Vittorio Domenico Stanislao Gaetano Sorano

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

Vittorio De Sica

La scheda: Vittorio De Sica

Vittorio Domenico Stanislao Gaetano Sorano De Sica (Sora, 7 luglio 1901 – Neuilly-sur-Seine, 13 novembre 1974) è stato un attore, regista e sceneggiatore italiano.
Una delle figure preminenti del cinema italiano e mondiale, è stato inoltre attore di teatro e documentarista. È considerato uno dei padri del Neorealismo e, allo stesso tempo, uno dei più grandi registi ed interpreti della Commedia all'italiana.



Il processo Clemenceau, regia di Edoardo Bencivenga (1917)
La bellezza del mondo, regia di Mario Almirante (1927)
La compagnia dei matti, regia di Mario Almirante (1928)
Due cuori felici, regia di Baldassarre Negroni (1932)
Gli uomini, che mascalzoni..., regia di Mario Camerini (1932)
La segretaria per tutti, regia di Amleto Palermi (1932)
La vecchia signora, regia di Amleto Palermi (1932)
Il signore desidera?, regia di Gennaro Righelli (1933)
Un cattivo soggetto, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1933)
La canzone del sole, regia di Max Neufeld (interpreta anche l'edizione tedesca, Das Lied der Sonne) (1933)
Paprika, regia di Carl Boese (1933)
Lisetta, regia di Carl Boese (1933)
Tempo massimo, regia di Mario Mattoli (1934)
Amo te sola, regia di Mario Mattoli (1935)
Darò un milione, regia di Mario Camerini (1935)
Non ti conosco più, regia di Nunzio Malasomma (1936)
Lohengrin, regia di Nunzio Malasomma (1936)
Ma non è una cosa seria, regia di Mario Camerini (1936)
L'uomo che sorride, regia di Mario Mattoli (1936)
Questi ragazzi, regia di Mario Mattoli (1937)
Il signor Max, regia di Mario Camerini (1937)
Napoli d'altri tempi, regia di Amleto Palermi (1937)
La mazurka di papà, regia di Oreste Biancoli (1938)
Hanno rapito un uomo, regia di Gennaro Righelli (1938)
Partire, regia di Amleto Palermi (1938)
Le due madri, regia di Amleto Palermi (1938)
L'orologio a cucù, regia di Camillo Mastrocinque (1938)
Ai vostri ordini, signora..., regia di Mario Mattoli (1939)
Castelli in aria, regia di Augusto Genina (interpreta anche l'edizione tedesca, Ins blaue Leben) (1939)
I grandi magazzini, regia di Mario Camerini (1939)
Finisce sempre così, regia di Enrique Susini (1939)
Manon Lescaut, regia di Carmine Gallone (1940)
Pazza di gioia, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1940)
Rose scarlatte, regia di Giuseppe Amato e Vittorio De Sica (1940)
La peccatrice, regia di Amleto Palermi (1940)
Maddalena... zero in condotta, regia di Vittorio De Sica (1940)
L'avventuriera del piano di sopra, regia di Raffaello Matarazzo (anche sceneggiatura, non accreditata) (1941)
Teresa Venerdì, regia di Vittorio De Sica (1941)
Un garibaldino al convento, regia di Vittorio De Sica (1942)
La guardia del corpo, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (anche sceneggiatura) (1942)
Se io fossi onesto, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (anche sceneggiatura) (1942)
I nostri sogni, regia di Vittorio Cottafavi (anche sceneggiatura) (1943)
Non sono superstizioso... ma!, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (anche sceneggiatura) (1943)
I bambini ci guardano, regia di Vittorio De Sica (1943)
Nessuno torna indietro, regia di Alessandro Blasetti (1943)
L'ippocampo, regia di Gian Paolo Rosmino (anche sceneggiatura e supervisione regia, non accreditata) (1945)
Lo sbaglio di essere vivo, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1945)
Il mondo vuole così, regia di Giorgio Bianchi (1945)
Abbasso la ricchezza!, regia di Gennaro Righelli (anche soggetto e sceneggiatura) (1946)
Roma città libera, regia di Marcello Pagliero (1946)
Sperduti nel buio, regia di Camillo Mastrocinque (1947)
Natale al campo 119, regia di Pietro Francisci (anche sceneggiatura e supervisione regia, non accreditata) (1947)
Lo sconosciuto di San Marino, regia di Micha? Waszy?ski e Vittorio Cottafavi (1947)
Cuore, regia di Duilio Coletti (anche produzione e sceneggiatura) (1948)
Domani è troppo tardi, regia di Léonide Moguy (anche consulenza tecnica alla regia, non accreditata) (1950)
Cameriera bella presenza offresi..., regia di Giorgio Pàstina (1951)
Buongiorno, elefante!, regia di Gianni Franciolini (anche produzione) (1952)
Altri tempi - Zibaldone n. 1, episodio Il processo di Frine, regia di Alessandro Blasetti (1952)
I gioielli di madame de..., regia di Max Ophüls (1953)
Pane, amore e fantasia, regia di Luigi Comencini (1953)
Villa Borghese, episodio Incidente a Villa Borghese, regia di Gianni Franciolini (1953)
Cento anni d'amore, episodio Pendolin, regia di Lionello De Felice (1954)
Il matrimonio, episodio L'orso, regia di Antonio Petrucci (1954)
Tempi nostri - Zibaldone n. 2, episodi Scena all'aperto e Don Corradino, regia di Alessandro Blasetti (1954)
Gran varietà, regia di Domenico Paolella (1954, episodio Il fine dicitore)
Allegro squadrone, regia di Paolo Moffa (1954)
Vergine moderna, regia di Marcello Pagliero (1954)
I giocatori, episodio de L'oro di Napoli, regia di Vittorio De Sica (1954)
Pane, amore e gelosia, regia di Luigi Comencini (1954)
Peccato che sia una canaglia, regia di Alessandro Blasetti (1954)
