Repubblica Centrafricana

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Shakira
In rilievo

Shakira

Repubblica Centrafricana

La scheda: Repubblica Centrafricana

Coordinate: 6°58′N 20°37′E / 6.966667°N 20.616667°E6.966667, 20.616667
La Repubblica Centrafricana (fr. République centrafricaine, sg. Ködörösêse tî Bêafrîka) è uno stato dell'Africa Centrale, la cui capitale è Bangui.
La repubblica confina a nord con il Ciad, a est con il Sudan e il Sudan del Sud, a sud con la Repubblica Democratica del Congo e la Repubblica del Congo e a ovest con il Camerun, è uno stato senza sbocco al mare.
In passato fu una colonia francese con il nome di Ubangi Shari (o Oubangui-Chari), assunse il nome attuale all'atto dell'indipendenza, nel 1960. Dopo trent'anni di governo prevalentemente militare, nel 1993 si insediò un governo civile durato dieci anni.
Nel marzo 2003 il presidente Patassé ed il suo governo sono stati deposti con un colpo di Stato dal generale François Bozizé, che ha formato un governo di transizione. Nelle contestate elezioni generali del 2005 il generale Bozizé è stato eletto presidente. Il governo non ha però il completo controllo del territorio e sacche di illegalità sono registrate nelle campagne e nelle province del nord, dove continuano gli scontri tra i due maggiori gruppi ribelli ed il governo. L'instabilità dei paesi confinanti (Ciad, Sudan, Sudan del Sud e Repubblica Democratica del Congo) influisce inoltre negativamente sulla stabilità interna del paese.
La Repubblica Centrafricana è uno dei paesi più poveri della Terra.



Rep. Centrafricana:
Unità, Dignità, Lavoro
Dati amministrativi:
Nome completo: Repubblica Centrafricana
Nome ufficiale: Republique Centrafricaine Ködörösêse tî Bêafrîka
Lingue ufficiali: francese, sango
Capitale: Bangui  (790.000 ab. / 2014)
Politica:
Forma di governo: Repubblica semipresidenziale
Presidente: Faustin-Archange Touadéra
Primo ministro: Simplice Sarandji
Indipendenza: Dalla Francia, 13 agosto 1960
Ingresso nell'ONU: 20 settembre 1960
Superficie:
Totale: 622.984 km² (42º)
 % delle acque: 0%
Popolazione:
Totale: 5.166.510 ab. (2014) (124º)
Densità: 5,8 ab./km²
Tasso di crescita: 2,142% (2012)[1]
Nome degli abitanti: Centrafricani
Geografia:
Continente: Africa
Confini: Ciad, Sudan, Sudan del Sud, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica del Congo, Camerun
Fuso orario: UTC +1
Economia:
Valuta: Franco CFA
PIL (nominale): 2 172[2] milioni di $ (2014) (162º)
PIL pro capite (nominale): 800 $ (2012) (180º)
PIL (PPA): 3 849 milioni di $ (2012) (163º)
PIL pro capite (PPA): 541 $ (2013) (179º)
ISU (2011): 0,343 (basso) (179º)
Fecondità: 4,5 (2011)[3]
Varie:
Codici ISO 3166: CF, CAF, 140
TLD: .cf
Prefisso tel.: +236
Sigla autom.: RCA
Inno nazionale: La Renaissance
Festa nazionale: 1º dicembre
Evoluzione storica:
Stato precedente:  Impero Centrafricano
 

Centrafrica: violenze religiose,16 morti

Centrafrica: violenze religiose,16 morti

(ANSA) – BANGUI, 2 MAG – Sono almeno 16, e fra esse un prete cattolico, le persone rimaste uccise in un’ondata di attacchi di violenza armata etnico-religiosa che oggi ha colpito una chiesa cattolica, dove sono state gettate bombe a mano durante la messa, una moschea e strutture mediche nella capitale della Repubblica Centrafricana, Bangui. Lo rivelano l’Onu, fonti ospedaliere e l’ong Medici senza frontiere (Msf).

Centrafrica: granate in chiesa, morti

Centrafrica: granate in chiesa, morti

(ANSA) – ROMA, 1 MAG – Attacco con granate ad una chiesa cattolica a Bangui, nella Repubblica Centraficana. Si tratterebbe della chiesa di Notre Dame. Secondo i media locali ci sarebbero almeno nove morti e decine di feriti.Nella chiesa di Notre Dame di Fatima a Bangui – riferiscono fonti locali e siti di informazione religiosa – erano riuniti centinaia di fedeli per celebrare la fraternità di San Giuseppe. Improvvisamente sono comparsi, durante la messa, [...]

