Premierato

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Review
In rilievo

Review

La scheda: Premierato

Col termine premierato (dal francese premier, "primo", qui nel senso di primo ministro) si indicano nel linguaggio politico varianti della forma di governo parlamentare dai contorni non sempre ben definiti.
In generale le due caratteristiche che vengono attribuite (solo talvolta congiuntamente) al premierato sono l'indicazione del capo di governo da parte dell'elettorato (se non l'elezione diretta) e/o un ruolo rafforzato dello stesso capo di governo rispetto al parlamento.
A seconda di quali di queste caratteristiche gli vengano attribuite, il concetto di premierato può sovrapporsi a quello di forma di governo neoparlamentare (dove il Capo del Governo è eletto direttamente), a quello di cancellierato (dove il Capo del Governo ha un ruolo preminente, una maggiore stabilità e una certa legittimazione popolare) o a quello di parlamentarismo a prevalenza del governo (dove il Capo del governo riceve un'investitura popolare, se pure indiretta, e il suo legame con la maggioranza parlamentare assicura al sistema un certo grado di stabilità).
Il concetto di premierato viene spesso ricollegato alla forma di governo del Regno Unito, il cosiddetto modello Westminster.


L'adozione di un nuovo sistema elettorale maggioritario nel 1993 tramite referendum, unita alla profonda trasformazione del sistema dei partiti a seguito degli scandali di Tangentopoli, ha posto le premesse, anche in Italia, per la strutturazione del sistema politico nella direzione del bipolarismo ed ha avviato il dibattito sulla possibile adozione del premierato.
Le elezioni politiche italiane del 1994, 1996 e 2001, tramite sistema elettorale maggioritario, hanno condotto alla nomina a Presidente del Consiglio dei ministri del leader designato di una coalizione presentatasi unitariamente alle urne.

Dall'esperienza delle crisi di governo del 1995 e del 1998 nacque la proposta di una revisione formale della seconda parte della Costituzione (sull'ordinamento della Repubblica) che mirasse al rafforzamento della posizione del governo e a una sua maggiore stabilità, unite ad una riduzione della discrezionalità dei parlamentari nella formazione di maggioranze diverse da quella uscita dalle urne.
Venne così istituita la Commissione bicamerale per le riforme costituzionali, presieduta da Massimo D'Alema (allora segretario del PDS).
Nella "Bicamerale" venne chiamata premierato una proposta contenuta nella cosiddetta "bozza Salvi", dal nome del senatore Cesare Salvi, che l'aveva redatta. Essa prevedeva l'elezione diretta del primo ministro (denominazione che avrebbe sostituito quella di presidente del Consiglio dei ministri), il suo rapporto di fiducia con la sola Camera dei deputati e lo scioglimento della Camera stessa in caso di approvazione di una mozione di sfiducia. Il primo ministro, inoltre, avrebbe avuto il potere di nomina e revoca dei ministri, anche se ufficialmente spettante al presidente della Repubblica e avrebbe potuto proporre a quest'ultimo lo scioglimento delle Camere.
Al premierato, la Commissione preferì poi il semipresidenzialismo, prima che l'intero progetto si "arenasse" in Parlamento.

Durante la XIV Legislatura, la maggioranza parlamentare che sosteneva il governo della Casa delle Libertà approvò un disegno di legge costituzionale concernente "Modifiche alla Parte II della Costituzione" che ampliava i poteri del Capo del governo. Tale riforma fu pertanto presentato come un tentativo di introdurre in Italia il premierato.
In questa versione, l'elezione diretta del primo ministro era prevista soltanto secondo modalità stabilite dalla legge e non escludeva la nomina da parte del presidente della Repubblica. Il primo ministro, inoltre, nominava e revocava i ministri, senza la necessità di decreti presidenziali e poteva proporre lo scioglimento della Camera dei deputati.
A differenza della "bozza Salvi", l'impedimento permanente, la morte o le dimissioni del primo ministro ovvero l'approvazione di una mozione di sfiducia non comportavano il ricorso alle elezioni anticipate ma aprivano un periodo d'attesa di venti giorni durante i quali i deputati, purché appartenenti alla maggioranza elettorale, avrebbero potuto proporre un nuovo primo ministro che sarebbe stato nominato dal presidente della Repubblica. Ciò avrebbe potuto avvenire immediatamente in caso di mozione di sfiducia costruttiva, contenente, cioè, l'indicazione di un nuovo candidato alla carica di primo ministro, purché approvata da soli deputati appartenenti alla maggioranza espressa dalle urne. Stessa procedura in caso di richiesta di scioglimento da parte del primo ministro in carica.
La riforma costituzionale contenente quest'ultima versione del premierato è stata rifiutata dagli elettori durante il referendum costituzionale del 25 e 26 giugno 2006.

