Referendum

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Cristina Parodi
In rilievo

Cristina Parodi

Referendum

La scheda: Referendum

Il referendum (gerundivo del verbo latino refero «riporto», «riferisco» dalla locuzione ad referendum « per riferire») è un istituto giuridico con cui si chiede all'elettorato di esprimersi con un voto diretto su particolari proposte, con la possibilità in genere di scegliere tra due o più opzioni predefinite (ad esempio: sì/no, repubblica/monarchia, rimanere/lasciare).



Il referendum è uno strumento di esercizio della sovranità popolare, sancita all'art. 1 della Costituzione della Repubblica Italiana. L'esito referendario, accertato con Decreto del Presidente della Repubblica, costituisce, secondo la dottrina prevalente, una fonte del diritto primaria che vincola i legislatori al rispetto della volontà del popolo, il quale può decidere sì o no su una sola questione.
Forme e limiti di questa sovranità sono regolati dalla Costituzione dalle successive norme che stabiliscono le procedure referendarie e le materie che non sono sottoponibili a referendum. In presenza di nuova legge che non rispetti l'esito referendario, i soggetti autorizzati (magistrati, politici, associazioni di cittadini) possono ricorrere alla Corte Costituzionale per ottenere l'annullamento della legge successiva.
La ratifica di trattati internazionali e, in particolare, l'adesione a organizzazioni inter-nazionali e sovra-nazionali sono compiti del Parlamento, non sottoponibili a consultazione referendaria. Nella maggioranza dei Paesi europei invece devono essere sottoposti a consultazione popolare, poiché l'adesione comporta una cessione e limitazione della sovranità. Secondo la giurisprudenza costituzionale italiana, il referendum abrogativo non è ammissibile in caso di norme collegate a impegni comunitari, come i regolamenti dell'Unione europea d'immediata attuazione o leggi italiane che recepiscono una direttiva.

Si differenzia dal plebiscito, in quanto il suo uso è regolamentato e può anche essere frequente. In Italia il referendum abrogativo è previsto dall'art. 75 della Costituzione. Il testo costituzionale prevede fondamentalmente tre tipologie di referendum: abrogativo, territoriale e costituzionale.
Esistono opinioni diversificate relativamente al referendum: se per alcuni (come Rensi in La democrazia diretta) si tratta dello strumento di democrazia perfetto, per altri (esempio Labriola - Contro il referendum) è uno strumento pericoloso, dato l'alto rischio di manipolazioni e derive plebiscitarie.
L'approccio adottato nella Costituzione italiana è in qualche modo intermedio tra le due opinioni, perché il referendum è normalmente riservato all'abrogazione di leggi ordinarie. Solo in caso di modifiche alla Costituzione può essere indetto un referendum costituzionale (art. 138 cost.), di natura invece confermativa. In ambedue i casi il referendum appare orientato a proteggere l'ordinamento dello stato più che a stimolare l'innovazione legislativa.
Le richieste di referendum sono soggette a un duplice controllo, il primo, di tipo meramente tecnico, da parte dell'Ufficio centrale per il referendum, organo istituito dalla legge n. 352/1970. Al controllo svolto dall'Ufficio centrale fa quindi seguito il giudizio circa l'ammissibilità delle richieste, spettante alla Corte costituzionale così come disposto dalla legge cost. n. 1/1953, ruolo questo che va quindi ad aggiungersi a quelli già previsti dall'art. 134 cost.
La Costituzione italiana prevede numerosi tipi di referendum: quello abrogativo di leggi e atti aventi forza di legge (art. 75), quello sulle leggi costituzionali e di revisione costituzionale (art. 138), quello riguardante la fusione di regioni esistenti o la creazione di nuove regioni (art. 132, c. 1), quello riguardante il passaggio da una Regione a un'altra di Province o Comuni (art. 132, c.2). Inoltre prevede, all'art. 123 c. 1, che gli statuti regionali regolino l'esercizio del referendum su leggi e provvedimenti amministrativi della regione.
Nel 1989 una legge costituzionale ha consentito che, in occasione delle elezioni del Parlamento europeo, si votasse anche per un referendum consultivo sul rafforzamento politico delle istituzioni comunitarie. Altri referendum a livello comunale e provinciale sono poi previsti da fonti sub-costituzionali..

