Personalità legate a Carate Brianza

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Tina Cipollari
In rilievo

Tina Cipollari

La scheda:

Ho conosciuto il dolore by Roberto Vecchioni

HO CONOSCIUTO IL DOLORE (dall'album Io non appartengo più) Ho conosciuto il dolore (di persona, s'intende) e lui mi ha conosciuto: siamo amici da sempre, io non l'ho mai perduto; lui tanto meno, che anzi si sente come finito se, per un giorno solo, non mi vede o non mi sente. Ho conosciuto il dolore e mi è sembrato ridicolo, quando gli dò di gomito, quando gli dico in faccia: "Ma a chi vuoi far paura?" Ho conosciuto il dolore: ed era il figlio malato, la ragazza [...]

Vecchioni e l'alcol test: "Quella notte ho sbagliato ma...". Video

Vecchioni e l'alcol test: "Quella notte ho sbagliato ma...". Video

Roberto Vecchioni ha commentato per la prima volta l'episodio che gli è costato il ritiro della patente: "Era il 25 dicembre, era Natale, il 26 la notte, e insieme a quel poco di champagne che si beve, dovevo prendere lo sciroppo per la bronchite molto forte". Il risultato fu che, fermato da un controllo di polizia stradale lungo l'A4, Vecchioni risultò positivo all'alcol test. Dopo 3 anni è arrivata la sentenza che gli ha sospeso la patente, anche il cantautore [...]

Su Vito Mancuso

  Fede, scienza e ragione a proposito di Vito Mancuso di Gaspare Mura (Pontificia Università Lateranense) Vito Mancuso, docente di teologia preso il San Raffaele di Milano, con il suo libro L’anima e il suo destino (Cortina Editore, Milano 2007) è divenuto presto un caso editoriale, non solo per le oltre 80.000 copie vendute in pochi mesi, cosa rara per un paese che notoriamente ha la media più bassa di lettori di libri in Europa, ma soprattutto per le [...]

Roberto Vecchioni --A Dio--

Un insolito (forse nemmeno tanto) Vecchioni si è ispirato ad una poesia di Gassman: A Dio, in cui il celebre attore si interrogava sulla solitudine umana, manifestando il suo bisogno del Divino. La spiritualità di Gassman, o meglio gli interrogativi di Gassman sulla spiritualità, hanno ispirato il professore per questo album (In Cantus) dove alcune tematiche sembrano legare le une alle altre le varie tracce: linterrogarsi sull' esistenza, l' amore tra gli [...]

Sanremo 2011: Anna Oxa, Nina Zilli, Max Pezzali, Emma e Roberto Vecchioni, ecco i primi nomi dei Big

Sanremo 2011: Anna Oxa, Nina Zilli, Max Pezzali, Emma e Roberto Vecchioni, ecco i primi nomi dei Big

Anna Oxa, Nina Zilli, Max Pezzali, Emma e Roberto Vecchioni, che nella serata delle canzoni storiche interpreterà 'O surdato 'nnamorato'. Queste alcune delle anticipazioni sul Festival di Sanremo pubblicate sul numero di 'TV Sorrisi e Canzoni' in edicola domani con un'intervista esclusiva a Gianni Morandi, conduttore e direttore artistico insieme con l'altro direttore artistico Gianmarco Quest'anno nel regolamento è previsto che la sala stampa abbia diritto a far [...]

Appuntamenti con Roberto Vecchioni

Appuntamenti con Roberto Vecchioni

Due giorni di appuntamenti iblei per Roberto Vecchioni, uno dei cantautori di vecchia scuola tra i più amati dal pubblico. Domani, Giovedì 11, terrà una conferenza all'auditorium della nuova Scuola dello Sport di via Magna Grecia nella cittadella sportiva del capoluogo. Il tema della serata (l'inizio è previsto per le ore 18:00) sarà "L'anima, le parole, la musica. Da Saffo a De Andrè". L'evento è stato organizzato dalla associazione culturale Genius, alla [...]