Conte,riunioni su manovra,in India il 30

Conte,riunioni su manovra,in India il 30

(ANSA) – ROMA 29 OTT – Slitta a questa sera la partenza del premier Giuseppe Conte per New Delhi. Conte, a quanto si apprende, arriverà in India, dove era previsto un incontro con gli imprenditori, domani mattina e non questa sera. Il premier, si sottolinea, presenzierà oggi una serie di riunioni su vari dossier, a cominciare dalla manovra. L’agenda di Conte a New Delhi nella giornata di domani è confermata. Il premier avrà un faccia a faccia con il [...]

Il futuro premier brasiliano

Il futuro premier brasiliano

Viaggio nel paese d'origine di Bolsonaro.

Brexit: rivolta Tory rinviata, 'per ora'

Brexit: rivolta Tory rinviata, 'per ora'

(ANSA) – LONDRA, 25 OTT – Segnali d’un possibile allentamento della pressione interna in casa Tory su Theresa May, in vista di un ipotetico accordo con l’Ue sulla Brexit, emergono oggi sui media all’indomani dell’incontro-scontro avuto ieri dalla premier con i deputati del comitato 1922, sancta sanctorum degli equilibri di potere in seno al suo partito. La Bbc accredita in particolare una ricostruzione in base alla quale sembra che May sia riuscita [...]

Iraq, Abdel Mahdi è il nuovo premier

Iraq, Abdel Mahdi è il nuovo premier

(ANSA) – BEIRUT, 25 OTT – Dopo più di cinque mesi dalle elezioni legislative, l’Iraq ha un nuovo governo guidato dal premier Adel Abdel Mahdi, che ha prestato giuramento nelle ultime ore a Baghdad. Ma l’esecutivo non è completo di tutti i ministri. Il premier ha ancora due settimane di tempo per indicare le nomine dei dicasteri ancora vacanti, tra cui figurano quelli degli interni, della difesa e della giustizia. In una concitata maratona parlamentare, [...]

Manovra, governo pronto alla bocciatura: 'Avanti compatti'

Manovra, governo pronto alla bocciatura: 'Avanti compatti'

Si sarebbe affrontata anche la possibilità di snellire fin da subito la manovra, nel vertice di governo di ieri sera a Palazzo Chigi che ha visto presenti oltre al premier Giuseppe Conte, i due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e i ministri Giovanni Tria e Danilo Toninelli. Ma a tarda sera Salvini frena. “La bocciatura dell’Ue è pressoché certa ma reddito di cittadinanza e quota 100 non cambiano“, sottolinea il leader della Lega dopo aver [...]

Israele, al via commemorazioni per Rabin

Israele, al via commemorazioni per Rabin

(ANSAmed) – TEL AVIV, 21 OTT – Israele si appresta a commemorare la morte dell’ex premier Yitzhak Rabin ucciso 23 anni fa da un estremista di destra ebreo. Questa sera sono attese migliaia di persone nella centralissima piazza di Tel Aviv dove il 4 novembre 1995 – al termine di un comizio sulla pace – Rabin venne colpito a morte da Ygal Amir. Alla manifestazione parteciperà anche la figlia dell’ex premier Dalia Rabin-Pelossof, oltre altri numerosi [...]

May, misure contro cyber attacchi in Ue

May, misure contro cyber attacchi in Ue

(ANSA) – BRUXELLES, 18 OTT – “Ho chiarito che dobbiamo prendere ulteriori misure restrittive per scongiurare i cyber attacchi” in Europa: così il primo ministro del Regno Unito, Theresa May, parlando alla stampa dopo l’incontro con i capi di Stato e di governo dell’Ue a Bruxelles. “Sono lieta – ha aggiunto – che il Consiglio” europeo “abbia concordato di portare avanti questo lavoro”.