Secondo la propaganda di Renzi per il Referendum 2016, l'abolizione del Cnel era essenziale per la sopravvivenza del Paese... Il Cnel sta ancora lì e in campagna elettorale nessuno parla più di abolizione... Come mai?

Secondo la propaganda di Renzi per il Referendum 2016, l'abolizione del Cnel era essenziale per la sopravvivenza del Paese... Il Cnel sta ancora lì e in campagna elettorale nessuno parla più di abolizione... Come mai?

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Secondo la propaganda di Renzi per il Referendum 2016, l'abolizione del Cnel era essenziale per la sopravvivenza del Paese... Il Cnel sta ancora lì e in campagna elettorale nessuno parla più di abolizione... Come mai? Tutti volevano abolire il Cnel ma in campagna elettorale nessuno ne parla Prima del referendum costituzionale del 4 dicembre tutte le forze politiche erano d’accordo su un solo [...]

Manca la firma di Jindal, vendita Aferpi in stand-by

Manca la firma di Jindal, vendita Aferpi in stand-by

“I rappresentanti di Jindal hanno detto ‘siamo un’azienda quotata, dobbiamo fare un passaggio in consiglio’ e io gli ho detto ‘voi rappresentanti mi avete detto che l’accordo c’è, fate questi passaggi che dovete fare ma rimandateci la cosa'”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda a Piombino rispondendo ad un cassintegrato di Aferpi che chiedeva perchè Jindal non ha firmato subito l’accordo con Rebrab.  Per il [...]

M5s: Caiata,innocente ma mi autosospendo

M5s: Caiata,innocente ma mi autosospendo

(ANSA) – ROMA, 23 FEB – “Sono totalmente convinto della mia buona volontà, della mia buona fede e della mia innocenza ma non voglio che il M5s abbia alcun danno da questa vicenda perché nulla c’entra. Per questo metto totalmente a disposizione tutta la documentazione che possa servire per chiarire questo attacco che mi viene rivolto e mi autosospendo dal Movimento”. Lo annuncia in un post il candidato M5s Salvatore Caiata.

Catalogna: Trapero libero senza cauzione

Catalogna: Trapero libero senza cauzione

(ANSA) – MADRID, 23 FEB – Al termine dell’interrogatorio cui è stato sottoposto questa mattina a Madrid l’ex-capo della polizia catalana Josep Luis Trapero imputato per presunta ‘sedizione’, è stato lasciato in libertà senza cauzione dal giudice della Audiencia Nacional spagnola Carmen Lamela. Trapero è accusato fra l’altro di non avere impedito lo svolgimento del referendum di indipendenza del 1 ottobre scorso, dichiarato ‘illegale’ da [...]

Assemblea Annuale ed Elezioni Suppletive 2017

MARINAI D'ITALIA - GRUPPO DI PALERMO  "Capitano di Porto Mario Zanasi" - dell'Associazione Nazionale Marinai d'Italia Verbale Elezioni Suppletive per Reintegro Organi e CC.SS. del Gruppo Verbale 01 anno 2017 del 12 marzo 2017  

SEMPRE PIÙ PIETOSI: la ministra Fedeli prima urla alla "Fake news", poi si arrampica sugli specchi quando in tv Luca Telese le ricorda la promessa di ritirarsi dalla politica in caso di sconfitta al referendum. Pietosa, ma esilarante!

