(In)certi amori di Libero

Qualche anno fa, navigando a vista nel mare magnum di Libero, incappai in un blog che mi fece esclamare istintivamente: Che meraviglia! E non ero l'unica a pensarla così, c'era già una piccola folla adorante che col tempo, spregiativamente, presi a chiamare corte dei miracoli solo perché avrei preferito essere la sola a scambiare con l'autore confidenze d'ordine intellettuale.
Ma mi misi in fila in attesa di tempi migliori che inaspettatamente arrivarono.
Pian piano il Blogger meraviglioso s'accorse di me o meglio di quello che scrivevo nel mio blog; non che i miei post fossero all'altezza dei suoi ma in qualche modo li trovava interessanti e, un commento tira l'altro, finimmo col messaggiare in privato.
Nel frattempo la corte dei miracoli fiutò che tra me e il Blogger si era instaurata un'intesa che stava mettendo in ombra lo sfarfallìo d'antan e benché lui non lesinasse attenzioni a destra e a manca, lentamente il can can di complimenti e ammiccamenti si affievolì; una sola ...

Leggi tutto l'articolo