Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Risultati relativi a Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo. Cerca invece Pippo Baudo.

Vedi anche

Salemi
In rilievo

Salemi

Giuseppe Baudo

La scheda: Giuseppe Baudo

Pippo Baudo, all'anagrafe Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo (Militello in Val di Catania, 7 giugno 1936), è un conduttore televisivo, paroliere e compositore italiano.
Ha avviato la sua carriera nei primi anni sessanta, divenendo uno dei conduttori televisivi di spicco della televisione italiana e legando la sua immagine alla RAI per tutti i decenni successivi, lavorando per brevi periodi anche in Mediaset. Nel corso della sua attività ha condotto numerosi varietà, tra i quali svariate edizioni di Settevoci, Canzonissima, Domenica in, Fantastico, Serata d'onore, Novecento e del Festival di Sanremo, di cui detiene il record di conduzioni, avendolo presentato per tredici volte tra il 1968 e il 2008. Parallelamente all'attività televisiva ha anche partecipato a diversi film e fiction - principalmente nei panni di se stesso - e ha lavorato come paroliere, scrivendo alcuni brani musicali principalmente sfruttati in ambito televisivo.


Michelle e Pippo Baudo

Michelle e Pippo Baudo

La nostra Michelle, insieme a Pippo Baudo, ci da appuntamento alla prossima puntata sulle note di "Non gioco più".

EVENTI: Giuseppe Baudo

Nel 2011, durante la trasmissione Centocinquanta, c'è stato un violento litigio dietro le quinte tra Baudo e il capo-struttura RAI Claudio Donat Cattin: quest'ultimo aveva ritenuto lo sputo ricevuto in risposta da Baudo come un episodio assurdo che si commenta da solo, per cui non lo avrebbe mai perdonato.

Nel 2011, durante la trasmissione Centocinquanta, c'è stato un violento litigio dietro le quinte tra Baudo e il capo-struttura RAI Claudio Donat Cattin: quest'ultimo aveva ritenuto lo sputo ricevuto in risposta da Baudo come un episodio assurdo che si commenta da solo, per cui non lo avrebbe mai perdonato.

Nel 2011, durante la trasmissione Centocinquanta, c'è stato un violento litigio dietro le quinte tra Baudo e il capo-struttura RAI Claudio Donat Cattin: quest'ultimo aveva ritenuto lo sputo ricevuto in risposta da Baudo come un episodio assurdo che si commenta da solo, per cui non lo avrebbe mai perdonato.

Nel 1968 presenta per la prima volta il Festival di Sanremo (manifestazione musicale a cui, negli anni seguenti, legherà in particolar modo il suo nome, divenendone anche direttore artistico in numerose edizioni) accanto a Luisa Rivelli.

Nel 1968 presenta per la prima volta il Festival di Sanremo (manifestazione musicale a cui, negli anni seguenti, legherà in particolar modo il suo nome, divenendone anche direttore artistico in numerose edizioni) accanto a Luisa Rivelli.

Nel 1968 presenta per la prima volta il Festival di Sanremo (manifestazione musicale a cui, negli anni seguenti, legherà in particolar modo il suo nome, divenendone anche direttore artistico in numerose edizioni) accanto a Luisa Rivelli.

Nel 1979 conduce, sempre sulla Rete 1, prima il varietà del sabato sera Luna Park in cui è affiancato da Tina Turner e che vede il debutto televisivo della soubrette italo-americana Heather Parisi, mentre nell'autunno dello stesso anno, succede a Corrado alla conduzione di Domenica in, programma con cui Baudo arriverà alla definitiva consacrazione, conducendolo fino al 1985.

Nel 1979 conduce, sempre sulla Rete 1, prima il varietà del sabato sera Luna Park in cui è affiancato da Tina Turner e che vede il debutto televisivo della soubrette italo-americana Heather Parisi, mentre nell'autunno dello stesso anno, succede a Corrado alla conduzione di Domenica in, programma con cui Baudo arriverà alla definitiva consacrazione, conducendolo fino al 1985.

Nel 1979 conduce, sempre sulla Rete 1, prima il varietà del sabato sera Luna Park in cui è affiancato da Tina Turner e che vede il debutto televisivo della soubrette italo-americana Heather Parisi, mentre nell'autunno dello stesso anno, succede a Corrado alla conduzione di Domenica in, programma con cui Baudo arriverà alla definitiva consacrazione, conducendolo fino al 1985.

