Scopri tutto su Yara Gambirasio

Cerca tra migliaia
di articoli, foto e blog

Vedi anche

Emma Marrone
In rilievo

Emma Marrone

La scheda: Yara Gambirasio

L'omicidio di Yara Gambirasio è un caso di cronaca nera che ha visto vittima una ragazza tredicenne di Brembate di Sopra (BG), scomparsa il 26 novembre 2010.
Il caso ha assunto una grande rilevanza mediatica, oltre che per la giovane età della vittima, per l'efferatezza del crimine e per diversi avvenimenti nel corso delle indagini, come l'arresto e il successivo proscioglimento di un primo sospettato, le circostanze del ritrovamento del corpo e le complesse modalità per l'individuazione dell'omicida. Il relativo procedimento giudiziario si è concluso in primo grado il 1º luglio 2016 con la sentenza di ergastolo per Massimo Giuseppe Bossetti, riconosciuto come unico colpevole.



Yara: una vicenda che angoscia da 7 anni, lunedi' la sentenza

Yara: una vicenda che angoscia da 7 anni, lunedi' la sentenza

Bossetti, in carcere dal 2014, rischia la conferma dell'ergastolo

Omicidio Yara, per Bossetti ergastolo anche in appello

Omicidio Yara, per Bossetti ergastolo anche in appello

Brescia (askanews) - Condannato all'ergastolo anche in appello. Alla Corte d'Assise d'Appello di Brescia sono servite 15 ore per arrivare a confermare la sentenza del primo grado di giudizio sull'omicidio di Yara Gambirasio. Il collegio presieduto da Enrico Fischetti ha stabilito che Massimo Bossetti, 47 anni, residente a Mapello, sposato con Marita Comi e padre di tre figli, è colpevole. Fu lui a sequestrare Yara fuori dalla Polisportiva di Brembate Sopra la sera [...]

EVENTI: Yara Gambirasio

Il 28 febbraio 2015 vengono chiuse le indagini e per Bossetti, che resta l'unico indagato, viene chiesto il rinvio a giudizio.

Il 27 aprile 2015 si apre con l'udienza preliminare davanti al GUP del tribunale di Bergamo il processo di primo grado, con l'accusa di omicidio volontario aggravato e calunnia nei confronti di un collega.

Il 16 giugno 2014 viene arrestato Massimo Giuseppe Bossetti, un muratore incensurato di 44 anni.

Yara Gambirasio, la lettera disperata di Bosetti, per gridare la sua innocenza

Yara Gambirasio, la lettera disperata di Bosetti, per gridare la sua innocenza

Massimo Bosetti 46 anni, sposato con 3 figli, il muratore di Mapello accusato dell'omicidio di Yara Gambirasio e condannato all'ergastolo, stamattina è comparso davanti ai giudici della Corte d'assise d'appello di Brescia chiamati a decidere sul suo destino, ha dichiarato di essere innocente, nella speranza che qualcuno riveda il caso e si accorge dell'errore giudiziario. La lunga lettera disperata e di pianto scritta da Bosetti: «Da tre anni invoco la mia [...]

L'indelebile memoria di Yara Gambirasio

L'indelebile memoria di Yara Gambirasio

Oggi avrebbe 20 anni, così la ricorda una sua amica.

Caso Yara, una foto satellitare scagionerebbe Massimo Bosetti

Caso Yara, una foto satellitare scagionerebbe Massimo Bosetti

Una foto satellitare del 2011 sulle mappe di google scagionerebbe Massimo Bosetti, il carpentiere di Mapello accusato dell'omicidio dell'allora 13enne Yara Gambirasio. La foto risale al 24 gennaio 2010, ritrae la zona di campo di Chignolo d'Isola dove successivamente, il 26 febbraio, è stato trovato il corpo della ragazzina, quel giorno di fine gennaio il corpo di Yara non c'era, a questo punto il legale di Massimo Bosetti Claudio Salvagni, "la sentenza va [...]

Caso Yara Gambirasio: la mamma di Bossetti

Caso Yara Gambirasio: la mamma di Bossetti

Ester Arzuffi continua a negare di avere avuto rapporti con Guerinoni.

Caso Yara Gambirasio: lo scritto di Bossetti

Caso Yara Gambirasio: lo scritto di Bossetti

L'imputato per il delitto di Yara descrive l'iimmensa soffernza di chi si interroga e non trova risposte

I dubbi sul caso Yara Gambirasio

I dubbi sul caso Yara Gambirasio

Guerinoni è il padre naturale solo di Bossetti? Perchè sulla felpa di Yara non c'è sangue?

