Oscar Leonard Carl Pistorius

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

Oscar Pistorius

La scheda: Oscar Pistorius

Oscar Leonard Carl Pistorius (Johannesburg, 22 novembre 1986) è un velocista sudafricano, campione paralimpico nel 2004 sui 200 metri piani e nel 2008 sui 100, 200 e 400 metri piani.
Soprannominato "the fastest man on no legs" (l'uomo più veloce senza gambe) e "Blade Runner", Pistorius è un amputato bilaterale, detentore del record del mondo sui 100, 200 e 400 metri piani nella categoria T44. Corre grazie a particolari protesi in fibra di carbonio, denominate cheetah (ghepardo). È il primo ed unico atleta amputato capace di vincere una medaglia in una competizione iridata per normodotati, ottenendo l'argento con la staffetta 4×400 metri sudafricana ai Mondiali di Taegu, correndo solo in batteria.



Oscar Pistorius:
Oscar Pistorius nel 2011.
Nome: Oscar Leonard Carl Pistorius
Nazionalità:  Sudafrica
Altezza: 181 cm
Peso: 77 kg
Atletica leggera:
Specialità: Velocità
Record:
100 m10"91 (2007)
200 m21"30 (2012)
400 m45"07 (2011)
4×400 m2'59"87 (2011)
Società: TUKS
Carriera:
Nazionale:
2011- Sudafrica
Palmarès:
Mondiali010
Giochi paralimpici611
Campionati africani020
Statistiche aggiornate al 9 settembre 2012

Bebe Vio si racconta: "Pistorius e Zanardi i miei idoli"

Bebe Vio si racconta: "Pistorius e Zanardi i miei idoli"

Roma, (askanews) - Icona dello sport paralimpico, testimonial della campagna "vaccinati contro la meningite", sportiva ma anche ideatrice del programma televisivo "La vita è una figata" su Rai1, autrice di libri. Ma prima di tutto campionessa di scherma paralimpica. Bebe Vio non si è mai arresa dopo la meningite fulminante che a 11 anni le causò un'estesa infezione con l'amputazione di gambe e avanbracci. La schermitrice, campionessa paralimpica e mondiale in [...]

Il fratello di Pistorius smentisce

Il fratello di Pistorius smentisce

"Abbiamo visto Oscar e sta bene. Sono completamente falsi e sensazionalistici gli articoli in cui si scrive che ha tentato di farsi del male da solo". Carl Pistorius ha smentito così su Twitter le voci circolate in merito a un tentativo di suicidio in carcere del fratello, condotto in un ospedale di Pretoria per delle ferite alle mani. "Oscar è soltanto scivolato nella sua cella e si è fatto male. Niente di serio", ha aggiunto sull'ex campione [...]

EVENTI: Oscar Pistorius

Nel 2010 riceve dal Laboratorio internazionale della comunicazione il Gamajun International Award.

Dal 2011 inizia ad allenarsi stabilmente a Gemona del Friuli, insieme ad altri atleti sudafricani.

Il 22 febbraio 2009 rimane seriamente ferito in un incidente in barca.

Il 6 luglio 2016 Pistorius viene condannato a 6 anni di carcere (che potranno diventare 2 in caso di buona condotta) dalla corte di prima istanza, con l'accusa derubricata in omicidio volontario con attenuanti (voluntary manslaughter).

Il 14 febbraio 2013 viene arrestato e interrogato dalla polizia di Pretoria con l'accusa di omicidio per aver sparato alla propria fidanzata, la modella trentenne Reeva Steenkamp, uccidendola.

Il 13 gennaio 2008 la IAAF respinge la richiesta di Pistorius di gareggiare con i normodotati, sostenendo che "un atleta che utilizzi queste protesi ha un vantaggio meccanico dimostrabile (più del 30%) se confrontato con qualcuno che non usi le protesi".

Nel 2008 è protagonista del video Via le mani dagli occhi della band italiana Negramaro.

Il 13 settembre 2008 viene arrestato in seguito a una denuncia di aggressione e trascorre una notte in carcere: la vicenda riguardava una ragazza che, ubriaca, aveva preso a calci la porta della casa di Pistorius ferendosi a una gamba dopo che lui l'aveva accompagnata fuori e che lo aveva per questo accusato di averla attaccata.

Nel 2012 ottiene sui 400 metri piani il minimo valido per la partecipazione ai Giochi olimpici di Londra, venendo convocato sia per la prova individuale sia per la staffetta 4×400 metri.

Nel 2012 la cantautrice Mariella Nava omaggiò Pistorius nel brano La mia specialità, contenuto nell'album Tempo mosso.

Il 7 gennaio 2012 è stato ospite alla trasmissione Ballando con le stelle (Rai 1), ottenendo il massimo del punteggio ed aggiudicandosi l'ammirazione dei giudici: "Ballare non è mai stato il mio punto forte.

Il 3 dicembre 2015 la Corte Suprema d'Appello Sudafricana, accogliendo il ricorso della Procura, lo riconosce colpevole di omicidio volontario stabilendo che il caso verrà rinviato a un giudice di prima istanza che avrà il compito di infliggere una pena appropriata.