SEMPRE PIÙ PIETOSI: la ministra Fedeli prima urla alla "Fake news", poi si arrampica sugli specchi quando in tv Luca Telese le ricorda la promessa di ritirarsi dalla politica in caso di sconfitta al referendum. Pietosa, ma esilarante!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   SEMPRE PIÙ PIETOSI: la ministra Fedeli prima urla alla "Fake news", poi si arrampica sugli specchi quando in tv Luca Telese le ricorda la promessa di ritirarsi dalla politica in caso di sconfitta al referendum. Pietosa, ma esilarante! VALERIA FEDELI MENTE ANCORA!   Da Il Giornale: "Fake news", "Non si è ritirata?": scontro Fedeli-Telese Il ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha avuto [...]

PD vs M5S: UN PING PONG DI EMOZIONI

PD vs M5S: UN PING PONG DI EMOZIONI

 A due settimane esatte dalle elezioni la campagna elettorale sta assumendo i toni di una partita di  pingpong. Giusto il tempo per il Pd e tutti gli altri "vecchi" partiti di indignarsi profondamente  nei confronti del M5S per la vicenda, priva di qualsiasi riscontro penale, dei mancati rimborsi del taglio degli stipendi di alcuni parlamentari pentastellati, ed ecco che la "pallina" viene respinta nuovamente  nel campo avverso, con un colpo difficile da [...]

Referendum : l'istigazione a non votare e' reato

In riferimento al referendum sulla ricerca delle cellule staminali e sulla procreazione assistita, a prescindere dal tipo di voto, o SI o NO; i cittadini comunque la pensino, devono andare a votare e non possono essere invitati da personaggi istituzionali ad astenersi dal voto. Da notare che proprio nei politici Italiani c’è la più grande fetta d’ignoranza legislativa. Non tutti conoscono esattamente la legge elettorale, di fatti, l’art. 98 sulla legge [...]

Speciale Referendum

SPECIALE REFERENDUM Referendum relativi alla legge sulla fecondazione assistita - (Legge 19 febbraio 2004, n. 40) Risultati in Vallarsa Referendum Percentuale votanti SI NO LIMITE ALLA RICERCA CLINICA E SPERIMENTALE SUGLI EMBRIONI 21,9 % 83,7 % 16,3 % NORME SUI LIMITI DI ACCESSO 21,9 % 86,9 % 13,1 % NORME SU FINALITA', DIRITTI SOGGETTI COINVOLTI E LIMITI ACCESSO 21,9 % 83,9 % 16,1 % DIVIETO DI FECONDAZIONE ETEROLOGA 21,9 % 75,0 % 25,0 % Dati tratti dal sito del [...]

Referendum 30 settembre 2007 - quesito referendario

Volete che siano abrogate le seguenti disposizioni della legge provinciale 7 agosto 2006, n. 5 (Sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino): - il comma 7 dell’art. 35, che dispone: "Il piano provinciale per il sistema educativo rileva la distribuzione sul territorio delle istituzioni paritarie"; - e l’articolo 76, che dispone: "Art. 76 Disposizioni a favore degli studenti delle istituzioni paritarie 1. Per assicurare agli studenti delle [...]

Referendum : l'istigazione a non votare e' reato

Anche in occasione del referendum provinciale del 30 settembre 2007 noti politici e prelati locali non ricordano, o fingono di non sapere, che invitare gli elettori a non recarsi alle urne è reato. L’art. 98 sulla legge elettorale prevede che l’istigazione all’astensione è un reato. Si può configurare il reato di violazione della legge elettorale ed istigazione a delinquere; di seguito il testo della legge: " LEGGE ELETTORALE - ART. 98 [ T.U. DELLE LEGGI [...]

Vallarsa - News

Il prossimo 30 settembre i cittadini del Trentino saranno chiamati, tramite referendum, ad esprimersi sulla questione dei finanziamenti pubblici alle scuole private. I promotori del referendum chiedono siano abrogati alcuni articoli della legge provinciale 7 agosto 2006, n. 5 (Sistema educativo di istruzione e formazione del Trentino), con l'intento di annullare i finanziamenti, decisi con quella legge, a favore delle scuole private. Votando SI al referendum, in [...]

