Scopri tutto su Religiosi cosmologie

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Road
In rilievo

Road

In questa categoria: Yin e yang

Il concetto di ying (nero) (/jin/) e yang (bianco) (/ja...

Creazionismo

Il creazionismo è la credenza che l'Universo, la Terra...

Völuspá

Völuspá (La profezia della veggente) è il primo e pi...

Ermetismo (filosofia)

Con ermetismo o filosofia ermetica ci si riferisce a va...

Väinämöinen

Väinämöinen, chiamato anche Vanemuine in estone e ??...

Nüwa

Nüwa (in cinese tradizionale: ??, in cinese semplifica...

Post di Accanto al paradiso

  Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro l'inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.Memorie di Adriano, Marguerite Yourcenar

Inferno: Canto XXIV

Inferno: Canto XXIV In quella parte del giovanetto anno che 'l sole i crin sotto l'Aquario tempra e già le notti al mezzo dì sen vanno, quando la brina in su la terra assempra l'imagine di sua sorella bianca, ma poco dura a la sua penna tempra, lo villanello a cui la roba manca, si leva, e guarda, e vede la campagna biancheggiar tutta; ond'ei si batte l'anca, ritorna in casa, e qua e là si lagna, come 'l tapin che non sa che si faccia; poi riede, e la speranza [...]

Inferno: Canto IX

Inferno: Canto IX Quel color che viltà di fuor mi pinse veggendo il duca mio tornare in volta, più tosto dentro il suo novo ristrinse. Attento si fermò com'uom ch'ascolta; ché l'occhio nol potea menare a lunga per l'aere nero e per la nebbia folta. "Pur a noi converrà vincer la punga", cominciò el, "se non... Tal ne s'offerse. Oh quanto tarda a me ch'altri qui giunga!". I' vidi ben sì com'ei ricoperse lo cominciar con l'altro che poi venne, che fur parole a [...]

Inferno: Canto III

Inferno: Canto III                                           Per me si va ne la città dolente,   1-2-3 per me si va ne l'etterno dolore, per me si va tra la perduta gente. Giustizia mosse il mio alto fattore: fecemi la divina podestate, la somma sapienza e 'l primo amore. Dinanzi a me non fuor cose create se non etterne, e io etterno duro. Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate". Queste parole di colore oscuro vid'io [...]

Canto terzo inferno

Canto terzo inferno     Anafora L'anafora (dal greco anaphérō, «riporto, ripeto») è una figura retorica che consiste nella ripetizione di una parola o di gruppi di parole all'inizio di frasi o di versi successivi, per sottolineare un'immagine o un concetto. Un esempio è nei versi di Dante, "Divina Commedia": Per me si va nella città dolente........ Chiasmo :Qui si convien lasciare ogne sospetto;  ogne viltà convien che qui sia morta. Canto terzo verso [...]

Inferno: Canto XIII

Inferno: Canto XIII Non era ancor di là Nesso arrivato, quando noi ci mettemmo per un bosco che da neun sentiero era segnato. Non fronda verde, ma di color fosco; non rami schietti, ma nodosi e 'nvolti; non pomi v'eran, ma stecchi con tòsco: non han sì aspri sterpi né sì folti quelle fiere selvagge che 'n odio hanno tra Cecina e Corneto i luoghi cólti. Quivi le brutte Arpie lor nidi fanno, che cacciar de le Strofade i Troiani con tristo annunzio di futuro [...]

Inferno: Canto XXIX

Inferno: Canto XXIX La molta gente e le diverse piaghe avean le luci mie sì inebriate, che de lo stare a piangere eran vaghe. Ma Virgilio mi disse: "Che pur guate? perché la vista tua pur si soffolge là giù tra l'ombre triste smozzicate? Tu non hai fatto sì a l'altre bolge; pensa, se tu annoverar le credi, che miglia ventidue la valle volge. E già la luna è sotto i nostri piedi: lo tempo è poco omai che n'è concesso, e altro è da veder che tu non vedi". [...]

Inferno: Canto XVI

Inferno: Canto XVI Già era in loco onde s'udìa 'l rimbombo de l'acqua che cadea ne l'altro giro, simile a quel che l'arnie fanno rombo, quando tre ombre insieme si partiro, correndo, d'una torma che passava sotto la pioggia de l'aspro martiro. Venian ver noi, e ciascuna gridava: "Sòstati tu ch'a l'abito ne sembri esser alcun di nostra terra prava". Ahimè, che piaghe vidi ne' lor membri ricenti e vecchie, da le fiamme incese! Ancor men duol pur ch'i' me ne [...]

Inferno: Canto XVII

Inferno: Canto XVII "Ecco la fiera con la coda aguzza, che passa i monti, e rompe i muri e l'armi! Ecco colei che tutto 'l mondo appuzza!". Sì cominciò lo mio duca a parlarmi; e accennolle che venisse a proda vicino al fin d'i passeggiati marmi. E quella sozza imagine di froda sen venne, e arrivò la testa e 'l busto, ma 'n su la riva non trasse la coda. La faccia sua era faccia d'uom giusto, tanto benigna avea di fuor la pelle, e d'un serpente tutto l'altro [...]

