Scopri tutto su Storiella ebraica

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

La scheda: Storiella ebraica

La storiella ebraica, spesso detta jüdischer Witz o, semplicemente, Witz ("barzelletta" in tedesco e yiddish) per antonomasia, è la tipica espressione del cosiddetto umorismo ebraico. Nella molteplicità di argomenti e situazioni delle storielle ebraiche, un dato che spicca è la loro natura fortemente autoironica.
Freud, che dedicò un ben noto studio all'indagine de Il motto di spirito (1905), rilevò come non esistesse, in altre culture, una forma letteraria analoga a quella della storiella ebraica, proprio perché è raro trovare altrove un uso altrettanto sistematico dell'autoironia.
La storiella ebraica è raccontata dall'ebreo e tratta degli stereotipi che l'antisemita medio ha creato nel corso dei secoli.
La storiella ebraica è anche un insegnamento, ma non vuole rivelare nulla: parte dal nonsense e ivi finisce, solo per suggerire, evocare, far pensare.
La storiella ebraica è anche un lamento: l'ebreo litiga con Dio, lo rimprovera, ma capita anche che lo consoli, e che lo canzoni.


L'aneddoto di Malgioglio

L'aneddoto di Malgioglio

Cristiano Malgioglio racconta di quella volta che ha dormito con Serena Grandi

SE NASCI IN ITALIA… Storiella semiseria che ti spiega perché devi darti alla fuga !!

SE NASCI IN ITALIA… Storiella semiseria che ti spiega perché devi darti alla fuga !!

    . seguiteci sulla nostra pagina Facebook Ridi XD .   SE NASCI IN ITALIA… Storiella semiseria che ti spiega perché devi darti alla fuga !! SE NASCI IN ITALIA… Storiella che ti spiega perché devi darti alla fuga Mettiamo che Steve Jobs sia nato in Italia. Si chiama Stefano Lavori. Non va all’università, è uno smanettone. Ha un amico che si chiama Stefano Vozzini. Sono due appassionati di tecnologia, qualcuno li chiama ricchioni perchè [...]

Post di storie storielle fatti e fattacci

Anno di belle speranze, il sogno poteva iniziare e tradursi in realtà

Tiziano Ferro cerco l' amore non storielle

Tiziano Ferro cerco l' amore non storielle

Il cantante Tiziano Ferro al settimanale  "Grazia", ha raccontato che "c’è stato un momento in cui ho pensato di mollare tutto perché provavo disagio": "Avevo 25 anni. Ero già conosciuto, facevo il mestiere che amavo, ma non riuscivo ad avere le stesse esperienze dei miei coetanei. E mi pesava." Il cantautore inizierà il tour estivo l' 11 giugno a Lignano Sabbiadoro, ha rievocato il periodo nel quale "frequentavo i locali di Roma e di Milano, tentavo di fare [...]

Tiziano Ferro non colleziono storielle

Tiziano Ferro non colleziono storielle

Al settimanale "Grazia" Tiziano Ferro ha raccontato che "c’è stato un momento in cui ho pensato di mollare tutto perché provavo disagio": "Avevo 25 anni. Ero già conosciuto, facevo il mestiere che amavo, ma non riuscivo ad avere le stesse esperienze dei miei coetanei. E mi pesava." Il cantautore inizierà il tour estivo l' 11 giugno a Lignano Sabbiadoro, ha rievocato il periodo nel quale "frequentavo i locali di Roma e di Milano, tentavo di fare amicizia, [...]

Pillola - Storiella Paradisiaca

Pillola - Storiella Paradisiaca

Quella di Adamo e Eva è solo una storiella,lo dimostra il fatto che siccome in paradiso non si scopava,non a caso partorirai con dolore è contestuale alla cacciata,non c'era nulla a tenerli assieme. Perché si sarebbero dovuti continuare frequentare?Per mancanza di alternative?Probabilmente è così, tanto che Eva ad un certo punto, annoiata ... Ha perfino preferito il serpente!  

STORIELLA..

STORIELLA..

Un uomo disoccupato è in cerca di lavoro, e si propone alla Microsoft in qualità di addetto alle pulizie. Così per poter essere valutato l’addetto al personale gli fa spazzare il pavimento. A seguito della prova pratica gli fa un breve colloquio e poi dice: “Lei è assunto, mi dia la sua email così posso inviarle il modulo che potrà riempire con data e luogo in cui si dovrà presentare per cominciare il suo nuovo lavoro”. L’uomo però non possiede un [...]

La storiella del terrorista gay serve a nascondere un’operazione “fake” sfuggita di mano all’FBI?

La storiella del terrorista gay serve a nascondere un’operazione “fake” sfuggita di mano all’FBI?

Da Redazione Giu 15, 2016   Orlando dopo la strage   di Mauro Bottarelli Dunque, abbiamo scherzato. Certo, quella di Orlando rimane la sparatoria di massa più grave della moderna storia americana ma non si tratta di terrorismo islamista, bensì di mera omofobia. Anzi, ancora meglio: si tratta di omofobia perpetrata da un gay verso altri gay. Incapacità di fare coming out? Impossibilità di convivere con una sorta di doppia morale, musulmano rigido che è [...]

Un raccontino - Sesta parte.