Il premier Conte a Bruxelles: la manovra è molto bella

Il premier Conte a Bruxelles: la manovra è molto bella

Bruxelles, (askanews) - "Più passa il tempo e più sono convinto che la manovra sia molto bella". Lo ha detto parlando alle televisioni il premier Giuseppe Conte da Bruxelles, arrivando a palazzo Justus Lipsius per partecipare alla seconda giornata del Consiglio europeo. "Ci aspettiamo osservazioni, critiche" dall'Ue sulla manovra, ha continuato Conte, "ci siederemo ad un tavolo e ne discuteremo".

Sanchez andrà in visita a Cuba

Sanchez andrà in visita a Cuba

(ANSA) – ROMA, 17 OTT – Pedro Sanchez visiterà Cuba il 22 e 23 novembre, e sarà la prima missione di un premier spagnolo nell’isola dopo 32 anni. Lo riferisce El Pais. Le fonti diplomatiche citate dal Pais rilevano che le mancate visite a Cuba di un premier spagnolo sono state un’anomalia, considerato che negli ultimi anni alcuni tra i principali leader mondiali, da Obama a Hollande, passando per Renzi ed il premier portoghese de Sousa, così come gli [...]

Pd, Gentiloni e Zingaretti: 'No abiure ma ritrovare la strada'

Pd, Gentiloni e Zingaretti: 'No abiure ma ritrovare la strada'

Con l’intervento di Bernice King, figlia minore di Martin Luther King, si è aperta la seconda giornata di Piazza Grande, l’iniziativa di Nicola Zingaretti per lanciare la sua candidatura al congresso del Pd. Quest’anno ricorrono i 50 anni dall’assassinio di King. “Dobbiamo avere il coraggio di guardare in faccia il mostro: Il mostro non sono solo le idee eversive di Salvini, ma perché le persone hanno scelto loro”. Lo ha detto Nicola Zingaretti [...]

Brexit: ex ministro, bocciare piano May

Brexit: ex ministro, bocciare piano May

(ANSA) – LONDRA, 14 OTT – L’ex ministro britannico euroscettico David Davis ha esortato il governo a ribellarsi al piano proposto alla Ue dalla premier, Theresa May, sui termini per l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. In una lettera pubblicata dal Sunday Times, Davis scrive che i programmi della May per continuare alcuni legami con la Ue in base al piano Chequers sono “completamente inaccettabili” e devono essere fermati. Secondo Davis, [...]

MONTELEONE: Il premier Conte: "Conoscevo tutti gli esaminatori del concorso"

MONTELEONE: Il premier Conte: "Conoscevo tutti gli esaminatori del concorso"

Nuovi sviluppi sul concorso con cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è diventato professore ordinario all'Università nel 2002. A esaminarlo c'era l'amico Guido Alpa. Le risposte che dà ad Antonino Monteleone aprono nuovi scenari

Conte: 'Non ho violato la legge', Interrogazione Pd  sul concorso

Conte: 'Non ho violato la legge', Interrogazione Pd sul concorso

Sulla vicenda del suo concorso universitario il premier “dà una spiegazione plausibile”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone, a Radio Capital. Secondo Cantone nella lettera inviata a “Repubblica”, Conte “dice cose chiare e condivisibili. “Abbiamo provato a spiegare che non basta l’esistenza di un rapporto fra maestro e discente, c’è bisogno di una comunione di interessi economici. Il fatto che un soggetto [...]

L'UNICO LEADER ITALIANO NON SI CANDIDA rinuncia alla corsa per la leadership del Partito Democratico.MA NOI ITALIANI CON UN PO DI CERVELLO LO VOGLIAMO PRIMO MINISTRO NEL PROSSIMO GOVERNO FUTURO E NON DOVREMMO ASPETTARE ANNI MA SOLO QUALCHE MESE.

L'UNICO LEADER ITALIANO NON SI CANDIDA rinuncia alla corsa per la leadership del Partito Democratico.MA NOI ITALIANI CON UN PO DI CERVELLO LO VOGLIAMO PRIMO MINISTRO NEL PROSSIMO GOVERNO FUTURO E NON DOVREMMO ASPETTARE ANNI MA SOLO QUALCHE MESE.