Legge 19 febbraio 2004, n. 40 - quesiti referendari

Volete voi che sia abrogata la legge 19 febbraio 2004, n. 40, avente ad oggetto "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita", limitatamente alle seguenti parti: Articolo 12, comma 7, limitatamente alle parole: "discendente da un’unica cellula di partenza, eventualmente"; Articolo 13, comma 2, limitatamente alle parole: "ad essa collegate volte alla tutela della salute e allo sviluppo dell’embrione stesso, e qualora non siano disponibili metodologie [...]

M5S: dai bonifici ritirati a quelli taroccati

M5S: dai bonifici ritirati a quelli taroccati

Il terzo atto dell’inchiesta di Filippo Roma sulla “Rimborsopoli” a 5 Stelle

Brexit: May,non ci sarà altro referendum

Brexit: May,non ci sarà altro referendum

(ANSA) – MONACO, 17 FEB – “Noi usciremo dall’Ue, non ci sarà un secondo referendum. Questo lo ha deciso la gente e sarà rispettato”. Lo ha detto Theresa May alla Conferenza sulla Sicurezza di Monaco. “Una delle ragioni è che vogliamo controllare da soli i nostri confini e le nostre leggi”, ha aggiunto.

M5S: Fico, chi ha tradito sarà dimesso

M5S: Fico, chi ha tradito sarà dimesso

(ANSA) – NAPOLI, 16 FEB – “Non tutti saranno rieletti e gli altri hanno firmato un documento e si dimetteranno” dice Roberto Fico (M5S) in merito al mancato versamento di parte dello stipendio percepito da parte di alcuni parlamentari pentastelalti. “Abbiamo contezza di otto, i cui nomi sono stati pubblicati. Invito il Parlamento fin da ora a votare per le dimissioni di queste persone”. Di quelli individuati, assicura Fico, “alcuni hanno già fatto [...]

M5S, Landi è fuori, rinunci a seggio

M5S, Landi è fuori, rinunci a seggio

(ANSA) – ROMA, 15 FEB – “Catello Vitiello e Piero Landi al momento della sottoscrizione della candidatura non hanno detto la verità e non ci hanno informato di far parte di una loggia massonica. Per questa ragione non possono stare nel M5S e sempre per questo motivo gli sarà richiesto di rinunciare al seggio. Li inibiamo dall’utilizzo del simbolo e ci riserviamo di agire nelle opportune sedi al fine di risarcire eventuali danni di immagine cagionati al [...]

Chi non ha versato escluso dai 5 Stelle

Chi non ha versato escluso dai 5 Stelle

8 parlamentari non in regola con i rimborsi, 800mila euro mancanti.

M5S: Borrelli, deluso per certe cose...

M5S: Borrelli, deluso per certe cose...

(ANSA) – TREVISO, 14 FEB – “Sono un po’ deluso, perché non condivido certe questioni nel movimento…”. E’ la confidenza di David Borrelli raccolta lunedì scorso, durante il viaggio aereo Venezia-Bruxelles, dall’europarlamentare Remo Sernagiotto (Noi con l’Italia), trevigiano come Borrelli. Sernagiotto conferma all’ANSA la breve chiacchierata con Borrelli, “Parlavo delle elezioni – racconta – e gli dicevo che per loro le prospettive [...]

M5S, verifiche su rimborsi

M5S, verifiche su rimborsi

(ANSA) – NAPOLI, 12 FEB – Sono in corso, a quanto apprende l’ANSA, le verifiche dei vertici M5S sulle restituzioni volontarie fatte sul conto del microcredito. Dai primi riscontri si evince che non solo i parlamentari, ma anche alcuni consiglieri ed europarlamentari versano i rimborsi sul conto e, dai calcoli fatti, i vertici sottolineano che “mancano più soldi di quanto affermato dalla stampa”. Dallo staff di Luigi Di Maio si fa sapere che chi ha [...]