Salvatore Cuffaro

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Alessandra Amoroso
In rilievo

Alessandra Amoroso

Salvatore Cuffaro

La scheda: Salvatore Cuffaro

Salvatore Cuffaro, detto Totò (Raffadali, 21 febbraio 1958), è un ex politico italiano, presidente della Regione Siciliana dal 17 luglio 2001 al 18 gennaio 2008.
È stato condannato definitivamente a sette anni di reclusione per favoreggiamento personale verso persone appartenenti a Cosa nostra e rivelazione di segreto istruttorio. Recluso nel carcere romano di Rebibbia dal 22 gennaio 2011, ritorna in libertà il 13 dicembre 2015.


Sono senza Vergogna: Cuffaro condannato per favoreggiamento alla mafia, accolto in Sicilia da Micciché (Forza Italia) all'Ars nella sala dedicata a Piersanti Mattarella ...un calcio nelle palle ai cittadini onesti...!

Sono senza Vergogna: Cuffaro condannato per favoreggiamento alla mafia, accolto in Sicilia da Micciché (Forza Italia) all'Ars nella sala dedicata a Piersanti Mattarella ...un calcio nelle palle ai cittadini onesti...!

    . SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK Banda Bassotti . .   Sono senza Vergogna: Cuffaro condannato per favoreggiamento alla mafia, accolto in Sicilia da Micciché (Forza Italia) all'Ars nella sala dedicata a Piersanti Mattarella ...un calcio nelle palle ai cittadini onesti...! “La notizia che Micciché, in veste di Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, abbia autorizzato la presenza di Totò Cuffaro ad un convegno all’Ars è vergognosa. È [...]

Cuffaro: non ho intenzione fare politica

Cuffaro: non ho intenzione fare politica

(ANSA) – ROMA, 7 SET – “Smentisco categoricamente qualsiasi mio impegno futuro in politica. La richiesta di poter beneficiare della riabilitazione penale è un diritto che intendo esercitare e che nulla ha a che vedere con la politica attiva e di partito”. Lo dice l’ex presidente della Regione siciliana, Totò Cuffaro, che ha scontato nel recente passato una condanna a 7 anni per favoreggiamento di mafiosi, di nuovo al centro di polemiche per la sua [...]

EVENTI: Salvatore Cuffaro

Il 22 gennaio 2011 la Corte di cassazione conferma in via definitiva la condanna 7 anni di reclusione inflittagli l'anno prima dalla Corte di Appello di Palermo, nonostante la richiesta di eliminazione dell'aggravante mafiosa da parte del procuratore generale.

Il 16 febbraio 2011 il giudice dell'udienza preliminare al termine del rito abbreviato del secondo processo di Cuffaro, per concorso esterno in associazione mafiosa, pronuncia sentenza di non luogo a procedere nei confronti dell'ex Presidente della Regione Siciliana perché per gli stessi reati è già stato giudicato.

Il 28 ottobre 2011 i legali di Cuffaro rendono noto di aver presentato alla Corte europea dei diritti dell'uomo istanze di revisione del processo in cui è stato condannato in Cassazione e del processo definito "Talpe alla DDA".

Il 22 gennaio 2011 la Corte di cassazione conferma in via definitiva la condanna 7 anni di reclusione inflittagli l'anno prima dalla Corte di Appello di Palermo, nonostante la richiesta di eliminazione dell'aggravante mafiosa da parte del procuratore generale.

Il 16 febbraio 2011 il giudice dell'udienza preliminare al termine del rito abbreviato del secondo processo di Cuffaro, per concorso esterno in associazione mafiosa, pronuncia sentenza di non luogo a procedere nei confronti dell'ex Presidente della Regione Siciliana perché per gli stessi reati è già stato giudicato.

Il 28 ottobre 2011 i legali di Cuffaro rendono noto di aver presentato alla Corte europea dei diritti dell'uomo istanze di revisione del processo in cui è stato condannato in Cassazione e del processo definito "Talpe alla DDA".