Sanremo 2011: Roberto Vecchioni è il primo big del festival

Sanremo 2011: Roberto Vecchioni è il primo big del festival

"Roberto Vecchioni è un cantautore che ha fatto la storia della musica del nostro paese e sono lieto che sia proprio lui il primo artista che conferma la sua presenza al Teatro Ariston". Così Gianni Morandi commenta la partecipazione di Roberto Vecchioni al prossimo Festival di Sanremo. "La sua canzone accresce la qualità del Festival e sono davvero felice che abbia sciolto le riserve confermando per primo la sua partecipazione. Conosco Roberto da tanti anni - [...]

ROBERTO VECCHIONI

ROBERTO VECCHIONI HOME PAGE PER CONTATTARMI       Di Rabbia E Di Stelle (2007) Il Contastorie (2005) Rotary Club Of Malindi (2004) Il Lanciatore Di Coltelli (2002) Canzoni E Cicogne (2000) Sogna, Ragazzo Sogna (1999) Vecchioni Studio Collection (1998) Roberto Vecchioni Raccolta (1997) El Bandolero Stanco (1997) Il Cielo Capovolto (1995) Blumùn (1993) Camper (1992) Il Capolavoro (1991) Per Amore Mio (1991) Milady (1989) Ippopotami (1986) Bei Tempi (1985) Il [...]

Lettera a Vito Mancuso

Caro Vito, come stai? Spero ti siano passati i tuoi "mal di pancia" e "tempeste del dubbio" sul caso Mondadori. Noi tuoi fan vogliamo che tu scriva su Case editrici importanti. Certo quello che poi conta è la tua libertà morale. Se proprio non te la sentissi, cambia casa editrice. Noi continueremo a leggerti. Spesso ti cito con pensatori e teologi e dico: vedete Mancuso a che livello ha portato il suo processo di demitizzazione del discorso religioso? Prendete [...]

Patrizia Gioia, Caro Vito Mancuso

Patrizia Gioia, Caro Vito Mancuso

Caro Vito Mancuso, ............................................              è da qualche giorno che fremo per scriverLe, ma noi simili, mossi dal  sacro vento della Passione, abbiamo, più di altri, da prestare attenzione e cura a non farci trascinare da questo vento, ma ad esserne guidati.  Si sa che il vento dello Spirito soffia dove vuole, a noi essere la differenza. Quello che Lei ha fatto, generosamente a nome di noi tutti uomini di buona [...]

Mancuso & Mondadori. Tormento(ne) di coscienza

E per l’Einaudi: il tempio culturale dell’antifascismo di sinistra, che nel ’94 entrò nell’orbita berlusconiana non senza provocare capogiri (e le uniche due fughe, di autori storici come Corrado Stajano e Carlo Ginzburg). È seguita, il giorno dopo, una lettera ufficiale della Mondadori che ribadiva la correttezza del suo operato sul piano legale. Risposta che il teologo ha ritenuto poco convincente. Mancuso si avvia dunque, salvo ripensamenti, ad [...]

Perché il potere ha perso sacralità (V.Mancuso)

Perché il potere ha perso sacralità (V.Mancuso)

di Vito Mancuso, La Repubblica, 15.7.10 Se la politica vuole tornare a toccare la mente e il cuore degli uomini deve ristabilire un rapporto organico con l´etica il diritto e la spiritualità.  Qual è l´esperienza concreta da cui è sorto il concetto di laicità? Io credo che sia la consapevolezza della complessità del rapporto tra il proprio mondo mentale e quello di altri. Intendo quindi per laicità il metodo che governa il rapporto tra dimensione interiore [...]

Mancuso a volte esagera ma sul clericalismo (e altro) ha ragione

di Aldo Maria Valli, IL FOGLIO, 8.7.10  Il mio amico Vito Mancuso è un generoso. E, come spesso succede ai generosi, fatica a scegliere le mezze misure. Non ama le sfumature. Bianco o nero, giusto o sbagliato: lui procede spesso così. Il che ne fa uno scrittore o molto amato o molto detestato. Dico subito che a me piace, come persona e come studioso, per la passione e la sincerità. Si potrà dire tutto di lui, ma non è uno che si nasconde dietro le parole. E [...]

