“Splendore viola”

    Ti ho vista assoluta di viola riflessa negli specchi della tua bellezza  la bocca d’agata ciliegia  mi ammanetta i polsi.
 Chiusa come rosso ibiscus al tramonto non posso forzarne l’apertura.
Ti sognerò stanotte sigillata                                    e ti perderò.
 Troppo tardi ti ho conosciuta:  dolce tintinnio di filigrana nel passo fra il vapore dei capelli viso impavido e  occhi di giada incastonati di viola.
 Esiliata impregnata di grazia                           e già regno annunciato.
Arreso al tuo profumo   stendo polvere d’ametista  sulle palpebre del ricordo.
 

Leggi tutto l'articolo