Renata aprì la porta. L’appartamento rispecchiava l’aspetto dell’uscio: piccolo, scuro, in pessime condizioni.- Ci passa la lavatrice dalla porta, Renata? -- Ovviamente, non è stata costruita in casa. Non mi hai detto niente della tua famiglia, facchino Adamo. Sei sposato, insomma? Hai figli, nipoti, bisnipoti? -- Certamente - disse stando al gioco - ho un bisnipote settantenne che però non si è mai sposato e non mi ha dato alcun trisnipotino. Che [...]

terza parte ( fine prova raccontino surreale)

"-Succede all improvviso, passi da una via e qualcosa si è modificato, una casa, un albero, una finestra, ci si sofferma a pensarci un attimo e poi ci si incolpa di essere sbadati. Nessuno è cosi sbadato, semplicemente si è fatto un salto in un' altra dimensione, realtà,in sostanza si salta da un universo all altro, dove tutto è simile ma nel momento del salto ci attende un cambiamento, che lo segnala"-. Erano seduti nella radura con l unica luce della luna, [...]

terza parte ( fine prova raccontino surreale)

"-Succede all improvviso, passi da una via e qualcosa si è modificato, una casa, un albero, una finestra, ci si sofferma a pensarci un attimo e poi ci si incolpa di essere sbadati. Nessuno è cosi sbadato, semplicemente si è fatto un salto in un' altra dimensione, realtà,in sostanza si salta da un universo all altro, dove tutto è simile ma nel momento del salto ci attende un cambiamento, che lo segnala"-. Erano seduti nella radura con l unica luce della luna, [...]

prova di raccontino surreale

Le mani spostavano i rami verdeggianti di foglie, la radura apparve cosparsa di raggi di sole. Lei era li, con le mani sui fianchi, nel suo abito lungo, che cambiava colore come l'acqua del mare quando riflette il cielo. Le si inchinò davanti e prontamente la maga le tese le mani per farla rialzare. -" Fra noi non è necessario, sei la benvenuta!"-  facendole strada la fece accomodare nella sua casa, piena di profumi e di silenzio. " Era da tanto che non varcavo [...]

prova di raccontino surreale

Le mani spostavano i rami verdeggianti di foglie, la radura apparve cosparsa di raggi di sole. Lei era li, con le mani sui fianchi, nel suo abito lungo, che cambiava colore come l'acqua del mare quando riflette il cielo. Le si inchinò davanti e prontamente la maga le tese le mani per farla rialzare. -" Fra noi non è necessario, sei la benvenuta!"-  facendole strada la fece accomodare nella sua casa, piena di profumi e di silenzio. " Era da tanto che non varcavo [...]

Robin Hood: una storiella che tutti conosciamo...

Robin Hood (nei manoscritti più antichi compare come "Robyn Hode") è un eroe popolare dell'Inghilterra, che ha ispirato alcune opere britanniche. Della letteratura.   È un personaggio metà storico e metà leggendario, probabilmente frutto della fusione del personaggio realmente esistito, bandito o nobile sassone decaduto, con le preesistenti leggende di un dio della foresta, un folletto plausibilmente omonimo. Se attualmente nella versione moderna della [...]

storielle

l libro strisciante 1 C’era una volta un povero serpente Che aveva solamente un dente E per sua sorte molto sfortunata Era pure con la punta arrotondata 2 C’era una volta un cobra con gli occhiali Che non aveva nemici né rivali Perché, si sa, nessuno può far male A quelli che indossano l’occhiale 3 C’era una volta una grande anaconda Che stava in guardia oppure era di ronda, diceva sempre: “di qui non passa niente” ma era cieca e non vedeva un [...]

STORIELLA

tempo fa... classici messaggi di inizio conversazione,premetto che non sono uno che scrive porcate,di solito mi confronto sempre in maniera civile e resto sempre un passo indietro al mio interlocutore,di certo sono una persona che porta rispetto e che di conseguenza lo pretende,certo non nascondo che provo a portare la conversazione su certe cose,direi normale,ma so stare al mio posto. comunque ci si scrive,sembra abbastanza interessata,ma titubante,comprensibile [...]

Storiella quasi Zen

Una vecchia tigre, apparentemente senza più energie, che si lasciava scappare la preda da sotto il naso. Era cosi presa dal pensiero che nulla valeva la pena, che aveva smesso di odorare l'aria, correva solo per divertimento, e lasciava che la pancia si lamentasse senza far nulla per riempirla... ma erano tutte scuse, era una vecchia tigre astuta che voleva far il minimo indispensabile e non trovava fosse necessario correre dietro a tutto quello che si muoveva [...]

Gerry e la storiella su Giotto Video

Gerry e la storiella su Giotto

Una barzelletta dal finale...inaspettato

Favole Favolette Storielle Racconti

Favole Favolette Storielle Racconti

Come nonno di quattro nipotini mi capita abbastanza spesso di doverli intrattenere con qualche favoletta. Ma poiché a casa abbondano i libri e i CD per bambini, loro ne conoscono già parecchie e se tento di raccontarne io una di quelle, non riesco ad essere così accattivante come un bel testo pieno di coloratissime figure o un fantastico cartone animato. Per questo motivo ho cominciato ad inventare io le mie favole e la loro attenzione ed emozione mi ha quasi [...]

Voglio raccontarvi una storiella moderna che a molti.....

Voglio raccontarvi una storiella moderna  che a molti non interesserà, ma ve la racconto lo stesso.  Prima di natale  si prersenta  ad una mensa  per poveri, dove qualche volta do un aiuto,   un giovane  ben vestito,  pensando che costui avesse scambiato la mensa per un ristorante, mi apprestai per  informarlo,  ma subito mi disse che era digiuno da qualche tempo,  lo feci accomodare ad un tavolo  e lui mi  raccontò la sua vita.   32  anni [...]

Rispondi