Stato di Israele

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Engagement
In rilievo

Engagement

Stato ebraico

La scheda: Stato ebraico

Coordinate: 31°N 35°E / 31°N 35°E31, 35
Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico: מדינת ישראל, Medinat Yisra'el, in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania (comprendente le regioni storiche di Giudea e Samaria) a est, e Striscia di Gaza a sud-ovest.
Situato in Medio Oriente, occupa approssimativamente un'area che secondo i racconti biblici in epoca antica era compresa nel Regno di Giuda e Israele e nella regione della Cananea, soggetta nel tempo al dominio di numerosi popoli, tra cui egizi, assiri, babilonesi, romani, bizantini, arabi e ottomani, nonché teatro di numerose battaglie etnico-religiose. In età contemporanea è stata parte del mandato britannico della Palestina, periodo durante il quale fu soggetta a flussi immigratori di popolazioni ebraiche, incoraggiate dalla nascita del movimento sionista, che mirava alla costituzione di un moderno Stato ebraico. Dopo la seconda guerra mondiale e la Shoah, anche per cercare di porre rimedio agli scontri tra ebrei e arabi, il 29 novembre 1947 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite nella risoluzione n. 181 approvava il piano di partizione della Palestina che prevedeva la costituzione di due Stati indipendenti, uno ebraico e l'altro arabo. Alla scadenza del mandato britannico il moderno Stato d'Israele fu quindi proclamato da David Ben Gurion il 14 maggio 1948.
Tale ripartizione fu però osteggiata da gruppi antisionisti e dalla totalità dei rappresentanti palestinesi, nonché dai Paesi arabi. Dopo alcuni scontri già all'indomani del voto della risoluzione, terminato il ritiro delle truppe britanniche, la Lega Araba avviò una guerra contro il neonato Stato ebraico, dando origine a una serie di conflitti arabo-israeliani, accordi di pace sui confini furono in seguito raggiunti solo con Egitto (1979) e Giordania (1994). Rispetto ai territori palestinesi non esistono tuttora confini precisi. Oltre a estendere il territorio dello Stato dopo la prima guerra arabo-israeliana del 1948 (denominata da parte israeliana guerra d'Indipendenza, mentre da parte araba Nakba, "catastrofe"), rispetto a quanto previsto dalla risoluzione ONU, Israele ha anche occupato i territori della Cisgiordania e della Striscia di Gaza dopo la guerra dei sei giorni del 1967 e nel corso degli anni vi ha costruito nuovi centri abitati.
Lo Stato palestinese, proclamato nel 1988 e ammesso come osservatore permanente dell'ONU nel 2012, ma non riconosciuto come tale da Israele e da altri Paesi, controlla la striscia di Gaza, dalla quale Israele sì è ritirata unilateralmente nel 2005 (facendone evacuare anche coattamente i ventuno insediamenti) e solo alcune zone della Cisgiordania, che rivendica interamente anche se rimane prevalentemente controllata da Israele, secondo le decisioni degli accordi di Oslo del 1993. La sovranità israeliana non è riconosciuta da molti Stati arabi, mentre rappresentanti palestinesi hanno riconosciuto Israele nel 1993, come parte degli stessi accordi di Oslo. Diversi tentativi di accordi di pace non hanno finora dato i frutti sperati e l'area continua quindi a essere geopoliticamente instabile.
All'aprile 2015 la popolazione israeliana era di 8.345.000 abitanti. È l'unico Stato al mondo a maggioranza ebraica (il 74,9% della popolazione) e con una consistente minoranza di arabi (circa il 20%, in prevalenza di religione musulmana, ma anche cristiana o drusa).
La legge fondamentale del 1980 (Israele, come il Regno Unito, non ha una Costituzione scritta) afferma che la capitale è Gerusalemme, rivendicata come tale anche dallo Stato di Palestina almeno nella sua parte orientale, ma non riconosciuta dalla maggior parte dei membri dell'ONU. Tuttavia quasi tutti gli Stati che hanno relazioni diplomatiche con Israele mantengono le proprie ambasciate a Tel Aviv, centro finanziario del Paese, o nelle vicinanze, ma mantengono comunque sedi consolari a Gerusalemme.
Israele è governato da un sistema parlamentare a rappresentanza proporzionale. È considerato un Paese sviluppato, è membro dell'OCSE e secondo il Fondo monetario internazionale nel 2013 era al 37º posto nella lista degli Stati per prodotto interno lordo. Ha inoltre il più alto indice di sviluppo umano in Medio Oriente ed è uno dei Paesi con la più alta aspettativa di vita nel mondo.


Tensione a Gaza, Israele attacca 80 siti terroristici

Tensione a Gaza, Israele attacca 80 siti terroristici

Continuano a suonare le sirene di allarme anti missili nel sud di Israele: l’esercito ha annunciato che 5 nuovi razzi sono stati lanciati da Gaza verso il territorio dello stato ebraico. Quattro di questi – secondo il portavoce militare – sono stati intercettati dal sistema di difesa Iron Dome. Subito dopo – ha fatto sapere la stessa fonte, “l’aviazione israeliana in risposta ha cominciato a colpire siti del terrorismo in tutta la Striscia di Gaza”. [...]