Il letto (Secrets d'alcove), episodio Il divorzio, regia di Gianni Franciolini (1954)
Il segno di Venere, regia di Dino Risi (1955)
Gli ultimi cinque minuti, regia di Giuseppe Amato (1955)
La bella mugnaia, regia di Mario Camerini (1955)
Racconti romani, regia di Gianni Franciolini (1955)
Pane, amore e..., regia di Dino Risi (1955)
Il bigamo, regia di Luciano Emmer (1955)
I giorni più belli, regia di Mario Mattoli (1956)
Mio figlio Nerone, regia di Steno (1956)
Tempo di villeggiatura, regia di Antonio Racioppi (1956)
Montecarlo, regia di Sam Taylor e Giulio Macchi (anche supervisione artistica alla regia) (1956)
Noi siamo le colonne, regia di Luigi Filippo D'Amico (1956)
Padri e figli, regia di Mario Monicelli (1957)
I colpevoli, regia di Turi Vasile (1957)
Souvenir d'Italie, regia di Antonio Pietrangeli (1957)
Amore e chiacchiere, regia di Alessandro Blasetti (1957)
Il conte Max, regia di Giorgio Bianchi (1957)
La donna che venne dal mare, regia di Francesco De Robertis (1957)
Vacanze a Ischia, regia di Mario Camerini (1957)
Il medico e lo stregone, regia di Mario Monicelli (1957)
Totò, Vittorio e la dottoressa, regia di Camillo Mastrocinque (1957)
Addio alle armi, regia di Charles Vidor (1957)
Casinò de Paris, regia di André Hunebelle (1958)
Domenica è sempre domenica, regia di Camillo Mastrocinque (1958)
Anna di Brooklyn, regia di Reginald Denham e Carlo Lastricati (anche supervisione alla regia) (1958)
Ballerina e Buon Dio, regia di Antonio Leonviola (1958)
Pezzo, capopezzo e capitano, regia di Wolfgang Staudte (1958)
Gli zitelloni, regia di Giorgio Bianchi (1958)
La ragazza di piazza San Pietro, regia di Piero Costa (1958)
Pane, amore e Andalusia, regia di Javier Setó (anche produzione e supervisione alla regia) (1958)
La prima notte, regia di Alberto Cavalcanti (1959)
Nel blu dipinto di blu, regia di Piero Tellini (1959)
Uomini e nobiluomini, regia di Giorgio Bianchi (1959)
Policarpo, ufficiale di scrittura, regia di Mario Soldati (1959)
Il nemico di mia moglie, regia di Gianni Puccini (1959)
Vacanze d'inverno, regia di Camillo Mastrocinque (1959)
Il mondo dei miracoli, regia di Luigi Capuano (1959)
Il moralista, regia di Giorgio Bianchi (1959)
Il generale Della Rovere, regia di Roberto Rossellini (1959)
Ferdinando I° re di Napoli, regia di Gianni Franciolini (1959)
Gastone, regia di Mario Bonnard (1960)
La sposa bella, regia di Nunnally Johnson e Mario Russo (1960)
Le tre eccetera del colonnello, regia di Claude Boissol (1960)
Le pillole di Ercole, regia di Luciano Salce (1960)
Napoleone ad Austerlitz, regia di Abel Gance (1960)
Il vigile, regia di Luigi Zampa (1960)
Un amore a Roma, regia di Dino Risi (1960)
La baia di Napoli, regia di Melville Shavelson (1960)
La miliardaria, regia di Anthony Asquith (1960)
Gli incensurati, regia di Francesco Giaculli (1961)
L'onorata società, regia di Riccardo Pazzaglia (1961)
Le meraviglie di Aladino, regia di Mario Bava ed Henry Levin (1961)
I celebri amori di Enrico IV, regia di Claude Autant-Lara (1961)
Il giudizio universale, regia di Vittorio De Sica (1961)
Gli attendenti, regia di Giorgio Bianchi (1961)
I due marescialli, regia di Sergio Corbucci (1961)
La Fayette, una spada per due bandiere, regia di Jean Dréville (1962)
Eva, regia di Joseph Losey e Guidarino Guidi (1962)
Le avventure e gli amori di Moll Flanders, regia di Terence Young (1965)
Io, io, io... e gli altri, regia di Alessandro Blasetti (1966)
Gli altri, gli altri... e noi, regia di Maurizio Arena (1966)
Caccia alla volpe, regia di Vittorio De Sica (1966)
Un italiano in America, regia di Alberto Sordi (1967)
Colpo grosso alla napoletana, regia di Ken Annakin (1968)
Caroline chérie, regia di Denys de La Patellière (1968)
L'uomo venuto dal Kremlino, regia di Michael Anderson (1968)
Se è martedì deve essere il Belgio, regia di Mel Stuart (1969)
Una su 13, regia di Nicholas Gessner e Luciano Lucignani (1969)
Cose di Cosa Nostra, regia di Steno (1971)
Io non vedo, tu non parli, lui non sente, regia di Mario Camerini (1971)
Trastevere, regia di Fausto Tozzi (1971)
Siamo tutti in libertà provvisoria, regia di Manlio Scarpelli (1971)
Ettore lo fusto, regia di Enzo G. Castellari (1972)
Le avventure di Pinocchio, regia di Luigi Comencini (in due versioni, cinematografica e televisiva) (1972)
Grande slalom per una rapina, regia di George Englund (1972)
Storia de fratelli e de cortelli, regia di Mario Amendola (1973)
L'odore delle belve, regia di Richard Balducci (1973)
Il delitto Matteotti, regia di Florestano Vancini (1973)
Viaggia, ragazza, viaggia, hai la musica nelle vene, regia di Pasquale Squitieri (1973)
Piccoli miracoli, film TV, regia di Jeannot Szwarc (1974)
Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!!, regia di Paul Morrissey e Antonio Margheriti (1974)
C'eravamo tanto amati, regia di Ettore Scola (1974)
Intorno, cortometraggio, regia di Manuel De Sica (1974)
L'eroe, telefilm, regia di Manuel De Sica (1974)
(Nota: in molte fonti viene citata una partecipazione di De Sica ai film Fontana di Trevi di Carlo Campogalliani (1960) e La pappa reale di Robert Thomas (1964), ma alla visione delle pellicole l'attore non compare affatto.)

