Scopri tutto su Scrittori italiani in lingua francese

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Salemi
In rilievo

Salemi

Giuseppe Ungaretti

 Giuseppe Ungaretti Nasce ad Alessandria d'Egitto nel 1888. Muore il 2 giugno 1970 a Milano. Giuseppe Ungaretti viene considerato come il fondatore dell'ermetismo La sua poesia è complessa e toccata da molteplici influenze.     Dove la luce Come allodola ondosa Nel vento lieto sui giovani prati, Le braccia ti sanno leggera, vieni. Ci scorderemo di quaggiù, E del mare e del cielo, E del mio sangue rapido alla guerra, Di passi d'ombre memori Entro rossori di [...]

Vita e opere di Giuseppe Ungaretti

Nasce nel 1888 ad Alessandria d'Egitto da genitori lucchesi; trascorre in Africa il periodo dell'infanzia e dell'adolescenza. Nel 1912 si trasferisce a Parigi, ove prende contatto con figure importanti della cultura indigena e con alcuni scrittori italiani (Palazzeschi, Savinio, Soffici) di casa in quelle terre. Tornato in Italia nel ‘14, si abilita all'insegnamento del francese e di lì a poco parte per la guerra, soldato semplice di fanteria: un'esperienza, [...]

Giacomo Casanova... Video

Giacomo Casanova...

...nell'interpretazione di Antonio

Silnezio in Liguria (Ungaretti)

Scade flessuosa la pianura d’acqua. Nelle tue urne il sole ancora segreto si bagna. Una carnagione lieve trascorre. Ed ella apre improvvisa ai seni la grande mitezza degli occhi. L’ombra sommersa delle rocce muore. Dolce sbocciata dalle anche ilari, il vero amore è una quiete accesa, e la godo diffusa dall’ala alabastrina d’una mattina immobile.

Poesia di Giuseppe Ungaretti

Con questo post propongo un pensiero scritto da Giuseppe UngarettiIn nessunaparte di terrami possoaccasareA ogni nuovoclimache incontromi trovo languenteche una voltagi? gli ero statoassuefattoE me ne stacco semprestranieroNascendotornato da epoche troppovissuteGodere un solominuto di vitainizialeCerco un paeseinnocentedi Giuseppe UngarettiCommenta questa e altre poesie di Giuseppe Ungaretti

Poesia di Giuseppe Ungaretti

Il testo che vi segnalo oggi è di Giuseppe Ungaretti. Lo trovate qui di seguito:I ricordi, un inutile infinito,ma soli e uniti contro il mare, intattoin mezzo a rantoli infiniti..Il mare,voce d'una grandezza libera,ma innocenza nemica nei ricordi,rapido a cancellare le orme dolcid'un pensiero fedele...Il mare, le sue blandizie accidiosequanto feroci e quanto,. quanto attese,e alla loro agonia,presente sempre, rinnovata sempre,nel vigile pensiero l'agonia...I [...]

UNGARETTI E LA RICERCA DEL TEMPO

UNGARETTI E LA RICERCA DEL TEMPO

In questo post viene descritta la ricerca del tempo secondo il poeta italiano Giuseppe Ungaretti.Nel Sentimento del Tempo di Giuseppe Ungaretti (1888-1970) il punto focale della raccolta è, come ci suggerisce il titolo, il sentimento che il poeta ha del tempo. Alla poetica dell’attimo si sostituisce una diversa percezione del tempo che, adesso, è inteso bergsonianamente come pura durata interiore ed evocato in una dimensione mitologica, “sentito” nella [...]

GOLDONI E IL CIBO

GOLDONI E IL CIBO

Il ciclo “Proscenio Veneto” che le Buone Tavole dei Berici stanno proponendo dalla primavera di quest’anno, riprende ora in settembre (venerdì 13 all'Antica Osteria "Da Penacio") con una serata dedicata alla cucina ispirata dalle commedie di Goldoni. E non a caso. Goldoni infatti, riservava una grande attenzione nei suoi scritti al cibo e a tutti gli aspetti ad esso correlati. Lo scrive anche nelle Mémoires parigine e nutre nei confronti dell’universo [...]

ANALISI DELLA POESIA "COMMIATO" DI UNGARETTI

ANALISI DELLA POESIA "COMMIATO" DI UNGARETTI

In questo post, ci occuperemo della poesia Commiato, di Giuseppe Ungaretti.Il poeta si rivolge al proprio editore nell'atto di congedare il suo volumetto (da qui il titolo Commiato): il risultato è una dichiarazione di fede, ingenua ma appassionata, nella poesia.Nella prima strofa Ungaretti illustra le potenzialità della poesia su due versanti:- da un lato, la parola sa esprimere e far fiorire (cioè far conoscere e, insieme, arricchire) ogni cosa;- dall'altro [...]

VENDITA MACCHINE AGRICOLE 4X4 SAME LANDINI FIAT GOLDONI CINGOLATI GOMMATI

// function goThere(form){ var linkList=form.selectThis.selectedIndex if(!linkList==""){window.location.href=form.selectThis.options.value;} } // --> APRI QUI! E CERCA IL RISPARMIO! HOME EURORISPARMIO AUTO EURORISPARMIO MOTO EURORISPARMIO VEICOLI COMMERCIALI ANNUNCI EURORISPARMIO QUOTIDIANI ONLINE GRATIS CITTA E PAESI ONLINE MOTORI DI RICERCA ONLINE ANTIVIRUS SCARICA ONLINE AGRITURISMO PREZZI BASSI // google_ad_client = "ca-pub-6809523961497252"; /* [...]

