Il cellulare.... amore e odio

Visto che siamo in tema di cellulare...
qualche mia considerazione al riguardo.
Non sono mai stato uno di quelli che corre dietro la moda del cellulare, ossia avere quello con il display a colori, che fa le foto, con la musichetta polifonica..
L'esigenza è nata quando ho iniziato a lavorare in proprio.
Ho subito capito che sarei stato poco competitivo se non fossi stato subito rintracciabile da un possibile cliente.
Ricordo che il primo cellulare lo ammortizzai subito con il primo accordo stretto sempre via cellulare.
Da quel momento si è traformata in un'ossessione.
Dall'inconscio è nata la paura della mancanza di campo (!), della batteria scarica, e tutti gli altri fattori.
Ora il bello è che ho sempre osservato particolari coincidenze: Il cellulare squilla sempre quando sono impegnato in una conversazione al telefono fisso.
Saltiamo che squilla sempre quando l'hai dimenticato di spegnere e sei .....
sul più bello.
Classica...
stai entrando in bagno e squilla.
Variante della precedente...
sei in bagno e lo senti squillare..
Sono fermo in macchina, a motore spento e non mi chiama nessuno; arriva il cliente e arrivano tre o quattro telefonate..
ricordo con nostalgia quando ...
Quando potevi dire: "Ho provato a chiamarti ma la vocina mi diceva che non eri raggiungibile" (oggi c'è minimo il messaggio che comprova se hai veramente chiamato...
conosco solo due persone che hanno disabilitato questo servizio) Quando non volevi essere contattato e spegnevi il cellulare..
(Stanno attivando il servizio che non appena riaccendi il cellulare viene avvisato chi ti cercava.
Riccolegandomi al vecchio post, fra poco non si potrà neppure poter dire ...
sono fuori città perché l'altro potrà sapere in che cella ti trovi..
E adesso, cerco scuse tecnologicamente avanzate per gli scocciatori...
;-)

Leggi tutto l'articolo