Pier Luigi Bersani

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

Pierluigi Bersani

La scheda: Pierluigi Bersani

XVII: Lombardia 1
Pier Luigi Bersani (Bettola, 29 settembre 1951) è un politico italiano, segretario del Partito Democratico dal 2009 al 2013.
Presidente della Regione Emilia-Romagna tra il 1993 e il 1996, è stato Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato nei governi Prodi I e D'Alema I, Ministro dei trasporti e della navigazione nei governi D'Alema II e Amato II, Ministro dello sviluppo economico nel governo Prodi II.
È stato il leader della coalizione di centro-sinistra Italia. Bene Comune alle elezioni politiche del 2013, dopo la vittoria alle primarie del 2012.
Nel 2017, dopo varie discussioni sulla linea politica del Partito Democratico con il segretario Matteo Renzi, esce dal partito per fondare con Roberto Speranza, Massimo D'Alema ed Enrico Rossi Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista.


Bersani, con Ciampi volerebbero stracci

Bersani, con Ciampi volerebbero stracci

(ANSA) – ROMA, 26 SET – “Ho avuto anch’io a che fare con funzionari del bilancio e qualche volta mettevano degli alt. Io intanto sapevo di cosa stavo parlando, come loro, quindi ero in grado di vedere se c’era un trucchetto o no, e di solito non c’era. Poi se c’è qualcuno, non credo quei tecnici, ma nella burocrazia qualcuno che fa dei trucchetti, può esserci benissimo: ma se sai le cose non ti frega nessuno. Se non le sai ti può fregare [...]

EVENTI: Pierluigi Bersani

Nel 1966, appena quindicenne, partecipa assieme ai tanti "angeli del fango" al salvataggio delle opere d'arte di Firenze dopo l'alluvione del 4 novembre 1966.

Nel 1966, appena quindicenne, partecipa assieme ai tanti "angeli del fango" al salvataggio delle opere d'arte di Firenze dopo l'alluvione del 4 novembre 1966.

Dal 23 dicembre 1999 al 3 giugno 2001 ricopre la carica di Ministro dei trasporti e della navigazione nel Governo D'Alema II e nel Governo Amato II.

Dal 23 dicembre 1999 al 3 giugno 2001 ricopre la carica di Ministro dei trasporti e della navigazione nel Governo D'Alema II e nel Governo Amato II.

Dal 24 febbraio 2009 il Segretario del PD Dario Franceschini (già Vicesegretario di Veltroni nominato leader del PD dopo le sue dimissioni dalla Segreteria nazionale) lo nomina Presidente nazionale del Forum Economico del PD.

Nel 2009, Bersani decide di candidarsi a segretario del Partito Democratico.

Il 25 ottobre 2009 Bersani vince le elezioni primarie, battendo il segretario uscente Dario Franceschini e il senatore Ignazio Marino, e viene così eletto segretario nazionale del PD.

Dal 24 febbraio 2009 il Segretario del PD Dario Franceschini (già Vicesegretario di Veltroni nominato leader del PD dopo le sue dimissioni dalla Segreteria nazionale) lo nomina Presidente nazionale del Forum Economico del PD.

Nel 2009, Bersani decide di candidarsi a segretario del Partito Democratico.

Il 25 ottobre 2009 Bersani vince le elezioni primarie, battendo il segretario uscente Dario Franceschini e il senatore Ignazio Marino, e viene così eletto segretario nazionale del PD.

Il 6 luglio 1993 è eletto presidente della Regione Emilia-Romagna in sostituzione di Enrico Boselli.

Il 6 luglio 1993 è eletto presidente della Regione Emilia-Romagna in sostituzione di Enrico Boselli.

Il 4 maggio 2015 è tra coloro che vota no all'Italicum, la nuova legge elettorale approvata dalla Camera.

Il 4 maggio 2015 è tra coloro che vota no all'Italicum, la nuova legge elettorale approvata dalla Camera.

Il 5 gennaio 2014 viene ricoverato d'urgenza all'Ospedale di Parma per una emorragia subaracnoidea e viene successivamente operato.