Poesia di Giuseppe Ungaretti

Con questo post propongo un pensiero scritto da Giuseppe Ungaretti Chiuso fra cose mortali(Anche il cielo stellato finirà)Perchè bramo Dio?di Giuseppe Ungaretti Commenta questa e altre poesie di Giuseppe Ungaretti

Poesia di Giuseppe Ungaretti

Il testo che vi segnalo oggi è di Giuseppe Ungaretti. Lo trovate qui di seguito: I Giorni e le Notti suonano in questi miei nervi d'arpa Vivo di questa gioia malata d'universo e soffro per non saperla accendere nelle mie paroledi Giuseppe Ungaretti Commenta questa e altre poesie di Giuseppe Ungaretti

Poesia: Segreto del poeta di Giuseppe Ungaretti- Giornata Mondiale della Poesia

Poesia: Segreto del poeta di Giuseppe Ungaretti- Giornata Mondiale della Poesia

Segreto del poeta Solo ho amica la notte. Sempre potrò trascorrere con essa D'attimo in attimo, non ore vane; Ma tempo cui il mio palpito trasmetto Come m'aggrada, senza mai distrarmene. Avviene quando sento, Mentre riprende a distaccarsi da ombre, La speranza immutabile In me che fuoco nuovamente scova E nel silenzio restituendo...

LA POESIA PER CAPIRE LA GUERRA: UNGARETTI SUL CARSO, LE CELEBRAZIONI

LA POESIA PER CAPIRE LA GUERRA: UNGARETTI SUL CARSO, LE CELEBRAZIONI

In questa giornata dedicata alla poesia, cioè la più inutile e bistrattata delle arti, vi voglio illustrare come in Friuli Venezia Giulia la si stia invece utilizzando per raccontare e reinterpretare la Grande Guerra, in vista del vicino centenario.Ormai lontane le voci dei cannoni, dimenticate quelle dei caduti, oggi sono infatti i versi di Giuseppe Ungaretti il filo conduttore delle ricostruzioni di quella tragedia che devastò il Carso e la Provincia di [...]

Poesia di Giuseppe Ungaretti

Stavolta il testo che vi consiglio è dell'autore Giuseppe Ungaretti.Cosa ne pensate? L'uva è matura, il campo arato. Si stacca il monte dalle nuvole. Sui polverosi specchi dell'estate caduta è l'ombra. Tra le dita incerte il loro lume è chiaro e lontano. Colle rondini fugge l'ultimo strazio.di Giuseppe Ungaretti Commenta questa e altre poesie di Giuseppe Ungaretti

FUTURISMO chez Marinetti a Roma mostra a cura di Maurizio Calvesi

FUTURISMO chez Marinetti a Roma mostra a cura di Maurizio Calvesi

di Fabio Isman Un ritratto che gli fece Leo Longanesi nel 1922, con tanto di dedica; la sua famiglia eternata da Gerardo Dottori, il padre dell’Aeropittura, che è alla Galleria comunale d’arte moderna a Roma (ahinoi, tanto poco visitata); una singolare Gran Volta rovesciata di Tullio Crali (una città è tutta, sotto) già «prenotata» dal Moma di New York per una mostra l’anno prossimo; dei suoi fogli di appunti, e con le famose Parolibere. Oltre 60 opere [...]

enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.

enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.

Enigma e poesia: le tre vecchie di Aldo Palazzeschi.Ara Mara Amara In fondo alla china,fra gli alti cipressi,è un piccolo prato.Si stanno in quell'ombratre vecchiegiocando coi dadi.Non alzan la testa un istante,non cambian di posto un sol giorno.Sull'erba in ginocchiosi stanno in quell'ombra giocand

Giuseppe Ungaretti, In memoria

Giuseppe Ungaretti, In memoria

Giuseppe Ungaretti, In memoriaSi chiamavaMoammed SceabDiscendentedi emiri di nomadisuicidaperché non aveva piùPatriaAmò la Franciae mutò nomeFu Marcelma non era Francesee non sapeva piùviverenella tenda dei suoidove si ascolta la cantilenadel Coranogustando un caffèE non sapevasciogliereil cantodel suo abbandonoL’ho accompagnatoinsieme alla padrona dell’albergodove abitavamoa Parigidal numero 5 della rue des Carmesappassito vicolo in discesa.Riposanel [...]

Giuseppe Ungaretti,Tutto ora tace, Nel gelido scricchiolare,Gabriele D'Annunzio

Giuseppe Ungaretti,Tutto ora tace, Nel gelido scricchiolare,Gabriele D'Annunzio

  Nel gelido scricchiolare Nel gelido scricchiolare delle ore e dei giorni Con flebili echi di parole ricompongo quello che fu Incornicio antichi sguardi in emozioni che sanno di sale Oppressa dall'attesa t'invento e ti vedo... nei passi del ritorno. LunaAsyatica     Tutto ora tace nell'invernale beltà pietrificato. manuela1966 Laudata sii pel tuo viso di perla, o Sera, e pe'; tuoi grandi umidi occhi ove si tace l'acqua del cielo!  Gabriele D'Annunzio di [...]

Palazzeschi e i fiori pornofuturisti

Palazzeschi e i fiori pornofuturisti

Firenze, 16 dicembre 2012 – Poesia a grande richiesta, in tema di fiori, e poesia davvero straordinaria: esilarante, avanguardisticamente irriverente, di valore storiografico enorme.E in tema non di fiori ma di immoralismo in chiave comica, piace a inizio di post segnalare che sono nuovamente disponibili negli «Oscar Mondadori», sezione Scrittori moderni, due capolavori narrativi di Aldo Palazzeschi da tempo in questa collana economica introvabili: il romanzo [...]