Rose scarlatte (co-regia Giuseppe Amato, anche attore) (1939)
Maddalena... zero in condotta (anche stesura dialoghi e attore) (1940)
Teresa Venerdì (anche sceneggiatura e attore) (1941)
Un garibaldino al convento (anche sceneggiatura e attore)(1942)
L'ippocampo di Gian Paolo Rosmino (supervisione regia, non accreditata) (1943)
I bambini ci guardano (anche sceneggiatura) (1943)
La porta del cielo (anche sceneggiatura) (1944)
Sciuscià (anche produzione) (1946)
Natale al campo 119 di Pietro Francisci (supervisione regia, non accreditata) (1947)
Ladri di biciclette (anche produzione e sceneggiatura) (1948)
Domani è troppo tardi di Léonide Moguy (consulente tecnico alla regia, non accreditato) (1949)
Miracolo a Milano (anche produzione e sceneggiatura) (1950)
Mamma mia, che impressione! di Roberto Savarese (regia di quasi tutte le sequenze, non accreditata, anche produzione e sceneggiatura) (1951)
Umberto D. (anche produzione) (1952)
Stazione Termini (1953)
L'oro di Napoli (anche sceneggiatura e attore) (1954)
Il tetto (anche produzione) (1955)
Montecarlo di Samu Taylor e Giulio Macchi (supervisione artistica alla regia) (1956)
Pane, amore e Andalusia di Javier Setó (supervisione alla regia) (1957)
Anna di Brooklyn di Reginald Denham e Carlo Lastricati (supervisione alla regia) (1958)
Il moralista di Giorgio Bianchi (regia di molte sequenze, non accreditato) (1959)
La ciociara (1960)
Il giudizio universale (anche attore) (1961)
Boccaccio '70, episodio La riffa (1962)
I sequestrati di Altona (1962)
Il boom (1963)
Ieri, oggi, domani (1963)
Matrimonio all'italiana (1964)
Un mondo nuovo (1965)
Caccia alla volpe (1966)
Le streghe, episodio Una sera come le altre (1967)
Sette volte donna, (1967)
Amanti (1968)
I girasoli (1970)
Il giardino dei Finzi-Contini (1970)
Le coppie, episodio Il leone (1970)
Lo chiameremo Andrea (1972)
Una breve vacanza (1973)
Il viaggio (1974)

