(Chiedere) scusa

 
Quando sentiamo di dover chiedere scusa a qualcuno,  dovremmo a tutti i costi assecondare questo bisogno. Questa sensazione infatti non lascia scampo: il più delle volte si insinua, con il fastidio pungente di un sasso nella scarpa, mentre stiamo parlando d'altro, mentre facciamo la spesa o stiamo leggendo un libro. E... bam! ci si para davanti quest'idea, all'improvviso chiarissima, di avere in qualche modo sbagliato (anche se inconsapevolmente e senza volontà di  ferire, e magari tanto tempo prima). Ma c'è, e urla e ci rincorre finché non riusciamo a chiedere scusa, appunto.  Certo, comportarci in modo tale da non doverci mai scusare sarebbe la cosa più giusta, ma siamo umani...
(E poi? Scuse accettate? Scuse non accettate? Scuse accettate per finta? Questo è un altro discorso...)
 
Sotto una piccola stella
Chiedo scusa al caso se lo chiamo necessità.
Chiedo scusa alla necessità se tuttavia mi sbaglio.
Non si arrabbi la felicità se la prendo per mia.
Mi perdonino i morti se ard...

Leggi tutto l'articolo