Nuovi dubbi sull'assassino di Yara

Nuovi dubbi sull'assassino di Yara

In vista del processo d'appello i difensori di Bossetti hanno richiesto una nuova superperizia

Il destino di Yara Gambirasio

Il destino di Yara Gambirasio

Dopo una morte iniqua è cominciata la caccia al suo assassino, ma la questione è ancora tutt'altro che chiusa.

A Bergamo il ricordo di Yara Gambirasio

A Bergamo il ricordo di Yara Gambirasio

di Tito Giliberto

Caso Yara, Saviano choc: "Mai indagato sulla ditta del superboss. È inquietante"

Caso Yara, Saviano choc: "Mai indagato sulla ditta del superboss. È inquietante"

Nuove polemiche e nuove indiscrezioni sul caso dell'omicidio della piccola Yara Gambirasio, risolto con la condanna di Massimo Bossetti. A parlare, nel corso di un'intervista al settimanale 'Oggi', è Roberto Saviano che solleva alcuni dubbi personali sulle modalità di indagine sviluppate dagli inquirenti: "Il padre di Yara ha lavorato per la Lopav, un’azienda di proprietà dei figli di Pasquale Locatelli, superboss del narcotraffico, che aveva anche un appalto [...]

Caso Yara, Saviano choc: “Mai indagato sulla ditta del superboss. È inquietante”

Nuove polemiche e nuove indiscrezioni sul caso dell’omicidio della piccola Yara Gambirasio, risolto con la condanna di Massimo Bossetti. A parlare, nel corso di un’intervista al settimanale ‘Oggi’, è Roberto Saviano che solleva alcuni dubbi personali sulle modalità di indagine sviluppate dagli inquirenti: “Il padre di Yara ha lavorato per la Lopav, un’azienda di proprietà... L'articolo Caso Yara, Saviano choc: “Mai indagato sulla ditta del [...]

Omicidio Yara

Omicidio Yara

Sul quotidiano "La Repubblica" oggi è apparsa la notizia che Ezio Denti, consulente di Bossetti, non è un vero ingegnere

Yara: messaggio misterioso di Bossetti dal carcere

Yara: messaggio misterioso di Bossetti dal carcere

C'è qualcun altro coinvolto nel delitto?

Yara, Massimo Bossetti ricorre in appello

Yara, Massimo Bossetti ricorre in appello

di Enrico Fedocci

Yara, altri due consulenti per Bossetti

Yara, altri due consulenti per Bossetti

(ANSA) - MILANO, 5 OTT - La madre e la sorella di Massimo Bossetti, condannato in primo grado all'ergastolo per l'omicidio di Yara Gambirasio, hanno avviato un'indagine alternativa sul delitto affidandosi a due nuovi consulenti. Uno dei professionisti incaricati di trovare elementi per far riaprire la fase dibattimentale presso la Corte d'Assise d'Appello di Brescia ha spiegato: "Su un punto siamo in disaccordo con i difensori: riteniamo che il Dna di Ignoto 1 [...]

Caso Yara, motivazoni sentenza: delitto a sfondo sessuale

Caso Yara, motivazoni sentenza: delitto a sfondo sessuale

Yara:giudici, Bossetti animo malvagio

Yara:giudici, Bossetti animo malvagio

(ANSA) - MILANO, 28 SET - Quello di Yara Gambirasio è stato un "omicidio di inaudita gravità". Lo scrivono i giudici di Bergamo nelle motivazioni della condanna all'ergastolo di Massimo Bossetti, definendo quest'ultimo un soggetto "dall'animo malvagio". Per i giudici, l'omicidio della 13enne Yara Gambirasio è "maturato in un contesto di avances a sfondo sessuale, verosimilmente respinte dalla ragazza, in grado di scatenare nell'imputato una reazione di violenza [...]

Yara: depositate motivazioni Bossetti

Yara: depositate motivazioni Bossetti

(ANSA) - BERGAMO, 28 SET - Sono state depositate le motivazioni della sentenza con la quale i giudici della Corte d'assise di Bergamo hanno condannato all'ergastolo, il primo luglio scorso, Massimo Bossetti per l'omicidio di Yara Gambirasio, 13 anni, scomparsa da Brembate di Sopra il 26 novembre del 2010 e trovata uccisa a Chignolo d'Isola, a pochi chilometri da casa esattamente tre mesi dopo. A quanto si è saputo, è probabile che il pm Letizia Ruggeri che ha [...]