§ 47 - l'InFiNiTo

Che meraviglia!!! La parete della libreria si sposta e si apre di fronte a me l'immenso!!! E' una cosa simile all'oblio, al limbo di metabolizzazione! Il serpente vibra, ed in un attimo scivola dentro a quel limbo...
Io, fiduciosa ed ammaliata lo seguo, faccio un passo e rimango come folgorata dalla scena che mi si presenta Lui si attorciglia, sibila, una sorta di nube lo avvolge ed incredibilmente si manifesta nella sua vera natura...
Il serpente si trasforma in mio padre, Temistocle e dal suo terzo occhio, l'ametista, scaturisce mia madre, Elettra!!! Sono impietrita dalla stupefacenza dell'evento e subito dopo mi sciolgo in fiumi di lacrime di commozione...
"AuRoRa, aMoRe, ce l'hai fatta!!!" Hai trovato la porta che apre l'InFiNiTo oltre la terza dimensione...
   

Leggi tutto l'articolo