Nel 1967 conduce la trasmissione Eccetera, eccetera insieme a Gino Bramieri e Marisa Del Frate.

Nel 1967 conduce la trasmissione Eccetera, eccetera insieme a Gino Bramieri e Marisa Del Frate.

Nel 1967 conduce la trasmissione Eccetera, eccetera insieme a Gino Bramieri e Marisa Del Frate.

Il 2 novembre 1991 subì un attacco dinamitardo alla sua casa di Santa Tecla in Sicilia da parte della mafia per averne parlato male durante una commemorazione del giudice Rocco Chinnici: Baudo venderà poi la villa anni dopo.

Il 2 novembre 1991 subì un attacco dinamitardo alla sua casa di Santa Tecla in Sicilia da parte della mafia per averne parlato male durante una commemorazione del giudice Rocco Chinnici: Baudo venderà poi la villa anni dopo.

Il 2 novembre 1991 subì un attacco dinamitardo alla sua casa di Santa Tecla in Sicilia da parte della mafia per averne parlato male durante una commemorazione del giudice Rocco Chinnici: Baudo venderà poi la villa anni dopo.

Nel 2003, da direttore artistico dell'edizione di quell'anno del Festival di Sanremo, entrò in polemica con Vittorio Sgarbi, conduttore del Dopofestival, per la decisione di quest'ultimo di invitare alla trasmissione quale co-conduttrice la cantante transessuale Cristina Bugatty, ipotesi che Baudo bocciò senza misure alternative in quanto definita «solo una mascherata».

Nel 2003, da direttore artistico dell'edizione di quell'anno del Festival di Sanremo, entrò in polemica con Vittorio Sgarbi, conduttore del Dopofestival, per la decisione di quest'ultimo di invitare alla trasmissione quale co-conduttrice la cantante transessuale Cristina Bugatty, ipotesi che Baudo bocciò senza misure alternative in quanto definita «solo una mascherata».

Nel 2003, da direttore artistico dell'edizione di quell'anno del Festival di Sanremo, entrò in polemica con Vittorio Sgarbi, conduttore del Dopofestival, per la decisione di quest'ultimo di invitare alla trasmissione quale co-conduttrice la cantante transessuale Cristina Bugatty, ipotesi che Baudo bocciò senza misure alternative in quanto definita «solo una mascherata».

Dal 1984 al 1986 conduce tre edizioni dello storico varietà del sabato sera di Rai 1, abbinato anch'esso alla Lotteria Italia, Fantastico, in cui tiene a battesimo showgirl come Lorella Cuccarini, Alessandra Martines, Galyn Görg ed attori come Manlio Dovì, Tosca D'Aquino, Nina Soldano, ballerini come Francesca Sposi e il soprano Cecilia Bartoli.

Dal 1984 al 1986 conduce tre edizioni dello storico varietà del sabato sera di Rai 1, abbinato anch'esso alla Lotteria Italia, Fantastico, in cui tiene a battesimo showgirl come Lorella Cuccarini, Alessandra Martines, Galyn Görg ed attori come Manlio Dovì, Tosca D'Aquino, Nina Soldano, ballerini come Francesca Sposi e il soprano Cecilia Bartoli.

Dal 1984 al 1986 conduce tre edizioni dello storico varietà del sabato sera di Rai 1, abbinato anch'esso alla Lotteria Italia, Fantastico, in cui tiene a battesimo showgirl come Lorella Cuccarini, Alessandra Martines, Galyn Görg ed attori come Manlio Dovì, Tosca D'Aquino, Nina Soldano, ballerini come Francesca Sposi e il soprano Cecilia Bartoli.

Nel 2005 declina l'invito del centrosinistra siciliano a rappresentare il candidato a governatore dell'isola per le elezioni regionali del 2006 (candidatura che accetterà poi Rita Borsellino).

Nel 2005 declina l'invito del centrosinistra siciliano a rappresentare il candidato a governatore dell'isola per le elezioni regionali del 2006 (candidatura che accetterà poi Rita Borsellino).

Nel 2005 declina l'invito del centrosinistra siciliano a rappresentare il candidato a governatore dell'isola per le elezioni regionali del 2006 (candidatura che accetterà poi Rita Borsellino).

Nel 1975 è conduttore del gioco a premi Spaccaquindici (che sostituisce, nel palinsesto del Secondo Programma, l'odierna Rai 2, lo storico Rischiatutto di Mike Bongiorno).

