States and territories established in 1822

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Road
In rilievo

Road

C.S. ST2001: Crespi 2004

41' 51-BRIGATI Alessandro PC 1N 3.0 17.0 11' 21-DELLE-FAVE Fabio MI 1N 5.0 27.5 3.0 102' 95-BERGONZONI Carlo MI 3N 1.0 19.5 1.5

C.S. ST2001: Crespi 2006

51' 70-VALSECCHI Luca LC 2N 3.0 12.5 1598

C.S. ST2001: Crespi 2013

65 2.5 59 NC LAMERA Giuseppe 1494 1464 18.5 19.5

C.S. ST2001: Crespi 2003

10' 4-BRIGATI Alessandro PC 1N 4.5 19.0 3.0

C.S. ST2001: Crespi 2016

3 2 1N Delle Fave Fabio 1761 1791 ITA 5.0 26.5 29.0 1632.9

C.S. ST2001: Crespi 2012

38 3.5 71 -- D`Aste Federico 1501 1629 23.5 26.5 11.25 1659.3

C.S. ST2001: Crespi 2001

30 42 1N 1797 BRIGATI Alessandro PC 3 16 2 2 21 39 2N 1590 DELLE-FAVE Fabio MI 4 18.5 0 4

C.S. ST2001: Crespi 2005

39' 44-BRIGATI Alessandro PC CM 3.0 21.5 44 BRIGATI Alessa CM 11B- 63N+ 20B- 59N+ 9B= 26N= 28B- 3 37' 27-DELLE-FAVE Fabio MI 1N 3.5 22.5 3.0 1765

L'Angolo della poesia - Marsica

      L'Angolo della Poesia - Marsica -   Brulica l’aia da luglio accesa di magre messi strappate ai sassi e schiene forti per natura antica d’asini piegati a chinare il capo. Squarciando la nube di pula rabbiosa bestemmia nell’aria l’affanno dei cafoni e le grida e gli sputi e l’aspro vino rosso che stordisce ogni fatica.   giugno 2005

L'Angolo della poesia - Nessuna risposta

      L'Angolo della Poesia - Nessuna risposta -     Assurda ed inspiegabile, la disperazione piomba a dilaniare un padre che sopravvive al proprio figlio. Ho sentito, in un abbraccio, lo sguardo muto di quel padre chiedermi perché. Ho cercato io stesso una risposta che non trovo. Ho ascoltato un prete provare a dare una risposta, non mi basta. E’ forse peccato non avere il dono della Fede? Se sì, ditemi dove si trova affinché io possa avere una [...]

L'Angolo della poesia - Quarant'anni

      L'Angolo della Poesia - Quarant’anni -   Quarant’anni: una tappa importante nella vita di una persona, una “occasione” più o meno gradita per “tirare le somme” ma “…non è chiusa la partita ...il primo tempo sta finendo ma c'è il secondo da giocare “. Dura e spietata colpisce la sorte sbattendoti in faccia tutte le porte. Non mollare per questo ma picchia più forte. Contro di te s'accanisce il destino. Ti schiaccia, [...]

L'Angolo della poesia - Solitudine II

      L'Angolo della Poesia - Solitudine II -   Campi di iris vagano su meteoriti di chiari diamanti. Ascoltano se stessi silenti amebe di turno.

L'Angolo della poesia - La più bella sei tu

      L'Angolo della Poesia - La più bella sei tu -   Dolcissime e tenere parole esprimono il grande amore di un innamorato per la sua amata. “Io ti amo con tutto il cuore….Io voglio solo di te che tu sia con me”. La più bella sei tu, sei come una rosa, io ti amo. Vorrei che tu fossi con me per tutta la vita, sei la mia fede.   Sei la più bella ragazza che io abbia visto in tutta la mia vita. Sei un fiore rosso che attrae gli insetti. I tuoi capelli [...]

L'Angolo della poesia - Nina

      L'Angolo della Poesia - Nina -   Ho rincontrato Nina l’artro giorno, c’ha sempre quell’occhietti sua rapaci de quanno s’avvampava come ‘n forno se a grappoli fioccavano li baci.   Co’ ‘na vocetta stridula me dice: “Adesso, vedi, faccio la signora sò moje de ‘n banchiere e sò felice co’ li sòrdi che nun c’avevo allora.”   Mò dice de sentisse realizzata, ma spiegame com’è, Ninetta bella, s’appena su la guancia t’ho [...]

L'Angolo della poesia - Lettera alla propria madre

      L'Angolo della Poesia - Lettera alla propria madre -   (Breve racconto esplicativo, nelle intenzioni, del sentirsi profondamente figlio della propria terra)   * MADRE MIA   Quando sarà deciso Madre nel silenzio delle tue braccia ritornerò per sempre figlio.   *   Tra le montagne della mia Marsica c’è il piccolo cimitero di un paese come tanti. La cosa particolare, però, è che in questo cimitero riposano le mie radici e tante sono le persone che [...]

L'Angolo della poesia - La patata

      L'Angolo della Poesia - La patata -   Simpatica “lode” alla patata! Buona in tutte le salse, particolarmente saporita se nata dalle nostre parti. “…In tutto il mondo si cucina…, non fa male la patata…preferiam la marsicana…” Sia benedetta la patata ed il buon Dio che l'ha creata. In natura la regina, in tutto il mondo si cucina. Novella oppur d'annata da bianchi e neri è apprezzata, e non ci vuole una gran scienza per dir che non ne puoi [...]

L'Angolo della poesia - Io vivo ancora nella morte

      L'Angolo della Poesia - Io vivo ancora nella morte -   Spento nelle luci del tuo tramonto io vivo ancora nella morte, e so parole di una rocca senza lino nel silenzio puro del respiro. La memoria della pioggia rimane, nel cortile d’una chiesa, in mezzo a passi silenziosi di preghiera, in mezzo a tanti faggi grigi nella sera che scompare.   Ti parlo dove hai pianto e il ricordo non esiste; io sono come l’ombra d’una lampada che illumina… e non [...]

L'Angolo della poesia - A don Vincenzo

      L'Angolo della Poesia - A don Vincenzo -   La musica è stata e continua ad essere uno dei molteplici interessi di don Vincenzo Amendola, parroco di Ortona per oltre quarant'anni. Questo spiega perché, ai diversi cori parrocchiali che si sono formati sotto la sua direzione, egli ha voluto e saputo trasmettere, tra una battuta scherzosa e un necessario rimprovero, il suo amore per il bel canto. Nell'estate del 2000 don Vincenzo è andato via da Ortona e [...]

L'Angolo della poesia - Tramonto

      L'Angolo della Poesia - Tramonto -   Il tramonto, la notte, il mattino. Un susseguirsi di colori accompagna questi diversi momenti del giorno: il rosa del tramonto, il blu della notte, il grigio di una mattina in cui “…ci sono le nuvole e la pioggia scroscia. Ho visto un paesaggio, rosa, con le nuvole che seguivano quel colore. Il colore pian piano scompare insieme alle nuvole, incantate. Dopo un po’ niente, il cielo diventa blu incominciano a [...]

L'Angolo della poesia - Ottobre 1962

      L'Angolo della Poesia - Ottobre 1962 -   Ho amato soltanto immagini di foglie che non invecchieranno mai: folletti di una vita fatua e intensa, chiavi false per poter entrare nel vuoto del nostro incontro.   Ed ecco ti vedo piangere, di pianto mio, tra l’alitar d’una farfalla appena viva.   Anno 1962 Da: Il resto della notte - Roma 1977