«Il mio patrigno mi ha violentata», 16enne denuncia gli abusi al telefono e si getta sotto un treno

Maltrattata e violentata dal patrigno chiama i soccorsi per denunciare quello che le è stato fatto, pochi attimi prima di gettarsi sotto un treno. Georgia Walsh, 16 anni, si è uccisa alla stazione ferroviaria di Dunton Green nel Kent dopo aver denunciato il suo patrigno per abusi. La ragazza non ha retto più le violenze e le molestie così ha deciso di togliersi la vita.
I fatti risalgono al marzo del 2017, ma in questi giorni l'uomo, Brett Connell, è stato condannato a 9 anni di carcere. La ragazza che, oltre a studiare, lavorava in un bar, aveva iniziato il suo turno di lavoro come sempre, nessuno dei colleghi aveva mai notato dei cambiamenti nel suo atteggiamento, ma verso sera era sembrata a tutti imbronciata e depressa, sebbene non fosse accaduto nulla di rilevante.
Come riporta anche il Mirror, subito dopo aver chiuso il locale ed essersi allontanata ha scritto un messaggio al collega: «Questo potrebbe causarvi problemi sul lavoro». Poi ha chiamato il 999 e ha raccontato agli ag...

Leggi tutto l'articolo