'Last Man Standing' (Jerry Lee Lewis e soci)

Jerry Lee Lewis, la superstar del rock'n'roll, era sotto ogni aspetto un "real wild child".
Suonava il piano con le mani e i piedi, con i gomiti, con il sedere; e di tanto in tanto gli appiccava il fuoco.
Inoltre amava il whisky e le ragazze in età troppo tenera: due vizi che gli hanno dato anche molti guai, ma che con il tempo gli sono stati in qualche modo "perdonati" grazie alla sua impareggiabile maestria a produrre un rock pianistico pieno di rullanti boogies.
Dotato di una voce assai piacevole, la usava per emettere dolci miagolii in crescendo, prima di tornare a scatenarsi e a fare scatenare (la sua è una musica che entra in corpo ed istiga al movimento).
 Cinquant'anni dopo il suo primo hit "Whole Lotta Shakin' Goin' On", che fu subito seguito dall'altrettanto esplosivo "Great Balls Of Fire" (entrambi prodotti dalla Sun Records; JLL era un componente del "million dollar quartett" di Sam Phillips insieme a Elvis Presley, Johnny Cash e Carl Perkins), l'artista, oggi settantenne, rimane ancora attivo.
Le ventun songs di Last Man Standing sono dei classici intramontabili, qui riproposti in altrettanti duetti con il Who's Who del rock, del country e del R&B: Jimmy Page, B.B.
King, Bruce Springsteen, Mick Jagger & Ronnie Wood, Neil Young, Robbie Robertson, John Fogerty, Keith Richards, Ringo Starr, Merle Haggard, Kid Rock, Rod Stewart, George Jones, Willie Nelson, Toby Keith, Eric Clapton, Little Richard, Delaney Bramlett, Buddy Guy, Don Henley, Kris Kristofferson.In Italia il disco uscirà ai primi di novembre.
Prenotatelo fin d'ora!

Leggi tutto l'articolo