"Fatevi accompagnare"se l'immigrato è violento e molestatore verso le donne

  se l'immigrato è violento e molestatore verso le donne , cosa pensa di fare il sindaco e la sicurezza nazionale?Raccomanda la seguente cura: "Fatevi accompagnare" naturalmente da maschi,siamo messi peggio della Turchia a questo punto,ma non sarebbe più semplice dire che sono troppi,senza lavoro, costano soldoni e danno problemi a noi e li hanno loro perchè estranei alla nostra cultura, poi in maggioranza maschi e arrapati, cioè perchè la signora boldrini non si presta lei e le parlamentari piddì a soddisfare la sessualità dei maschi immigrati? si dice non si vogliono fare morire e si salvano,ed è giusto,ma poi non si portano in Italia,ma dove sono partiti, la maggioranza parte dalle coste turche, egiziane, ecc, e con la collaborazione della mafia italiana puta caso, in mafia capitale lo si disse, rendono più della droga, mi chiedo chi foraggia e chi del governo per avere una politica criminale, lo capisce pure un cretino, è politica criminale e basta Troppi immigrati violenti, stazione vietata alle donne.
Sindaco PD: "Fatevi accompagnare" | Riscatto NazionaleRISCATTONAZIONALE.IT http://www.riscattonazionale.it/2016/07/24/troppi-immigrati-violenti-stazione-vietata-alle-donne-sindaco-pd-fatevi-accompagnare/ Capirai...
Inevitabile che nella zona di Legnago ormai sia scattata la paura, soprattutto fra le donne. Il sindaco, una signora del Pd, e la polizia locale invitano così il gentil sesso a recarsi in stazione «accompagnate». Scoppia il putiferio.
Ragazze e mamme dicono: non possiamo girare con il body guard, siamo al ridicolo.
La giunta e i vigili cercano di dare spiegazioni, di correre ai ripari. Ma a cosa servono le polemiche pseudo-politiche?  Alla fine l' africano, residente in un vicino paese della provincia di Padova, è arrestato.
Il costo umano però è molto alto: un carabiniere riporta una contusione alla spalla, l' altro si rompe una costola.
Il maghrebino? È condannato per direttissima il giorno dopo per quella che, benché lieve, è una violenza sessuale. Ma subito viene scarcerato.
  Comunque sia si procede all' arresto e al processo per direttissima di quello che viene identificato come un tunisino trentenne, senza fissa dimora e pluripregiudicato: condannato a dieci mesi.
Tuttavia viene subito rimesso in libertà con il divieto di ritorno nella provincia di Verona.
   

Leggi tutto l'articolo