Renzi: "Non mi candido a segreteria Pd" MA RASSEGNATEVI RESTA IL MIGLIORE E AL ITALIA SE NON VUOLE ANDARE IN default SERVE RENZI. Matteo Renzi rinuncia alla corsa per la leadership del Partito Democratico. A ufficializzare la notizia è lo stesso senatore dem nel faccia a faccia con Maurizio Costanzo in onda domani, giovedì 4 ottobre, in seconda serata su Canale 5. "Non mi candido a segretario del Pd. Mi sono già candidato al Senato - ha detto -, se domani si [...]

May a passo di danza su palco del congresso Tory

May a passo di danza su palco del congresso Tory

Theresa May è salita a passo di danza sul palco del congresso Tory di Birmingham, quasi a voler mostrare fiducia di fronte alle contestazioni interne. La premier ha ballato sulle note degli Abba, poi ha scherzato sulle disavventure del discorso dell’anno passato, funestato dalla sua tosse persistente e dal collasso delle lettere dello slogan alle sue spalle.     Apochi minuti dal suo discorso di chiusura al congresso Tory di Birmingham un deputato del suo [...]

May, migranti Ue come gli altri

May, migranti Ue come gli altri

(ANSA) – LONDRA, 2 OTT – La premier Theresa May ha difeso oggi “il nuovo sistema” preannunciato giorni fa dal governo conservatore britannico per equiparare dal 2021, dopo la Brexit e dopo il periodo di transizione, i migranti dai Paesi Ue a quelli del resto del mondo riservando visti facilitati solo a lavoratori qualificati “senza distinguere da dove provengano”. Si tratta di una misura che permetterà di “abbassare l’immigrazione a bassa [...]

Trattativa Stato-mafia, le agghiaccianti dichiarazioni del Pm Di Matteo: "Berlusconi anche da premier continuò a pagare Cosa Nostra"

Trattativa Stato-mafia, le agghiaccianti dichiarazioni del Pm Di Matteo: "Berlusconi anche da premier continuò a pagare Cosa Nostra"

      . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Trattativa Stato-mafia, le agghiaccianti dichiarazioni del Pm Di Matteo: "Berlusconi anche da premier continuò a pagare Cosa Nostra"   “Si ritiene da parte dei giudici che Silvio Berlusconi continuò a pagare ingenti somme di denaro a Cosa Nostra palermitana anche dopo essere diventato Presidente del Consiglio”. A dichiararlo è stato il sostituto procuratore nazionale [...]

Tv Iran, 'accusa Netanyahu è ridicola'

Tv Iran, 'accusa Netanyahu è ridicola'

(ANSA-AP) – TEHERAN, 27 SET – La televisione di stato iraniana afferma che l’accusa del premier israeliano Benjamin Netanyahu su un sito nucleare iraniano segreto è “ridicola”.

Svezia: premier sfiduciato in Parlamento

Svezia: premier sfiduciato in Parlamento

(ANSA) – ROMA, 25 SET – Il premier socialdemocratico svedese Stefan Lofven è stato sfiduciato in Parlamento, con 204 voti contro sui 349 disponibili. Lo riferiscono i media locali, sottolineando che si tratta del primo premier ‘silurato’ con questo voto nella storia del Paese. Lofven, in carica dal 2014, dovrà ora lasciare l’incarico. Il presidente del Parlamento dovrà indicare un nuovo candidato, in un iter che potrebbe durare settimane. Tra i [...]

Pressing di Lega e Conte su Tria, la manovra sia espansiva

Pressing di Lega e Conte su Tria, la manovra sia espansiva

 Serve una manovra coraggiosa, con un bilancio espansivo, perché se il Paese non cresce, il debito aumenta. Messaggio per il ministro dell’Economia dal vicepremier Matteo Salvini, intervistato in apertura di prima pagina dal Corriere. ‘Se la legge di bilancio sarà tale, e lo sarà – dice il ministro dell’Interno -, gli zero virgola di deficit in più non conteranno niente’. Salvini sottolinea che gli sprechi si devono toccare, anche nella sanità, [...]