States and territories established in 1822

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Road
In rilievo

Road

L'Angolo della poesia - Cinquant'anni

      L'Angolo della Poesia - Cinquant'anni -   Cinquant'anni, mezza vita. La fotografia di un uomo di mezz'età che, nonostante il fisico non sia più quello di una volta, festeggia con simpatia il suo cinquantesimo compleanno con i suoi amici più cari. La poesia è stata presenta al Premio Biennale Nazionale di Poesia “Quinto Poppedio Silone” Mo’ che la vita, t'arriva a cinquant'anni, pija na' curva a gommito e de scesa, taccorgi che se stringheno li [...]

L'Angolo della poesia - Tramonto

      L'Angolo della Poesia - Tramonto -   Il tramonto, la notte, il mattino. Un susseguirsi di colori accompagna questi diversi momenti del giorno: il rosa del tramonto, il blu della notte, il grigio di una mattina in cui “…ci sono le nuvole e la pioggia scroscia. Ho visto un paesaggio, rosa, con le nuvole che seguivano quel colore. Il colore pian piano scompare insieme alle nuvole, incantate. Dopo un po’ niente, il cielo diventa blu incominciano a [...]

L'Angolo della poesia - Solo un piccolo pensiero

      L'Angolo della Poesia - Solo un piccolo pensiero -   Piano la neve come carezza si posa lieve sul viso tuo di Madre stanca. Ad abbracciarti solo lo scroscio dell’acqua in piazza e il nero scialle di questa notte senza ricami trapunti d’oro. febbraio 2007

L'Angolo della poesia - C'è nell'aria

      L'Angolo della Poesia - C'è nell'aria -   Nel silenzio scosso di fronde si piegano i cardi a mordere la carne dei passi che sanno, che vanno ancora cercando un raglio accorato gridare testardo la voglia di vita. Muta trema la mia terra coi denti serrati alla paura di essere ora per sempre più nuda. giugno 2008

L'Angolo della poesia - Tonino Sgammone

      L'Angolo della Poesia - Tonino Sgammone -   T’entrava nel cervello come un tamburo indiano che annuncia la guerra. Ripeteva un ritornello, ossessivo e strano, che ti stendeva a terra. “Se te ne vuoi andare a casa,  vattene a casa!” Sempre uguale, sempre lo stesso; pareva sordo alle preghiere di chi lo voleva muto. Sembra di sentirlo ancora adesso e lontane sono le sere che insieme abbiam vissuto. “Se te ne vuoi andare a casa,  vattene a [...]

L'Angolo della poesia - Aventino

      L'Angolo della Poesia - Aventino -   È rimasto solo il vuoto della brezza tanto dolce, d’un mattino, che non sarà mai sera. E sento ancora l’odor di tanto fresco: quante gocce gialle! L’incanto è troppo breve e gli occhi tanto belli.   Ricordo i tuoi capelli corti, e i miei pensieri nel fondo d’un abisso.   Gennaio 1965 Da: Il resto della notte - Roma 1977

L'Angolo della poesia - Autunno

      L'Angolo della Poesia - Autunno -   Queste mani pie sul tuo volto han raccolto verdi favole tra i sassi ed in ramaglie secche, nelle cove e tra il profumo dei ginepri. Han raccolto gli occhi neri di un’allodola spaurita, ormai lontana dal tuo cielo.   Queste mani sul tuo volto han trovato un po’ di sole nel tuo sguardo… e tu non sei mai stata viva. Anno 1963 Da: Il resto della notte - Roma 1977

L'Angolo della poesia - A Camilla e Riccardo

      L'Angolo della Poesia - A Camilla e Riccardo -   Infine. Quando per me sarà finito il tempo e più luce non avrò per specchiarmi nel vostro viso certo allora il tanto scrivere e queste parole solo per voi la mia carezza saranno ancora. luglio 2005

L'Angolo della poesia - Nina

      L'Angolo della Poesia - Nina -   Ho rincontrato Nina l’artro giorno, c’ha sempre quell’occhietti sua rapaci de quanno s’avvampava come ‘n forno se a grappoli fioccavano li baci.   Co’ ‘na vocetta stridula me dice: “Adesso, vedi, faccio la signora sò moje de ‘n banchiere e sò felice co’ li sòrdi che nun c’avevo allora.”   Mò dice de sentisse realizzata, ma spiegame com’è, Ninetta bella, s’appena su la guancia t’ho [...]