Inferno: Canto VIII

Inferno: Canto VIII Io dico, seguitando, ch'assai prima che noi fossimo al piè de l'alta torre, li occhi nostri n'andar suso a la cima per due fiammette che i vedemmo porre e un'altra da lungi render cenno tanto ch'a pena il potea l'occhio tòrre. E io mi volsi al mar di tutto 'l senno; dissi: "Questo che dice? e che risponde quell'altro foco? e chi son quei che 'l fenno?". Ed elli a me: "Su per le sucide onde già scorgere puoi quello che s'aspetta, se 'l fummo [...]

commento inferno

Canto primo- Inferno -Note e commento Le tre fiere sono allegoricamente(Allegoria ..concretizzare l'astratto) tre impedimenti ("impedimenta" ) tre peccati.. che ostacolano la via verso la salvezza-Delle fiere si trova notizia nei bestiari medioevali, opere di descrizione, spesso con particolari fantastici di animali - La lonza è una specie di lince, simile probabilmente alla pantera-Il significato simbolico indicato comunemente è la "lussuria" Leone Il [...]

Inferno: Canto I

Inferno: Canto I Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura! Tant'è amara che poco è più morte; ma per trattar del ben ch'i' vi trovai, dirò de l'altre cose ch'i' v'ho scorte. Io non so ben ridir com'i' v'intrai, tant'era pien di sonno a quel punto che la verace via abbandonai. Ma poi ch'i' fui [...]

Inferno: Canto II

Inferno: Canto II Lo giorno se n'andava, e l'aere bruno toglieva li animai che sono in terra da le fatiche loro; e io sol uno m'apparecchiava a sostener la guerra sì del cammino e sì de la pietate, che ritrarrà la mente che non erra. O muse, o alto ingegno, or m'aiutate; o mente che scrivesti ciò ch'io vidi, qui si parrà la tua nobilitate. Io cominciai: "Poeta che mi guidi, guarda la mia virtù s'ell'è possente, prima ch'a l'alto passo tu mi fidi. Tu dici che [...]

Inferno: Canto XXVIII

Inferno: Canto XXVIII Chi poria mai pur con parole sciolte dicer del sangue e de le piaghe a pieno ch'i' ora vidi, per narrar più volte? Ogne lingua per certo verria meno per lo nostro sermone e per la mente c'hanno a tanto comprender poco seno. S'el s'aunasse ancor tutta la gente che già in su la fortunata terra di Puglia, fu del suo sangue dolente per li Troiani e per la lunga guerra che de l'anella fé sì alte spoglie, come Livio scrive, che non erra, con [...]

Post di Accanto al paradiso

   Le idealiste sono fatte così,pure come i bambini,Sensibili, sincere, a volte un po' ingenue.Vivono in un mondo immaginario,sognano arcobaleniche loro stesse dipingono.Sono indifese come i bambini,perché non hanno corazze per proteggersi.Sono ipersensibili, fragili e un po' follie sognano un mondo diverso, come loro.A volte sono così fragili che vanno in mille pezzi,ma hanno imparato a ricomporsi, per continuare a sognare,a vedere oltre l'orizzonte.Agostino [...]

QI GONG ED ALCHIMIA TAOISTA

QI GONG ED ALCHIMIA TAOISTA

-- PER APRIRSI AL MAESTRO INTERNO Risvegliare la Luce del Sé Divino richiede Amore: amare se stessi incondizionatamente da dentro, ed amare gli altri in parità, con gentilezza, compassione, rispetto, equilibrio. Il Sorriso Interiore ed i Suoni del Benessere. Semplici esercizi di attenzione amorevole a sé e di respirazione, anche sonora. I suoni servono a  depurare gli organi e la psiche stessa, ricreando un profondo rapporto d'Amore e di Pace con se stessi. E' [...]

Post di Accanto al paradiso

   Le cose semplici sono le migliori.Il sorriso dei fiori.Un bacio della pioggia.Le timide foglie d'autunno.Noi.Alessandra Capponi

Il grande ritorno di Gianni Morandi

Il grande ritorno di Gianni Morandi

L'eterno ragazzo torna domenica su C5 con una nuova fiction che inizia con un giallo, L'isola di Pietro.

Visione dell'inferno - della grande mistica Maria Valtorta

Visione dell'inferno - della grande mistica Maria Valtorta

I Novissimi - Paradiso - Purgatorio È stata una grande mistica. Si offrì a Gesù come "vittima d'Amore prima, per consolare l'Amore divino che non è riamato, e poi anche di Giustizia, per la salvezza delle anime e del mondo". Nella sua maggiore a grande opera "Il Poema dell'uomo-Dio" ispirata dalle visioni di carattere mistico e dai dettati, narra minuziosamente la vita di Gesù. Gli uomini di questo tempo non credono più all'esistenza dell'inferno. Si sono [...]

CAINO E ABELE

CAINO E ABELE

Abele l’era bònn, Caino mea taantAbele era buono, Caino mica tantoA l’era in sö la Bibbia, ma l’era mea un Saantera sulla Bibbia ma non era un santoI eren düü fredèj, ma i eren l’uppòsterano due fratelli, ma erano all’oppostoDiversi del tütt, cumè i pastigli e i süppòstdiversi del tutto, come pastiglie e supposteAbele l’era bell, cumè un atuur franceesAbele era bello, come un attore franceseCaino l’era brött, che s’cepàva i cinepreesCaino era [...]