Dal referendum alla Costituzione, ovvero il 2 giugno - Nascita della Repubblica, documentario (1971)
I cavalieri di Malta, documentario (1971)

L'ippocampo di Gian Paolo Rosmino (1943). Sceneggiatore insieme a Margherita Maglione, Sergio Pugliese, Cesare Zavattini, Adolfo Franci. Nel film De Sica interpreta anche il protagonista.
I bambini ci guardano di Vittorio De Sica (1943)
La porta del cielo di Vittorio De Sica (1944)
Il marito povero di Gaetano Amata (1945). Originariamente doveva essere diretto nel 1943 da Mario Soldati e interpretato da Vittorio De Sica, che figura comunque in veste di sceneggiatore.
Ladri di biciclette di Vittorio De Sica(1948)
Miracolo a Milano di Vittorio De Sica (1951)
L'Oro di Napoli di Vittorio De Sica (1954)

Meet De Sica di Charles De Reisner, per la tv statunitense (1958)
The Four Just Men, serie televisiva britannica (1959-1960)
Vittorio De Sica racconta... di Fernanda Turvani, serie di 22 favole da lui narrate (1961)

Ritratto d'attore: Vittorio De Sica di Fernaldo Di Giammatteo (1958)
Vittorio De Sica: autoritratto di Giulio Macchi (1964)
Vittorio De Sica: il regista, l'attore, l'uomo di Peter Dragadze (1974)
Vittorio De Sica, il padre del neorealismo di Michel Random (1974)
Viva De Sica! di Manuel De Sica (1983)
Parlami d'amore Mariù. La vita e l'opera di Vittorio De Sica, trasmissione in sette puntate di Giancarlo Governi (1991)
Vittorio D. di Annarosa Morri e Mario Canale (2009)

A star is born domina incassi cinema

A star is born domina incassi cinema

(ANSA) – ROMA, 15 OTT – E’ “A star is born”, il film di e con Bradley Cooper e Lady Gaga presentato a Venezia, a dominare la classifica Cinetel di questo week end, con un incasso di 1.706.612 euro. Al remake del cult interpretato da Barbra Streisand, segue Venom, simbionte della Marvel con Tom Hardy metà supereroe e metà supercattivo, che domina il box office Usa del fine settimana mentre da noi registra 1.631.678, 6.401.008 in due settimane. Al terzo [...]

Registe italiane al Festival di Londra

Registe italiane al Festival di Londra

(ANSA) – LONDRA, 9 OTT – Le registe italiane sono protagoniste al Festival del cinema di Londra, organizzato dal British Film Institute (Bfi). Istituto Luce Cinecittà – Filmitalia ha annunciato che sono tre i film con una direzione al femminile nella rassegna che si tiene nella capitale britannica dal 10 al 21 ottobre. Si tratta di Alice Rohrwacher con ‘Lazzaro felice’, vincitore del premio per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes, Laura [...]