Il 23 gennaio 2010 la Corte d'Appello di Palermo condanna Cuffaro a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato nel processo 'talpe alla DDA'.

Il 28 giugno 2010 i pm Nino Di Matteo e Francesco Del Bene hanno chiesto la condanna a 10 anni di reclusione per Cuffaro, imputato con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa in un altro processo con rito abbreviato noto come «Cuffaro bis».

Il 23 gennaio 2010 la Corte d'Appello di Palermo condanna Cuffaro a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato nel processo 'talpe alla DDA'.

Il 28 giugno 2010 i pm Nino Di Matteo e Francesco Del Bene hanno chiesto la condanna a 10 anni di reclusione per Cuffaro, imputato con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa in un altro processo con rito abbreviato noto come «Cuffaro bis».

Nel 1998, buona parte del CDU e del Centro Cristiano Democratico in Sicilia era confluita nell'UDEUR, determinando il "ribaltino" e la sostituzione del presidente della regione Giuseppe Drago alla guida di una giunta di centrodestra, con Capodicasa.

Nel 1998, buona parte del CDU e del Centro Cristiano Democratico in Sicilia era confluita nell'UDEUR, determinando il "ribaltino" e la sostituzione del presidente della regione Giuseppe Drago alla guida di una giunta di centrodestra, con Capodicasa.

Dal 24 febbraio 2009 è membro della Commissione di Vigilanza Rai.

Dal 24 febbraio 2009 è membro della Commissione di Vigilanza Rai.

Nel 1989 viene assunto all'Ispettorato regionale alla Sanità e nel 1991, dopo essere stato per la prima volta eletto all'Assemblea Regionale Siciliana, va in aspettativa.

Nel 1989 viene assunto all'Ispettorato regionale alla Sanità e nel 1991, dopo essere stato per la prima volta eletto all'Assemblea Regionale Siciliana, va in aspettativa.

Nel 1980 è stato eletto consigliere comunale di Raffadali, dove ha rivestito il ruolo di capogruppo.

Nel 1980 è stato eletto consigliere comunale di Raffadali, dove ha rivestito il ruolo di capogruppo.

Il 26 settembre 1991 Cuffaro, all'epoca deputato regionale, intervenne ad una puntata speciale della trasmissione televisiva Samarcanda condotta da Michele Santoro dal Teatro Biondo di Palermo in collegamento con il Maurizio Costanzo Show e dedicata alla commemorazione dell'imprenditore Libero Grassi, ucciso dalla mafia.

Il 26 settembre 1991 Cuffaro, all'epoca deputato regionale, intervenne ad una puntata speciale della trasmissione televisiva Samarcanda condotta da Michele Santoro dal Teatro Biondo di Palermo in collegamento con il Maurizio Costanzo Show e dedicata alla commemorazione dell'imprenditore Libero Grassi, ucciso dalla mafia.

Il 20 dicembre 2013 il tribunale di sorveglianza di Roma respinge la sua richiesta di essere affidato ai servizi sociali, nonostante la Procura Generale si fosse pronunciata a favore della scarcerazione.

Il 20 dicembre 2013 il tribunale di sorveglianza di Roma respinge la sua richiesta di essere affidato ai servizi sociali, nonostante la Procura Generale si fosse pronunciata a favore della scarcerazione.

Nel 1990 viene eletto consigliere del Comune di Palermo nelle file della DC, secondo degli eletti dopo Leoluca Orlando.

Nel 1990 viene eletto consigliere del Comune di Palermo nelle file della DC, secondo degli eletti dopo Leoluca Orlando.

Il 13 gennaio 2014 la società editrice del Daily Telegraph, nel corso di un procedimento di conciliazione in materia di diffamazione a mezzo stampa, decide di risarcire Cuffaro a causa di un articolo pubblicato sul quotidiano londinese, dove si affermava erroneamente che Cuffaro avesse aggredito Giovanni Falcone nella trasmissione Samarcanda.

