'Buare' e 'spoilerare' nello Zingarelli

(ANSA) – ROMA, 15 FEB – “Antitutto”, “antibufale”, “buare” “spoilerare”, “stalkerare”.
Sono alcune delle 1000 nuove voci e significati entrati nella nuova edizione dello Zingarelli 2019, a cura di Mario Cannella e Beata Lazzarini.
I neologismi del vocabolario edito da Zanichelli, che comprende in totale oltre 145 mila voci e 380 mila significati, disegnano il ritratto di “un Paese scettico, spesso ‘contro’ e antagonista a prescindere”.
Vale a dire “antitutto”, cioè che si oppone sistematicamente a ogni iniziativa o proposta.
Si è sempre pronti anche a “buare”, cioè a disapprovare un artista, uno spettacolo, mediante ripetuti ‘buu’.
E si è diffusa l’abitudine a “spoilerare”, cioè ad anticipare alcuni particolari della trama di un film, di un romanzo e di “stalkerare”, cioè a molestare insistentemente qualcuno.
Nei tempi pieni di “anti” anche: “antivaccinista” o “no vax”, cioè chi è contrario alla vaccinazione obbligatoria.
Arrivano poi le misure “antibufale” e l'”allertatore” (chi segnala qualcosa di anomalo) è sempre attivo.