“Cannes e dintorni”, selezione di film dal Festival Internazionale

Si rinnova anche per il 2015, a partire da venerdì 12 giugno, il primo appuntamento dell’anno con le Vie del Cinema, la manifestazione che porta a Milano, in lingua originale e sottotitolati, i film dai Festival di Cannes, Locarno, Venezia e Torino.
Così dal 12 al 18 giugno Milano ospiterà Cannes e dintorni, una ricca selezione dei film presentati all’ultimo Festival Internazionale di Cannes, dalla Quinzaine des Réalisateurs e titoli dal Festival di Berlino, dal Torino Film Festival, dal Bergamo Film Meeting e da Sguardi Altrove Film Festival.  “Grazie a un intervento economico specifico del Comune, anche quest’anno le Vie del Cinema porta a Milano il meglio del Festival di Cannes e di altre importanti  rassegne europee – ha detto Filippo Del Corno, assessore alla Cultura -.
Questo tradizionale appuntamento, dedicato agli amanti del cinema, entra a far parte del palinsesto di ExpoinCittà, e permette ancora una volta ai milanesi di avere accesso a una proposta cinematografica di altissimo valore culturale.
La rassegna, inoltre, rientra in un quadro sempre più strutturale di iniziative per il sostegno della cultura cinematografica, che vede anche la presenza di un network di sette festival di cinema in grado di garantire per tutto l'anno un'offerta ricca e articolata, determinante per lo sviluppo della cultura nella nostra città“.  La manifestazione, promossa da AGIS Lombarda e sostenuta dal Comune di Milano con il supporto del Corriere della Sera, propone 48 proiezioni di 25 film in 12 sale cinematografiche milanesi (Anteo spazioCinema, Apollo spazioCinema, Arcobaleno Filmcenter, Beltrade, Colosseo Multisala, Ducale Multisala, Eliseo Multisala, Mexico, Orfeo Multisala, Palestrina, Plinius Multisala) attente alla programmazione di cinema di qualità.
Il Festival di Cannes, che anche quest’anno si è distinto per la qualità e l’originalità dei titoli proposti, sarà presente con film da:  Concorso  •        MOUNTAINS MAY DEPART (SHAN HE GU REN) del regista e scrittore JIA Zhang-ke che racconta la Cina contemporanea  •        OUR LITTLE SISTER (UMIMACHI DIARY) in cui il giapponese KORE-EDA Hirokazu si interroga sul tema della famiglia  •        SON OF SAUL (SAUL FIA) del regista ungherese László NEMES, Grand Prix della Giuria, Premio FIPRESCI  •        THE LOBSTER firmato dal regista greco Yorgos LANTHIMOS, Premio della Giuria  e con una proiezione speciale di MIA MADRE di Nanni MORETTI con Giulia Lazzarini, Margherita Buy, John Turturro, Nanni Moretti  Fuori [...]

Leggi tutto l'articolo