Il 13 gennaio 2014 la società editrice del Daily Telegraph, nel corso di un procedimento di conciliazione in materia di diffamazione a mezzo stampa, decide di risarcire Cuffaro a causa di un articolo pubblicato sul quotidiano londinese, dove si affermava erroneamente che Cuffaro avesse aggredito Giovanni Falcone nella trasmissione Samarcanda.

Il 25 gennaio 2017 si laurea in Giurisprudenza presso la facoltà della Sapienza di Roma con una tesi sul sovraffollamento delle carceri.

Il 25 gennaio 2017 si laurea in Giurisprudenza presso la facoltà della Sapienza di Roma con una tesi sul sovraffollamento delle carceri.

Nel 2005 è stato nominato vicesegretario nazionale dell'UDC, quando Lorenzo Cesa è subentrato a Marco Follini nella carica di segretario nazionale.

Nel 2005 è stato nominato vicesegretario nazionale dell'UDC, quando Lorenzo Cesa è subentrato a Marco Follini nella carica di segretario nazionale.

Il 22 ottobre 2008 la Corte Costituzionale dichiara il ricorso non fondato, confermando la sospensione a decorrere dal 18 gennaio e dichiarando nulli gli atti firmati successivamente a quella data.

Il 13 aprile 2008 è stato nuovamente eletto Senatore nel collegio Sicilia, nella lista UDC, aderendo al sottogruppo Udc, all'interno del gruppo Udc-SVP, Io Sud, Autonomie.

Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le 'talpe' alla Dda di Palermo.

Il 24 gennaio 2008 l'Assemblea regionale siciliana respinge la mozione di sfiducia (53 voti contro 32) presentata dal centrosinistra.

Il 22 ottobre 2008 la Corte Costituzionale dichiara il ricorso non fondato, confermando la sospensione a decorrere dal 18 gennaio e dichiarando nulli gli atti firmati successivamente a quella data.

Il 13 aprile 2008 è stato nuovamente eletto Senatore nel collegio Sicilia, nella lista UDC, aderendo al sottogruppo Udc, all'interno del gruppo Udc-SVP, Io Sud, Autonomie.

Il 18 gennaio 2008 Cuffaro viene dichiarato colpevole di favoreggiamento semplice nel processo di primo grado per le 'talpe' alla Dda di Palermo.

Il 24 gennaio 2008 l'Assemblea regionale siciliana respinge la mozione di sfiducia (53 voti contro 32) presentata dal centrosinistra.

Il 15 ottobre 2007 il procuratore aggiunto del processo a Cuffaro, Giuseppe Pignatone, ha chiesto 8 anni di reclusione per il presidente della Regione Siciliana, per quanto riguarda i seguenti capi d'imputazione:.

Il 15 ottobre 2007 il procuratore aggiunto del processo a Cuffaro, Giuseppe Pignatone, ha chiesto 8 anni di reclusione per il presidente della Regione Siciliana, per quanto riguarda i seguenti capi d'imputazione:.

Dell'Utri: Cuffaro, si curi in casa

Dell'Utri: Cuffaro, si curi in casa

(ANSA) – PALERMO, 10 DIC – “Lo Stato e, in questo caso, la magistratura di sorveglianza, credo debbano restituire il cittadino Marcello Dell’Utri alla sua casa perché possa curarsi e continuare, accompagnato dall’amore della sua famiglia, il suo processo di rieducazione e risocializzazione. Solo in questo modo la giustizia darà valore al significato che la nostra Costituzione assegna alla pena”. Lo afferma in una nota l’ex presidente della Regione [...]

Totò si presenta molto bene. Non come gli altri che sono inpresentabili.

Totò si presenta molto bene. Non come gli altri che sono inpresentabili.