Il cuore di Zende

Il cuore di Zende

Mentre Zende festeggia il suo successo come stilista, Nicole rimane con Rick e Lizzie.

Tumori, cellule immunitarie corazzate per combatterli

Tumori, cellule immunitarie corazzate per combatterli

Le difese dell’organismo nascondono il segreto di un modo nuovo di combattere i tumori: basta rieducarle con la terapia genica per dotarle di una corazza anticancro. È la nuova frontiera dell’immunoterapia basata su cellule immunitarie modificate chiamate CAR-T (Chimeric Antigen Receptor) presentata nel convegno sulla ricerca e l’innovazione nella lotta contro il cancro, organizzato dal Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le [...]

Centrafrica: Onu condanna violenze

Centrafrica: Onu condanna violenze

(ANSA) – NEW YORK, 31 GEN – Il Consiglio di Sicurezza dell’ Onu ha approvato all’unanimità una risoluzione in cui ha condannato le violenze in atto nella Repubblica Centrafricana ed esteso per un anno l’embargo sulle armi al paese e le sanzioni per individui ed entità. Nel testo si condannano anche gli atti di incitamento alla violenza che minano la pace, in particolare “su base etnica o religiosa”, affermando per la prima volta che i responsabili [...]

Una bella notizia per Zende

Una bella notizia per Zende

Il ragazzo è stato promosso stilista della Forrester e non vede l'ora di dirlo a Nicole....

Tunisia Libia Centrafrica altre

Tunisia Libia Centrafrica altre

TUNISIA - Bandiera del Presidente < ritorno a Tunisia < ALGERIA - Bandiera di bompresso < ritorno a Algeria < LIBIA - Bandiera reale © Roberto Breschi < ritorno a Libia < < ritorno a Libia < CENTRAFRICA - Stendardo imperiale CENTRAFRICA - Stendardo imperiale © Roberto Breschi < ritorno a Centrafrica

Fiori d'arancio per Nicole e Zende

Fiori d'arancio per Nicole e Zende

Dopo tante vicissitudini, i due giovani si sposano davanti alle famiglie riunite.

Una fantastica coppia: Zende e Nicole

Una fantastica coppia: Zende e Nicole

Tutti sono presenti alla cerimonia dei due giovani che dopo tante sfide iniziano un nuovo cammino insieme.

La vittoria di Zende

La vittoria di Zende

Si approssima un giorno di felicità estrema, e lui ha deciso di strafare!

FOTO: Repubblica Centrafricana

Ubangi-Chari nel 1910

Ubangi-Chari nel 1910

Jean-Bédel Bokassa (a sinistra).

Jean-Bédel Bokassa (a sinistra).

Francobollo del 1924

Francobollo del 1924

Crescita demografica della Repubblica Centrafricana dal 1961 al 2003

Crescita demografica della Repubblica Centrafricana dal 1961 al 2003

Una mappa delle 14 prefetture amministrative della Repubblica Centrafricana

Una mappa delle 14 prefetture amministrative della Repubblica Centrafricana

Il Paese ha ricche risorse naturali, ma in gran parte ancora non sfruttate, nel frattempo la selvicoltura rimane un'importante risorsa per l'economia della Repubblica Centroafricana

Il Paese ha ricche risorse naturali, ma in gran parte ancora non sfruttate, nel frattempo la selvicoltura rimane un'importante risorsa per l'economia della Repubblica Centroafricana

Una classe per bambini rifugliati dal Darfur a Sam Ojuada

Una classe per bambini rifugliati dal Darfur a Sam Ojuada

Bimbo prodigio, palleggia e risolve il cubo di Rubik

Bimbo prodigio, palleggia e risolve il cubo di Rubik

Di bimbi prodigio ce ne sono tanti ma questo lascia davvero a bocca aperta. Avete presente il cubo di Rubik, il colorato rompicapo famoso in tutto il modo? Bene, questo ragazzino è capace di risolverlo… mentre palleggia. Il video che documenta la sua incredibile abilità è già diventato virale e ora non resta che scoprire cosa riserverà il futuro a questo piccolo grande mago.

Repubblica Centrafricana: una donna ha il suo destino nelle mani

Repubblica Centrafricana: una donna ha il suo destino nelle mani

Bangui, Repubblica Centrafricana (askanews) - La Repubblica Centrafricana, uno dei paesi piu' poveri del mondo, nel 2015 classificato dalle Nazioni Unite al 188esimo e ultimo posto dell'indice dello sviluppo umano, si affida a una donna di esperienza e carattere per uscire dalla crisi drammatica che la sta lacerando. Stato dell'Africa Centrale senza sbocco al mare, fu una colonia francese sino all'indipendenza, ottenuta nel 1960. Da allora una lunga serie di [...]