EVENTI: Vittorio De Sica

Nel 1933 fondò una sua propria compagnia con Giuditta Rissone e Sergio Tofano, con rappresentazioni soprattutto comiche.

Nel 1930 giunse al livello di primo attore, accanto a Guido Salvini, e lì viene notato da Mario Mattòli, in quel momento titolare della Compagnia Teatrale Za-Bum (il primo serio esperimento italiano teatrale di mescolare la comicità degli attori del varietà al genere drammatico degli attori di prosa), il quale, comprese le sue qualità brillanti, lo scrittura immediatamente e lo mette al fianco di Umberto Melnati, col quale formò una coppia comica di assoluto rilievo per l'epoca, con gag e tormentoni che li rendono celebri a livello nazionale.

Nel 1972 ottenne un quarto Premio Oscar con la trasposizione filmica del romanzo di Giorgio Bassani Il giardino dei Finzi-Contini, storia drammatica della persecuzione di una famiglia ebrea ferrarese durante il fascismo, quest'opera ottiene anche l'Orso d'oro al Festival di Berlino del 1971.

Nel 1971 diresse due documentari, inoltre molti uomini di cultura gli dedicarono diversi documentari onorifici.

Nel 1968 partecipò come autore a un Festival di Napoli.

Elisabetta Canalis in lacrime a Verissimo: «È stato l'unico a credere in me...». Ecco cosa sta succedendo

Elisabetta Canalis in lacrime a Verissimo: «È stato l'unico a credere in me...». Ecco cosa sta succedendo

Elisabetta Canalis in lacrime a Verissimo. L'ex velina di Striscia la Notizia è stato ospite del salotto di Silvia Toffanin. Ha raccontato i suoi primi 40 anni, la scomparsa del suo papà e l'amore per la figlioletta Skyler e per il marito Brian Perri. Ma a un certo punto Eli non ha saputo trattenere l'emozione ed è scoppiata in lacrime. Silvia Toffanin mostra a Elisabetta Canalis una foto risalente agli inizi della sua carriera. Nello scatto l'ex velina è [...]

Mara Venier ad Al Bano: «Mi piacevi quando stavo con Arbore, ma tu...». La confessione a Domenica in

Mara Venier ad Al Bano: «Mi piacevi quando stavo con Arbore, ma tu...». La confessione a Domenica in

Mara Venier intervista Al Bano durante la terza puntata di Domenica In. La signora della domenica non perde un colpo e continua a circondarsi di importanti ospiti a cui dedica un ampio spazio consentendo loro di raccontarsi di fronte al pubblico, riportando anche aneddoti poco conosciuti. Durante l'intervista con il cantante di Cellino emerge però un particolare che riguarda la vita di Mara, quando lei, come ammette la stessa conduttrice, stava ancora con Renzo [...]

Asia Argento e Salvo Sottile, su Twitter lo scontro choc: «Meglio che stai muto, c***ne»

Asia Argento e Salvo Sottile, su Twitter lo scontro choc: «Meglio che stai muto, c***ne»

L’intervista di ieri di Asia Argento da Massimo Giletti ha lasciato alcuni strascichi polemici, in particolare su Twitter: il conduttore Salvo Sottile, mentre ascoltava le parole dell’attrice in tv, ha scritto alcuni tweet in cui si mostrava abbastanza perplesso del contenuto dell’intervista. E Asia Argento ha prima risposto piccata proprio su Twitter a Salvo Sottile, poi gli ha inviato un paio di messaggi al vetriolo su Whatsapp, messaggi che il conduttore [...]

Striscia la notizia, Tapiro per Asia Argento e frecciata di Staffelli: «Me lo dai un abbraccio senza dire che ti sto molestando?»

Striscia la notizia, Tapiro per Asia Argento e frecciata di Staffelli: «Me lo dai un abbraccio senza dire che ti sto molestando?»

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Valerio Staffelli consegnerà ad Asia Argento il Tapiro d’oro dopo le accuse di molestie sessuali del suo ex allievo Jimmy Bennett e la recente esclusione da X Factor. L'ambito tapiro arriva il giorno dopo l'intervista che Asia Argento ha rilasciato a Massimo Giletti. Asia Argento ammette: «La vita è ingiusta, ma si va comunque avanti». Poi mostra gli artigli: «Il ragazzo non recita dal 2009 e la [...]