Nel 1975 è conduttore del gioco a premi Spaccaquindici (che sostituisce, nel palinsesto del Secondo Programma, l'odierna Rai 2, lo storico Rischiatutto di Mike Bongiorno).

Nel 1975 è conduttore del gioco a premi Spaccaquindici (che sostituisce, nel palinsesto del Secondo Programma, l'odierna Rai 2, lo storico Rischiatutto di Mike Bongiorno).

Nel 1997, Baudo approda per la prima volta in teatro, dove lavora con Garinei e Giovannini nel musical L'uomo che inventò la televisione, interpretato accanto a Gigliola Cinquetti, Peppe Quintale e Lello Arena.

Nel 1997, Baudo approda per la prima volta in teatro, dove lavora con Garinei e Giovannini nel musical L'uomo che inventò la televisione, interpretato accanto a Gigliola Cinquetti, Peppe Quintale e Lello Arena.

Nel 1997, Baudo approda per la prima volta in teatro, dove lavora con Garinei e Giovannini nel musical L'uomo che inventò la televisione, interpretato accanto a Gigliola Cinquetti, Peppe Quintale e Lello Arena.

Nel 2007 torna con successo a condurre il Festival di Sanremo, in coppia con Michelle Hunziker.

Nel 2007 torna con successo a condurre il Festival di Sanremo, in coppia con Michelle Hunziker.

Nel 2007 torna con successo a condurre il Festival di Sanremo, in coppia con Michelle Hunziker.

Morto il maestro Pippo Caruso, storico D'Artagnan al fianco di Baudo in Rai

Morto il maestro Pippo Caruso, storico D'Artagnan al fianco di Baudo in Rai

Baudo: "Ha segnato la storia della nostra canzone, ho perso un amico fraterno" E' morto a 82 anni il maestro Pippo Caruso, che era nato a Belpasso (Catania). Ha diretto le orchestre Rai di Roma e Milano, l'orchestra sinfonica della Rai e del Festival di Sanremo, quella di Roma e del Lazio e molte altre. Ha legato la sua storia a programmi televisivi di grande successo, condotti dal suo amico e mentore Pippo Baudo, come varie edizioni del Festival di Sanremo, [...]

Morto il maestro Pippo Caruso Baudo: 'Un amico carissimo'

Morto il maestro Pippo Caruso Baudo: 'Un amico carissimo'

Per molti era D’Artagnan, uno dei tre moschettieri di Dumas, per quella vaga somiglianza data dai suoi irrinunciabili baffetti e dai capelli ondulati alle spalle. E moschettiere, Pippo Caruso, in qualche modo, lo è stato davvero: per anni è stato fedele compagno di ventura in tv di Pippo Baudo, suo conterraneo con il quale aveva stretto amicizia fin dai tempi dell’università. Ed è stato proprio Baudo, che si è detto “distrutto per la perdita di un [...]

Baudo, io non stanco,ho lanciato Grillo

Baudo, io non stanco,ho lanciato Grillo

(ANSA) – BARI, 22 APR – “L’anno prossimo compio sessant’anni di televisione e non sono stanco. Mi sento ancora attivo e creativo”. Pippo Baudo lo ha sottolineato al pubblico del teatro Petruzzelli, oggi a Bari, durante la sua master class nella seconda giornata del Bif&st, in occasione della quale ha ricordato alcuni dei talenti da lui scoperti: “Ho lanciato Grillo, ahimè che cosa ho combinato”, ha detto scherzando il presentatore. “Secondo me [...]

Lorella Cuccarini da Fabio Fazio, il primo incontro con  Pippo Baudo fu in un albergo

Lorella Cuccarini da Fabio Fazio, il primo incontro con Pippo Baudo fu in un albergo

Lorella Cuccarini, ospite da Fabio Fazio a Che tempo che fa, è stata protagonista di una doppia intervista con Pippo Baudo a cui deve la sua carriera. Il presentatore la scoprì 33 anni fa nel giorno di San Valentino. Si trovava in un albergo per una convention e la showgirl ballava in uno show dedicato alla promozione di un gelato. "Non faceva niente di particolare, ma mi colpì", racconta Baudo e così decise di farle subito un provino. Lorella, allora [...]