Il 5 gennaio 2014 viene ricoverato d'urgenza all'Ospedale di Parma per una emorragia subaracnoidea e viene successivamente operato.

Dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008 ha ricoperto la carica di Ministro dello sviluppo economico nel Governo Prodi II.

Il 4 luglio 2006 viene emanato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il primo decreto Bersani, convertito in legge il 6 luglio 2006.

Dal 17 maggio 2006 all'8 maggio 2008 ha ricoperto la carica di Ministro dello sviluppo economico nel Governo Prodi II.

Il 4 luglio 2006 viene emanato dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il primo decreto Bersani, convertito in legge il 6 luglio 2006.

Nel 2017, dopo varie discussioni sulla linea politica del Partito Democratico con il segretario Matteo Renzi, esce dal partito per fondare con Roberto Speranza, Massimo D'Alema ed Enrico Rossi Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista.

Il 25 febbraio 2017 la minoranza dem si scinde dal PD dando vita a Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista (MDP).

Nel 2017, dopo varie discussioni sulla linea politica del Partito Democratico con il segretario Matteo Renzi, esce dal partito per fondare con Roberto Speranza, Massimo D'Alema ed Enrico Rossi Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista.

Il 25 febbraio 2017 la minoranza dem si scinde dal PD dando vita a Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista (MDP).

Il 10 ottobre 2016 annuncia la sua posizione circa il Referendum per le riforme costituzionali affermando di aver deciso di votare "No" e sostenere la campagna per il "No".

Il 10 ottobre 2016 annuncia la sua posizione circa il Referendum per le riforme costituzionali affermando di aver deciso di votare "No" e sostenere la campagna per il "No".

Dal 18 maggio 1996 al 22 dicembre 1999 ricopre la carica di Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato nel Governo Prodi I e nel Governo D'Alema.

Dal 18 maggio 1996 al 22 dicembre 1999 ricopre la carica di Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato nel Governo Prodi I e nel Governo D'Alema.

Il 31 gennaio 2007 un secondo decreto, convertito in legge il 2 aprile 2007 amplia le liberalizzazioni e le tutele dei consumatori.

Il 13 novembre 2007 il Governo Italiano, con Bersani, allora Ministro dello sviluppo economico, rinnovò un accordo bilaterale di partnership con gli Stati Uniti per "lo scambio di informazioni sulla tecnologia energetica relative ai vari settori quali l'energia da carbone pulito, idrogeno, energia nucleare, la bioenergia e altre scienze energetiche fondamentali", della durata di cinque anni.

Nel 2007, con l'articolo 1 delL.

Nel 2007 non si è candidato alle primarie del Partito Democratico appena costituitosi, affermando che una sua candidatura contro Veltroni avrebbe disorientato una parte dell'elettorato.

Nel 2007 è nominato Responsabile nazionale Economia nella Segreteria nazionale del Segretario Walter Veltroni.

Il 31 gennaio 2007 un secondo decreto, convertito in legge il 2 aprile 2007 amplia le liberalizzazioni e le tutele dei consumatori.

Il 13 novembre 2007 il Governo Italiano, con Bersani, allora Ministro dello sviluppo economico, rinnovò un accordo bilaterale di partnership con gli Stati Uniti per "lo scambio di informazioni sulla tecnologia energetica relative ai vari settori quali l'energia da carbone pulito, idrogeno, energia nucleare, la bioenergia e altre scienze energetiche fondamentali", della durata di cinque anni.

Nel 2007, con l'articolo 1 delL.

Nel 2007 non si è candidato alle primarie del Partito Democratico appena costituitosi, affermando che una sua candidatura contro Veltroni avrebbe disorientato una parte dell'elettorato.

Nel 2007 è nominato Responsabile nazionale Economia nella Segreteria nazionale del Segretario Walter Veltroni.

Mdp: Bersani, serve proposta nuova

Mdp: Bersani, serve proposta nuova

(ANSA) – ROMA, 22 LUG – Ci vuole una proposta nuova che non può essere costruita in un giorno e che faccia i conti con quello che è successo in questi anni e deve essere affidata a forze larghe e rinnovate. Non questione di giovani o di vecchi. Chi ha fatto il capitano può benissimo fare il mozzo, stando sulla barca. Non c’è nessun problema”. Lo afferma Pier Luigi Bersani in un passaggio del suo intervento all’assemblea programmatica di Mdp.