Gaza, Israele attacca siti terroristici

Gaza, Israele attacca siti terroristici

(ANSA) – TEL AVIV, 27 OTT – Nottata di grande tensione al confine fra Gaza ed Israele. Dalla Striscia, ha riferito il portavoce militare sono stati lanciati verso localita’ israeliane oltre 30 razzi. Dieci sono stati intercettati dai sistemi di difesa Iron Dome, mentre gli altri sono caduti in zone aperte. Due sono esplosi all’interno della Striscia. Da parte sua, ha proseguito il portavoce militare, la aviazione militare ha condotto un attacco ”su vasta [...]

Israele, calma ma confronto inevitabile

Israele, calma ma confronto inevitabile

(ANSAmed) – TEL AVIV, 25 OTT – A poche ore dal lancio di un razzo da Gaza verso Israele il ministro della difesa Avigdor Lieberman ha detto alla radio militare che quell’attacco non è stato condotto da Hamas e che egli è disposto ad assecondare ancora gli sforzi per riportare la calma condotti dell’Egitto e dall’emissario delle Nazioni Unite Nickolay Mladenov. Tuttavia, a suo parere, un nuovo confronto con Hamas “è inevitabile”. “Io ascolto [...]

Nilufar, Giordano e Nicolò - I parte

Nilufar, Giordano e Nicolò - I parte

La versione di Nilufar e la richiesta di Giordano

Tensione a Gaza, un morto in un attacco aereo di Israele

Tensione a Gaza, un morto in un attacco aereo di Israele

Nuova tensione in Israele dopo che nella notte due razzi sono stati sparati dalla striscia di Gaza dei quali uno e caduto in mare vicino a Tel Aviv e un secondo ha colpito una casa a Beer Sheba (Neghev), senza causare feriti. L’attacco palestinese ha preceduto di poche ore una riunione speciale del Consiglio di difesa del governo israeliano, convocata per le seconda volta questa settimana per esaminare le crescenti tensioni con Hamas a Gaza. Riunione che è [...]

Morti due israeliani, caccia a palestinese

Morti due israeliani, caccia a palestinese

Sono morti due dei tre israeliani feriti da un palestinese in Cisgiordania.

Gaza: in 20 mila a confine con Israele

Gaza: in 20 mila a confine con Israele

(ANSAmed) – TEL AVIV, 5 OTT – Ventimila “facinorosi e dimostranti” palestinesi si sono raccolti oggi, secondo le stime dell’esercito israeliano, lungo l’intero confine fra Gaza ed Israele, raccogliendosi in diversi punti di attrito da dove hanno scagliato “bombe a mano ed altri oggetti esplosivi” e hanno appiccato il fuoco a pneumatici. L’esercito ha fatto ricorso a mezzi di dispersione, anche aprendo il fuoco. Secondo il portavoce militare [...]

Israele, '100 ordigni contro soldati'

Israele, '100 ordigni contro soldati'

(ANSAmed) – TEL AVIV, 30 SET – In un ulteriore inasprimento della tensione al confine di Gaza “oltre 100 ordigni esplosivi e bombe a mano” sono stati lanciati venerdì contro i soldati israeliani nel corso di “disordini guidati da Hamas”. Lo ha riferito il portavoce militare israeliano secondo cui ieri gli artificieri militari sono stati impegnati a lungo a disinnescare gli ordigni rimasti sul terreno. Alle manifestazioni, ha aggiunto il portavoce, [...]

Aereo:Mosca, Israele ci ha fuorviato

Aereo:Mosca, Israele ci ha fuorviato

(ANSA) – ROMA, 23 SET – I caccia di Israele “hanno utilizzato l’Ilyushin Il-20 per nascondersi dalla contraerea siriana. L’aereo non ha potuto lasciare l’aerea perché Israele ci ha fuorviato”. Lo afferma il ministero della Difesa russo in una nota sull’abbattimento dell’aereo russo in Siria, il 17 settembre scorso. Nel testo, Mosca sottolinea di “non aver mai violato gli accordi con Israele e di non aver mai utilizzato i sistemi di difesa [...]

Siria: Ong, Israele ha colpito arsenale

Siria: Ong, Israele ha colpito arsenale

(ANSAmed) – BEIRUT, 19 SET – Un deposito di armi è stato distrutto nel raid aereo israeliano compiuto nella Siria nord-occidentale nella notte tra lunedì e martedì e a seguito del quale è stato accidentalmente abbattuto un aereo militare russo che si trovava nella zona. Secondo l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), i jet israeliani hanno colpito e distrutto un intero edificio nella zona industriale di Latakia, principale porto [...]

