'Iraq detiene 1500 minori sospetti Isis'

(ANSA) – ROMA, 6 MAR – Circa 1.500 minorenni sono detenuti, e spesso torturati, dalle forze irachene e curdo-irachene per sospetta appartenenza all’Isis nei territori un tempo sotto il controllo dell’organizzazione jihadista.
Lo denuncia in un rapporto Human Rights Watch.
Molti di questi adolescenti, si legge nel documento, intitolato ‘Tutti devono confessare’, sono condannati a pene detentive dopo “processi frettolosi e ingiusti”.