Rai: Bersani,accordo Pd-Fi dadaismo puro

Rai: Bersani,accordo Pd-Fi dadaismo puro

(ANSA) – ROMA, 18 LUG – Ciò che sta succedendo su Commissioni di garanzia e Copasir è “incredibile. Le famose opposizioni – parlo di Pd e Forza Italia – attribuiscono la presidenza della Vigilanza Rai a un uomo Mediaset. Siamo al dadaismo puro, e non voglio neanche parlare di altro. In altri tempi una cosa così avrebbe suscitato il finimondo. Tanto valeva aspettare qualche mese, se si risolvono i problemi di Berlusconi, metterci direttamente lui e [...]

Martina a Bersani:verso nuovo c.sinistra

Martina a Bersani:verso nuovo c.sinistra

(ANSA) NAPOLI, 4 LUG – “Abbiamo assolutamente in testa l’idea di un nuovo centrosinistra, che unisca le energie. Abbiamo in testa la necessità di scovare nella società energie che possano fare con noi un battaglia alternativa alla nuova destra, che c’è e ha i contorni della egemonia che Salvini sta determinando su tutto il governo”. Lo ha detto il segretario reggente Pd Maurizio Martina a Napoli sulla lettera di Pierluigi Bersani a ‘la [...]

Lettera aperta a Bersani e Grillo sul futuro di tutti

      Nereo Villa Lettera aperta a Bersani e a Grillo Le misure anticorruzione sono la triarticolazione sociale   Signor Bersani e signor Grillo, l’esigenza imprescindibile per l’autogovernabilità dell’Italia oggi consiste nelle auspicabili misure anticorruzione. Le cosiddette “mazzette” sono gli effetti della secolare incomprensione della questione sociale. La scuola, da sempre pensata come scuola dell’obbligo, cioè giuridicamente o [...]

Bersani, ora nuova forza riformista

Bersani, ora nuova forza riformista

(ANSA) – ROMA, 6 GIU – “No ai fronti ‘anti’ che rappresentano strategie di sopravvivenza. Serve una novità, una nuova forza politica, un nuovo contenitore di sinistra liberale e riformista. Io sono per mettere ognuno a disposizione le sue sigle, le sue persone, i suoi simboli, facendo i passi indietro necessari per fare passi avanti”. Così Pierluigi Bersani, conversando con i giornalisti in Transatlantico.

Bersani, contratto?Notaio non firmerebbe

Bersani, contratto?Notaio non firmerebbe

(ANSA) – ROMA, 18 MAG – “Il documento 5Stelle-Lega (nei suoi aspetti accettabili, negativi, oscuri o omissivi) sarebbe comunque giustificato come programma elettorale. Come contratto, non c’è notaio che lo registrerebbe”. Così Pierluigi Bersani valuta su twitter il contratto di governo tra M5s e Lega.

Bersani,centrosinistra accetti sfida M5s

Bersani,centrosinistra accetti sfida M5s

(ANSA) – ROMA, 24 APR – “Come lo penso io lo si sa da 5 anni, non vedo perché no, la sinistra, il centrosinistra, il Pd dovrebbero accettarlo questo confronto, questa sfida”. A dirlo Pier Luigi Bersani conversando con i cronisti fuori da Montecitorio a chi gli chiede se i Dem devono accettare il confronto con il Movimento 5 Stelle. “Io dissi allora – ricorda – fate partire un governo di cambiamento, stanno dicendo le stesse cose, perché no?”. A [...]

