Il Girovago(VIII foglia)

Vagherò.
per il mare o i monti non m'importa, davvero non m'importa.
avrò l'occhio del serpente ereditato da una famiglia di serpi e il sangue freddo che però appartiene solo a me.
Conoscerò molte donne, alcune saranno prese dalle strade e altre nè conoscerò nei buoni salotti in cui mi immischierò con l'inganno senza rispetto alcuno.
Sarò gentile di aspetto e rude nell'animo, mi presenterò all'Ozio come il suo figlio prediletto, Rifiuterò di esser cavaliere - e con chi poi - non conoscerò mai la misericordia, vorrò solo straziare carni, come un rapace.

Leggi tutto l'articolo