire dall’accordo nucleare”: lo ha detto l’ambasciatore di Israele a Roma, Ofer Sachs, in un forum all’ANSA. L’intesa “guarda alla regione con un punto di vista molto limitato, offre a Teheran troppi margini, [...]

Terrorismo, espulso cittadino albanese

Terrorismo, espulso cittadino albanese

(ANSA) – ROMA, 16 MAG – Con un provvedimento firmato dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, è stata eseguita l’espulsione di un cittadino albanese dal territorio nazionale per motivi di sicurezza dello Stato. Lo rende noto il Viminale. Con questa espulsione, la 44/a del 2018, sono 281 i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi, con accompagnamento nel proprio Paese, dall’1 gennaio 2015 a oggi. Si tratta di un 42enne [...]

Terrorismo: pene fondamentalisti ridotte

Terrorismo: pene fondamentalisti ridotte

(ANSA) – GENOVA, 15 MAG – Pene ridotte in appello per i tre presunti terroristi appartenenti a una cellula operante tra la Liguria e Brescia. La corte d’assise d’appello di Genova ha condannato a 4 anni (6 anni in primo grado) Tarek Sakher, algerino di 35 anni. Pene ridotte a 3 anni e otto mesi ciascuno, e reato riqualificato in apologia del terrorismo, per i due fratelli egiziani Abdelhakim, 44 anni, e Antar Hossameldin 37 (6 anni e 5 anni in primo grado). [...]

Iran: Usa varano nuove sanzioni

Iran: Usa varano nuove sanzioni

(ANSA) – NEW YORK, 15 MAG – Gli Stati Uniti hanno varato sanzioni contro il governatore della Banca centrale iraniana con l’accusa di sostegno e finanziamento al terrorismo. Lo rende noto il Tesoro. “Gli Usa non permetteranno i crescenti abusi iraniani sul sistema finanziario internazionale”, afferma il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin.

FOTO: Guerra al Terrorismo

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

Attentato terroristico in Iraq

La flat tax è circonvenzione di incapace, merito di una tv e media che non fa informazione, ma solo terrorismo.

La flat tax è circonvenzione di incapace, merito di una tv e media che non fa informazione, ma solo terrorismo.

La flat tax è eversiva! Le notizie di stampa che giungono sul "contratto di governo" tra Lega e Movimento 5 Stelle lasciano davvero allibiti. Su tutto spicca la flat tax, di cui le prime stime pubblicate oggi su Repubblica da Roberto Petrini spiegano bene l'impatto distributivo fortemente regressivo, che beneficerebbe clamorosamente i contribuenti più benestanti a scapito di tutti gli altri italiani. È giunto il momento di chiamare le cose con il loro nome: [...]

Blitz antiterrorismo in diverse regioni italiane: 14 arresti

Blitz antiterrorismo in diverse regioni italiane: 14 arresti

Roma, (askanews) - Vasta operazione antiterrorismo in diverse regioni: 14, complessivamente le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dai gip di Brescia e Cagliari su richiesta delle rispettive Procure Distrettuali Antimafia e Antiterrorismo, e 20 le perquisizioni domiciliari in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Sardegna. Le operazioni, condotte da Guardia di finanza e polizia, hanno portato a individuare i soggetti ritenuti responsabili a vario titolo [...]

Terrorismo: supporto a formazioni jihadiste, arresti

Terrorismo: supporto a formazioni jihadiste, arresti

Oggi Giornata vittime del terrorismo

Oggi Giornata vittime del terrorismo

(ANSA) – ROMA, 9 MAY – Con l’inno di Mameli hanno preso l’avvio al Quirinale le celebrazioni per la giornata delle vittime del terrorismo. Presenti i presidenti della Camera e del Senato, Fico e Casellati, e numerosi ministri tra i quali Pinotti, Fedeli, Orlando, oltre al capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio. Tra i presenti anche il vicepresidente del Csm Legnini. Il presidente Mattarella e la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, hanno [...]

Terrorismo: espulso un marocchino

Terrorismo: espulso un marocchino

(ANSA) – BARI, 5 MAG – Un marocchino di 40 anni ritenuto pericoloso per la sicurezza nazionale è stato espulso dalla Digos della questura di Bari, su disposizione del prefetto di Foggia. Al quarantenne, non in regola sul territorio nazionale, è stato anche disposto il divieto di rientro in area Shengen per 10 anni. Il marocchino, il cui nome era già emerso in indagini della Dda di Bari sul terrorismo internazionale, è stato identificato presso [...]

Terrorismo: espulso tunisino

Terrorismo: espulso tunisino

(ANSA) – ROMA, 2 MAG – Un tunisino di 28 anni è stato espulso oggi “per motivi di sicurezza dello Stato”. Lo fa sapere il Viminale, sottolineando che quello di oggi è il 38/o allontanamento del 2018 di “soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso”; sono 275 le espulsioni dal 2015. L’uomo, con numerosi precedenti per reati comuni, abitante a Varese, era emerso all’attenzione delle forze di polizia in seguito ad una segnalazione [...]

terrorismo portavoce ufficiale dell isis attaccate gli usa anche russia

Nuovo discorso di Abul-Hasan Al-Muhajir: "Fate di questi paesi il teatro di tutte le vostre operazioni". In un nuovo discorso pubblicato online il portavoce ufficiale dell'Isis, Abul-Hasan Al-Muhajir, torna a chiedere di compiere attacchi negli Stati Uniti e nei paesi della coalizione che combatte lo Stato islamico. Abul-Hasan Al-Muhajir ha parlato anche di una "nuova fase" per la prossima guerra contro Russia e Iran: "Fate di questi paesi il teatro di tutte le [...]

Reporter Pulitzer, raccontare terrorismo

Reporter Pulitzer, raccontare terrorismo

(ANSA) – BARI, 27 APR – “Assolutamente in disaccordo” con quanti pensano che al terrorismo non vada data visibilità per non incentivarlo, il premio Pulitzer 2018 per il fotogiornalismo, Ryan M. Kelly, ha scelto di cambiare vita abbandonando il suo lavoro al Daily Progress per occuparsi dei social media di un birrificio. A Bari, in occasione dell’inaugurazione della mostra della 61/a edizione del World Press Photo, Kelly ha raccontato lo scatto che gli [...]

Terrorismo, espulso egiziano

Terrorismo, espulso egiziano

(ANSA) – MILANO, 27 APR – Un cittadino egiziano di 29 anni residente a Milano è stato espulso con provvedimento firmato dal ministro dell’Interno, Marco Minniti, “per motivi di sicurezza dello Stato” e già rimpatriato, accompagnato, con un volo decollato dall’aeroporto di Malpensa e diretto a Il Cairo. L’uomo era stato segnalato alla Polizia già nel 2015 perchè ritenuto appartenente all’entourage di un foreign fighter marocchino, anch’egli [...]

Terrorismo, Napoli: gambiano giura fedeltà all'Isis. Arrestato

Terrorismo, Napoli: gambiano giura fedeltà all'Isis. Arrestato

Napoli (askanews) - Aveva giurato fedeltà all'Isis, il sedicente stato islamico, con una registrazione video diffusa sui canali della app Telegram. Con questa motivazione a Napoli le forze dell'ordine hanno fatto scattare le manette ai polsi di un 22enne gambiano, Alagie Touray, che era sbarcato nel porto di Messina a marzo del 2017, titolare di un permesso provvisorio di soggiorno e registrato nel centro di accoglienza per migranti di Licola, vicino Pozzuoli. [...]