Osservazioni sulla teologia di Vito Mancuso

Osservazioni sulla teologia di Vito Mancuso

Caro Vito, ancora una volta un discorso del Papa contraddice tutte le tesi che esponi nei tuoi libri! Il Dio di Benedetto XVI è un Dio di amore che si prende cura dell'uomo! Certo che voi teologi "razionalisti" vi trovate di fronte ad un bivio: il Dio "tradizionale", quello dei vangeli, di San Francesco, di Chiara Lubich, del Papa è "miseramente" sconfessato dalla dura realtà dei fatti; il vostro Dio "moderno" è molto simile all'ateismo. Francamente non è una [...]

Lettera a Vito Mancuso

Caro Vito, Telmo Pievani in "La teoria dell'evoluzione" scrive: "è un fatto innegabile che l'evoluzione dall'ameba a Newton sia stato un "progresso". Altra questione è però capire se dentro questo processo vi sia stata una ragione necessaria o meno.Stando alle conoscenze attuali, questa ragione necessaria sfugge. L'adattamento è sempre locale, incompiuto e contigente. La selezione naturale non guarda al futuro e opera soltanto di singola generazione in singola [...]

Peccato. Quando la Chiesa e gli uomini si confrontano con la colpa (V.Mancuso)

Peccato. Quando la Chiesa e gli uomini si confrontano con la colpa (V.Mancuso)

di Vito Mancuso, LA REPUBBLICA 20.5.10  «Confesso a Dio onnipotente e a voi fratelli che ho molto peccato». Queste parole, seconde solo al saluto del celebrante e alla relativa risposta, si trovano all´inizio della messa cattolica. La liturgia in questo modo fa sì che ogni fedele percepisca se stesso anzitutto come peccatore, anzi, come uno che ha "molto" peccato. Le occasioni nella vita del resto non mancano, sono "pensieri, parole, opere e omissioni", e più [...]

Padre Livio su Vito Mancuso

Discutibile nei suoi giudizi così duri e netti

Colloquio con il prof. Pino De Stefano sulla teologia di Vito Mancuso

Caro prof. De Stefano, avevo visto giusto nel chiederle il "contatto": Lei, come ricordavo bene da qualche conferenza, oltre ad essere cultore di filosofia, è anche appassionato di nuove tenologie. Trovare le due passioni insieme nella stessa persona non è cosa comune. Pensi che io ho di frequente contatti con gli scrittori de "La civiltà cattolica" per il chiarimento di alcuni punti presenti nei loro articoli e spesso mi si dice che tal padre gesuita non usa [...]

Botta e risposta col teologo Vito Mancuso

Botta e risposta col teologo Vito Mancuso

Caro Vito, ieri ho visto la registrazione della presentazione di "Disputa su Dio" da Fabio Fazio. Proprio il giornalista ti ha fatto una domanda su cui, rispettando i ritmi televisivi, non c'è stato approfondimento. Ma se Dio è Creatore, onnipotente ed ha in sé tutte le perfezioni possibili ed immaginabili, che senso averebbe avuto creare, così come ha creato! Tu stesso dici in qualche articolo che la cellula senza nucleo (procariote) è vissuta in solitudine [...]

Il Vangelo della giustizia (V.Mancuso)

Il Vangelo della giustizia (V.Mancuso)

di Vito Mancuso, Repubblica 8.4.10 Quando si parla di «preti pedofili» si toccano due ordini di problemi che occorre tenere rigorosamente distinti: il reato di pedofilia commesso da alcuni esseri umani e la vita delle comunità ecclesiali dentro le quali questi reati sono avvenuti – e forse ancora avvengono. Il primo aspetto si occupa dei preti pedofili in quanto «pedofili» e come tale ha anzitutto un risvolto giuridico, per la precisione penale, consistente [...]