La settimana di Eleonora Giorgi

La settimana di Eleonora Giorgi

Eleonora Giorgi appena entrata nella Casa non si fa sfuggire l'occasione per guardare tutti gli uomini della Caverna.

E PENSATE CHE E TUTTO MERITO DEL GOVERNO RENZI GENTILONI.

E PENSATE CHE E TUTTO MERITO DEL GOVERNO RENZI GENTILONI.

Istat: disoccupazione sotto il 10%, al minimo dal 2012. Ma salgono giovani senza lavoro e contratti a termine. L'Istat registra ad agosto una ripresa dell'occupazione con una crescita di 69.000 occupati su luglio e di 312.000 occupati su agosto 2017 Bene, questo è il quadro dell'Italia in rovina che la propaganda governativa ci propina! Vedremo i risultati della futura manovra di bilancio in deficit. Settaro grullion e legaioli tu lo sapevi sì,che Cristo prese [...]

Cristiano Ronaldo e Sorrentino

Cristiano Ronaldo e Sorrentino

Il colpo del secolo

Domenica Live Gianfranco D’Angelo con la mia pensione sopravvivo

Domenica Live Gianfranco D’Angelo con la mia pensione sopravvivo

L'attore comico Gianfranco D'Angelo nel salotto di Barbara d'Urso racconta: "Sono 60 anni che lavoro, da quando avevo 20 anni. Ho fatto una bella vita e non mi lamento, ma per potermi godere quello che mi sono conquistato e per stare sereno devo continuare a lavorare. I soldi della pensione non mi bastano". La pensione non è certo bassa, ma lontana da quello che D'Angelo si sarebbe aspettato dopo 60 anni di contributi: "Non sono in miseria, prendo duemila euro al [...]

FOTO: Vittorio De Sica

De Sica con Carotenuto e Blasetti durante una pausa della lavorazione di Tempi nostri del 1954

De Sica con Carotenuto e Blasetti durante una pausa della lavorazione di Tempi nostri del 1954

Vittorio De Sica con Cesare Zavattini

Vittorio De Sica con Cesare Zavattini

Ladri di biciclette (1948), considerato una pietra miliare del cinema italiano

Ladri di biciclette (1948), considerato una pietra miliare del cinema italiano

De Sica, ad Alassio, sul set de I bambini ci guardano

De Sica, ad Alassio, sul set de I bambini ci guardano

La piastrella autografata da De Sica sul muretto di Alassio

La piastrella autografata da De Sica sul muretto di Alassio

Con Lya Franca ne Gli uomini, che mascalzoni... (1932)

Con Lya Franca ne Gli uomini, che mascalzoni... (1932)

Depliant da sala per Un cattivo soggetto (1933)

Depliant da sala per Un cattivo soggetto (1933)

Verissimo Elisabetta Canalis in lacrime per una foto

Verissimo Elisabetta Canalis in lacrime per una foto

A "Verissimo" Elisabetta Canalis ha raccontato i suoi primi 40 anni, la scomparsa del suo papà e l'amore per la figlioletta Skyler e per il marito Brian Perri. Ma durante l’intervista la Canalis non ha saputo trattenere l'emozione ed è scoppiata in lacrime. Silvia Toffanin mostra a Elisabetta Canalis una foto risalente agli inizi della sua carriera. Nello scatto l'ex velina è insieme a Franchino, il manager dei vip scomparso prematuramente a causa di una [...]

Non è l'Arena Asia Argento si difende dalle accuse di Bennett

Non è l'Arena Asia Argento si difende dalle accuse di Bennett

Massimo Giletti al suo programma "Non è l'Arena" ha avuto Asia Argento e racconta la sua versione dei fatti dopo l'intervista del suo accusatore Jimmy Bennett di una settimana fa. Asia Argento ha parlato anche di Weinstein di “” e della sua esclusione, ma soprattutto della sua voglia di tornare a fare il Giudice del talent. Non sono mancati momenti toccanti, in cui Asia non ha saputo trattenere le lacrime, soprattutto quando ha ricordato la scomparsa del suo [...]