Nel 2005 Pistorius esprime il desiderio di poter correre coi normodotati in occasione dei Giochi olimpici di Pechino 2008.

Pistorius ha ucciso, ma se la caverà con poco!

Pistorius ha ucciso, ma se la caverà con poco!

Il giudice ha riconosciuto le attenuanti ad Oscar Pistorius.

Pistorius condannato a 6 anni

Pistorius condannato a 6 anni

Pistorius colpevole di omicidio volontario.

Sconto di pena, 6 anni a Pistorius

Sconto di pena, 6 anni a Pistorius

Oscar Pistorius condannato a 6 anni per l'omicidio della fidanzata.

Pistorius va in carcere

Pistorius va in carcere

Il sudafricano condatto in appello a 6 anni per l'omicidio di Reeva Steenkamp

6 anni a Pistorius

6 anni a Pistorius

Colpevole dell'omicidio della fidanzata, il giudice: "Un eroe caduto che ha perso la sua carriera".

Pistorius condannato a 6 anni

Pistorius condannato a 6 anni

di Rita Ferrari

Pistorius condannato: 6 anni di carcere per l’omicidio della fidanzata Reeva

Oscar Pistorius, riconosciuto colpevole di omicidio volontario, è stato condannato a sei anni di carcere in appello per l’uccisione della … Continua a leggere→

Pistorius: la condanna a 6 anni

Pistorius: la condanna a 6 anni

FOTO: Oscar Pistorius

Oscar Pistorius a Varsavia nel 2011.

Oscar Pistorius a Varsavia nel 2011.

Oscar Pistorius ai Mondiali di Taegu 2011.

Oscar Pistorius ai Mondiali di Taegu 2011.

Oscar Pistorius sul traguardo dei 400 m a Varsavia nel 2011.

Oscar Pistorius sul traguardo dei 400 m a Varsavia nel 2011.

Pistorius in tv: "Reeva non mi vorrebbe in carcere"

Pistorius in tv: "Reeva non mi vorrebbe in carcere"

Da quando è successa la tragedia nella sua villa, quel San Valentino del 2013, questa rilasciata per l'emittente inglese Itv è la prima intervista di Oscar Pistorius davanti alle telecamere. Una frase dell'atleta sta già facendo discutere e riguarda proprio la sua fidanzata, morta sotto i suoi colpi di pistola: "Reeva non vorrebbe che sprecassi la mia vita dietro le sbarre. Se mi fosse offerta l'opportunità di redenzione, mi piacerebbe aiutare i meno fortunati, [...]

Pistorius shock, in aula senza protesi

Pistorius shock, in aula senza protesi

di Alba Maiolini

Pistorius, choc in aula

Pistorius, choc in aula

Oscar Pistorius in aula senza protesi e in lacrime; rischia 15 anni di carcere per l'omicidio della fidanzata.

Oscar Pistorius settimana decisiva per decidere la pena che dovrà scontare

Oscar Pistorius settimana decisiva per decidere la pena che dovrà scontare

FOTO ANSA ANSA- Oscar Pistorius è arrivato nella Corte suprema di Pretoria per l'udienza in cui si deciderà la pena che dovrà scontare dopo essere stato ritenuto colpevole dell'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa nel 2013. L'ex atleta paraolimpico rischia 15 anni di carcere dopo che a dicembre la Corte d'Appello ha ribaltato la sentenza di omicidio colposo, riconoscendo [...]

Pistorius, l'ultima intervista

Pistorius, l'ultima intervista

di Francesco Mombelli

Oscar Pistorius, nuovo rinvio

Oscar Pistorius, nuovo rinvio

Pistorius: Alta corte respinge ricorso

Pistorius: Alta corte respinge ricorso

(ANSA) - JOHANNESBURG, 3 MAR - La Corte costituzionale, la più alta istanza processuale del Sudafrica, ha respinto il ricorso di Oscar Pistorius contro il verdetto per omicidio volontario emesso nel processo di appello per la morte di Reeva Steenkamp. Lo ha dichiarato uno degli avvocati dell'atleta, che il 18 aprile conoscerà la sua sentenza. Pistorius ora rischia 15 anni di carcere. L'avv. Andrew Fawcett ha detto che dopo la decisione dell'Alta corte di [...]

Pistorius ottiene la libertà su cauzione

Pistorius ottiene la libertà su cauzione

Oscar Pistorius ha ottenuto la libertà su cauzione e potrà scontare la sua condanna ai domiciliari fino al 18 aprile 2016, data in cui sarà riformulata la pena a suo carico per l’omicidio, avvenuto nel 2013, della sua fidanzata, Reeva Stenkamp. La settimana scorsa il giudizio per omicidio colposo era stato ribaltato e la pena per l’ex velocista era passata da 5 a 15 anni. Gli avvocati del sudafricano ora presenteranno un appello alla corte costituzionale [...]

Pistorius, domiciliari fino alla sentenza

Pistorius, domiciliari fino alla sentenza

Il campione resta in attesa di un possibile aggravamento della pena.

Pistorius: parlano i genitori di Reeva

Pistorius: parlano i genitori di Reeva