Papa riceve Enoc, progetto a Bangui

Papa riceve Enoc, progetto a Bangui

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 6 SET - Il Papa ha ricevuto Mariella Enoc, presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Al centro dell'incontro il progetto in Africa con il sostegno all'ospedale pediatrico di Bangui. Enoc all'emittente vaticana ha riferito: il Papa "mi ha molto incoraggiata nel mio lavoro all'ospedale, e ho veramente il suo sostegno e quello del Segretario di Stato". Dopo l'udienza la presidente del Cda del [...]

Centrafrica: voto pacifico presidenziali

Centrafrica: voto pacifico presidenziali

(ANSA-AP) - BANGUI, 14 FEB - Nella Repubblica Centrafricana oggi si è votato, dopo una serie di rinvii, per il ballottaggio delle elezioni presidenziali e il voto si è svolto senza violenze. Gli sfidanti sono due ex premier, entrambi cristiani, Georges Dologuele e Faustin Archange Touadera. Circa duemila caschi blu dell'Onu hanno presidiato le strade della capitale Bangui e altri ottomila sono stati dispiegati nel resto del Paese per assicurare una consultazione [...]

Centrafrica: ballottaggio presidenziali

Centrafrica: ballottaggio presidenziali

(ANSA) - BANGUI, 14 FEB - Alla fine di una serie rinvii, urne aperte oggi nella repubblica centroafricana dove si tiene il ballottaggio per l'elezione del nuovo presidente. Vincitori al primo turno elettorale nel dicembre scorso, si contendono la presidenza due ex premier, entrambi cristiani, Georges Dologuele che ha ottenuto il 24% delle preferenze e Faustin Archange Touadera il 19%. C'è grande attesa a Bangui per l'esito del voto che arriva dopo più di due anni [...]

Centrafrica: domenica le presidenziali

Centrafrica: domenica le presidenziali

(ANSA) - BANGUI, 10 FEB - Dopo una serie di rinvii, il ballottaggio per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica Centrafricana si terrà domenica. Lo ha reso noto la commissione elettorale, ricordando che in corsa ci sono due ex premier, entrambi cristiani, che stanno già facendo una serie di comizi. Dal marzo 2013 il Paese è devastato da sanguinosi scontri tra musulmani e cristiani che hanno portato più di un milione di persone ad abbandonare le loro [...]

Centrafrica: candidati denunciano brogli

Centrafrica: candidati denunciano brogli

(ANSA) - BANGUI, 4 GEN - Circa i due terzi dei 30 candidati alle elezioni presidenziali dello scorso 30 dicembre nella Repubblica Centrafricana hanno chiesto che venga fermato lo spoglio delle schede a causa dei "brogli che si stanno verificando". I candidati hanno convocato una conferenza stampa quando ormai il 40% delle schede è stato scrutinato. Affermano che il processo elettorale è stato segnato da brogli e che la popolazione non accetterà i risultati [...]

Centrafrica: presidenziali, lunghe file

Centrafrica: presidenziali, lunghe file

(ANSA) - BANGUI, 30 DIC - Migliaia di persone sono in fila nella capitale della Repubblica Centrafricana per votare alle presidenziali, con la speranza che un nuovo presidente porterà a una maggiore stabilità dopo anni di violenza. Gli elettori devono scegliere tra 30 candidati per sostituire Catherine Samba-Panza, incaricata nel gennaio 2014 di gestire la fase di transizione fino alle elezioni, più volte rinviate. Oltre 1,8 milioni sono chiamati alle urne in [...]

Centrafrica: violenze su voto referendum

Centrafrica: violenze su voto referendum

(ANSA) - BANGUI, 13 DIC - Violenze, spari e granate hanno ostacolato oggi in Centrafrica il regolare voto per il referendum costituzionale, che dovrebbe segnare il ritorno alla stabilità nel Paese dopo due anni di caos, tensioni e violenze settarie. Il referendum su una nuova costituzione adottata dal governo di transizione, su cui sono chiamati ad esprimersi 2 milioni di elettori in più di 5.500 seggi, arriva dopo due settimane dalla visita di Papa Francesco, [...]

Giubileo: Renzi, Bangui gesto potente

Giubileo: Renzi, Bangui gesto potente

(ANSA) - ROMA, 4 DIC - "Sono tra coloro che ha vissuto con grande preoccupazione la scelta di Papa Francesco di visitare la Repubblica Centrafricana. Posso dire, tuttavia, che si è trattato di un gesto strepitoso e potente nella sua umile semplicità. Aprire la porta santa a Bangui è un atto che segna la storia della Chiesa Universale. Ma l'apertura di questo giubileo è stata davvero un fatto inedito e commovente". Lo afferma il premier Matteo Renzi.