Antonello Venditti, da marzo in tour

Antonello Venditti, da marzo in tour

(ANSA) – ROMA, 1 OTT – Dopo il concerto all’Arena di Verona e il doppio sold out al Palalottomatica di Roma del 21 e 22 dicembre, Antonello Venditti sarà live anche nel 2019 per celebrare i 40 anni dalla pubblicazione di “Sotto il segno dei pesci”. Venditti ha annunciato sette nuove serate nei palazzetti italiani, nei quali sarà accompagnato dalla sua band storica. Il 2 marzo sarà a Bologna, l’8 marzo (giorno del suo compleanno) arriverà a Roma, [...]

Verissimo Elisabetta Canalis scoppia a piangere

Verissimo Elisabetta Canalis scoppia a piangere

La showgirl Elisabetta Canalis a "Verissimo"  ha raccontato i suoi primi 40 anni, la scomparsa del suo papà e l'amore per la figlioletta Skyler e per il marito Brian Perri. Ma durante l’intervista la Canalis non ha saputo trattenere l'emozione ed è scoppiata in lacrime. Silvia Toffanin mostra a Elisabetta Canalis una foto risalente agli inizi della sua carriera. Nello scatto l'ex velina è insieme a Franchino, il manager dei vip scomparso prematuramente a [...]

Gianfranco D’Angelo in tv la mia pensione non mi basta

Gianfranco D’Angelo in tv la mia pensione non mi basta

Il comico Gianfranco D'Angelo nel salotto di Barbara d'Urso racconta: "Sono 60 anni che lavoro, da quando avevo 20 anni. Ho fatto una bella vita e non mi lamento, ma per potermi godere quello che mi sono conquistato e per stare sereno devo continuare a lavorare. I soldi della pensione non mi bastano". La pensione non è certo bassa, ma lontana da quello che D'Angelo si sarebbe aspettato dopo 60 anni di contributi: "Non sono in miseria, prendo duemila euro al mese". [...]

Elisabetta Canalis in lacrime a Verissimo

Elisabetta Canalis in lacrime a Verissimo

Elisabetta Canalis è stata ospite a Verissimo e ha raccontato i suoi primi 40 anni, la scomparsa del suo papà e l'amore per la figlioletta Skyler e per il marito Brian Perri. Ma durante l’intervista la Canalis non ha saputo trattenere l'emozione ed è scoppiata in lacrime. Silvia Toffanin mostra a Elisabetta Canalis una foto risalente agli inizi della sua carriera. Nello scatto l'ex velina è insieme a Franchino, il manager dei vip scomparso prematuramente a [...]

Domenica Live Gianfranco D’Angelo i soldi non mi bastano

Domenica Live Gianfranco D’Angelo i soldi non mi bastano

Gianfranco D'Angelo ha 82 anni e nel salotto di Barbara d'Urso racconta: "Sono 60 anni che lavoro, da quando avevo 20 anni. Ho fatto una bella vita e non mi lamento, ma per potermi godere quello che mi sono conquistato e per stare sereno devo continuare a lavorare. I soldi della pensione non mi bastano". La pensione non è certo bassa, ma lontana da quello che D'Angelo si sarebbe aspettato dopo 60 anni di contributi: "Non sono in miseria, prendo duemila euro al [...]

I Topi, prima serie di Albanese

I Topi, prima serie di Albanese

(ANSA) – ROMA, 1 OTT – “Ho narrato lo stile di vita dei latitanti di mafia, usando l’ironia e il paradosso con l’intento di far emergere il ridicolo e l’assurdità di quella condizione”. Così Antonio Albanese descrive I Topi, serie comedy, da lui scritta, diretta e interpreta, in onda su Rai3 dal 6 ottobre per tre sabati consecutivi (13 e 20 ottobre) alle 21 e 40 e in anteprima online su RaiPlay dal 2 ottobre. Con Nicola Ragonese, Lorenza Indovina [...]

Asia Argento racconta la sua verità all’Arena

Asia Argento racconta la sua verità all’Arena

Asia Argento è stata ospite a "Non è l'Arena" da Massimo Giletti e racconta la sua versione dei fatti dopo l'intervista del suo accusatore Jimmy Bennett di una settimana fa. Asia Argento ha parlato anche di Weinstein di “” e della sua esclusione, ma soprattutto della sua voglia di tornare a fare il Giudice del talent. Non sono mancati momenti toccanti, in cui Asia non ha saputo trattenere le lacrime, soprattutto quando ha ricordato la scomparsa del suo ex [...]

La verità di Asia Argento

La verità di Asia Argento

Asia Argento ribalta la versione del suo accusatore: "è stato Jimmy a saltarmi addosso".