Morto Fabrizio Frizzi, Pippo Baudo si commuove a Uno Mattina

Morto Fabrizio Frizzi, Pippo Baudo si commuove a Uno Mattina

Aveva compiuto 60 anni a 5 febbraio e stava tornando quello che era prima del malore: invece un’altra emorragia celebrale ha spento per sempre il sorriso di Fabrizio Frizzi, morto al Sant’Andrea nella notte tra il 25 e il 26 marzo. Sono piovuti sui social migliaia di messaggi di addio da colleghi e spettatori, ma la testimonianza più sentita per ora è arrivata da Pippo Baudo che a UnoMattina, si è commosso nel ricordare il conduttore che dopo di lui ha [...]

Frizzi, da Baudo alla Clerici il ricordo dei colleghi

Frizzi, da Baudo alla Clerici il ricordo dei colleghi

Che Fabrizio Frizzi fosse amatissimo dal pubblico e dai colleghi era evidente. Adesso dopo l’annuncio del decesso del popolare presentatore, i messaggi di stima e gli attestati di affetto sui social sono numerosissimi. Pippo Baudo, apparso stamani in tv palesemente scosso ha commentato così: ”E’ difficile trovare le parole giuste morte ingiusta per ragazzo così dolce, l’ho visto ieri sera in televisione l’ho visto ieri sera e mi era sembrato almeno [...]

Fabrizio Frizzi: il ricordo di Pippo Baudo

Fabrizio Frizzi: il ricordo di Pippo Baudo

Il ricordo commosso del conduttore:"Fabrizio voleva rimanere in vita per le sue donne: la moglie e la figlia".

Valeria Mazza non volevo conoscere Pippo Baudo

Valeria Mazza non volevo conoscere Pippo Baudo

Valeria Mazza è stata ospite a “Domenica Live”, e racconta gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato nel 1998, e i loro quattro figli Balthazar, Benicio, Tiziano e Taìna. «Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo conobbi, lo vidi talmente [...]

FOTO: Giuseppe Baudo

Pippo Baudo nel 2011.

Pippo Baudo nel 2011.

Pippo Baudo nel 2011.

Pippo Baudo nel 2011.

Valeria Mazza ho detto no a Pippo Baudo

Valeria Mazza ho detto no a Pippo Baudo

L’ex modella Valeria Mazza è stata ospite nel salotto di “Domenica Live”, racconta gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato nel 1998, e i loro quattro figli Balthazar, Benicio, Tiziano e Taìna. «Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un’intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: “Non mi interessa”. Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un’intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: “Non mi interessa”. Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato nel [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato nel [...]

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

Valeria Mazza: «Pippo Baudo voleva conoscermi, ho detto: non mi interessa»

«Venivo a Milano per le sfilate. Pippo Baudo vide un'intervista che feci a Fuego e mi volle conoscere. Io non conoscevo Pippo Baudo e dissi: "Non mi interessa". Quando lo conobbi, lo vidi talmente convinto che decisi di seguirlo. Ho fatto bene». Valeria Mazza, che ha compiuto 46 anni il 17 febbraio, racconta a Domenica Live gli esordi della sua carriera e soprattutto la sua storia d’amore con il marito Alejandro Gravier, insieme a lei da 28 anni e sposato nel [...]

"Il mio incontro con Pippo Baudo"

"Il mio incontro con Pippo Baudo"

Valeria Mazza racconta il loro incontro prima di Sanremo

Sanremo 2018, seconda serata nel segno di Pippo Baudo e Sting

Sanremo 2018, seconda serata nel segno di Pippo Baudo e Sting

La seconda serata del Festival di Sanremo ha visto l'omaggio a Pippo Baudo, acclamato dal pubblico in piedi dopo la sua lettera dedicata alla manifestazione canora, e la presenza di due ospiti internazionali, Sting e Shaggy. Sul palco dell'Ariston hanno debuttato i Giovani (4 su 8) e si sono esibiti 10 big in gara. La classifica stilata con i voti della sala stampa ha visto nella fascia alta Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Ron. La [...]

Sanremo 2018, seconda serata nel segno di Pippo Baudo e Sting

Sanremo 2018, seconda serata nel segno di Pippo Baudo e Sting

La seconda serata del Festival di Sanremo ha visto l'omaggio a Pippo Baudo, acclamato dal pubblico in piedi dopo la sua lettera dedicata alla manifestazione canora, e la presenza di due ospiti internazionali, Sting e Shaggy. Sul palco dell'Ariston hanno debuttato i Giovani (4 su 8) e si sono esibiti 10 big in gara. La classifica stilata con i voti della sala stampa ha visto nella fascia alta Diodato e Roy Paci, Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico, Ron. La [...]