'Bologna rock' 40 anni dopo è una mostra

(ANSA) – BOLOGNA, 2 APR – Sono passati 40 anni esatti: il 2 aprile 1979 un evento musicale, il ‘Bologna Rock’, con gli slogan ‘Dalle cantine all’asfalto’ e ‘Non succedeva da cinque secoli’, riuscì a radunare al Palasport oltre seimila persone per un concerto di dieci gruppi sconosciuti o quasi, a parte gli Skiantos di Freak Antoni che misero in scena una ‘Spaghetti performance’ esilarante e provocatoria, in perfetta sintonia con lo spirito dell’epoca.
I fermenti musicali sotto le Due Torri avevano i nomi di Gaznevada, Confusional Quartet, Stupid Set, Wind Open, LutiChroma, Neon, Hi-fi Bros, N.O.I.A.
ed altri ancora.
Materiale ancora oggi molto attuale, che diventerà fulcro di una mostra – “per connetterlo all’oggi e generare nuove scintille” – curata da Oderso Rubini in programma dal 17 maggio al 22 settembre nella Project Room del MAMbo, che prevede anche concerti, incontri, seminari e workshop.