Le parole

Le parole servon solo a difenderci dal mistero che ci portiamo dentro, e più abbiamo paura e più ci arrampichiamo su di esse.
La "paranoia querulante" ne è l'emblema.
Lo spavento per le proprie emozioni risolto con la verbalizzazione logorroica.
Ma la verbalizzazione forbita non è che la forma sofisticata di tale paura.
Dio non è morto, ma noi ci illudiamo di tenerlo prigioniero con queste chiavi illusorie, con i nostri fragili concetti, con la nostra tremante logica matematica che al primo soffio crolla e ci lascia nudi nel mistero della pazzia e dei sogni .

Leggi tutto l'articolo