«Bus Married» a Napoli si può

Palloncini bianchi, fiori, tulle, ceste di confetti ...
La decorazione della vettura è a scelta e, in genere, è la sposa a decidere il tema degli addobbi che devono essere in tono con la cerimonia.
Fin qui nulla di strano, se non che la vettura in questione non è una limousine, nè si tratta di una elegante spider.
E’ un autobus di linea, di quelli che ogni giorno scarrozzano — a intervalli non sempre regolari — viaggiatori da un angolo all’altro della città.
E’ intitolato «Bus Married» il progetto promosso dall’Anm, l’azienda napoletana mobilità, che noleggia i propri autobus a coppie decise ad aggiungere un tocco inconsueto alla giornata del sì.
Le opzioni sono diverse.
Si può noleggiare un pollicino — se sul bus si sposta solo la sposa per andare in chiesa o solo la coppia con i testimoni — ma si può anche opzionare il bus di grandi dimensioni, per far salire a bordo una parte dei parenti e degli amici.
E spostarsi in giro per fare fotografie e per raggiungere il luogo del rinfresco tutti insieme appassionatamente.
Del resto tanto vale esagerare e cedere alle lusinghe festaiole di nozze che non passeranno certo inosservate se ci si sposta su un R2 tirato a lucido e abbellito con candidi nastri di raso.
Il servizio non è ancora decollato, anche se è inserito fra le voci di bilancio che potrebbero garantire entrate, ma c’è già una certa curiosità intorno alla proposta.
Fino ad ora solo la figlia di un autista dell’azienda ha scelto di arrivare in chiesa insieme al papà.
Lui alla guida di un pollicino, lei al suo fianco.
L’arrivo in chiesa è stato di impatto.
Più numerose le richieste che arrivano all’azienda Ctp.
Ha fatto da battistrada Vera Matera, autista della Compagnia di trasporti pubblici, che anche nel giorno delle nozze è salita sull’autobus ecologico dove lavora quotidianamente.
E ha condotto il marito Giancarlo Giannotti all’altare.
La tendenza delle nozze sui bus è molto diffusa in tutta Europa.
Garantisce un certo risparmio — il fitto è analogo a quello di una limousine — consente di scarrozzare un bel numero di persone e può transitare senza problemi anche nelle Ztl e nelle aree pedonali senza bisogno di richiedere permessi particolari.
Qualche mese fa a Londra, i parenti di una coppia, sono saliti in massa sul bus noleggiato per le nozze.
E la sposa, insieme con altri invitati, ha finito per viaggiare in piedi.

Leggi tutto l'articolo