Sparito Grasso in un attimo ........sparito Pisapia meno di un attimo sparito...Civati Speranza ecc ecc scomparsi D'Alema sparito meno male Bersani non ha vergogna e sta sempre in tv povera sinistra

Sparito Grasso in un attimo ........sparito Pisapia meno di un attimo sparito...Civati Speranza ecc ecc scomparsi D'Alema sparito meno male Bersani non ha vergogna e sta sempre in tv povera sinistra

Caro Grasso che fine avete fatto? la mancata reazione ci preoccupa più della pre annunciata vostra sconfitta. Come spesso vi capita, vi arrotolavate in logorroiche ricerche dei perché, mai nessuno dalle vostre parti inizia dal come si affrontano i problemi e dal come si creino i presupposti per le soluzioni. La Sinistra italiana doveva fondersi con l'esperienza Popolare e Cristiano Sociale, ma il PD vi  ha ridotto all'insignificanza politica. Ora LeU  nato [...]

FOTO: Pierluigi Bersani

Pierluigi_Bersani

Pierluigi_Bersani

Bersani nel 2009.

Bersani nel 2009.

Bersani nel 2009.

Bersani nel 2009.

Bersani infila da solo schede nell'urna lasciando tagliando

Bersani infila da solo schede nell'urna lasciando tagliando

Bersani vota lasciando tagliando scheda

Bersani vota lasciando tagliando scheda

(ANSA) – PIACENZA, 4 MAR – Pierluigi Bersani ha votato questa mattina a Piacenza alla Scuola di via Emmanueli, a poche centinaia di metri dalla sua abitazione. E all’uscita della cabina ha infilato direttamente le schede nelle urne venendo ripreso dal personale di seggio che avrebbe dovuto controllare il numero sul bollino anti-frode e poi rimuoverlo. “Il tagliando andava… “, gli dice la segretaria della sezione, ma poi taglia corto: “Vabbè è lo [...]

Bersani, non candidabile chi fuori Carta

Bersani, non candidabile chi fuori Carta

(ANSA) – ROMA, 24 FEB – “Se uno fa il saluto romano e ha quei simboli non può partecipare alle elezioni: bisogna dirlo con chiarezza, chi è fuori dalla Costituzione è fuori”. Lo ha detto Pierluigi Bersani (LeU), appena arrivato in piazza per partecipare al corteo promosso da Anpi e altre associazioni. “Non sono un giurista e capisco che il tema è complicato, su scioglimento o meno. Ma partiamo da questo”, aggiunge.

Metaforicamente, Pierluigi Bersani!

Metaforicamente, Pierluigi Bersani!

Tutta l'eloquenza di sinistra che abbiamo imparato ad amare.

A proposito di Pierluigi Bersani

A proposito di Pierluigi Bersani

In giro per Bettola, il paese d'origine, per conoscere meglio l'uomo dalle mille metafore.

L'intervista: Pierluigi Bersani

L'intervista: Pierluigi Bersani

L'esperienza di "Liberi e Uguali" raccontata da un indiscusso protagonista della politica italiana.

Macerata: Bersani, piazza sia pacifica

Macerata: Bersani, piazza sia pacifica

(ANSA) – ROMA, 9 FEB – “La mobilitazione costituzionale e antifascista si è sempre fatta con la piazza pacifica e con l’unità di popolo. Bisogna recuperarle entrambe”. Così Pier Luigi Bersani in un tweet.

Bersani dialogo M5S su 4 punti o ciaone

Bersani dialogo M5S su 4 punti o ciaone

(ANSA) – ROMA, 8 FEB – “Io dialogo con tutti, volentieri anche con i cinque stelle . Noi poniamo quattro temi: lavoro, sanità, scuola e fisco progressivo. Con chi è disposto a discutere di queste quattro cose parlo, altrimenti ciao. Ciaone”. Lo dice Pier Luigi Bersani a Omnibus su La7.

Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani in lizza

Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani in lizza

Un dissidio che affosserà le sinistre?

Bersani, LeU con Pd? No ad ammucchiate

Bersani, LeU con Pd? No ad ammucchiate

(ANSA) – ROMA, 6 FEB – “Non posso allearmi con il Pd facendo finta che non c’è stato nulla: che non c’è stato il jobs act, la buona scuola; ora c’è bisogno di un ripensamento e magari il dopo-elezioni potrà indurre a un ripensamento; si può ragionare. Chiaramente i segni inequivocabili che si sono visti in questi anni mi fanno pensare che Renzi pensa di più a staccare Berlusconi dalla Lega che alla sinistra. E farà la cosa che non va [...]