FOTO: Stato ebraico

Israeliane

Israeliane

Stato_di_Israele

Stato_di_Israele

Israeliana

Israeliana

Stato_d'Israele

Stato_d'Israele

Stato_ebraico

Stato_ebraico

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Theodor Herzl, fondatore del Sionismo, nel 1901

Aereo russo scomparso in Siria, Mosca: Israele responsabile

Aereo russo scomparso in Siria, Mosca: Israele responsabile

Milano, (askanews) - Un aereo russo è scomparso dai cieli siriani. Mosca ha riferito che il velivolo con 14 militari a bordo è scomparso dai radar proprio mentre quattro F-16 israeliani stavano attaccando alcune infrastrutture a Latakia, una roccaforte del regime siriano. Attacco a cui la Siria ha risposto con la contraerea. Inizialmente la Russia ha ipotizzato anche un coinvolgimento di Parigi, tramite la fregata L'Auvergne, ma è stata smentita dal governo [...]

Egitto a Israele,coste Sinai sono sicure

Egitto a Israele,coste Sinai sono sicure

(ANSAmed) – TEL AVIV, 14 SET – L’Egitto ha chiesto ad Israele di annullare gli avvertimenti ai suoi cittadini di astenersi dal visitare il Sinai e ha assicurato che le sue località turistiche situate lungo le coste sono protette da ingenti reparti di sicurezza. Lo scrive il quotidiano Yediot Ahronot. Eppure il Consiglio per la sicurezza nazionale israeliano conferma anche oggi che nella penisola del Sinai resta grave la minaccia di attentati contro turisti, [...]

'Israele non demolisca Khan al Ahmar'

'Israele non demolisca Khan al Ahmar'

(ANSA) – ROMA, 11 SET – Israele desista dal proposito di demolire il villaggio di Khan al Ahmar, dove ha sede la “scuola delle gomme”: è l’appello di Francia, Germania, Italia, Spagna e Gran Bretagna, in una nota congiunta. “Le conseguenze che una demolizione e uno spostamento avrebbero sui residenti della comunità, inclusi i suoi bambini, così come sulla prospettiva della soluzione a due Stati – aggiunge la nota – sarebbero molto serie”.

Tel Aviv, rione popolare contro africani

Tel Aviv, rione popolare contro africani

(ANSAmed) – TEL AVIV, 31 AGO – Centinaia di abitanti di un rione popolare di Tel Aviv – dove la presenza di migranti stranieri e’ molto marcata – hanno dato vita la scorsa notte ad una “manifestazione di collera” in cui hanno invocato la espulsione immediata dei circa 35 mila migranti eritrei e sudanesi che vivono in Israele. Hanno anche duramente criticato il governo per non aver saputo ancora risolvere la questione, malgrado le promesse pronunciate [...]

Gaza: dopo scontri venerdi', Israele chiude valico Erez

Gaza: dopo scontri venerdi', Israele chiude valico Erez

Nel nord della Striscia per il passaggio delle persone

Israele boccia proposta Guterres

Israele boccia proposta Guterres

(ANSA) – WASHINGTON, 18 AGO – L’ambasciatore israeliano all’Onu, Danny Damon, ha bocciato le proposte del segretario generale Antonio Guterres per proteggere i civili palestinesi nei Territori occupati dagli israeliani. “L’unica protezione di cui necessita il popolo palestinese è dalla sua leadership”, ha dichiarato. L’Autorità palestinese “incita la gente a demonizzare e ad attaccare gli ebrei e Hamas, un’organizzazione terrorista, sfrutta [...]

Razzi da Gaza: gli Usa Israele deve difendersi

Razzi da Gaza: gli Usa Israele deve difendersi

Gaza, tensione dopo l'attacco missilistico da Gaza contro il sud di Israele.

Venti di guerra tra Gaza e Israele: 180 razzi, raid e morti

Venti di guerra tra Gaza e Israele: 180 razzi, raid e morti

Notte di guerra da Gaza. Circa 180 tra razzi e colpi di mortaio sono stati sparati, secondo l’esercito, verso il sud di Israele che ha risposto colpendo circa 140 postazioni nella Striscia e causando tre morti, in base a informazioni dei media palestinesi, tra cui una donna incinta e la figlia. Undici i feriti in Israele, tra cui una donna in condizioni serie. Le sirene di allarme nel sud di Israele sono suonate 125 volte e il sistema di difesa antimissili Iron [...]

180 razzi su Israele, offensiva da Gaza

180 razzi su Israele, offensiva da Gaza

Dura reazione dello Stato ebraico, grande tensione in tutta l'area.

Hamas, Israele vuole fallimento colloqui

Hamas, Israele vuole fallimento colloqui

(ANSAmed) – TEL AVIV, 9 AGO – Hamas accusa Israele di voler sabotare, con l’attuale situazione, i colloqui di pace in corso, mediati da Onu ed Egitto. “Il tempo dell’escalation sulla Striscia e l’attacco alla resistenza palestinese quando la nostra delegazione è arrivata al Cairo per colloqui – ha detto, citato dai media, Fawzi Barhoum portavoce di Hamas – prova che Israele vuole ostacolare gli sforzi dell’Egitto e dell’Onu di raggiungere una [...]