Totò Cuffaro: "La mia famiglia vota Musumeci" Intervista a Totò Cuffaro alla vigilia delle elezioni in Sicilia: "I miei sono in tutte le liste". "Vincerà il centrodestra" Io penso che l'intento di De Angelis, che di giornalista ha solo il nome, sia stato quello di dare un aiutino ai 5S, cercando di far vedere che Musumeci è in perfetta continuità con Cuffaro, e quindi legato ai poteri mafiosi.Perciò: Il titolone di questo giornale la dice lunga su chi sono [...]

D'Alia, no interessi confronti Cuffaro

D'Alia, no interessi confronti Cuffaro

(ANSA) - PALERMO, 3 NOV - "Non so a quali mie dichiarazioni faccia riferimento il signor Salvatore Cuffaro visto che non trovo traccia di miei interventi pubblici o privati che lo contemplino. Mi spiace deluderlo ma non ho alcun interesse nei suoi confronti". Lo afferma Gianpiero D'Alia, parlamentare di Area popolare e fondatore dei Centristi per il Sì. "Devo ritenere - continua D'Alia - che le sue affermazioni non siano frutto di casualità, visto che in Sicilia [...]

Cuffaro, D'Alia ha voluto Crocetta

Cuffaro, D'Alia ha voluto Crocetta

(ANSA) - PALERMO, 3 NOV - "Mi preme ribadire per l'ennesima volta - non c'è infatti miglior sordo di chi non vuol sentire - che non faccio, né potrei fare politica attiva: sono interdetto dai pubblici uffici ma non dal pensiero e dal ragionamento, dall'osservazione, dall'analisi e dal commento sui fatti della politica. Gianpiero D'Alìa mi cita come alla guida di una corrente e interprete di una linea politica: nulla di più falso, come sanno anche le pietre". Lo [...]

Cuffaro torna a Rebibbia a congresso Pr

Cuffaro torna a Rebibbia a congresso Pr

(ANSA) - PALERMO, 30 AGO - Giovedì Totò Cuffaro tornerà a Rebibbia per il congresso del Partito radicale al quale l'ex governatore siciliano è iscritto dal 2014, mentre era nel carcere romano per scontare la condanna a 7 anni inflittagli per favoreggiamento alla mafia. "Sto dando una mano a Rita Bernardini - dice al quotidiano online ilfogliettone.it -, abbiamo sensibilizzato un po' di detenuti". Cuffaro dice di guardare "con molta attenzione al lavoro di [...]

Cuffaro, Ardizzone ha sbagliato

Cuffaro, Ardizzone ha sbagliato

(ANSA) - PALERMO, 7 LUG - Infuriano le polemiche, con botta e risposte delle due fazioni, sulla revoca - da parte del presidente dell'Ars, Giovanni Ardizzone - della concessione di palazzo dei Normanni (sede dell'Assemblea siciliana) per un convegno sui diritti dei detenuti ala quale era stato invitato l'ex presidente della Regione, Salvatore Cuffaro. Questa mattina Ardizzone aveva così risposto a Saverio Romano (Area popolare) che chiedeva spiegazioni: "Le [...]

INTERVISTA: Totò Cuffaro

INTERVISTA: Totò Cuffaro

Libero dopo 5 anni di galera.

Le due vite di Totò Cuffaro

Le due vite di Totò Cuffaro

Le due vite di Totò Cuffaro, dalla politica alla cella.

FOTO: Salvatore Cuffaro

Salvatore_Cuffaro

Salvatore_Cuffaro

I

I "cannoli del presidente"

I

I "cannoli del presidente"

Il carcere di CUffaro, il giornalino , le amicizie a Rebibbia

Il carcere di CUffaro, il giornalino , le amicizie a Rebibbia

L'esperienza di Radio Rebibbia .

Cuffaro: attesa a Raffadali per arrivo

Cuffaro: attesa a Raffadali per arrivo

(ANSA) - RAFFADALI (AGRIGENTO), 14 DIC - Una piccola folla composta da alcune decine di persone e diversi giornalisti in via Rosario a Raffadali (Ag), sotto casa della mamma di Totò Cuffaro, attende l'arrivo dell'ex presidente della Regione che ieri ha lasciato il carcere Rebibbia di Roma dopo avere scontato la condanna per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra. Il via vai di curiosi davanti all'abitazione, fra cui alcuni consiglieri comunali, è continuo.

