(CRSP/10/0420) – Salernitana 1919: Soligo terzino ed inserimento di Carcuro nella formazione contro il Cesena – In allegato il videoclip tra Sport e Spettacolo: I Promessi Sposi (Parte 28) – Rincontro nel lazzaretto

         Ippocampo Salernitana 1919 È giunto il momento di recuperare il tempo perduto e ritornare ad essere la Salernitana!!! – Prove di formazione per mister Cari, in vista della non agevole trasferta di Cesena, contro una compagine che è tra le più in forma del campionato ed a cui mister Bisoli ha dato grande sicurezza dei propri mezzi, ma soprattutto un gioco spumeggiante e redditizio, non a caso con i suoi 12 punti occupa un meritatissimo, ma inaspettato terzo posto in classifica.
Di contro la Salernitana con i suoi due punti conquistati rappresenta la Cenerentola del campionato cadetto e parte certamente non favorita in questo scontro del “Manuzzi”, anche perché deve rinunciare ad alcune pedine fondamentali per infortuni e squalifiche, mentre i suoi uomini migliori, vedi Cozza, Fava e Pestrin stentano a carburare ed a non fornire il loro notevole apporto, conditio sine qua no per far fare alla squadra il famoso salto di qualità.
Il tecnico di Ciampino, infatti, deve fare a meno per infortunio di Galasso e Montervino, peccato proprio per quest’ultimo, che dopo un avvio stentato stava ritornando ad essere il signor calciatore che tutti conoscono, mentre l’inossidabile Sasà Russo sarà costretto a fermarsi ai box per squalifica, insomma tre elementi la cui assenza si farà sicuramente sentire, ma i sostituti faranno di tutto per non farli rimpiangere.
Mister Cari, però, non ama piagnucolare su questi inconvenienti che sono insiti nel gioco del calcio, in pratica non ama “piangere sul latte versato”, ragion per cui sta cercando di far quadrare il cerchio e mandare in campo a Cesena una formazione di tutto rispetto, in particolare una squadra che metta da parte i problemi di classifica e giochi ad armi pari con un avversario, che tutto sommato non sembra impossibile da battere.
Da ciò che si è visto in campo e dalle indicazioni fornite dallo stesso trainer granata, Soligo dovrebbe sostituire Galasso in difesa, approfittando anche e soprattutto della grande poliedricità ed adattabilità a ricoprire più ruoli del centrocampista di Maghera, anche se potrebbe optare per una soluzione diversa, magari quella già vista all’opera in tante gare, vale a dire con l’inserimento di Stendardo e lo spostamento di Kyriazis sulla fascia destra.
Carcuro, invece, sembra dover prendere il posto e le mansioni dell’ex capitano del Napoli e deve farlo con una certa convinzione, considerato che l’infortunio rimediato da Montervino lo terrà fuori per almeno un paio di mesi.
A quanto sembra a centrocampo non [...]

Leggi tutto l'articolo