§ 69 - tIpPeTe

...mmm  Ho come l'impressione che qualcuno mi stia seguendo...
Avverto una presenza...
Non è che proprio abbia paura...
ma perché non si manifesta, se non vuol farmi del male??? Alzo le mie antenne e cerco di sentire, senza voltarmi e senza cambiar passo...
Sento come un batter d'ali e una specie di fruscio....
Sono sicura, c'è qualcuno che mi segue! Temistocle non si scompone un minimo...
ma questa cosa non mi convince...
D'improvviso mi volto e il mio stupore è tutt'altro che esagerato! .
Sul ramo di un albero c'è un ragazzetto, alto poco più di un bambino, sul verdognolo, che al posto delle braccia ha delle ali piene di piume sul verde bottiglia un po' cangianti e degli artigli ai piedi!!! .
Mi osserva curioso e con uno sguardo un po' furbetto...
- Tu chi sei? - esplode, diffidente - Chi sei tu, che mi segui...
e cosa vuoi? - Io sono Saverio - mi dice con un certo orgoglio - e sono un Tippete! ...salto, volo! ...tippete! E salta giù dal ramo - Ora tocca a te! Che cosa sei??? - Cosa..??? ...ee..mmm...
Io sono Aurora...
una strega...
o meglio ero una strega...
ora sono semplicemente quello che vedi...
- Infatti! Non sembri una strega...
Hai le antenne...
E poi lui? Chi è lui? Anche lui è piuttosto strano...
- Temistocle! è il mio serpente - mmm....
e quella cosa che ha in mezzo alla fronte??? Sembra quasi un interrogatorio - Beh...
quella è mia madre, Elettra...
- Ma che cavolo stai dicendo??? - Si, lo so, è un po' complicato...
ma è così...
Senti Saverio, forse tu mi puoi aiutare...
Io sto cercando una pianta, la Verbena...
tu la sai riconoscere??? - Certo che si! - mi dice con un'aria un po' sbruffona, ma buffa - Perfetto! Mi aiuteresti a cercarla? ...e se tu sapessi anche come arrivare al ruscello...
- mmm e se io ti aiuto, tu in cambio cosa mi dai? - Io non ho niente...lo vedi!? Il Tippete mi squadra da capo a piedi...
- ...è un po' come se fossi in cerca di fortuna...
- ribadisco io - Non ho nulla...
- Tu sai fare le magie! Ho visto quello che hai fatto con il libro! - Ecco perché mi seguivi! Beh, rassegnati! Era meglio se io sapevo fare queste cose...
Non sono stata io, è successo e basta - Allora voglio il tuo libro! - No, il libro no! Non posso assolutamente dartelo! E' di mia madre ed in un certo senso è la mia guida...
- Cavolo! Non collabori proprio per niente tu! - Dai, ti prego, lo vedi che sono sola, non ho niente ed ho bisogno di bere....
- E perché cerchi proprio quella pianta??? Le streghe la usano per fare le magie! - Si, ma io...
Vabbé facciamo così: il mio libro mi ha [...]

Leggi tutto l'articolo