Sortino intervista Cuffaro: "Ho chiuso con la politica"

Sortino intervista Cuffaro: "Ho chiuso con la politica"

Cuffaro all'uscita dal carcere: "Non ho risentimento"

Cuffaro all'uscita dal carcere: "Non ho risentimento"

di Massimiliano Di Dio

Cuffaro esce dal carcere

Cuffaro esce dal carcere

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Torna in libertà l'ex governatore della Sicilia Salvatore Cuffaro dopo 4 anni e 11 mesi di carcere. "E' bello respirare la libertà. Oggi posso dire di aver superato il carcere", queste le prime parole dell'ex governatore all' uscita dal carcere romano di Rebibbia. "La politica attiva, elettorale e dei partiti è un ricordo bellissimo che non farà parte della mia nuova vita. Ora ho altre priorità - ha detto -. Ho amato la politica e non [...]

Totò Cuffaro è libero "Che bella la libertà"

Totò Cuffaro è libero "Che bella la libertà"

L'ex governatore della Sicilia è uscito questa mattina dal carcere di Rebibbia dopo 4 anni e 11 mesi di reclusione.

S.Romano, Cuffaro? Innocente, no mafioso

S.Romano, Cuffaro? Innocente, no mafioso

(ANSA) - PALERMO, 29 SET - Totò Cuffaro mafioso o vittima? Per Saverio ROmano, ex Forza Italia e ora con Verdini, "l'accusa è relativa a un episodio di favoreggiamento nei confronti di un suo amico e per questo il giudizio massificante che venuto fuori è Cuffaro-mafioso, giudizio che va respinto al mittente perché sono convinto che non lo sia e che sia anche innocente". "Cuffaro è stato un ottimo presidente, invece Crocetta è uno scarsissimo presidente", [...]

Fisco: avviso ipoteca casa Cuffaro

Fisco: avviso ipoteca casa Cuffaro

(ANSA) - PALERMO, 07 GIU - Una comunicazione preventiva di accensione di un'ipoteca su un immobile per un debito fiscale di circa 181mila euro è stata notificata all'ex governatore Salvatore Cuffaro da Riscossione Sicilia, l'agenzia della Regione per statuto 'incaricata di gestire la riscossione dei tributi e delle altre entrate' in Sicilia. L'atto, è stato notificato lo scorso 29 maggio. La casa di Cuffaro a Palermo potrebbe essere oggetto di pignoramento 'se il [...]

Cuffaro,visite deputati? Solo umanità

Cuffaro,visite deputati? Solo umanità

(ANSA) - PALERMO, 1 GIU - "Ho ricevuto le visite di moltissimi parlamentari, ma sono state solo visite di valore umano. Mai parlato con nessuno del mio patrimonio". Lo scrive l'ex governatore siciliano Salvatore Cuffaro, che sconta una pena a 7 anni per favoreggiamento alla mafia, commentando le notizie di un'indagine sul sottosegretario Simona Vicari e altri politici accusati di avere fatto visita all'ex presidente per prendere da lui diposizioni sulla gestione [...]

Cuffaro, amici & hotel, 20 Indagati

Cuffaro, amici & hotel, 20 Indagati

Palermo. Favori a Cuffaro Vicari indagata http://www.gazzettadelsud.it 29/05/2015 Pasticcio a Rebibbia: il sottosegretario sotto inchiesta per presunte visite “contraffatte”. Avrebbe spacciato per suoi collaboratori fedelissimi dell’ex governatore Il sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari, esponente del Nuovo centrodestra, è stata indagata dalla Procura di Roma per “concorso in falso”. L’ex sindaco di Cefalù avrebbe «spacciato per [...]