L'Angolo della poesia - Non

      L'Angolo della Poesia - Non -   Sulle rette rotaie dirette chissà dove non c’è luce mai   sempre come sembra i giorni rinascono trafelati di non senso   ogni concreta meta ammette poi l’effimero della sua reale non essenza   è inutile cercare, oltre a ciò che devo non c’è nulla d’altro.   Inutile è pure ogni parola che scrivo.   febbraio 2012

L'Angolo della poesia - Ortona

      L'Angolo della Poesia - Ortona -   Ortona, tu che sei lì sulla cima della montagna non soffri né il freddo e tanto meno il caldo. Io quando entro, la cosa che più mi colpisce è la tua torre alta, maestosa e bella. Dopo di che si vede la chiesa di San Giovanni Battista la quale è antica e piena di storie e leggende. L’ estate è calda e tutti  tornano da te per l’ aria pulita e fresca. Ora è inverno e nessuno ci sta solo qualcuno che il [...]

L'Angolo della poesia - Ingenuità

      L'Angolo della Poesia - Ingenuità -   Una mano, che culla dondola lontano, t’accarezza nel freddo della neve:   notte chiara, argentata nei ricordi ormai confusi. Anno 1960 Da: Il resto della notte - Roma 1977

L'Angolo della poesia - L'ansia di ogni mattino

      L'Angolo della Poesia - L’ansia d’ogni mattino -   L’ansia di ogni mattino, tema della poesia, viene paragonata al giorno che finisce a mani vuote, “…con le mani senza fiori”. A questa immagine “triste” viene però contrapposta un’immagine piena di colore: nel verde vivo di due occhi innocenti il poeta vede mandorli “…che abbracciano le rondini...” e pioggia di mimose. L’ansia d’ogni mattino, senza pena, è il giorno che [...]

L'Angolo della poesia - I miei monti

      L'Angolo della Poesia - I miei monti -   Palpita il silenzio in cornice d’infinito. dicembre 2005

L'Angolo della poesia - Il nostro paese del cuore

      L'Angolo della Poesia - Il nostro paese del cuore -   ORTONA tu sei un piccolo paese sulla cima di una montagna. La prima cosa che si può notare e’ la tua torre alta e piena di storia insieme alle tue strade e ai tuoi archi. D’estate le tue strade si riempiono con le voci dei bambini squillanti come campane che ravvivano i tuoi piccoli vicoli, insieme alle tue luci splendenti nel cielo. D’inverno sei triste senza le persone che ti girano attorno e [...]

L'Angolo della poesia - A/R

      L'Angolo della Poesia - A/R -   Ci ritroveremo come le rondini sul filo coscienti che l’estate mai ci avrà sperduti   su quell’isola faremo rotta dove ogni voce non avrà più echi di rimpianto dove ogni viso non sarà più un’ombra sconosciuta   e solo allora   puri della vagheggiata armonia sfolgoreranno gli occhi in un sorriso.   settembre 2009

L'Angolo della poesia - Quarant'anni

      L'Angolo della Poesia - Quarant’anni -   Quarant’anni: una tappa importante nella vita di una persona, una “occasione” più o meno gradita per “tirare le somme” ma “…non è chiusa la partita ...il primo tempo sta finendo ma c'è il secondo da giocare “. Dura e spietata colpisce la sorte sbattendoti in faccia tutte le porte. Non mollare per questo ma picchia più forte. Contro di te s'accanisce il destino. Ti schiaccia, [...]

L'Angolo della poesia - Io per te lo avrei fatto

      L'Angolo della Poesia - Io per te lo avrei fatto -   Se così stanco avessi visto il tuo volo avrei chiesto alla quercia di offrire i suoi rami al tuo riposo. Se così assetato da bere mi avessi chiesto il mio vino sincero ti avrei offerto. Mi sarebbe bastato guardarti negli occhi, e a culo i princìpi e tutto il resto! agosto 2005

L'Angolo della poesia - Mastr'Alfonso

      L'Angolo della Poesia - Mastr'Alfonso -   Bar, osteria, vendita e riparazione di scarpe, punto di ritrovo caldo d'inverno e fresco d'estate. Tante parole che ad Ortona vengono sintetizzate e rappresentate da una sola persona: Mastr'Alfonso! Se alle spalle ti lasci la piazza, la sua neve d'inverno o la festa che impazza, e t'incammini verso via Piano è lì che si trova l'oste sovrano. Sempre presente, nei modi garbato accoglie paziente chi da lui s'è [...]

L'Angolo della poesia - Io vivo ancora nella morte

      L'Angolo della Poesia - Io vivo ancora nella morte -   Spento nelle luci del tuo tramonto io vivo ancora nella morte, e so parole di una rocca senza lino nel silenzio puro del respiro. La memoria della pioggia rimane, nel cortile d’una chiesa, in mezzo a passi silenziosi di preghiera, in mezzo a tanti faggi grigi nella sera che scompare.   Ti parlo dove hai pianto e il ricordo non esiste; io sono come l’ombra d’una lampada che illumina… e non [...]